Acquisto auto di importazione tramite rivenditore locale

Vi aiutiamo ad acquistare, in sicurezza, la vostra auto usata. Grazie ad Adiconsum chiariamo i diritti sulla Garanzia.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
dipancrazio82
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 22/05/2019, 14:43
Nome: Vincenzo

Acquisto auto di importazione tramite rivenditore locale

Messaggio da dipancrazio82 » 22/05/2019, 15:00

Buongiorno a tutti, vi riepilogo la mia situazione ed i miei dubbi.
Ho adocchiato una auto sul mercato tedesco da un rivenditore abbastanza grande e con molti feedback in Germania.
L'ho contattato ed ho iniziato a chiedere informazioni.
Mi ha dato molte info, un report completo dell'auto e dei difetti che ha e una proposta di intervento per ripararli.
Mi sono fatto quindi un sommario di tutto ciò che avrei dovuto fare e spendere per andarmela a prendere ed immatricolarla in Italia.
Il giorno stesso in cui mi ha mandato il contratto da firmare con l'acconto da versare io sono andato a Roma ed ho fatto il tentativo di chiedere ad un importatore che da qualche anno è presente su tutti i maggiori siti di auto usate.
Abbiamo ricercato ed individuato esattamente l'auto di cui avevo avuto tutte le informazioni e di cui ho anche il numero di telaio e mi ha chiesto 2000€, poi sceso a 1500€, per importarmi l'auto ed immatricolarmela.
Ho dato un acconto ed è previsto che, all'arrivo dell'auto, io vada a visionarla e ve è tutto come da descrizione firmo il contratto di acquisto e saldo il totale altrimenti se l'auto non è conforme mi viene restituito tutto.
Nei giorni successivi, continuando a cercare online ho letto molteplici articoli di truffe sull'IVA delle auto di importazione e mi sono anche informato sul "carosello dell'iva" che penso, nel peggiore dei casi, possa avvenire nel mio caso.
Sostanzialmente quello che mi pare di aver capito che faccia questo rivenditore è:
1) in intermediario importatore, di cui conosco la ragione sociale, acquista l'auto dal rivenditore tedesco al netto dell'iva 19%
2) l'importatore versa l'iva in italia 22% e vende l'auto al rivenditore romano fatturandola regolarmente con iva italiana 22%
3) il rivenditore romano vende l'auto a me con regolare fattura con iva al 22%

In questo giro, qualora ci sia una truffa, da quello che ho capito, è da parte dell'importatore che in realtà non versa l'iva ma comunque emette fattura con iva italiana.
In una situazione di questo tipo, io acquirente che non ne so nulla (io mi sono informato ma in teoria le mie sono tutte supposizioni) cosa rischio?
come posso tutelarmi?

Scusate il lungo post ma non è una situazione facile da spiegare.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 0 ospiti