[Subaru] Grave mancanza dispositivi di sicurezza autovettura Subaru Forester

Hai dubbi o perplessità riguardo a qualche sistema di sicurezza? Faremo di tutto per aiutarti! In più alcuni approfondimenti tecnici

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
GTBO65
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 04/05/2018, 15:43
Nome: Gabriele

[Subaru] Grave mancanza dispositivi di sicurezza autovettura Subaru Forester

Messaggio da GTBO65 » 04/05/2018, 15:57

Segnalo un'assenza, indiscutibilmente alquanto grave, di un dispositivo di sicurezza nel software che gestisce il cambio automatico della Subaru (che ha provocato un incidente con responsabilità della mia autovettura Subaru Forester 2.0i-L CVT EXCLUSIVE Bi-fuel).

Infatti, in qualsiasi momento si fosse fermi alla guida della propria autovettura e, per un'evenienza o emergenza di qualunque tipo, si rendesse necessario scendere improvvisamente dalla stessa, al momento dell'uscita del conducente dall'autovettura (una volta staccata la cintura di sicurezza), nel cambio automatico non si attiverebbe automaticamente la modalità "parcheggio", né si spegnerebbe il motore, bensì, senza alcun segnale acustico/visivo di allarme, e senza alcun blocco, l'auto si metterebbe in marcia, potendo in tal modo evidentemente causare, stante l'assenza del conducente alla guida, danni impensabili a persone e a cose!

Ho personalmente constatato che tali imprevisti non possono accadere in auto di pari livello, quali la BMW, la Mercedes o la Land Rover (nei modelli Range Rover), essendo dotate di apposito dispositivi di sicurezza, e mi sono altresì confrontato con specialisti del settore automotive, che mi hanno confermato che si tratta di una mancanza nei sistemi di sicurezza di Subaru, aggravata dal fatto che il veicolo è omologato, non solo per il mercato europeo, ma anche per quello americano.

Il mio rammarico è appesantito dal fatto che, al momento dell'acquisto, la scelta dell'auto si è basata soprattutto dalla considerazione di due aspetti che dovrebbero essere il carattere distintivo di una Subaru: la trazione integrale permanente simmetrica e la conformità agli standard di sicurezza passiva per le norme NHTSA e JASO, che sono ben più restrittive delle nostre.

A suffragio di quanto sopra, è opportuno ricordare che già nel 2016 l'Ente Nazionale Statunitense per la sicurezza stradale (NHTSA) abbia contestato al gruppo FCA Auto l'efficacia dei congegni di sicurezza legati alla trasmissione automatica, con il conseguente richiamo delle autovetture interessate, per l'aggiornamento dei congegni stessi, con installazione di un segnale sonoro e visivo, che scatta quando il conducente apre la portiera senza aver prima impostato la modalità "parcheggio" (equivalente a lasciare con la prima marcia inserita un'autovettura a trasmissione manuale).
Inoltre, l'aggiornamento prevede che la modalità "parcheggio" si innesti automaticamente qualora il conducente scenda dall'auto non avendo sposato in precedenza il selettore del cambio.

Ho contestato il tutto a Subaru Italia poichè, a mio avviso, il veicolo, al verificarsi del sinistro, risultava essere un prodotto non sicuro e, comunque, difettoso, ai sensi degli articoli 103 e117 del Codice del consumo, in quanto non offriva quella sicurezza che si poteva legittimamente attendere da quel tipo di auto.

Avatar utente
brupel
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 449
Iscritto il: 12/09/2007, 18:12

Re: [Subaru] Grave mancanza dispositivi di sicurezza autovettura Subaru Forester

Messaggio da brupel » 05/05/2018, 15:33

Gent.mo Gabriele,
grazie anzitutto per averci contattato. La questione da Lei esposta correttamente evidenzia, ancora una volta, le notevoli differenze, per ciò che riguarda gli standard di sicurezza, tra le normative europee e quelle USA. FCA, come Lei giustamente sottolinea, è stata costretta da NHTSA ad effettuare negli USA una campagna di richiamo sui cambi automatici per l'installazione di un dispositivo di segnalazione/inibizione di selezione D a guidatore fuori dal veicolo. Tuttavia, andando a memoria, non ci risulta che enti competenti, Ministeri europei e men che mai italiani,abbiano imposto a FCA di effettuare il medesimo richiamo. Se ciò è avvenuto è solo per decisione volontaria del costruttore. Nel caso di Subaru, non possiamo escludere che le vetture destinate al mercato americano, almeno le più recenti, soddisfino le normative di sicurezza locali in materia di cambi automatici. Sarebbe interessante conoscere la risposta che le ha fornito (o fornirà) Subaru Italia in merito alla sua contestazione. E' molto probabile che l'azienda faccia riferimento alle attuale normative EU affermando che i prodotti Subaru rispettano pienamente le specifiche di sicurezza previste dai protocolli europei. D'altra parte, bisogna considerare che la stragrande maggioranza del parco circolante europeo ( e mondiale) di auto con cambio automatico, risulti privo di qualsiasi dispositivo di sicurezza del tipo da Lei prospettato. Ma non per questo tali veicoli possono essere considerati insicuri.
Comunque, è opportuno precisare che la selezione P non è sufficiente a garantire ,in ogni condizione, l'immobilizzo del veicolo. E' sempre necessario inserire anche il freno di stazionamento, specie in presenza di strade in pendenza. Questo fondamentale concetto è riportato su tutti i manuali di istruzioni in dotazione alle vetture con cambio automatico. Chi scrive guida (e continua a guidare) auto con cambio automatico dal lontano 1972 ed ha posseduto varie decine di vetture con tale tipo di trasmissione con cilindrate variabili da 1.0 a 6.0 L. Ci tenga gentilmente informati sugli eventuali sviluppi.
Grazie per la cortese attenzione.
Bruno Pellegrini

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti