150 Km/h in autostrada

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 05/12/2003, 10:08


Tu e Massy siete esemplari nel sostenere la sicurezza sulle strade, gia' il nome del sito sicurauto si autoqualifica. Ditemi in tutta sincerita': ci cambierebbe la vita poter andare a 150 anziche' a 130 in quei pochi tratti di autostrada che lo consentirebbero?
Grazie mille... non scordiamoci di Luca però! :ok
Ci cambierebbe?... diciamo che in alcuni tratti ove le condizioni saranno favorevoli SI. Per un discorso di scorrevolezza del traffico, minori tempi di percorrenza, i camion e le loro merci (sempre a velocità consentita) arriverebbero puntuali senza dover correre (visto il minor traffico), etc...

E' un pò come il discorso di Internet... avere l'ADSL ti cambia la vita? NO... però aiuta ad essere maggiormente veloci, aumenta la produttività dell'azienda che impiega meno tempo ad accedere alle risorse... etc.

Se la vediamo da questo punto di vista la maggiore velocità dei flussi (se ben regolata ovviamente) di solito permette al sistama (in questo caso autostradale) di funzionare meglio...

E' ovvio che però tutto ciò va pianificato nei minimi dettagli... forse si sta premendo troppo sulle società autostradali... io sui 150 sono d'accordo ma avrei aspettato marzo/aprile per metterli in atto -> condizoni meteo migliori, più ore di luce, etc...

Morale della favola ? La pericolosità della situazione va sempre rapportata alle condizioni della strada, del traffico, del tempo atmosferico e del proprio stato psicofisico.
Bravissimo! Non è la velocità in se che provoca i morti ma la disattenzione, la strafottenza, l'eccessiva sicurezza di se... :ok

...scusatemi, va bene tutto...ma dire che non bisogna tenere conto della tolleranza degli strumenti mi sembra un po' farla fuori dal bulacco (come si dice a genova...) nel senso che se io me ne sto andando tranquillamente ai 50 Km/h e lo strumento ha una tolleranza del 5% e indica che sto andando ai 52... io mi oppongo con tutte le mie forze a pagare quella multa che sarebbe INGIUSTA!!
Ma infatti la tolleranza del 5% se non sbaglio c'è già... non prendere alla lettera la tabella della decurtazione... :ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
giuseppele
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 94
Iscritto il: 14/01/2003, 15:02

Messaggio da giuseppele » 05/12/2003, 17:50

x Claudio (Sicurauto)
E' ovvio che però tutto ciò va pianificato nei minimi dettagli... forse si sta premendo troppo sulle società autostradali... io sui 150 sono d'accordo ma avrei aspettato marzo/aprile per metterli in atto -> condizoni meteo migliori, più ore di luce, etc...
Vedo che , mie battutacce a parte, sulla sostanza delle cose concordiamo.
Questa pressione dei 150 al più presto non piace neppure a te.
:ok Ciao
Giuseppe

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 06/12/2003, 1:50

:D

Oggi stavo parlando con un amico e gli stavo dicendo che io non trovo nulla di male nel fatto di andare a 150 Km/h in autostrada se le condizioni della strada, del traffico, del tempo atmosferico e di quant'altro lo permettono. Gli stavo altresì spiegando che talvolta viaggio anche io a 150 in alcuni tratti. Il problema è di come fare un regolamento che valga per tutti e che disciplini in modo rigoroso la velocità da tenere nei vari tratti autostradali, regolamento che deve appunto valere per tutti ed in ogni condizione.
E' ovvio che non si può andare a 150 in ogni condizione, così come per me è altrettanto ovvio che talvolta si possono tranquillamente superare i 130.
A prima vista il problema sembra quasi insolubile.
Ma il mio amico ha avuto una idea tanto brillante quanto semplice e devo dire che, anche se lui non ha la patente, probabilmente ha centrato immediatamente una ottima soluzione al problema dei limiti di velocità.
Infatti mi ha ricordato che all'estero esistono già (in Germania per esempio) in alcuni tratti stradali limiti di velocità dinamici, visualizzati su opportuni segnali luminosi posti sopra le corsie autostradali (e che riproducono il segnale standard) e che possono essere cambiati da un centro di controllo computerizzato.
In altre parole un sistema di sensori informatizzato rileva per es. che c'è scarso traffico e (anche forse in base al tempo atmosferico) si decide che per quel tratto di autostrada si vuole un limite di 160 Km/h, limite che verrà visualizzato da questi display ad alta luminosità. Se il traffico aumenta si abbassa il limite a 140 Km/h e gli automobilisti vedranno ora sui segnali luminosi tale limite di velocità. In caso di rallentamenti o di incidente si potrà fare scorrere il traffico anche solo a velocità di 100 Km/h o meno !
Il sistema, ripeto, in Germania è ben collaudato su alcuni tratti e serve anche in caso di nebbia o maltempo a disciplianre il traffico.
Se il Berlusca anziché parlare solo trovasse anche i soldi si potrebbe così risolvere il problema dei limiti di velocità.

Quali sono buoni motivi per viaggiare veloci in autostrada (ammesso che vi sia la sicurezza si intende) ?
Arrivare prima (anche se magari non mezza giornata prima...).
Aumentare la capacità delle autostrade (smentitemi se sbaglio).
Imparare il comportamento dell'automobile alle alte velocità (cosa che non viene insegnata a scuola guida, ma che contribuisce a formare un buon guidatore a mio avviso).
Eventuale aumento del piacere di guida... e più libertà di scegliere la propria andatura in base alle proprie esigenze o al proprio stato d'animo.
Evitare di addormentarsi a causa di una andatura troppo lenta e monotona.

Tuttavia a mio avviso è molto pericoloso volere correre solo perché "bisogna sfidare se stessi": consiglio a tutti, compreso me stesso, di non andare oltre i propri limiti e di "correre con calma".

Saluti,

Alex

P.S. in Italia mi sa però che questi display luminosi non funzioneranno mai o, al massimo, indicheranno che si può andare a 150 quando c'è la nebbia !!!

:( [/i] :ooh

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 06/12/2003, 2:30

Imparare il comportamento dell'automobile alle alte velocità (cosa che non viene insegnata a scuola guida, ma che contribuisce a formare un buon guidatore a mio avviso).
Eventuale aumento del piacere di guida... e più libertà di scegliere la propria andatura in base alle proprie esigenze o al proprio stato d'animo.
Evitare di addormentarsi a causa di una andatura troppo lenta e monotona.
Ti prego, dimmi che stai scherzando... ti prego!! :o :o
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 06/12/2003, 11:57


In altre parole un sistema di sensori informatizzato rileva per es. che c'è scarso traffico e (anche forse in base al tempo atmosferico) si decide che per quel tratto di autostrada si vuole un limite di 160 Km/h, limite che verrà visualizzato da questi display ad alta luminosità. Se il traffico aumenta si abbassa il limite a 140 Km/h e gli automobilisti vedranno ora sui segnali luminosi tale limite di velocità. In caso di rallentamenti o di incidente si potrà fare scorrere il traffico anche solo a velocità di 100 Km/h o meno !
Il sistema, ripeto, in Germania è ben collaudato su alcuni tratti e serve anche in caso di nebbia o maltempo a disciplianre il traffico.
Se il Berlusca anziché parlare solo trovasse anche i soldi si potrebbe così risolvere il problema dei limiti di velocità.
Questo è un sistema conosciutissimo e se non sbaglio in alcuni tratti autostradali qualcosa di simile già esiste... ma sono pochi tratti. Tuttavia non è vero che non si sta lavorando in questo senso... per esempio c'è questo progetto: Anas e Fiat, via al progetto infonebbia

Poi ricordiamoci che in caso di fitta nebbia c'è il limite dei 50 Km/h, se piove si può andare massimo a 110 Km/h, etc...


Insomma i limiti variabili in Italia esistono già da tempo è la gente che non li rispetta e quindi non sarà un pannello luminoso in più a far smettere i cretini di correre! :x :grr

E' ovvio che certi sistemi siano molto utili ma è facile dire che se non si mettono la gente corre e basta... ci vuole responsabilità ambo i lati.


Speriamo che il Ministro mantenga queste promesse:
"La prima riguarda il lavoro dell'Anas, che sta procedendo alla progressiva sostituzione del vecchio manto stradale con quello drenante, più sicuro. La seconda novità riguarda la completa revisione della segnaletica nel nostro paese. La realizzazione di questo piano, che si annuncia gravoso, porterà via almeno due o tre anni, e impegnerà tutti gli Enti locali, comuni e regioni che dovranno ragionare assieme a noi sul come rendere omogenea la segnaletica. Cercheremo in questo modo di uniformare sia i cartelli stradali, che le velocità, senza creare più disagi e pericoli a chi guida".
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 06/12/2003, 12:22

Con le stesse argomentazioni con cui si critica la possibilità di andare talvolta a 150 in autostrada, si potrebbe argomentare anche che 130 Km/h in autostrada sono anch'essi un limite troppo elevato.
Infondo se in autostrada andassimo tutti a non più di 70 Km/h la possibilità di farsi male diminuirebbe ulteriormente, lo spazio di arresto sarebbe di circa 50 m (o poco più) e non di 150 m, ecc...
Se poi in autostrada andassimo a 20 Km/h non ci sarebbe più alcun ferito sulla rete autostradale italiana.
Ma un tale scenario appare infondo irrealistico in quanto l'autostrada è fatta per coprire lunghe percorrenze e per velocità in qualche maniera significative. Per cui occorre necessariamente trovare un compromesso velocità/sicurezza, compromesso che non può che essere in qualche misura arbitrario: infondo chi può dire quale è "il limite giusto" ?? Se fissiamo il limite a 130 perché non abbassarlo a 120, se a 140 perchè non portarlo a 150 ? Perchè si possono tollerare i 130 mentre i 140 no, ecc ??
Per cui insisto nel dire che non è la velocità pericolosa in se stessa, ma la velocità rapportata alle circostanze ... così come sono pericolosi i 150 possono essere pericolosi i 130 in caso di maggiore traffico o peggiori condizioni ambientali, ecc. ecc. (come ho scritto nei miei precedenti messaggi che vi invito a leggere).
Sono convinto che saper guidare in modo corretto anche alle alte velocità dovrebbe essere fonte di sicurezza e dovrebbe essere insegnato anche in autoscuola.
Chi talvolta guida anche (e bene si intende) a 150, quando poi va a 130 conosce meglio il comportamento della macchina, i tempi di reazione, gli sapzi di frenata, eventualmente la tenuta di strada (lo "stare sulla corsia") e va magari anche più tranquillo ... chi guida normalmente solo a 60 Km/h quando poi va (o dovesse andare) a 130 Km/h rischia di essere teso (perché non ci è abituato), di non saper controllare i "tempi" e le reazioni della macchina e può magari incorrere per questi motivi nel pericolo.
Chi è abituato ad andare tranquillamente anche a 150 (nelle opportune condizioni è ovvio) può regolare al meglio la propria velocità in base alle proprie possibilità o esigenze: può andare veloce se ha fretta e se è "sveglio", può decidere (ovviamente) di rallentare se è stanco o sotto stress, sfruttando quindi al meglio la situazione ed ottimizzando i tempi di percorrenza in funzione delle varie situazioni...
Inoltre dico la verità se dico che per alcuni andare a 150 Km/h è fonte di piacere ... se tale piacere può essere vissuto in sicurezza (o almeno con la stessa sicurezza dell'andare a 130 anche se c'è traffico, come molti fanno, legalmente, oggi) perché negarlo ??
Il fatto che se uno va troppo piano si addormenta era effettivamente una battuta, ma è la stessa battuta che un mio amico tedesco mi ha fatto quando gli ho chiesto cosa penserebbe di un limite di 130 sulle autostrade tedesche ...
Personalmente io credo che comunque in Italia non si possa e non si debba andare a più di 150 Km/h (anche se le strade sono vuote), o al massimo 160, semplicemente perché le strade non lo permettono viste le modalità con cui sono costruite (raggi delle curve, larghezza delle corsie, ecc...), ma è ovviamente una mia opinione personale.
L'idea dei limiti dinamici visualizzati con segnali luminosi la trovo - ripeto - molto buona.

:wink:

Alex

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 06/12/2003, 14:07

Alex... sono daccordo con moltissime parti del tuo discorso... davvero.

Il problema di fondo, secondo me, risiede nel fatto che si reputi fonte di divertimento scorrazzare (o scegli un altro termine tu) a velocità mooooolto elevate non rendendosi pienamente conto dei pericoli che si possono arrecare agli altri.

A me piace molto correre, da adrenalina, ma lo faccio solo su piste chiuse... con i cart, con auto... non lo farei mai in strade aperte... mai.

Non so se riesco a spiegarmi... Se oggi abbiamo in autostrade limiti di 130 km/h è nostro dovere civico rispettarli in quanto tali, anche se li riteniamo (io per primo) bassi.
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

getmax

Messaggio da getmax » 19/12/2003, 21:41

Massy ha scritto:Il problema di fondo, secondo me, risiede nel fatto che si reputi fonte di divertimento scorrazzare (o scegli un altro termine tu) a velocità mooooolto elevate non rendendosi pienamente conto dei pericoli che si possono arrecare agli altri.
Attenzione! Non ha detto DIVERTIMENTO ha detto PIACERE ed io mi trovo daccordo con lui. Francamente, a me personalmente, pesa stare seduto per oltre 4 ore in macchina quando potrei starci anche solo 3 e 1/2. Arrivo ad un certo punto ke nn vedo l'ora d'arrivare xché mi stressa stare lì seduto a 130km/h magari su una bella autostrada a 3 corsie libera, mentre, in QUELLA circostanza (solo in QUELLA), potrei andare a 150 e xché no a 180km/h se il mio mezzo me lo permette (nn certo con una Clio 16v).
Il limite di velocità è veramente soggettivo se poi pensate ke il 130 c'e l'ha messo uno ke nn ha neanche la patente è già tutto un dire di questo Bel Paese.
Però sono convinto ke se ai neo-patentati si facesse veramente provare cos'è la distanza di sicurezza in relazione alla velocità ed al tempo sarebbe un'altra cosa.....
Provate a stimare la distanza di sicurezza dal veicolo davanti sulla base della vostra velocità (o delle condizioni meteo)... non è facile come dirlo (e in macchina nn hai la calcolatrice).
Molte volte nella nebbia seguiamo le luci di quello davanti e magari nn ci rendiamo neanche conto ke gli siamo troppo vicini. Provate poi a farlo davvero sulla A1, magari lasciare 100/150m dal veicolo davanti... se lo fate a 130km/h sulla corsia di sorpasso chissà ke succede?

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 20/12/2003, 3:52

Attenzione! Non ha detto DIVERTIMENTO ha detto PIACERE ed io mi trovo daccordo con lui. Francamente, a me personalmente, pesa stare seduto per oltre 4 ore in macchina quando potrei starci anche solo 3 e 1/2. Arrivo ad un certo punto ke nn vedo l'ora d'arrivare xché mi stressa stare lì seduto a 130km/h magari su una bella autostrada a 3 corsie libera, mentre, in QUELLA circostanza (solo in QUELLA), potrei andare a 150 e xché no a 180km/h se il mio mezzo me lo permette (nn certo con una Clio 16v).
Non ci siamo secondo me.
Non è questo il punto, ammesso e non concesso che in quella circostanza non ci siano autovelox, non scoppino gomme, non ci siano imprevisti etc etc... e che cmq spero non ci siano mai per nessuno.

La questione è che l'auto serve per spostarsi dal punto a al punto b rispettando le leggi. Punto.
Se vuoi divertirti o provar piacere vai in pista, non vai su una strada aperta a tutti a far come ti pare.
Il limite di velocità è veramente soggettivo se poi pensate ke il 130 c'e l'ha messo uno ke nn ha neanche la patente è già tutto un dire di questo Bel Paese.
E secondo te la decisione la prende solo uno?
Però sono convinto ke se ai neo-patentati si facesse veramente provare cos'è la distanza di sicurezza in relazione alla velocità ed al tempo sarebbe un'altra cosa.....
Chi ti dice che non lo si faccia?
Provate a stimare la distanza di sicurezza dal veicolo davanti sulla base della vostra velocità (o delle condizioni meteo)... non è facile come dirlo (e in macchina nn hai la calcolatrice).
Bhè... hai la testa per farlo... e basta ed avanza quella, non serve la calcolatrice.
Provate poi a farlo davvero sulla A1, magari lasciare 100/150m dal veicolo davanti... se lo fate a 130km/h sulla corsia di sorpasso chissà ke succede?
Lo faccio giornalmente... non succede nulla.
Ogni tanto qualcuno mi si accoda e mi lampeggia: io son gentile e rispondo al saluto

:lol:

PS non credo che ad ogni messaggio debba dire che il mio non è un attacco personale contro nessuno ma un modo per discutere su problematiche che stanno a cuore a tutti noi (sennò alla fine questo sito non lo visitavate proprio no? :) )

Lo ribadisco dopo alcune mail che mi sono arrivate... nel caso esageri, scusatemi

Ciao :ciao :ciao
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

getmax

Messaggio da getmax » 22/12/2003, 11:55

Massy ha scritto:
Non ci siamo secondo me.
Non è questo il punto, ammesso e non concesso che in quella circostanza non ci siano autovelox, non scoppino gomme, non ci siano imprevisti etc etc... e che cmq spero non ci siano mai per nessuno.
Perché a 130 cambia qualcosa (autovelox a parte)?
Spazio d'arresto a 130km/h=36 (tr) + 119(sf)
a 150km/h=42 (tr) + 151(sf)
differenza 38m ke nn è poco ma teniamo conto ke il traffico davanti a te è cmq in movimento.
Chi ti dice che non lo si faccia?
Da quando li portano i autostrada a provare? Sull'A8 nn ho mai visto la scuola guida, eppure ci vorrebbe... eh eh eh eh
Bhè... hai la testa per farlo... e basta ed avanza quella, non serve la calcolatrice.
Diglielo ad un 18enne con la BMW. Ke alla scuola guida ha fatto 3 guide e due lezioni e nn so' se t'immagini quinti ce ne sono.
Lo faccio giornalmente... non succede nulla.
Ogni tanto qualcuno mi si accoda e mi lampeggia: io son gentile e rispondo al saluto
tesoro caro ma tu sei più unico ke raro
:lol:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti