a difesa degli automobilisti più giovani

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

chedolcevita
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 17/02/2004, 11:44
Località: genova

a difesa degli automobilisti più giovani

Messaggio da chedolcevita » 17/02/2004, 11:54

Desidero far conoscere anche in rete la lettera che mio marito ha inviato a diverse sedi e testate giornalistiche, al fine di poter sfatare alcune leggende metropolitane riguardo all'equazione "giovane alla guida = alta velocità = gara clandestina".
Siamo entrambi amanti dei motori e spesso andiamo in pista, mantenendo peraltro in strada un comportamento più che ineccepibile, abbiamo trasmesso questa passione a nostra figlia, siamo a contatto con giovani amanti dei motori in quanto facciamo parte di diversi Club, ma andando avanti così le cose la "criminalizzazione" che si compie sui più giovani porterà ad una demotivazione della loro "sana passione per i motori".
Per questo desidero portare a conoscenza di questa lettera quante più persone possibili sperando che anche qualcuno della "vecchia guardia automobilistica" come mio marito ed io possano sostenerci con altre lettere di questo tipo. Grazie a tutti!!!



INDIRIZZATA A :
DIVERSE TESTATE AUTOMOBILISTICHE
MINISTERO DEI TRASPORTI
COMANDI OPLIZIA E CARABINIERI
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA


Voglio prima di ogni cosa specificare quanto sia rispettoso dei Principi di Democrazia e delle Leggi della Repubblica Italiana, sia del Codice Civile che del Codice Stradale e proprio per questo vorrei sfogare il mio disappunto provato alla notizia che mi è stata data da poco e che in seguito vi descriverò.

Sono un uomo di 43 anni, padre orgoglioso di una ragazza di 17 a cui mia moglie ed io abbiamo voluto insegnare seri principi in cui crescere e vivere, tra i quali proprio il rispetto delle leggi che regolano la vita della società e la fiducia nei Tutori dell'Ordine, ma anche e soprattutto il rispetto per il prossimo, la sincerità, l'orgoglio di essere italiana.
Ora mi trovo a veder ribaltare ciò che in anni ha assimilato circa la giustizia e l'equità delle Istituzioni e proprio mettendomi al posto suo comincio a farmi delle domande e ad avere dei dubbi.

Il fatto: tornando da una cena in una trattoria delle colline dell'entroterra genovese, in auto con il suo ragazzo, lungo una stradina tortuosa la loro piccola auto, una Matiz, scivolava sul fondo stradale brinato e accessoriato, come purtroppo succede spesso qui in Liguria, da tratti di tappeti di foglie autunnali marcite.
Uscendo dalla carreggiata l'auto ha incontrato un albero che ha sostenuto il leggero peso della piccola auto evitando che precipitasse nel burrone sottostante, voglio pensare che fosse una "mano provvidenziale" nata dalla terra tanti anni fa per volere di Chi può dispensare giustizia sopra a chiunque di noi, proprio perchè quella notte non diventasse una notte di tragedia.

Neanche un graffio per chi in macchina ha provato solo una gran paura.

Successivamente l'arrivo degli amici che provenivano dalla stessa cena, arrivo delle Forze dell'Ordine, arrivo del carro attrezzi, questo è quello che è accaduto dopo, l'auto che era solo appoggiata sull'albero viene ulteriormente rovinata dall'estirpazione del carro attrezzi, in quando i Tutori dell'Ordine hanno voluto che la macchina fosse tirata su in modo tale che rifacesse lo stesso percorso che aveva fatto scivolando fuori strada.

L'evoluzione del fatto: a pochi mesi dall'incidente a un giorno dalla scadenza utile, viene notificato al ragazzo il reato di gara clandestina con i successivi decadimenti penali di punti dalla patente e responsabilità.

ora veniamo alle cose che mi disturbano davvero:
- sono stato su quella strada e il mio Mercedes a trazione integrale nelle curve segnalava la scarsa aderenza con il lampeggiare dell'ASR quindi posso immaginare quanta aderenza potesse avere un una serata di pioggia la piccola Matiz.
- Il ragazzo che guidava la Matiz ha 20 anni e quindi nel generalizzare è "uno che corre"
- chi era presente nel preciso istante per dichiarare che due o più macchine stavano facendo una corsa per divertimento, ovvero una gara clandestina?
- se alla guida ci fossi stato io invece, padre coscienzioso di oltre 40 anni, l'auto avrebbe solo sbandato per la scarsa aderenza del manto stradale?

Ecco quindi da dove nasce la mia contestazione anche se bonaria e lontana da ogni polemica: perchè l'età può essere prova di colpevolezza, o quanto meno fattore discriminante, riguardo il comportamento alla guida quando tutti quotidianamente vediamo che anche chi ha raggiunto da tempo la cosiddetta "età della ragione" compie azioni anche più pericolose?

Scusatemi per lo sfogo ma ormai da quando è nata questa assurda caccia alle gare clandestine (delle quali certo non si può negare l'esistenza) mi sembra che essere giovani e incorrere in un normale e sfortunato incidente venga definito subito reato con un po' troppa faciloneria.
Continuo e voglio credere nell'applicazione giusta del codice, perchè voglio pensare che non tutti i 20enni siano spericolati ed incoscienti e che non tutti i Tutori dell'Ordine siano pressapochisti, che non tutti i politici siano corrotti e che le Leggi siano promulgate con buon senso anche e soprattutto per ciò che riguarda le modalità di applicazione.

Voglio continuare a sperare che l'Italia sia un Paese dove ogni fatto viene valutato e giudicato in giusta maniera, senza pregiudizi a priori. Voglio sperare che mia figlia possa continuare ad avere fiducia nelle Istituzioni, come le abbiamo voluto insegnare mia moglie ed io, perchè ci abbiamo sempre creduto e vogliamo continuare a crederci anche noi.

lettera firmata

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 17/02/2004, 11:56

Grande ZiaDo! :ok :ok :ok :ok
Immagine

Avatar utente
giuseppele
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 94
Iscritto il: 14/01/2003, 15:02

Messaggio da giuseppele » 17/02/2004, 15:02

Scusate se rispondo "fuori dai denti" :
Le equazioni giovani = spericolati e anziani = prudenti sono solo ca**ate.

Sono anziano con tre figli e posso dirlo con cognizione visto che conosco un sacco di giovani amici e vecchi colleghi.
Il modo in cui utilizziamo "la strada" fa parte dell'educazione generale che abbiamo ricevuto sommata a quella che ci siamo fatti nella vita.
Il risultato e' direttamente proporzionale a cio' ed alla nostra intelligenza.
Tutto il resto sono chiacchiere inutili. :zzz :zzz
Un saluto
Giuseppe

Avatar utente
Filo
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 58
Iscritto il: 27/02/2003, 15:49

Messaggio da Filo » 17/02/2004, 16:48


- sono stato su quella strada e il mio Mercedes a trazione integrale nelle curve segnalava la scarsa aderenza con il lampeggiare dell'ASR quindi posso immaginare quanta aderenza potesse avere un una serata di pioggia la piccola Matiz.
- Il ragazzo che guidava la Matiz ha 20 anni e quindi nel generalizzare è "uno che corre"
- chi era presente nel preciso istante per dichiarare che due o più macchine stavano facendo una corsa per divertimento, ovvero una gara clandestina?
Non vorrei polemizzare, ma alcuni punti li vorrei chiarire.
1) ASR non è l'ESP, non lampeggia in curve con scarsa aderenza.
2) mia madre ha avuto una Matiz per circa 4 anni ed è un'auto prettamente da città, con poca o scarsa tenuta ed un deciso rollio; dunque, non mi stupirei affatto se sbandasse in una strada di quel genere, specialmente se qualcuno ha "il piede un pò pesante";
3) avere 20 anni vuol dire guidare da due o anche meno. Direi che è più che probabile che sia avvenuta una sopravvalutazione del mezzo o delle proprie capacità di guida oppure una sottostima delle cattive condizioni stradali (il risultato comunque non cambia).
4) il fatto che poi la Polizia abbia voluto definire l'incidente come il risultato di una gara clandestina dovrebbe essere approfondito maggiormente, richiedendo esplicite spiegazioni con copia del verbale.

Ciao.

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 17/02/2004, 17:22

Filo ha scritto: Non vorrei polemizzare, ma alcuni punti li vorrei chiarire.
1) ASR non è l'ESP, non lampeggia in curve con scarsa aderenza.
Aspetta Filo l'asr Lampeggia quando una o più ruote "slittano" e ciò spesso avviene quando le ruote sono girate quindi....
Immagine

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 17/02/2004, 18:07

avere 20 anni vuol dire guidare da due o anche meno
guidare da due ... anni ? o da due da bocciatura a scuola ?
Nel secondo caso io non sono d'accordo, perché credo esistano molti ventenni che guidano meglio di molti cinquantenni, ed esiste anche l'inverso ovviamente.
Certo è vero che molte utilitarie non hanno buona tenuta di strada, ma comunque sufficiente da rimanere in curva in autostrda a 130 Km/h (in condizioni di "pioggia standard") ..... spero almeno ... voi che mi dite :ooh !!
Se poi oltre ad una forte pioggia c'erano pure le foglie è opportuno andare pianissimo, così non sarebbe successo l'incidente !!!! :ok
Anche se chi di noi può essere assolutamente certo di non andare mai fuori strada, specie se all'improvviso si trova il brecciolino o altra roba sull'asfalto ... infondo tutti noi sulle statali viaggiamo diciamo tra 70 e 90 Km/h e non è che si pondera sempre l'imponderabile (... e se ci fosse olio sulla carreggiata !!??). :o

Saluti :ok
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
Filo
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 58
Iscritto il: 27/02/2003, 15:49

Messaggio da Filo » 17/02/2004, 18:14


Aspetta Filo l'asr Lampeggia quando una o più ruote "slittano" e ciò spesso avviene quando le ruote sono girate quindi....
Non credo proprio.
E' chiaro che se le ruote motrici slittano durante il moto in una curva, l'auto sta perdendo la sua traettoria originale, dunque sta sbandando e dunque in questo caso è giusto che intervenga l'ESP, andando a frenare selettivamente le ruote.
Questo almeno secondo la mia esperienza e per quello che ho potuto verificare alla guida.
Se poi esistono sistemi ASR-ESP che collaborano togliendo potenza l'uno e frenando in modo mirato l'altro, questo sinceramente non lo so; mi sembra che comunque anche l'ESP sia in grado di controllare il motore e non solo i freni, dunque non mi sembrerebbe necessario.

Ciao.

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 17/02/2004, 20:00

No dico questo perché l'Asr della mia 147 interviene in due modi

Troncando la potenza del motore se entrambe le ruote slittano.

Frenando una delle due in caso la velocità di rotazione sia differente.

Se si possiede anche il Vdc (l'Esp di Alfa) i sistemi collaborano attivamente.

Quindi se viaggi e incontri ad esempio foglie bagnate le ruote slittano, interviene l'Asr che frena o tronca potenza evitando che si possa sbandare. :ok
Immagine

Avatar utente
Filo
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 58
Iscritto il: 27/02/2003, 15:49

Messaggio da Filo » 17/02/2004, 20:10


Quindi se viaggi e incontri ad esempio foglie bagnate le ruote slittano, interviene l'Asr che frena o tronca potenza evitando che si possa sbandare.
A me questa situazione mi sembra da ESP più che da ASR :lol: !

Puoi spiegarmi la differenza, nella situazione sopracitata, tra un'auto con solo l'ESP e una con ESP+ASR?

Ciao.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Semplice e chiaro

Messaggio da inge_77 » 17/02/2004, 21:11

L'ASR si è sviluppato nel tempo raggiungendo i migliori risultati nella configurazione che ti ha illustrato Sciaci.
Infatti dal confronto fra la velocità di rotazione delle quattro ruote e da altre grandezze fisiche misurabili si può (Seguendo una certa logica di intervento) andare ad intervenire frenando la ruota che sta perdendo aderenza.

Es. Sei in curva, le ruote interne sono decisamente alleggerite (Magari se procedi più lentamente è meglio :D :D ) e in uscita esageri un pò con l'acceleratore. La ruota motrice interna tende a slittare-> pinzatina di freno.
Per una questione di equilibrio di forze e coppie la coppia frenata sulla ruota interna si trasferisce su quella esterna che essendo più caricata può sopportare una coppia superiore....

Osservazione: questo comportamento è quanto si richiede al differenziale autobloccante in accelerazione ed il differenziale a slittamento limitato a lamelle ha un funzionamento simile...nella Porsche Cayenne infatti i differenziali sono "aiutati dai freni".

L'ESP fa qualcosa di più e di particolarmente eclatante: per la prima volta si ha la possibilità di intervenire su di ogni singola ruota al fine di variare la traiettoria del veicolo. Conoscendo oltre ai parametri utilizzati dall'ASR il valore nel tempo dela velocità d'imbardata (Praticamente la velocità di rotazione della macchina intorno alla sua verticale riferita rispetto al suolo) si può, tramite opportune pinzate, correggere la traiettoria del veicolo.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti