Cambio automatico e sicurezza

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 29/10/2003, 13:26

Certo nel traffico non è proprio divertente anzi!! :olè

Il cambio automatico per chi ama la vera guida risulta un pò ostico da accettare, ma non nascondo che in città sia un gran bel godimento!

:lol:
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 03/12/2003, 22:45

Ho provato ultimamente una macchina con il cambio automatico e sono rimasto piacevolmente sorpreso da come essa sia piacevole e sicura nel denso traffico cittadino. Basta farla "scorrere" lasciando il freno, ai semafori, o nel denso groviglio che si genera in talune immissioni o rotatorie cittadine e ci si muove lentamente e piacevolmente in sicurezza.
Fine di frizione gas, eventuale frentata improvvisa, frizione ...
Tuttavia il cambio automatico non sempre cambia proprio quando vogliamo noi. Se si deve o si vuole accelerare in modo deciso - durante un sorpasso per esempio o in immissione in autostrada - non sempre il cambio automatico capisce subito le nostre intenzioni, mentre a mano si può comodamente scalare di una marcia, dare gas e così accelerare (ricambiando poi la marcia).
Se poi occorre una frenata molto brusca in alcune (rare) occasioni un buon cambio manuale può essere più sicuro di un automatico, potendo noi scalare subito quando lo vogliamo e non quando l'automatismo lo ritiene opportuno. Non so però se i cambi softip di ultima generazione non abbiano ampiamente superato tali inconvenient...
Fatemi sapere :ok
Alex

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 05/12/2003, 10:10


Ho provato ultimamente una macchina con il cambio automatico e sono rimasto piacevolmente sorpreso da come essa sia piacevole e sicura nel denso traffico cittadino. Basta farla "scorrere" lasciando il freno, ai semafori, o nel denso groviglio che si genera in talune immissioni o rotatorie cittadine e ci si muove lentamente e piacevolmente in sicurezza.
Verissimo ma...

Tuttavia il cambio automatico non sempre cambia proprio quando vogliamo noi. Se si deve o si vuole accelerare in modo deciso - durante un sorpasso per esempio o in immissione in autostrada - non sempre il cambio automatico capisce subito le nostre intenzioni, mentre a mano si può comodamente scalare di una marcia, dare gas e così accelerare (ricambiando poi la marcia).
Hai colpito nel segno! :ok

I nuovi cambi sembrano essere ancora migliori e "by wire" cioè si adattano alla nostra guida... ma non ho avuto ancora il piacere di provarli... quindi non so sino a che punto siano migliorati davvero. :-[

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 25/01/2004, 13:33

Voglio aggiungere una cosa importante e che devo confessare non sapevo.
E non la sapeva nemmeno il proprietario della macchina che aveva il cambio automatico !!!!!!!!!
Se con il cambio automatico si desidera effettuare per es. un sorpasso e si preme sull'acceleratore si ha l'impressione che la macchina non abbia ripresa, il che in effetti è vero visto che il cambio non scala la marcia verso il basso in tale condizione.
Tuttavia proprio per tali situazioni (sorpasso, immissione in autostrada, ecc.) è previsto il kickdown (credo si dica così): se si preme tutto il pedale del gas fino in fondo con rapidità la macchina scala verso il basso ed accelera bruscamente .... stà poi al guidatore dosare tale accelerazione.

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 28/01/2004, 21:58

Vero questa è una funzione molto utile ed importante... ma pochi sanno di avere.

Questo perchè quando ti vendono un'auto non ti spiegano un ca@@o! :grr
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

L0R€NZ0
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 28
Iscritto il: 13/02/2007, 13:49

Messaggio da L0R€NZ0 » 14/02/2007, 11:17

Ricordo quando acquistai la mia prima auto, il venditore nello spiegare il loro nuovo cambio super tecnologico mi disse: innesti la 1° marcia e parti, le altre servono per proseguire la marcia :(
Era un genio questo :D
Le mie bimbe:
(week end) Nissan 300ZX 3.000 282cv twinturbo.
(tutti i giorni tranne week) Grande Punto 1.400 StarJet 95cv Sport aspirato.

Avatar utente
marko
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1602
Iscritto il: 20/03/2004, 0:14
Località: Capena (RM)

Messaggio da marko » 14/02/2007, 14:12

beh...almeno ci ha provato dai...
io comunque sono un purista del cambio manuale...
anche se ho provato un CLK 270cdi con l'automatico e in effetti è comodo...però dai...toglie tutto il divertimento..

e se mi togli il divertimento del cambio su una macchina stile Brava 1.4 12v è finita proprio.. :-[
<b>Mr.Domino</b>
<b>[M+@+(k*2)+0] </b>
IL MIO FORUM

Avatar utente
pacotom
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 491
Iscritto il: 05/03/2006, 13:08

Messaggio da pacotom » 15/02/2007, 19:16

Dico la mia da affezionato utilizzatore di automatica: dall'ottobre 2000 ho chiuso con la quotidiana ginnastica tacco-punta-leva e ho trovato pace! Metto in D e parto e faccio tutto con un piede solo, ci guadagnano sistema nervoso e (credo) anche la sicurezza di marcia, potendosi concentrare meglio su sterzo e freni. Questo è un mio articolo pubblicato su auto ormai 5 anni fa:

Cambia il cambio
(AUTO n. 1, Gen. 2002 - Elogio dell’automatico)

Qualcosa, nelle abitudini dell’automobilista italiano, si sta finalmente evolvendo: nei listini delle Case il cambio automatico figura sempre più spesso fra gli optional o, addirittura, viene fornito di serie, insieme al cambio sequenziale derivato direttamente dalle piste.
In molti paesi, come U.S.A. e Giappone, il cambio automatico è la norma e quello manuale c’è solo su alcune blasonate sportive. Ma l’utente tipo, che resta inscatolato per ore nei grossi centri urbani, ha capito da quarant’anni che la ginnastica forzata di rotule e menischi può innescare microtraumatismi e patologie, spesso insospettate o trascurate e contiene una forte componente ansiogena che, alla lunga, danneggia il sistema nervoso. Il cambio automatico ha garantito ad intere generazioni di utenti una guida rilassante, meno nevrotica e senz’altro più sicura.
Nelle metropoli italiane la situazione, da molto tempo, è identica, solo che pochi sembrano essersene accorti. Si invocano interventi straordinari per la mobilità, l’apertura di nuove strade e l’ampliamento di quelle esistenti, parcheggi… e si continua a smanettare con la leva e a pompare col piede sinistro, perfettamente sincronizzato col destro, 1000 e più volte al giorno, assoggettandosi ad uno stress certamente evitabile. Curioso, l’italiano medio: rifugge come la peste le fotocamere manuali, acquista elettrodomestici ipertecnologici che racchiudono l’intera Silycon Valley, pretende il climatizzatore automatico, la ricerca automatica delle stazioni radio, il navigatore satellitare, il rilevatore di pioggia che aziona il tergi, i sensori che accendono i fari… ma la leva del cambio, quella, deve restare lì, al suo posto. Deve troneggiare sul tunnel fra i sedili, ergersi in tutta la sua virulenza (che sia un simbolo fallico?) davanti ai comandi della climatizzazione (automatica).
Le riserve più comuni sul cambio automatico sono note: peggiora prestazioni e consumi, è fragile, manca il freno motore. Tutte remore ancora vive nell’immaginario collettivo, ma ormai sbaragliate dall’evoluzione tecnica che, specialmente negli ultimi tempi, ha prodotto innovazioni epocali, con realizzazioni che eguagliano o migliorano prestazioni e consumi; l’affidabilità è ormai uno dei punti di forza degli automatici, meno soggetti ad usura, mentre per le discese c’è la posizione “Low”, che impedisce il passaggio ai rapporti superiori.
Ma la vera resistenza, quella più forte, è di origine psicologica: anni fa le sigle Idroconvert, Variomatic, Selecta erano un marchio d’infamia, identificavano automobili sbrigativamente considerate dai vari “Turbina Rovente” come destinate all’imbranato irrecuperabile, non certo al supercampione del volante che alberga in ciascuno di noi. Oggi invece le sigle CVT, Tiptronic, Speedgear e simili, sempre più familiari, intonano il de profundis alla triade acceleratore – freno – frizione, croce e delizia dei nostri primi approcci e degli istruttori di scuola guida.
Assaporato il piacere dell’automatico non se ne può più fare a meno: partire senza centellinare frizione e gas, come si è bovinamente accettato per decenni, è una soddisfazione impagabile. Si parte sempre allo stesso modo, in pianura come in discesa, sul bagnato, sulla ghiaia, se si ha fretta o no, da soli o a pieno carico… che favola! Ma dove l’automatico emerge, in tutta la sua superiorità, è nella marcia stop and go: basta resistere alla tentazione di leggere il giornale mentre si lavora solo di piede destro. E’ sufficiente una settimana per abituarsi e poi tornare ad usare un’auto normale è un supplizio: si procede a balzi fin dall’avviamento, si torna a premere istericamente un pedale che non dovrebbe neppure esistere, si ha la sensazione di essere precipitati ai tempi in cui il motore si avviava con la manovella e il clacson emetteva quello strano muggito.
Paradossalmente, questa “scoperta” l’hanno già metabolizzata, da anni, i giovani scooteristi, categoria di per sé privilegiata nel traffico: la generale tendenza a preferire modelli automatici ha condizionato la produzione e oggi i 50 e le 125 col cambio (fuoristrada a parte) sono una razza in via d’estinzione, a tutto vantaggio di semplicità e sicurezza di guida. E il fenomeno si sta estendendo alle cilindrate superiori e alle moto tradizionali.
Che il “maturo” popolo degli automobilisti dovesse prendere lezioni di stile da quello degli imberbi scooteristi, nessuno se lo sarebbe aspettato.

***
Un unica osservazione a chi ha detto che in frenata l'automatico scala da solo: è vero il contrario, quando molli il gas quell'idiota capisce che vuoi passare al rapporto superiore e devi attaccarti ai freni (che infatti nelle automatiche sono potenziati, la mia ad esempio monta i dischi autoventilati, la "normale" no. Non esiste freno motore e quindi bisogna fare più attenzione in certe situazioni, ad esempio non si può entrare forte in curva affidandosi alla scalata e le pastiglie durano un po' meno (però le ho appena cambiate dopo 6 anni, ma solo per sicurezza, visto che erano ancora al 50%, le sentivo meno "mordenti", forse perchè cristallizzate). Verissimo che da giovani il piacere di cambiare manualmente è impagabile, ma dopo molti anni di patente "piacere di guida" significa altre cose... :ciao

tizio
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 70
Iscritto il: 24/09/2003, 14:24
Località: PD

Re: Cambio automatico e sicurezza

Messaggio da tizio » 25/03/2016, 14:23

:ciao raga :lol: , ritorno dopo un po' di anni e vedo che il forum è bello attivo, :bong :bravo:
bene, come avevo promesso, mi sono fatto l'automatica, golf 160 cv dsg , che dire, FAVOLOSO :si

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10934
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: Cambio automatico e sicurezza

Messaggio da ottobre_rosso » 25/03/2016, 16:03

Cavolo tizio :( l'ultimo tuo messaggio risaliva al lontano 12 dicembre 2011
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti