Circolazione durante i blocchi euro 4

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
tatter
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 39
Iscritto il: 08/01/2006, 23:33

Messaggio da tatter » 07/03/2006, 0:19

Certamente devo fare un ripasso dell'argomento perchè, a parte il fatto che il tecnico che ha tenuto il corso è certamente qualificatissima e lavora nel settore, certamente posso aver dimenticato dei pezzi per la strada (infatti per quanto riguarda il sistema a cerina che si rigenera da fermo ho premesso un "credo") perchè in effetti non ricordo più benissimo l'argomento (per me la conoscenza di questi sistemi è un po' "laterale" rispetto la mia occupazione anche se mi piacerebbe saperne di più). Sono perfettamente al corrente del fatto che filtri FAP ed Euro 4 sono cose distinte, tanto che nella mia città nei giorni di blocco del traffico ai diesel euro 4 non è consentito circolare se non muniti di filtro fap. D'altra pare il complesso di direttive euro 3 ed euro 4 non stabilisce solamente il livello di inquinanti emessi in atmosfera dalla combustione ma stabilisce anche un protocollo che ne determina il controllo nel tempo dei componenti il sistema antinquinamento (le famose prove a velocità e per spazi diversi di cui ho parlato in precedenza), in mancanza di completamento delle prove (o il loro fallimento), porta inevitabilmente all'accensione della spia MIL e, nel caso degli euro 4, anche al depotenziamento automatico del motore. Se il veicolo non applica questi protocolli non è omologabile nella comunità europea (e ovviamente non sarebbe neppure vendibile nella stessa area), ora, pur senza ricordarmi i dettagli ma ragionando a logica, siccome il filtro FAP è un extra rispetto alla direttiva euro 3 o 4 (in quanto il FAP non è obbligatorio mentre il rispetto integrale delle direttive lo è), e certamente rientra nei controlli di cui sopra che sono obbligatori in quanto il filtro è parte del sistema antinquinamento, mi sembra alquanto strano che il sistema giunga a intasamento senza che preventivamente il sistema sia giunto all'accensione della spia MIL ed all'eventuale depotenziamento. Per inciso la stessa situazione si ha quando ad esempio una delle due sonde lambda del sistema di controllo dei veicoli a benzina non funziona più correttamente o quando non si completa il famoso ciclo di prove. Di più con veicoli che seguono le norme euro 3 e 4 può essere sufficiente viaggiare sempre in riserva per giungere agli effetti descritti. Tutto ciò perchè il problema principale dei sistemi euro 3 e 4 è quello di non inquinare oltre i limiti stabiliti. Mi sembra un po' strano quindi che la rigenerazione di un filtro FAP possa avvenire in pieno centro cittadino dal momento che la rigenerazione produce una strage di PM (che superano largamente i limiti stabiliti dalle norme euro) e che i filtri FAP (e le norme euro cui anche i veicoli dotati di FAP devono obbligatoriamente rispondere) sono nati proprio per impedire questo fenomeno. Per il rispetto delle direttive è indispensabile che il veicolo piuttosto che superare i limiti di inquinamento previsti, si fermi. In ogni caso visiterò certamente il sito che mi hai indicato e indagherò circa questo argomento quando tornerò al lavoro (adesso sono in malattia) poi ci risentiamo. Dopotutto non amo avere di questi dubbi soprattutto perchè (anche se normalmente non accade) l'argomento potrebbe presentarsi con qualche cliente e non amo dare indicazioni men che precise. Per quanto riguarda le amministrazioni è un dato di fatto che non possono essere superati valori di inquinanti stabiliti dalla comunità europea e per un dato numero di giorni (poi non ricordo i limiti e il numero di giorni, come per quel che riguarda i filtri FAP sono cose che ho letto tempo fa e siccome non mi interessano direttamente non le "registro"). D'altra parte una'amministrazione comunale non può adottare provvedimenti quali il bollino blu se non ne ricorrono le condizioni (su questo potrò essere più preciso solo quando tornerò al lavoro perchè non ho i miei amati manuali a casa....con quel che costano!!!!! :wink: ). Quel che ho scritto sulla limitazione del traffico viene comunque da esperienza personale.

Ciao a tutti

Tatter :bong

PS Hei Whilem leggo bene....? Sei di Padova???

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Auguri!!

Messaggio da Jak » 07/03/2006, 8:56

Non mi dire che sei anche tu vittima del terribile virus gastro-intestinale??? :-[
mi sembra alquanto strano che il sistema giunga a intasamento senza che preventivamente il sistema sia giunto all'accensione della spia MIL ed all'eventuale depotenziamento
Il succo di quello che ti volevo dire non è che si accenda una spia o meno, la famosa "anomalia antinquinamento" stà massacrando il sistema nervoso di tantisimi automobilisti. L'intasamanto è l'estrema conseguenza, il problema è che:
1)- il FAP non è una soluzione al problema, in quanto per "contenere" l'emissione del PM10 (che solo in minima parte è dovuta elle emissioni delle automobili, nei centri cittadini), si provocano emissioni ben peggiori e cancerogene quali le particelle ultrafini.
2)- la tecnologia del FAP non è ancora ben a punto, viene installata su autoveicoli venduti a carissimo prezzo, con la conseguenza di provocare anomalìe e malfunzionamenti in moltissimi casi.
3)- consentire la circolazione dei veicoli dotati di questo "fallace" dispositivo, che non raggiunge alcun risultato apprezzabile, senza ricorrere ad altre strategìe, lo trovo una seria limitazione alla libertà di persone che lavorano per vivere (se servisse sarei d'accordo, ma non serve, è stato ampiamente dimostrato che nei giorni di limitazione il livello di PM10 non cala, sia il Emilia che in Lombardia). C'era un articolo interessantissimo su un Quattroruote di qualche mese fa, dove si riportava l'esperienza di diverse città europee (mi pare in Germania e Francia) dove non è mai stato applicai un giorno di limitazione alla circolazione, quando "sforano" i PM10 attuano una serie di strategìe compreso il lavaggio delle strade....Un conoscente che lavora nell'ambito turistico, afferma che, le limitazioni, vengono viste dai turisti stranieri come una delle tante "stravaganze" italiane...
Mi sembra un po' strano quindi che la rigenerazione di un filtro FAP possa avvenire in pieno centro cittadino dal momento che la rigenerazione produce una strage di PM (che superano largamente i limiti stabiliti dalle norme euro) e che i filtri FAP (e le norme euro cui anche i veicoli dotati di FAP devono obbligatoriamente rispondere) sono nati proprio per impedire questo fenomeno.
Scusa, ma come fa a sembrarti strano? il FAP mica ha un GPS per sapere dove si trova, quando il filtro comincia a trovarsi in condizioni da doversi rigenerare lo deve fare, non mi risulta che nei mesaggi dei CDB delle auto ci sia anche "...vatti a fare una scampagnata fuori città, è ora di rigenerare..". Ti assicuro che la rigenerazione avviene e come, in città, altrimenti un mezzo che non esce mai fuori dall'ambito urbano come farebbe? diventerebbe un mezzo usa e getta?


D'altra parte una'amministrazione comunale non può adottare provvedimenti quali il bollino blu se non ne ricorrono le condizioni
Non conosco le nrmative in vigore, ma ritengo il "bollino blu" un'altra presa in giro ai danni del contribuente automobilista, un'inutile vessazione, in quanto anche se perfettamente in regola con i "bollini" viene limitato nella circolazione in ogcni caso.


Non sono contrario ai provvedimenti, ci tengo alla mia salute, ma ritengo che, visto che la limitazione alla circolazione rimane l'unica strategìa attuata dalle amministrazioni comunali, ai danni di super-contribuenti quali gli automoblisti e che, oltretutto, è stato ampiamente dimostrato non in grado di fornire alcun beneficio., E' mirato a colpire la solita categoria dei meno abbienti, non in grado di aggiornare i propri veicoli con la rapidità dell'uscita delle normative, che in genere sono operai o lavoratori a cui non è permessa l'elasticità d'orario (tengo a precisare che queste limitazioni erano già in vigore prima dell'entrata in vigore effettiva delle relative normative euro....per me si và contro la liberà costituzionale del singolo cittadino..)

:bong Auguri di pronta guarigione!
Ultima modifica di Jak il 07/03/2006, 9:03, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 07/03/2006, 9:03

Scusate l'OT

Io ne sono stato vittima in questo Week-end del Virus maledetto, prima la febbre (ma ti addormenti e passa) quanto al resto, con la testa nel W.C. nella notte come 5/6 volte senza aver mangiato niente...

De li mortè!!!
Immagine

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 07/03/2006, 9:10

sciaci ha scritto:Scusate l'OT

Io ne sono stato vittima in questo Week-end del Virus maledetto, prima la febbre (ma ti addormenti e passa) quanto al resto, con la testa nel W.C. nella notte come 5/6 volte senza aver mangiato niente...

De li mortè!!!
Auguri anche a te...


:wink: :wink: :wink:


..metà di quelli che conosco ne sono vittime, sabato ho passato tutto il giorno in ospedale con la piccola (poco più di un anno) fortemente debilitata...

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 07/03/2006, 17:12

Jak ha scritto:
wilhem275 ha scritto:A me non torna il perché della differenza "da fermo/ad alta velocità": non è rilevante il moto del veicolo, per qualsiasi cosa, ma solo il regime di rotazione del motore, secondo me.
La velocità influisce sul controllo delle temperature del motore e dei componenti: con la macchina in movimento ed in velocità godi dell'apporto del raffreddamento dinamico, se le temperature dovessero risultare troppo alte la rigenerazione verrebbe interrotta, dopo alcune rigenerazioni interrotte il motore andrebbein recovery (anche perchè il filtro si intasererebbe). Ben lo sanno i possessori delle Peugeot FAP, che spesso si ritrovano la ventola a "velocità da decollo" anche spegnendo il motore, soprattutto se era in corso la rigenerazione.
Ok grazie per la spiegazione :ok
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Avatar utente
tatter
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 39
Iscritto il: 08/01/2006, 23:33

Messaggio da tatter » 09/03/2006, 0:28

Carissimi saluti a tutti:

Scusatemi se ieri sera mi sono dato latitante ma avevo un mal di testa terrificante, perchè fortunato come sono assieme al virus intestinale mi sono beccato una bella tonsillite!!!! Sapete com'è se non esagero non mi diverto. Comunque grazie degli auguri, adesso va' meglio e mi sento di ricominciare a massacrarvi i santissimi:D

Allora, ho visitato il sito della Peugeot e diverse cose mi hanno lasciato piuttosto perplesso, a cominciare da alcune imprecisioni riportate sulla presentazione. In realtà l'unica vera novità rispetto a quello che conoscevo è che la rigenerazione ha una durata nettamente inferiore a quella di altri modelli (precedenti veicoli peugeot prevedevano durate di una ventina di minuti, così come avviene per le renault, a fronte di una durata di 4-5 minuti della versione pubblicizzata). La pubblicità però non dice che la rigenerazione deve avvenire ad una velocità costante che dipende dal modello e che per quello pubblicizzato credo che sia di 60-70 Km/h, per la renault megane è da 70 km/h e per vecchi modelli di peugeot è attorno ai 100 km/h. Per questa ragione dico che la rigenerazione non può avvenire in città, poichè nei centri abitati è difficilissimo mantenere queste velocità in maniera costante per 4-5 minuti o oltre (venti minuti per la renault ad esempio). Fra incroci, precedenze, code rallentamenti etc. è alquanto improbabile che si riesca a mantenere le dette velocità per tanto tempo. A prescindere dal fatto che il limite nei centri abitati è di 50 Km/h (tranne le strade di scorrimento rapido) e nei centri storici dove è consentita la circolazione talvolta è anche meno (nonostante tutti se ne freghino), mantenere una velocità costante anche di soli di 60 Km/h in centro abitato (e men che meno in centro storico) è alquanto difficile, quindi non c'è bisogno di GPS per avere la quasi matematica certezza che la rigenerazione avverrà al di fuori di un centro abitato (oppure da fermo a velocità di rotazione elevata, si presume in officina, dubito che qualcuno si metta a farlo in garage). Certo la macchina non ti dice che è ora di fare una scampagnata fuori città, si limita a lasciarti a piedi, come d'altra parte fanno tutti gli euro 4 (a piedi proprio no ma quasi). Che le vetture nuove abbiano problemi poi non mi sorprende visto quanto sono diventate complicate!!! Certamente la mia vecchia Tipo non andrà mai in crisi in prossimità di un'antenna per telefonini come può succedere ad una modernissima mercedes, nè le si inchioderà l'iniezione etc. Tuttavia molte delle noie delle vetture nuove e nuovissime dipendono dal pilota e non dalla macchina. Una buona parte delle vetture euro 3 e 4 che passano dalla nostra diagnostica in realtà non hanno alcun difetto, semplicemente non hanno completato i cicli di cui vi ho già parlato. Se il proprietario si ostina a circolare solo in città e ad esempio non supera mai i 100 Km/h, chiaramente la macchina va in crisi (o comunque si accende la spia maledetta) ed è necessario azzerare la centralina e ripartire da capo. Qualcosa di simile avviene coi fap.
Su di una cosa però siamo perfettamente d'accordo: certamente le norme euro, i filtri fap, le limitazioni del traffico e i bollini non risolvono il problema, sono dei semplici palliativi che rallentano il peggioramento. Certo, come ho scritto in un'altra parte del forum, cosa sono le emissioni di un veicolo catalizzato anche euro 1 e cosa mooolto diversa sono le emissioni di un veicolo non catalizzato, basta guardare i tenori di HC che per i primi variano normalmente da 0 a 70ppm (oltre significa che qualcosa comincia a non andare), per i non catalizzati sono normali valori compresi fra 150 e 400 ppm (da poco più del doppio a altre le quattro volte). Se poi pensate che in una città come la mia (abbastanza piccola) ci sono comunque 20000 veicoli in circolazione in ore di punta, traete voi le conclusioni!!! Lo stesso può dirsi per i controlli, quando ho cominciato a lavorare nelle revisioni (1999) oltre il 40% dei veicoli respinti aveva problemi di gas di scarico, attualmente sono meno del 10% e sono diminuiti da quando è stato imposto il bollino blu. Sono d'accordo che le misure di cui sopra non sono risolutive ma certamente fanno una sensibile differenza. Per quanto poi riguada il resto del discorso ne riparliamo domani sera, stasera è tardi e sono cotto poi non sono ancora del tutto a posto

Ciao a tutti
:ciao :ciao :ciao :ciao :ciao :ciao :ciao
Tatter :bong

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 09/03/2006, 8:57

Tieni duro!!!

Un paio di cose:


1-)
La pubblicità però non dice che la rigenerazione deve avvenire ad una velocità costante che dipende dal modello e che per quello pubblicizzato credo che sia di 60-70 Km/h, per la renault megane è da 70 km/h e per vecchi modelli di peugeot è attorno ai 100 km/h
Questo dato da dove l'hai preso?
Da quanto ne ho letto/saputo/chiesto nei motori PSA non viene specificato in nessun caso che occorra fare questo, per il buon funzionamento dell'operazione. Vw si limitava a "consigliarlo" nel caso si presentassero problemi, non so nelle ultime versioni, mi dicono che sia stato aggiornato il software di gestione e nopn sia più necessario, non conosco le Renalut.
Sinceramente lo troverei molto limitante nella valòutazione dell'acquisto di un'auto non trovi? Se nel periodo della rigenerazione non ti trovi a perocorre una strada extraurbana ti ritrovi a piedi....
Sò di molteplici noie determinate dai malfunzionamenti, di questi dispositivi, se hai un po' di pazienza nel leggerti questo:
http://www.quattroruote.it/auto/forums/ ... eadid=2160


2)
Fra incroci, precedenze, code rallentamenti etc. è alquanto improbabile che si riesca a mantenere le dette velocità per tanto tempo. A prescindere dal fatto che il limite nei centri abitati è di 50 Km/h (tranne le strade di scorrimento rapido) e nei centri storici dove è consentita la circolazione talvolta è anche meno (nonostante tutti se ne freghino), mantenere una velocità costante anche di soli di 60 Km/h in centro abitato
A Milano sono salito su un Taxi Peugeot FAP, lo troverei strano utilizzare un'auto per questo tipo di lavoro con questa condizione d'utilizzo. Un cliente usa come vettura aziendale una 307 2.0HDI FAP, sono sicuro che la usa da oltre due anni al 90% prevalentemente per sprostarsi ad uno stabilimento ad un altro nella stessa città, alla prima occasione gli chiederò se sia mai rimasto a piedi a causa della rigenerazione.

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

...---... S.O.S. SUPER-FEDELELLA!!!!

Messaggio da Jak » 09/03/2006, 9:26

:eh

Aiuto Super-Fedelella!!!! ...---.... S.O.S.


Mica ci puoi essere d'aiuto, informandoti sull'impossibilità della rigenerazione dei filtri FAP in ambito urbano? visto che sei "introdotto nel settore"...


Io sapevo che era "consigliato" un tragitto breve a velocità sostenuta, per facilitare il processo ed evitare noie ed irregolarità di funzinamento.
Ma il buon Tratter, in preda alle allucinazioni della febbre ed alle convulsioni del virus :D :D :D sostiene che è addirittura impossibile!

Ci dovremo rassegnare a vedere colonne di auto abbandonate lungo le strade urbane del centro di Milano, perchè non sono riuscite ad uscire in tempo dal centro prima dell'"avvento" della "rigenerazione"? :??? :??? :???

Nel caso avesse ragione mi rassegnerò a pagargli un bicchiere di ...Enterogermina :beer :bastard:

Scherzo Tratter!
Pensa che sei a riposo :zzz e non al lavoro.... :olè

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 09/03/2006, 18:46

Un consiglio Comprate motori a BENZINA e non vi fate più tutte ste pippe mentali!!! :D :D :D :D :D :D :D :D :D :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P :bastard: :bastard: :bastard: :bastard: :bastard:
Immagine

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 09/03/2006, 19:13

:D :D :D

..ridi, ridi...


Tanto l'euro5 è già dietro l'angolo!!!!


...a scanso, mi sono trasferito fuori città sia come casa che come lavoro :angel :angel

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti