[Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Raf53
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/03/2010, 9:03

[Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da Raf53 » 26/10/2010, 6:53

Ciao a tutti,
Mi è stata notificata una multa per eccesso di velocità. È stato rilevato che con l'auto (aziendale) percorrevo una strada a 66 km/h a dispetto del limite imposto di 50 km/h. Oltre alla sanzione mi viene richiesto di fornire le generalità di chi era alla guida perchè devono essere decurtati 5 punti dalla patente. In tutta onestà alla guida o ero io o la persona che era con me e nessuno dei due si ricorda con esattezza. Cosa posso fare? se non comunico nulla cosa succede? O mi conviene comunicare che non ricordo chi era alla guida? Ripeto l'auto è intestata alla azienda di cui io sono l'amministratore unico e spesso è in dotazione di qualche dipendente e non annotiamo da nessuna parte chi in quella determinata giornata ne è stato l'utilizzatore.
Vi ringrazio anticipatamente dei vs preziosi consigli che non mi farete mancare.

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da ANVU » 26/10/2010, 17:38

La Corte di Cassazione ha spesso affermato il principio che il proprietario del veicolo risponde sempre dell'utilizzo del mezzo se non avvenuto contro la sua volontà, e per "contro" intende i casi di furto od indebita appropriazione. Inoltre ha ribadito che le aziende devono tenere un registro di utilizzo dei veicoli, fatti salvi i casi di piccolissime ditte. In ogni caso, se non viene effettuata la comunicazione dell'effettivo trasgressore, scatta l'applicazione dell'art. 126 bis, comma 2, che prevede una sanzione pecuniaria "sostitutiva" di Euro 263,00. Si tratta di una modifica introdotta dal legislatore dopo che la originaria previsione della penalizzazione dei punti al proprietario del veicolo era stata dichiarata incostituzionale. Di norma il "giustificato e documentato" motivo della non comunicazione non deve essere un mero "non ricordo" perchè non ne viene tenuto alcun conto.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Bliss
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 12
Iscritto il: 03/09/2010, 8:24
Nome: Bliss

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da Bliss » 11/01/2011, 16:37

ho mandato i dati del conducente, che proprio come è scritto sopra, al volante siamo stati sia io, sia il marito, e ho ricevuto una multa di 263 €??? non capisco!

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da ANVU » 11/01/2011, 20:27

La comunicazione deve essere fatta in modo da indicare una persona soltanto, la quale si assume la responsabilità firmando l'apposito modulo ed allegando fotocopia della patente di guida. Altri modi non sono consentiti; non si può dire "siamo stati in due" perchè in quel momento o era l'uno o l'altro. Per questo motivo, ai sensi dell'art. 126 bis, è stata effettuta la sanzione "sostitutiva", vale a dire quella economica al posto della penalizzazione dei punti.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Avv. Perruolo
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 32
Iscritto il: 12/11/2010, 15:33
Nome: Carmine
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da Avv. Perruolo » 12/01/2011, 9:43

Vi è una recentissima sentenza della Cassazione che ha statuito che vi è sempre l'obbligo del proprietario di comunicare chi era alla guida del veicolo, anche nel caso venga proposta opposizione contro il verbale. Conseguentemente, il termine di 60 giorni per adempiere a tale obbligo non viene sospeso in attesa della definizione del procedimento. Da precisare che il cittadino potrebbe anche scegliere di non comunicare i dati. In questo modo, come dindicato dall'Anvu, si sarà soggetti ad una ulteriore sanzione di circa 270 euro, ma non verrano decurtati i punti per impossibilità di individuare il reale conducente. Quindi nel caso proposto dall'utente, l'errore, se da un lato ha comportato l'applicazione della sanzione prevista dall'art. 126 bis, dall'altro dovrebbe avere come conseguenza la non decurtazione dei punti.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale più completa sul tuo caso personale clicca qui

Studio legale professionista in collaborazione con SicurAUTO.it

solidsnake
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 103
Iscritto il: 10/01/2010, 10:32

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da solidsnake » 22/05/2011, 15:05

Ipotizziamo:

Tizio prende una multa per eccesso di velocità da un autovelox,riceve l'atto tramite posta e non indica chi era alla guida...
dopo X giorni arriva una sanzione di circa 250 Euro,ma nessun punto verrà scalato a nessuno.

Ho capito bene?Oppure i punti vengono tolti automaticamente all'intestatario dell'automobile?

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da ANVU » 22/05/2011, 16:18

E' proprio come ha detto Lei. Se il proprietario non risponde nei 60 gg. riceve una sanzione amministrativa pecuniaria . Nessuna penalizzazione invece viene fatta ai punti della patente come avveniva prima della sentenza della Corte Costituzionale 27/2005.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 972
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da maxxis » 23/05/2011, 22:28

Volendo egr.colleghi,verrebbe la pena leggere la circolare del Ministero dell"interno serie 300/a/3971/11/109/16-del 29.04.2011.che parla propria a proposito dei problemi sollevati in merito alla comunicazione dei dati conducenti. :ciao :ooh :ooh

Avv. Perruolo
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 32
Iscritto il: 12/11/2010, 15:33
Nome: Carmine
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da Avv. Perruolo » 24/05/2011, 8:01

Ottima segnalazione. Bisognerà verificare se le P.A. seguiranno le indicazioni della circolare. Comunque, posso segnalare che alcune Amministrazioni hanno già cominciato ad indicare (nelle indicazioni relative alle modalità di ricorso, di solito poste sul retro dei verbali) che l'obbligo di comunicazione dati conducente rimane sospeso fino alla definizione dei procedimenti oppositivi.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale più completa sul tuo caso personale clicca qui

Studio legale professionista in collaborazione con SicurAUTO.it

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Comunicazione dati conducente] è obbligatorio?

Messaggio da ANVU » 29/05/2011, 9:10

La Circolare cui Lei fa riferimento è stata clamorosamente smentita dalla Corte di Cassazione (che, per inciso, giudica poi sui ricorsi presentati dalle Amministrazioni comunali contro le decisioni dei Giudici di Pace). Infatti, la Sez. II con la Sentenza n. 10 novembre 2010 ha precisato che "neppure l’annullamento del verbale di contestazione dell’infrazione presupposta comporta esclusione della sanzione prevista dall’art. 180, comma 8, c.d.s., attesa l’autonomia delle due infrazioni".
Pertanto la Circolare, che comunque non obbliga gli enti a conformarsi ad essa.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti