Contratti a franchigia: Compatibilità con Legge Bersani

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Pedro69
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 25
Iscritto il: 29/11/2010, 11:38
Nome: pietro

Contratti a franchigia: Compatibilità con Legge Bersani

Messaggio da Pedro69 » 04/04/2011, 16:02

Esistono, nella rc auto, due tipologie contrattuali, la Bonus Malus e la polizza con franchigia.
La differenza fondamentale tra le due consiste nel fatto che, la polizza a franchigia ha una soglia predefinita che, in caso di sinistro con responsabilità, va a carico dell' assicurato, che praticamente, si accolla una parte del risarcimento.
Per valori di danno inferiori a tale soglia, la compagnia si esime dai risarcimenti, che sono a carico totale dell'assicurato.
Esistono inoltre contratti che hanno doppia franchigia, una "relativa", che stabilisce il limite di danno entro il quale il risarcimento è a carico dell'assicurato, e una "assoluta", che è una percentuale della relativa, che indica l'importo che l'assicurato deve corrispondere alla compagnia nel caso la soglia della relativa venga superata.
Questo è quanto viene spiegato agli assicurati alla stipula del contratto.
Succede però, che, in caso di sinistro rientrante nella convenzione CARD (indennizzo diretto),lo scenario descritto cambi radicalmente, tanto da diventare una vera e propria fregatura.
La convenzione CARD prevede che, per conoscere l' importo liquidato alla controparte, l'assicurato deve rivolgersi ad un ente terzo, la CONSAP, poichè ufficialmente, la sua compagnia non è a conoscenza di tale importo.
Il problema è che alla CONSAP "Non sono ammesse richieste di rimborso del sinistro da parte di contraenti/responsabili assicurati con polizza con franchigia".
Di conseguenza, l'assicurato non può sapere se il risarcimento addebbitatogli è al di sotto della franchigia pattuita dal contratto.
Alla compagnia viene comunicato soltanto se l'importo è al di sopra o al di sotto della franchigia assoluta, ma quello che bisogna sapere, conformemente al contratto, è il riferimento a quella relativa.
E' palese che le compagnie aprofittino di questo "buco" per declassare direttamente i propri clienti, aumentandone il premio e riscuotendone la franchigia assoluta.
E’ paradossale come, per i contratti bonus/malus, dove non è previsto il pagamento del sinistro, tramite la consap è possibile farlo, mentre con i contratti a franchigia, che lo prevedono, al di sotto di certi valori, viene praticamente negato.
Tutto questo, solo in Italia.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite