Corsie di accelerazione troppo corte e traffico

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Corsie di accelerazione troppo corte e traffico

Messaggio da alex_ander1979 » 28/11/2003, 12:12

Su molte entrate in strade extraurbane, ma anche in alcune entrate sul G.R.A. di Roma si trovano corsie di accelerazione molto corte che terminano bruscamente, magari con una barriera in cemento, costringendo l'automobilista spesso a pericolosi inserimenti in autostrada(o strada).

La mia domanda è: come si effettua in totale sicurezza e tranquillità un inserimento su una strada principale di scorrimento veloce (o autostrada) in presenza di corsie di accelerazione corte. (per inciso, non c'è in questi tratti di strada la corsia di emergenza, per cui uno si deve subito inserire nella corsia di marcia)?

In presenza di forte traffico (sia sulla strada, sia di immissione sulla strada) non sono riuscito a trovare alcuna risposta soddisfacente alla precedente domanda in quanto:

-- se c'è molto traffico è probabile che non si trovi "un buco libero" per buttarsi nella strada (c'è per es. una fila di camion che procede ad 80 - 90 Km/h e noi ci immettiamo con soli 50 Km/h e non abbiamo uno spazio sufficiente per inserirci in sicurezza).

-- per entrare converrebbe accelerare per raggiungere almeno 70 Km/h, in modo tale che, procedendo alla stessa velocità del traffico sulla corsia di marcia, si potrebbe sfruttare anche un piccolo buco per immettersi, ma così facendo se -per vari motivi- non si trovasse ancora "il buco", poi non si potrebbe più rallentare e si dovrebbe scegliere o di finire contro la barriera in cemento sulla fine della corsia (molto corta) di accelerazione, o di essere tamponati o spintonati da un camion o da un auto che sopraggiunge ! (in altre parole la corsia di accelerazione essendo molto corta e terminando con una barriera non permette di accelerare troppo pena l'incidente ...).

-- sceglendo di andare piano non si riuscirebbe mai ad entrare in sicurezza in autostrada con una fila di macchine e camion che sopraggiunge a velocità sostenuta e ci si dovrebbe fermare alla fine della corsia di accelerazione, possibilmente senza invadere la corsia di marcia, rispettando così il segnale di dare precedenza. Ma, rallentando e fermandosi sulla corsia di accelerazione, si incorre sistematicamente nelle ire di chi ci viene dietro e non si aspetta una frenata e si rischia così -in effetti- un tamponamento. Inoltre una volta che ci si è fermati sulla corsia di accelerazione si dovrebbe aspettare in eterno per potere entrare nella strada/autostrada, guardando molto bene che non sopraggiunga nessuno nè dalla corsia stradale su cui ci si stà per immettere, nè dalla corsia di accelerazione dietro a noi (altrimenti si rischia comunque)!

-- scegliendo di buttarsi il più presto possibile in strada, sfruttando ogni millimetro e facendo pressione in modo che chi sopraggiunge è costretto ad una brusca frenata sembra, in questi casi, la soluzione migliore, anche se ovviamente non la trovo soddisfacente, senza contare che se cmq nessuno ci permette di immetterci si dovrebbe cmq frenare bruscamente per evitare un impatto, fermandosi, con tutti i problemi a cui ho accennato.

Alla luce delle considerazioni appena fatte, ed in base alla vostra esperienza di automobilisti, come risolvereste dunque il broblema della "immissione in autostrada con corsie di accelerazioni corte" ? (terminanti con barriera e in tratti stradali dove non c'è corsia di emergenza, che quindi non si può "sfruttare" ...).
Molti cordiali saluti e complimenti per il newsgroup e per il sito. :bong

:( Alessandro.

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 02/12/2003, 17:36

Allora alex_ander1979,
diciamo che la tua è la tipica domanda da 1.000.000 di $! :lol:

Scherzi a parte comincio con il premettere che in strade del tipo che dici tu c'è un errore di fondo... strutturale e progettuale. Non si costruiscono corsie di accelerazione che finiscono con un muro! :( :x

Alla luce delle considerazioni appena fatte, ed in base alla vostra esperienza di automobilisti, come risolvereste dunque il broblema della "immissione in autostrada con corsie di accelerazioni corte" ? (terminanti con barriera e in tratti stradali dove non c'è corsia di emergenza, che quindi non si può "sfruttare" ...).
Allora io sono dell'idea che sei il traffico è scorrevole è bene cercare in fase d'immissione di "accoppiarsi" con la velocità degl'altri veicoli. Tuttavia prima è bene, magari girando per un attimo lo sguardo, capire se è possibile terminare la manovra di immissione in tutta sicurezza. Se così fosse basterebbe, anche con la complicità di chi sopraggiunge (ricordiamoci che spesso questo tipo di manovre "si fanno in due"), inserirsi dolcemente sulla corsia avendo cura di controllare sempre gli specchietti.

Nella peggiore delle ipotesi invece (traffico MOLTO elevato), per quanto poco prevedibile (per chi viene da dietro), è bene uscire lentamente dalla rampa cercando sempre di guardare quali sono le condizioni del traffico in quel momento ed in caso rallentare sino a quasi fermarsi.

Infatti se c'è traffico intenso quasi sicuramente la velocità sarà bassa e quindi successivamente non dovremmo avere difficoltà ad "entrare". Tuttavia è bene non fermarsi a fine corsia di accelerazione ma almeno una decina di metri prima in modo da avere il tempo, nel momento giusto, di accelerare ed immettersi senza rischiare di finere contro il muro!

Questa è la mia analisi generale anche se ogni situazione va esaminata "caso per caso". Non dimentichiamoci che è IMPORTANTE AZIONARE SEMPRE L'INDICATORE DI DIREZIONE! Altrimenti ogni manovra sarà sbagliata in partenza...

Per altre info ti rimando qui:
http://www.sicurauto.it/consiglisicurau ... affico.php

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

RickMarmotta
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 02/12/2003, 19:51

Messaggio da RickMarmotta » 02/12/2003, 20:40

Vivo anch'io questa problematica tutti i giorni, tanto da farmene un'ossessione o valutare di cambiare itinerario, e faccio i miei complimenti piu' sentiti ad alex_ander1979 per come e' riuscito ad esprimere in modo chiaro e completo lo sconforto di chi deve "subire" questa manovra. Mi sembrava di rileggere i miei pensieri.
Ho visitato il link sicurauto e la soluzione e' proprio li'. Umilta' ed intelligenza di chi transita nella corsia di marcia.
Se a questo aggiungessimo poi l'intelligenza di chi progetta le strade...
Io comunque nel mio piccolo provo a dare il buon esempio. Anche altri ci provano e credo che presto la tendenza sara' cambiata e di questi problemi ne rideremo insieme. :-[

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 03/12/2003, 0:48

:D

grazie per le vostre risposte.
Quando ho scritto il mio precedente messaggio pensavo in modo particolare alla entrata sul G.R.A. di Roma "Tuscolana-Anagnina" (venendo da Roma sulla Tuscolana e immettendosi sulla carreggiata interna del Raccordo (verso svincolo Fiumicino per intenderci)).
Lì non solo la corsia di accelerazione è in pratica del tutto assente (di fatto le strisce per terra vanno "a buttarsi" subito in corsia di marcia !), ma manca anche la corsia di emergenza e ci si trova subito ad andare addosso ad una barriera (un guard rail per la precisione) se non ci si riesce ad immettere immediatamente, perchè magari non si trova lo spazio per immettersi o perché magari sono stati "fatti male i conti" per l'immissione.
Risultato ? La situazione da me descritta. Ma c'è di più !!!!!! Subito prima della immissione la (presunta) corsia di accelerazione si trova ad incrociare ad X una corsia di uscita dal raccordo e bisogna dare precedenza al flusso di macchine in uscita, per poi accelerare bruscamente e vedere appunto se si ha lo spazio per immettersi ed all'occorrenza frenare di nuovo (bruscamente magari).
Tale svincolo viola probabilmente tutte le norme esistenti e sarà stato fatto con le mazzette !!!!!! Si può fare qualcosa (esposti, ecc ?) ??
Ed inoltre ..... queste strade chi le progetta ??? A che norme sono vincolati tali progettisiti ??? Perché si tolleranro queste o simili cose ??? Perché i responsabili non sono ancora a Rebibbia ???

Alex. :ok

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 03/12/2003, 13:47


Ho visitato il link sicurauto e la soluzione e' proprio li'. Umilta' ed intelligenza di chi transita nella corsia di marcia.
Se a questo aggiungessimo poi l'intelligenza di chi progetta le strade...
Io comunque nel mio piccolo provo a dare il buon esempio.
Bravo!! :ok

Tale svincolo viola probabilmente tutte le norme esistenti e sarà stato fatto con le mazzette !!!!!! Si può fare qualcosa (esposti, ecc ?) ??
Sai che questo non lo so? :-[
Penso che qualcosa la si possa fare... ma non conosco le vie per poterlo fare. Se non ricordo male sul forum bazzica a volte un avvocato, speriamo che legga la discussione e ci sappia dare una mano. Qualche strumento ci sarà di certo!
Male che vada c'è sempre Striscia... :wink:

Ed inoltre ..... queste strade chi le progetta ??? A che norme sono vincolati tali progettisiti ??? Perché si tolleranro queste o simili cose ??? Perché i responsabili non sono ancora a Rebibbia ???
Perchè siamo in ITALIA! :grr
Solo da noi si possono permettere certe cose... da un lato si investe in sicurezza, educazione, norme.... e da un lato si costruiscono o si tollerano strade simili...
E' ovvio che qui stiamo parlando di strade costruite anni fa... però il concetto non cambia! Ci vogliono maggiori controlli sin dalla costruzione delle strade! :x

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 19/12/2003, 13:23

Ieri ho di nuovo osservato la entrata "incriminata" sul G.R.A. e la ho confrontata con tutte le altre riscontrando ancora una volta come essa sia assolutamente anomala e incredibilmente pericolosa.
Ho motivo di pensare che in origine si prevedesse una entrata diversa (un indizio è per es. che a valle della entrata, dopo poche decine di metri, improvvisamente la corsia di emergenza ricompare e ha una larghezza assolutamente spropositata, come se magari in origine si prevedesse in quel punto uno svincolo ...).
Fatto stà che la corsia di accelerazione è assente e non c'è nemmeno in quel tratto di raccordo la corsia di emergenza (nemmeno 50 cm !!!! ma cmq riprende dopo poche decine di metri, come ho detto). La corsia di immissione sul G.R.A. incriminata si immette in modo deciso (non con una angolazione "dolce") e c'è un guard rail (che delimita sulla destra la carreggiata del G.R.A.) che termina in modo appuntito e pericoloso e contro il quale c'è il rischio di collidere.
Tuuttavia ci sarebbe lo spazio per uno svincolo a "norma", ossia non vi sono edifici che renderebbero del tutto impossibile, con una certa spesa, l'adeguamento di quello svincolo.
Secondo voi
a) a quale velocità devo procedere per tentare una immissione in sicurezza e per riuscire eventualemte a fermarmi in tempo prima del guard rail, in tale svincolo assolutamente assurdo ? (40, 50, 60 ?).
b) devo accelerare su una tale immissione o è meglio andare cmq "adagio" ?
c) non si può fare un esposto o una segnalazione e se si con quali modalità ?
:grr :ok

Alex

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 21/12/2003, 14:50


a) a quale velocità devo procedere per tentare una immissione in sicurezza e per riuscire eventualemte a fermarmi in tempo prima del guard rail, in tale svincolo assolutamente assurdo ? (40, 50, 60 ?).
Sicuramente una velocità moderata, diciamo 40 Km/h...

b) devo accelerare su una tale immissione o è meglio andare cmq "adagio" ?
Questo dipende dal traffico:
- se è intenso meglio cercare di fare un ingresso "cittadino" cioè molto lentamente;
- se è moderato bisogna cercare di entrare con dolcezza ma ad una velocità giusta, diciamo almeno 70 Km/h...;
- se invece non c'è quasi nessuno possiamo accelerare senza problemi;

Ovviamente TUTTE le immissioni vanno effettuate con l'ausilio degli specchietti retrovisori! :ok

c) non si può fare un esposto o una segnalazione e se si con quali modalità ?
Cavolo questa cosa non la so!! :-[ :-[
Sarei curioso anch'io di sapere che strumenti abbiamo per segnalare certe assurdità!
Se qualcuno sa qualcosa ce lo faccia sapere! :wink:

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

corsie di accelerazione corte

Messaggio da italiassente » 17/01/2004, 8:52

Alex ander ...
le tue considerazioni sulle corsie sono esatte: ma senza voler difendere nessuno è bene dire che, quelle strade costruite tra la gli anni 50 e 60, erano dimensionate o meglio proporzionate al numero dei veicoli esistenti allora e alle poche volte in cui in quegli stessi anni si muovevano.
Pertanto oggi quelle sono inadeguate mentre le recenti strade con problemi analoghi sono in chiaro stato di illegittimià. Vedi anche la barriera cementizia e il guadrail che obbligatoriamente devono essere presegnalati anche dieci centimetri prima del punto di immissione se la corsia di accelerazione è lunga 11 cm.
Ricordiamo che la corsia di accelerazione serve per permettere di raggiungere la velocità di marcia più vicino possibile a quella esistente sulla strada in cui dobbiamo entrare. Ma dato che oggi tutti vanno ai limiti massimi se non oltre e non accennano, con petulanza, a consentire l'immissione degli altri la manovra risulta estremamente pericolosa. E torniamo a bomba alla mancanza di sorveglianza (italica abitudine).
A questo punto quelle violazioni di legge sono da segnalare all'Anas, alla società che gestisce l'autostrada I interlocutore di legge, al prefetto.
Quest'ultimo è teoricamente l'autorità che può dirti esattamente il percorso burocratico su cui procedere.
Ma considerando che siamo tutti italiani pensi di spuntarcela?? Auguri
italiassente (o forse pessimista è più calzante?)

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 18/01/2004, 2:37

Quoto tutto il messaggio di "italiassente" , tranne il riferimento alla nostra "italianità", che del resto può anche esser considerata OT rispetto all'argomento trattato. :angel
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 18/01/2004, 12:45

Insomma, in situazioni critiche è meglio entrare piano in corsia di accelerazione, guardare gli specchietti e
a) o "buttarsi dentro" ed accelerare (e questa sarebbe una scelta definitiva ...).
b) o andare piano ed aspettare, ed all'occorrenza fermarsi alla fine della breve corsia di accelerazione, per poi ripartire ed immettersi con mille cautele ...

Siete d'accordo ?

Saluti

:(
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti