Fermatiiiiiiii!!

Sezione libera dove si può parlare di quello che si vuole, ovviamente senza esagerare! :P

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 19/04/2005, 11:36

Sir_Neko ha scritto:vedo sempre più spesso gente che sceglie la via del privatista e che ha una conoscenza sempre minore ...
con questo non faccio di tutta l'erba un fascio , ci mancherebbe ... :wink:

ma nella mia provincia , il numero di privatisti in percentuale al numero di esami annui è uno dei più alti in Italia , e vedendo come gli esaminatori affrontano la seduta d'esame dei privatisti , e come affrontano quella in autoscuola , mi infastidisce il principio con cui esigono qualcosa in piu' dai clienti dell'autoscuola ...
è vero che dovrebbero arrivare piu' preparati , ma non e' una scusante valida per concedere una patente con piu' facilità ad un privatista ...
Beh, tu lavorando nel settore avrai certamente più esperienza di me in merito, fatto sta che secondo me il problema resta nei criteri e nello svolgimento dell'esame pratico, che per me per esempio è stato per entrambe le patenti (B e A3) alquanto frustrante... quando sei sicuro (e a ragione, almeno stando a quel che vedevo e vedo) di saper guidare meglio, con maggior sicurezza e consapevolezza delle regole di molti patentati, è deprimente vedere l'esaminatore completamente indifferente a quel che fai, limitandosi a darti stanche, svogliate e sporadiche indicazioni sul percorso e pensando a parlare con l'istruttore del più e del meno, quasi fossi il suo autista più che un esaminando... per non parlare dell'esame della moto, quando mentre mi sbattevo come un matto per fare l'otto in modo impeccabile con 250 kg e 155 cv di moto praticamente senza sterzo l'"esaminatore" pensava alle farfalle, o comunque non a me... non è così che si verifica se uno sa guidare, e che c*zzo... poi magari becchi quello che ti boccia perchè hai preso il marciapiede mentre parcheggiavi o perchè hai fatto una curva in terza anzichè in seconda (e alzi la mano chi tra i patentati del forum non ha mai sbagliato una manovra di parcheggio o chi fa tutte le svolte in seconda, ammesso -e non mi pare- che ciò sia un'indispensabile regola che sia indice di capacità di guida...) nell'ambito di una guida altrimenti impeccabile, in cui magari per colpa di (o grazie a) qualche cretino hai anche dimostrato di avere un'ottima padronanza dell'auto con qualche apprezzabile, pronta e sicura manovra d'emergenza (ma non è importante dimostrare di saper gestire o saper tenere l'auto in strada in casi d'emergenza giusto? Basta fermarsi un metro prima della linea bianca dei semafori ed armeggiare -magari facendo finta- con gli specchietti prima di partire...-)! Non è così che si fa :x !
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Transistore1
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 276
Iscritto il: 28/02/2004, 13:21
Località: Pagani

Messaggio da Transistore1 » 19/04/2005, 12:28

Intanto saluto tutti cordialmente ed esprimo anch'io la mia opinione, considerato che nel campo delle autoscuole ci lavoro, da istruttore di guida. Io penso che abbiate ragione un pò tutti quanti, perchè il problema non è così semplice come si pensa, ma credo che sia molto complesso e per tante e varie ragioni. Probabilmente non è qui che si può risolvere il problema e credo che non si possa risolvere con una sola soluzione. Quello che posso dire da parte della mia esperienza, è che ho notato nei privatisti, un errore di fondo pressochè comune a tutti quanti che è questo: nessuno sa usare la frizione. Potrete anche non essere daccordo, ovviamente non si può fare di tutta l'erba un solo fascio, ma io ho constatato in 15 anni di questo mestiere, che 9 ragazzi su dieci non la sa usare, e potrei anche elencare i motivi, ma diventerebbe un discorso troppo lungo, e non voglio stare qui ad annoiarvi. Ciao e saluti a tutti.
Se acceleri sempre, a scuola guida, non imparerai niente!!!

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 19/04/2005, 14:23

Forse capisco a cosa ti riferisci... in effetti per fare un uso corretto dell'auto è senz'altro utile sapere anche grossomodo com'è fatta e come funziona, e sapere quello che materialmente e tecnicamente facciamo fare all'auto quando ad esempio azioniamo il pedale della frizione o del freno e conoscerne la tecnica e il funzionamento permette di farne un uso più consapevole e meno "zappato", tant'è che meno il conducente ne capisce di auto più tende ad usarne i comandi come fossero degli interruttori (quindi o "tutto su" o "tutto giù") invece di modularli all'occorrenza e a seconda delle situazioni. E dato che nel corso delle lezioni le scuole guida danno anche un'infarinatura di tecnica automobilistica... Concludendo: il tuo discorso è senz'altro fondato, oltre che basato sulla tua esperienza personale, ma credo valga solo per quelli che scelgono di presentarsi da privatisti SOLO per risparmiare tempo e denaro, non certo per chi (come me, che tra l'altro, avendo fatto sino alla data della patente oltre 60.000 km in Vespa, tutto avevo tranne che problemi con la frizione...) lo fa, OLTRE che per questi sia pur validissimi motivi, anche per la MOTIVATA consapevolezza (da non confondersi con la presunzione di molti) di avere già le basi per sostenere entrambi gli esami senza aiuti esterni e senza correre il rischio di trasformarsi, una volta avuto il c*lo di passarli entrambi, in un pericolo pubblico. :ciao
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 19/04/2005, 14:38

chegue ha scritto:(e alzi la mano chi tra i patentati del forum non ha mai sbagliato una manovra di parcheggio o chi fa tutte le svolte in seconda, ammesso -e non mi pare- che ciò sia un'indispensabile regola che sia indice di capacità di guida...)
io alzo la mano. I parcheggi li sbaglio tuttora, dopo 6 anni di patente. Certo non sbatto contro le altre auto né contro i muri, ma capita alle volte che devo rifare la manovra perché ho calcolato male le misure. è normale, vorrei vedere a chi non capita. (beh è importante anche quanto spesso capita, naturalmente)

per la storia della marcia, io non l'ho mai capita. La marcia da tenere dipende dalla velocità di percorrenza e dall'automobile. Perché mai devo fare una curva in terza??? Anzi, se la mia macchina in terza si pianta perché gira troppo in basso nelle curve a 90° in città (e la mia Fiesta lo faceva) diventa pericoloso NON scalare... Sennò faccio le curve a 60 e la terza è la marcia giusta... (scusate lo sfogo, ma questa cosa mi ha fatto penare al tempo)

Però la presenza sul forum di vari istruttori di scuola guida mi mette speranza, e spero un giorno di poter smettere di pensare che prima si prende la patente e dopo si impara a guidare.

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 19/04/2005, 14:41

chegue ha scritto: E dato che nel corso delle lezioni le scuole guida danno anche un'infarinatura di tecnica automobilistica...
Mah, a me spiegavano le auto degli anni '60...

ora capisco che più o meno...

però...

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 19/04/2005, 14:43

Terzo e poi mi fermo:

per non essere frainteso: ho imparato moltissimo in autoscuola, soprattutto nelle lezioni teoriche.

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 19/04/2005, 15:02

SirEdward ha scritto:io alzo la mano. I parcheggi li sbaglio tuttora, dopo 6 anni di patente. Certo non sbatto contro le altre auto né contro i muri, ma capita alle volte che devo rifare la manovra perché ho calcolato male le misure. è normale, vorrei vedere a chi non capita. (beh è importante anche quanto spesso capita, naturalmente)
Appunto... quindi non capisco perchè molti esaminatori si attacchino proprio al parcheggio! Certo, capisco nel caso in cui l'esaminando rifaccia la fiancata alla macchina, salga con mezzo posteriore sul marciapiede o sbagli la manovra completamente più volte di fila creando intralcio al traffico, ma a chi (me per primo) non capita mai di sbagliare la prima manovra? E ho sentito di gente bocciata per una toccatina al marciapiede a manovra praticamente ultimata e svoltasi correttamente sino a quel momento...
SirEdward ha scritto:per la storia della marcia, io non l'ho mai capita. La marcia da tenere dipende dalla velocità di percorrenza e dall'automobile. Perché mai devo fare una curva in terza??? Anzi, se la mia macchina in terza si pianta perché gira troppo in basso nelle curve a 90° in città (e la mia Fiesta lo faceva) diventa pericoloso NON scalare... Sennò faccio le curve a 60 e la terza è la marcia giusta... (scusate lo sfogo, ma questa cosa mi ha fatto penare al tempo)
Veramente ti "costringono" ad usare la seconda, non la terza, ma il discorso non cambia. È vero che nella maggior parte degli incroci cittadini e con la maggior parte delle auto la seconda si riveli in effetti la marcia ideale, ma se la mia auto è una 500 (quella vecchia) da 65/70 km/h in terza in fuorigiri per curvare in seconda o lo faccio ai 15/20km/h intasando il traffico oppure imballo il motore, così come nulla mi vieta di farlo in terza se ho un turbodiesel da 30 e passa kgm a 2000 giri... per esempio anche solo con la Panda, la 600 o la 127 (tutte con cambio piuttosto corto e con motori particolarmente elastici per essere dei benzina ed in proporzione alla cilindrata) posso tranquillamente permettermi di usare la terza anche a velocità moderate e nelle curve a 90°, e non credo per questo di non meritare la patente. La realtà dei fatti è che ormai (Sir Neko e Transistore1, non me ne vogliate per questo, ma la mia opinione verificata sul campo è questa), vuoi per la legislazione carente, vuoi per l'inefficienza degli esaminatori, si insegna (almeno per quanto riguarda l'esame pratico) a prendere la patente ed a superare l'esame, non a GUIDARE. Lo so che dovrebbe essere la stessa cosa, ma non mi pare affatto (a giudicare da quel che vedo) che sia così.
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 19/04/2005, 15:23

:arros :arros :arros

Ogni tanto la memoria ci frega.

Comunque con il cambio di quella punto diesel penai tantissimo. Non perché fosse duro, difficile o io impedito, ma perché con una macchina che avava bisogno di passare in terza prima di finire un incrocio (strade a due corsie per senso con spartitraffico) e quasi della quarta per fare i cinquanta, non ero mai nella marcia che l'istruttore voleva.

Poi ho imparato ad ascoltare solo il suono del motore.

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 19/04/2005, 15:32

Beh, tu sulle auto degli anni '60 hai imparato la tecnica teorica (e ti assicuro che, a parte l'elettronica e l'iniezione al posto del carburatore, da allora dal punto di vista tecnico è cambiato ben poco, e comunque non la frizione), io ci ho imparato a guidare :roll: :lol: ! E meno male, dato che l'auto che ho usato per l'esame era una Punto I 60 benzina... per carità, si guidava bene, ma ad un neofita totale il diesel offre comunque (grazie alla maggior coppia ed elasticità ed ad una guida più morbida e fluida) un approccio meno ostico.
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 19/04/2005, 19:29

chegue ha scritto:vuoi per la legislazione carente, vuoi per l'inefficienza degli esaminatori, si insegna (almeno per quanto riguarda l'esame pratico) a prendere la patente ed a superare l'esame, non a GUIDARE. Lo so che dovrebbe essere la stessa cosa, ma non mi pare affatto (a giudicare da quel che vedo) che sia così.
Da quelle che ho sentito da chi si è già patentato, mi permetto di dirti minc**a CHE QUOTONE CHE TI FACCIO!!!


Il mio programma, caldamente consigliato da tutti i miei amici e soprattutto da chi l'ha seguito, è di passare in motorizzazione, aprire la pratica, fare la teoria (che il fato me la mandi buona) poi passare all'autoscuola dietro casa e fare le lezioni di pratica con loro, che a detta di molti insegnano A GUIDARE con molta cura, e seguire l'esame di pratica con loro (che me la mandino buonissima perché ormai ho il terrore degli esaminatori...).

Perché non la teoria con l'autoscuola? Perché tutti mi dicono che da queste parti il livello di insegnamento di questi enti si è abbassato tantissimo per adeguarsi a capre ignoranti di 18-21 anni usciti dalle campagne, che necessitano di spiegazioni in dialetto veneto perché sennò non ci capiscono, o a badanti e colf moldave che a malapena hanno notato che si sta nella corsia di destra... e quindi, non per loro carenze ma per obbligo di pubblico, non avrebbero da insegnarmi niente che ora non so già.

Con un po' di supponenza, posso dire di conoscere già bene i comportamenti e le nozioni teoriche (il libro ufficiale l'ho letto tutto lo stesso, e alcune, molte cose proprio non le sapevo) perché sono stato attento.
Però la pratica... beh, nessuno nasce "imparato"!!! :D

E mi fido della mia autoscuola perché, come ho etto, sembrano molto professionali. Difatti non mi fido degli esaminatori... :-[ :grr
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti