Fiat Croma

Commenta insieme a noi i risultati di Euro NCAP. In più tanti crash test esteri con video e le anteprime degli speciali di Sicurauto.it

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
PandaHobby
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 180
Iscritto il: 03/09/2004, 13:07
Località: Pairana - Landriano (PV)

Fiat Croma

Messaggio da PandaHobby » 12/05/2005, 14:50

Spero che in questa nuova fase di crash test ci sia almeno la Fiat Croma (per non dire anche la Nuova Multipla e l'Idea): se già la Opel Vectra aveva totalizzato 30 punti, la nuova Fiat, che è stata ulterirmente irrobustita e ha fino a 9 airbag, può benissimamente raggiungere le ambite 5 stelle!!!!!!!!!!!W la Fiat
Comprate Italiano. Comprate Fiat. Punto.

Per avere ricariche gratis, iscriviti
http://www.djsuonerie.it/contaref/ref.a ... PandaHobby
Per informazioni
http://www.djsuonerie.it/domande.htm

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 12/05/2005, 15:19

Sono d'accordo con te :ok !
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
Lele78
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 399
Iscritto il: 17/07/2004, 15:52
Località: Trento

Re: Fiat Croma

Messaggio da Lele78 » 12/05/2005, 18:51

PandaHobby ha scritto:... ha fino a 9 airbag ...
Adirittura! E che cxxxo, e la prossima auto come la faranno? che scoppia direttamente, modello kamikaze, così non c'è il pericolo che soffri? :(
Lele
Ciao ciao
:ciao

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 12/05/2005, 20:35

:lol: :lol:
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
luca comandini
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2575
Iscritto il: 19/03/2002, 1:37
Nome: Luca
Località: Savignano sul Rubicone, ForlìCesena, Romagna, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Universo...
Contatta:

Messaggio da luca comandini » 12/05/2005, 22:09

cmq l'ho vista oggi dal concessionario.... grigia canna di fucile e interni in vellluto scuro.....

STUPENDA!!
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora!

Welcome Sweden.... Volvo V40 D2, ex Ypsilon Twinair GPL

Regulus
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 753
Iscritto il: 29/01/2003, 19:24
Località: Torino

Messaggio da Regulus » 12/05/2005, 22:32

in cosa l'hanno irrobustita ulteriormente? la versione base quanti airbag ha?

ciao

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 12/05/2005, 22:46

Regulus ha scritto:in cosa l'hanno irrobustita ulteriormente? la versione base quanti airbag ha?

ciao
Hanno aggiunto numerosi componenti a livello di scocca. La base ha 7 AB e si arriva a 9, ESP di serie in tute le versioni.
:ok

Quest'auto è un gradino sopra la concorrenza.
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Regulus
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 753
Iscritto il: 29/01/2003, 19:24
Località: Torino

Messaggio da Regulus » 12/05/2005, 23:03

wilhem275 ha scritto:
Hanno aggiunto numerosi componenti a livello di scocca
quindi il tutto riguarderebbe solo la scocca portante e non il pianale giusto?

ciao


ps. beh, 7 airbag come base non è affatto male, se lavorano così secondo me i risultati li portano a casa, certo non ci si poteva aspettare di avere dei risultati dalla 600...

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 12/05/2005, 23:16

Scusate... ma il nono air bag quale sarebbe? Comunque il pianale è parte integrante della scocca, non un componente distinto, quindi credo che gli irrobustimenti abbiano riguardato anche "lui"...
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 12/05/2005, 23:41

I 7 AB sono i soliti & + AB ginocchia guidatore... i 2 opzionali sono i 2 dietro.

Notare che AR 159 sarà una delle primissime ad offrire l?AB ginocchia anche per il passeggero.

Per Freni, sicurezza attiva e passiva, copio integralmente il comunicato stampa:
Impianto frenante

In linea con gli elevati obiettivi di sicurezza attiva, la Nuova Croma è equipaggiata con sistemi frenanti di elevata efficacia e di eccellente modulabilità.
Innanzitutto, il sistema frenante è dotato dei più sofisticati sistemi elettronici e meccanici di ausilio – quali ABS, EBD, ESP, HBA (con ESP), Hill-holder (con ESP) – ed è di tipo idraulico servo-assistito costituito da 2 circuiti indipendenti incrociati (ogni circuito agisce su una ruota anteriore e su quella posteriore diagonalmente opposta) per garantire la frenata e la stabilità anche in caso di avaria di un circuito.
Tutta la gamma è equipaggiata con dischi freno anteriori ventilati e dischi freno posteriori (ventilati su versioni con 1.9 Multijet 16v e 2.4 Multijet 20v). Inoltre, per le differenze di peso e di potenza delle diverse motorizzazioni, l’impianto freni presenta le seguenti differenze.
Motorizzazioni 1.9 Multijet 8v e 2.2 MPI 16v:
• disco ventilato di diametro 285 X 25 mm;
• pinze freni Teves con pistoncino di diametro 57 mm;
• pinze freni posteriori TRW diametro 41 mm;
• disco non ventilato 278 X 12 mm.
Motorizzazioni 1.9 Multijet 16v e 2.4 Multijet 20v:
• disco ventilato di diametro 305 x 25 mm;
• pinze freni TRW con pistoncino di diametro 60 mm;
• pinze freni posteriori TRW con pistoncini 41 mm;
• dischi freno ventilati 292 X 20 mm.
Con queste caratteristiche tecniche si ottiene l’eccellente prestazione di uno spazio di frenata che va dai 36,2 ai 36,9 metri a seconda delle versioni (partendo da una velocità di 100 km/h).

Pneumatici

Tutti i pneumatici di Fiat Croma sono studiati per ottimizzare le prestazioni in ogni situazione, con particolare attenzione al comfort ma anche alla capacità di mantenere la traiettoria in curva fino alla capacità di assorbimento degli ostacoli.
I pneumatici adottati sono: 205/55 R16 (con cerchio lamiera) – 215/55 R16 (con cerchio in lega) – 215/50 R17 (con cerchio in lega) – 225/45 R18 (con cerchio in lega).



Sicurezza ai vertici del segmento

L’elevato livello di sicurezza della Croma è garantito da interventi strutturali per garantire nei crash l’indeformabilità della cellula dell’abitacolo, dall’adozione di serie di 7 airbag e da dispositivi di sicurezza attiva quali ad esempio ABS ed ESP.


Sicurezza passiva


In questo ambito i tecnici di Fiat Auto hanno preso in esame tutti i possibili tipi d’incidente (urti frontali, laterali, ribaltamento, tamponamento e incendio), tenendo conto delle diverse velocità alle quali possono avvenire gli urti, i differenti tipi di ostacolo e la tutela di occupanti con caratteristiche fisiche anche molto differenti tra loro. Ecco alcuni numeri che testimoniano l’impegno profuso dall’Azienda per fare della Nuova Croma una delle vetture più sicure nel proprio segmento: 18.000 ore di calcoli, 120 crash tests, 100 simulazioni di crash su slitta HyGe, 200 prove su componenti e sottosistemi, 10 nuove tipologie di specifiche prestazionali e procedure di prova, 8 fornitori codesign con strutture specifiche per la sicurezza passiva (2 dei quali coinvolti esclusivamente per la progettazione e la realizzazione dei dispositivi di sicurezza).
Attraverso le prove effettuate è stato possibile mettere a punto una cellula indeformabile a protezione dei passeggeri negli urti frontali: la struttura anteriore è costituita da 3 linee longitudinali di carico formate dai puntoni anteriori di materiale alto resistenziale, telaio di meccanica nella parte inferiore e 2 ulteriori travi a filo parafango che bloccano con la loro deformazione le sollecitazioni che giungono nella parte superiore del veicolo.
Inoltre la traversa in magnesio – posta fra i due montanti anteriori al di sotto della plancia – garantisce un robusto collegamento oltre che fra i montanti anche con il pavimento al quale è collegata tramite due rinforzi in acciaio. Questa architettura contribuisce in modo significativo all’indeformabilità di tutta la zona anteriore dell’abitacolo sia negli urti frontali sia in quelli laterali. Inoltre, fungendo da struttura di supporto al piantone sterzo, minimizza la possibilità di arretramento ed innalzamento del volante in tutti i tipi di urti frontali.
In dettaglio, per proteggere gli occupanti in caso di urti laterali a livello strutturale si è agito:
• sul montante centrale, prodotto in lamiera ad altissima resistenza strutturale e riempito di schiuma strutturale nella zona di maggiore flessione. In questo modo il montante trasferisce la maggior parte delle forze di impatto al brancardo e al telaio padiglione;
• sul pavimento, realizzando 2 traverse sedili che scaricano parte delle forze di impatto anche sul lato opposto vettura;
• sul padiglione, inserendo una longherina trasversale in corrispondenza dei 2 montanti centrali;
• sulle porte, inserendo una traversa scatolata nella zona cintura e delle barre longitudinali realizzate con materiale ad altissima resistenza strutturale.
Per gli urti posteriori, in particolare a bassa velocità, la presenza di una traversa “crash box” avvitata garantisce danni limitati e semplicità di riparazione. Inoltre, per garantire la non danneggiabilità dell’impianto di alimentazione la struttura è stata sottoposta con successo alla prova prevista dalla severa regolamentazione giapponese. Le prestazioni strutturali della scocca sono state anche ottenute utilizzando acciai speciali per oltre il 40% del peso.
Per quanto riguarda i sistemi di ritenuta Croma offre:
• 2 airbag frontali dual stage (di serie): quando l’urto è di media severità la centralina elettronica comanda solo il primo stadio di attivazione degli airbag evitando l’immissione di energia non necessaria per la protezione dell’occupante. Viceversa per urti molto severi la centralina attiva entrambi gli stadi onde poter assorbire la maggiore energia cinetica dell’occupante prima che esso impatti contro il volante o la plancia;
• cinture di sicurezza anteriori con pretensionatori e limitatore di carico;
• sensori supplementari decentrati in vano motore di rilevazione urto frontale. Questi sensori di decelerazione posti sulle estremità della traversa portafari, nei pressi dei fari, (ECS – Early Crash Sensor) aiutano la centralina elettronica principale ad anticipare l’intervento degli airbag rispetto ad un sistema tradizionale, soprattutto in caso di impatto disossato;
• airbag ginocchia lato guidatore (di serie): la zona sotto il piantone, tipicamente la più pericolosa per le ginocchia, è resa inoffensiva, oltre che dall’utilizzo del bag ginocchia, dall’utilizzo di un bloccasterzo con attuazione elettrica, che ha comportato lo spostamento della chiave di accensione dalla posizione tradizionale (a lato piantone) alla caratteristica posizione sul mobiletto tunnel centrale. Inoltre, sono stati adottati assorbitori di energia in PoliPropileneEspanso a protezione del piantone stesso e della contigua centralina fusibili;
• dispositivo anti-whiplash “passivo” sugli appoggiatesta anteriori, costituito da un cinematismo “a bilanciere” agente tra la zona superiore dello schienale e l’appoggiatesta stesso. Il principio di funzionamento, in caso di urto posteriore (tamponamento), sfrutta la spinta della schiena dell’occupante sullo schienale per far avanzare l’appoggiatesta, riducendo così ulteriormente la distanza orizzontale fra l’appoggiatesta e la nuca del passeggero rispetto alla condizione statica definita dallo stile;
• sensori di cintura allacciata dei posti anteriori (Seat belt reminder);
• interruttore manuale di disabilitazione airbag per airbag passeggero;
• airbag laterali anteriori (di serie): essi sono di tipo toracico e garantiscono insieme ai pannelli porta la protezione di zone critiche del corpo come costole e addome. La loro installazione su sedile garantisce sempre la massima efficacia;
• window bag (di serie): essi si attivano insieme ai bag laterali e si frappongono fra l’occupante e l’esterno della vettura impedendo il contatto della testa contro oggetti altamente intrusivi. Poiché la sua estensione va dal montante anteriore al vano bagagliaio, i bag a tendina proteggono sia i passeggeri anteriori sia quelli posteriori;
• airbag laterali posteriori (optional): i side bag sono di tipo toracico e garantiscono insieme ai pannelli porta la protezione di zone critiche del corpo come costole e addome. La loro installazione sui fianchi dello schienale del sedile garantisce sempre la massima protezione.


Sicurezza attiva

La Nuova Fiat Croma è dotata dei più sofisticati sistemi elettronici e meccanici di ausilio:
• ABS: sistema antibloccaggio ruote.
• EBD: ripartitore di frenata elettronico.
• ESP: sistema di controllo attivo della dinamica longitudinale e trasversale del veicolo.
Sulle versioni con motorizzazioni da 147, 150 e 200 CV l’ESP è di serie e include i seguenti sistemi aggiuntivi:
• ASR: limita lo slittamento delle ruote motrici in accelerazione, per prevenire sovrasterzo o sottosterzo di potenza e migliorare lo spunto su fondi a scarsa aderenza.
• MSR: sistema antibloccaggio del motore in decelerazione che apre e chiude la farfalla adattando via via l’azione frenante del motore alla situazione di marcia del momento.
• HBA: assistente elettronico idraulico di frenata che incrementa automaticamente la pressione del circuito frenante durante la frenata da panico.
• Hill-holder: automatismo per lo sbloccaggio dei freni dopo sosta su pendenza.
In particolare, il sofisticato ESP (Electronic Stability Program) interviene nelle condizioni prossime al limite, quando è a rischio la stabilità della vettura e aiuta il guidatore a controllare l’auto. Per ottenere questo risultato, l’ESP verifica di continuo l’aderenza dei pneumatici al terreno sia in senso longitudinale sia in senso laterale e, in caso di sbandata, interviene per ripristinare la direzionalità e la stabilità dell’assetto. Tramite sensori rileva, infatti, la rotazione della vettura attorno al suo asse verticale (velocità d’imbardata), l’accelerazione laterale dell’auto e l’angolo del volante impostato dal guidatore (che indica la direzione scelta). Confronta, poi, questi dati con i parametri elaborati da un computer e stabilisce, attraverso un complesso modello matematico, se la vettura sta percorrendo la curva entro i limiti di aderenza, oppure se è in procinto di sbandare di muso o di coda (sottosterzo o sovrasterzo). Per riportarla sulla traiettoria corretta, genera, dunque, un momento d’imbardata contrario a quello che causa l’instabilità, frenando singolarmente la ruota opportuna (interna od esterna) e riducendo la potenza del motore (agisce sulla farfalla). Proprio qui sta la peculiarità del dispositivo realizzato per Fiat Croma. I suoi interventi sui freni, infatti, sono modulati in modo da essere i più dolci possibili (e quindi non disturbare la guida) e la riduzione della potenza del motore è contenuta, per garantire sempre ottime prestazioni e grande piacere di guida. L’ESP è sempre inserito.
Infine, parte integrante dell’ESP è il sistema Hill Holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita. Funziona quando la centralina ESP percepisce la variazione di inclinazione della vettura attraverso un sensore di accelerazione longitudinale posto sul pavimento sotto il sedile del passeggero. In fase di spunto in salita, dunque, la centralina si predispone all’intervento in presenza della prima marcia inserita e dei pedali del freno e della frizione premuti. Così la pressione alle pinze anteriori viene mantenuta per circa 1,5 secondi dopo aver rilasciato il pedale del freno consentendo al guidatore di partire con facilità. In caso di partenze in discesa con la prima marcia inserita la funzione Hill Holder non si attiva. Lo stesso comportamento si ha con la retromarcia inserita: nelle partenze in discesa il sistema è attivo, mentre nelle partenze in salita è disattivato.
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti