[I vizi degli italiani al volante] Parliamone...

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

[I vizi degli italiani al volante] Parliamone...

Messaggio da mariopagnanelli » 09/11/2009, 1:33

Vedi: http://www.sicurauto.it/esperto/articol ... om=&ucat=9&

Ho solo ora l'articolo di Bruno Pellegrini, citato a piè di pagina della homepage di questo sito.

Come non essere d'accordo su tutto? Analisi concisa, essenziale, ma adeguata ed esauriente. Un gioiello.

Ma soprattutto...cosa possiamo fare noi?
Lo staff del sito sta già facendo la sua campagna ...(per carità già ottima)
Mi sembra però più aderente a quanto ho osservato anch'io, questa analisi.
In particolare, condivido quanto sia prioritaria l'importanza del mantenimento (e controllo)
della distanza di sicurezza.
Suggerisco di tenerla presente per "correggere un pò il tiro"
Io sarò il primo a firmare (di nuovo...)

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da Federico Autotecnica » 13/11/2009, 19:20

Un amico australiano in Italia per un periodo, mi ha fatto notare che noi Italiani siamo quotidianamente da galera paragonati al loro stile di guida.
La notizia di un pedone investito sulle strisce pedonali, andrebbe di certo sulla prima pagina dei giornali e in tv al notiziario tanto è un evento raro. Da noi si verifica quasi quotidianamente, tanto rispettiamo il prossimo.
Correggere le nostre brutte abitudini è un impresa ardua, noi la buona volontà la mettiamo, vediamo se riusciamo a cambiare qualcosa :ciao
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da mariopagnanelli » 13/11/2009, 22:48

Vero.
Anche un mio amico mi ha raccontato di come si circola in Australia...tranquillità assoluta.
Da noi se ti distrai un attimo sei rovinato. Un inferno.
Ma non possiamo fare affidamento sulla buona volontà... se ce la mette solo "qualcuno".
Basterebbe sanzionare veramente chi se lo merita... e non il solito sfortunato che è caduto in una trappola...
Vedrai come cambiano le cose!

500L
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 331
Iscritto il: 26/09/2009, 11:36
Località: Palermo

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da 500L » 14/11/2009, 0:11

Mi viene da rimettere pensando alla nostra gente... tutta terrorizzata dall'influenza suina, poi continua a guidare come sempre senza cintura, mandando sms col cellulare e tenendo i bambini in braccio :x


Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da SicurAUTO » 14/11/2009, 8:42

Esatto è incredibile vedere come la percezione del rischio stradale sia rasente lo zero ;(
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da Federico Autotecnica » 14/11/2009, 14:16

500L ha scritto:Mi viene da rimettere pensando alla nostra gente... tutta terrorizzata dall'influenza suina, poi continua a guidare come sempre senza cintura, mandando sms col cellulare e tenendo i bambini in braccio :x
Questa mi piace !! rende perfettamente l'idea bravo !! :ok
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da mariopagnanelli » 15/11/2009, 0:02

Volevo portare l'attenzione in particolare su un tipo di comportamento la cui pericolosità credo sia sottostimata...:
I SORPASSI INUTILI !!!
Come faceva notare giustamente Bruno Pellegrini,
quei pochi che rispettano una giusta distanza di sicurezza (aggiungo io, specie se il traffico è congestionato e di conseguenza rallentato), vengono sistematicamente sorpassati dal solito "furbo"....
Reazione collettiva: stringere gli spazi per non consentire azioni "scorrette"....
Con la conseguenza che chi si comporta in modo pericoloso non è più uno solo, ma diventano tantissimi !!!
E' una cosa di una pericolosità epocale.
Parli con tanta gente, e sembra la cosa più naturale del mondo:" Ma non puoi stare così lontano...se no ti passano davanti..."
Se invece di tanti accessori di dubbia utilità, le nostre vetture fossero tutte corredate di telecamera sempre accesa, sarebbe molto più facile accertare colpevoli e responsabilità in modo oggettivo e certo, e non solo basato su testimonianze
non sempre verificabili ... o disponibili !

500L
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 331
Iscritto il: 26/09/2009, 11:36
Località: Palermo

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da 500L » 15/11/2009, 8:18

Questo è un problema con cui mi scontro anch'io, finendo per rallentare tutta la colonna per rispettare comunque la distanza di sicurezza (al contrario della stragrande maggioranza degli italiani, evidentemente alquanto... dell'altra sponda, non mi sento a mio agio stando vicino al sedere dell'auto che mi precede).
Riguardo le telecamere la loro applicazione sulle auto si scontra con problemi di privacy, molto meglio avere un'estesa presenza di forze dell'ordine ed incentivarle a contestare le infrazioni direttamente al conducente anzichè annotare la targa e spedire il verbale a casa, il che è sempre meno "educativo".

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da Federico Autotecnica » 15/11/2009, 19:26

500L ha scritto:molto meglio avere un'estesa presenza di forze dell'ordine ed incentivarle a contestare le infrazioni direttamente al conducente anzichè annotare la targa e spedire il verbale a casa, il che è sempre meno "educativo".
Concordo !
posso aggiungere che non servono una marea di pattuglie, a mio parere è sufficiente avere nella flotta della stradale alcune vetture "borghesi" con registrazione video... in questo modo l'automobilista "scorretto" non è mai certo di passare inosservato.
In Germania questa prassi da ottimi risultati :ciao
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [ I vizi degli italiani al volante]

Messaggio da mariopagnanelli » 15/11/2009, 21:57

500L ha scritto:Questo è un problema con cui mi scontro anch'io, finendo per rallentare tutta la colonna per rispettare comunque la distanza di sicurezza (al contrario della stragrande maggioranza degli italiani, evidentemente alquanto... dell'altra sponda, non mi sento a mio agio stando vicino al sedere dell'auto che mi precede).
Si vede che la sensazione di "rallentare" tutta la colonna è un timore diffuso...
basta fare un semplice calcolo aritmetico per rendersi conto subito che trattasi solo di una sensazione,
e non certo di un dato oggettivo.
Il calcolo va fatto sulla velocità media di quel tratto di strada, a valle dell'ingorgo (quello che conta è a che ora arriviamo a destinazione): partire 20 m prima o 20 m dopo nell'economia di un viaggio in macchina è assolutamente ininfluente.
Per quanto potremo andare piano, se andiamo ai 60 all'ora, 20 m si fanno in 1 secondo e 2 decimi....

Riguardo le telecamere la loro applicazione sulle auto si scontra con problemi di privacy,
Si vede che non conosci bene la normativa.
La privacy riguarda il trattamento dei dati sensibili.
Quello che avviene per la strada (e in particolare la conduzione di un veicolo) avviene sotto gli occhi di tutti, ed è quanto di meno privato possa esserci.
Infatti, tutti gli automezzi hanno tanto di targa ben leggibile da chiunque.
Se non sei convinto, poni il quesito direttamente al Garante per la Privacy (che si guadagni da vivere anche lui...).

molto meglio avere un'estesa presenza di forze dell'ordine ed incentivarle a contestare le infrazioni direttamente al conducente anzichè annotare la targa e spedire il verbale a casa, il che è sempre meno "educativo".
Ma sai cosa costerebbe avere una vigilanza veramente capillare?
Abbiamo già visto che non funziona.
Non è possibile che gli agenti siano sempre "sul posto" ogni volta che succede una scorrettezza.

Il vero problema è un altro:
se avessimo "a monte" una segnaletica rigorosamente sempre adeguata alla situazione.
e una sanzione sempre proporzionata alla gravità dell'infrazione,
in altra parole, un vero esempio di correttezza da parte delle nostre autorità,
non ci sarebbe alcuna difficoltà da parte della stragrande maggioranza degli utenti, al sentirsi costantemente "spiati",
consapevoli che "male non fare, paura non avere" , e confortati dal sapere che, quei pochi che rovinano tutto, riceveranno quello che si meritano...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti