[Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

giulio84
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 7
Iscritto il: 31/07/2011, 19:05
Nome: Giulio

[Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da giulio84 » 31/07/2011, 19:24

Buongiorno,
premetto che ho già letto i precedenti post che trattano l'argomento, ma il caso che vi sottopongo è abbastanza particolare.
Strada a doppio senso di marcia ma molto stretta (direi attorno ai 4 mt), auto posteggiate (non in divieto) sul lato dx della strada, tale per cui la carreggiata rimasta libera consente il passaggio solamente di una autovettura è una stradina vicino al mare).
Il guidatore vedendo un posto libero sulla dx, si arresta, mette la freccia a dx e inizia la manovra di parcheggio a S; poichè sul lato dx della strada c'è una recinzione, a metà della manovra, quindi con la auto in posizione obliqua (o poco più, ma tale per cui una autovettura non riusciva a sorpassare agevolmente l'autovettura in fase di parcheggio), il guidatore arresta l'auto per permettere la discesa dei passeggeri e parcheggiare l'auto il più vicino possibile alla recinzione. In questo momento, il passeggero posteriore sinistro apre la portiera e alcuni secondo dopo un'auto che sopraggiunge da dietro urta la portiera girandola a quasi 180°.
Premetto che è stata chiamata la Polizia Locale, la quale ha redatto verbale; il guidatore dell'auto in fase di parcheggio dichiara che l'auto non aveva completato la sosta e che la posizione dell'auto non permetteva ad altre autovetture di sorpassare in sicurezza (e dichiara i vari dettagli di cui sopra); il guidatore dell'auto che ha sorpassato e urtato la portiera dichiara il contrario, cioè che l'auto era in sosta ed improvvisamente l'auto ha aperto la portiera.
Aggiungo che la portiera non è stata colpita "in pieno" ma sul bordo, tant'è che c'è una ammaccatura che lo dimostra.
I poliziotti hanno fatto le rilevazioni del caso e hanno preso le dichiarazioni.
Volevo sapere dunque:
- di chi è la colpa e chi lo stabilisce (polizia o periti assicurativi)?;
- come si procederà adesso? avvertite le assicurazioni usciranno i periti?
- quali sono più o meno i tempi tecnici e le varie vicissitudini che seguiranno?
Vi ringrazio in anticipo, se servono altri dettagli chiedete pure.
Grazie.

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da mariopagnanelli » 31/07/2011, 23:24

Vanno tutti come dei matti... !

Molto dipenderà da come vengono interpretate le testimonianze.
Sarebbe stato un grosso colpo di fortuna un testimone esterno...

Ecco un particolare tecnico che non avevo ancora pensato:
(questo sarebbe un altro di quei casi che si risolverebbe immediatamente con telecamera e scatola nera...)
uno dei dati da far memorizzare alla scatola nera è anche l'apertura portiere !

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da avv_ben » 01/08/2011, 14:37

A mio parere se la manovra di parcheggio era terminata, la colpa è di chi ha aperto la portiera, mentre se la manovra era in corso...la colpa è sempre di chi ha aperto la portiera!

Non mi risultano esservi norme che tutelano chi sta parcheggiando dai veicoli sopravvenienti. Tanto meno ha tutela il conducente del veicolo la cui portiera si apre cagionando un sinistro. A meno che le circostanze di fatto ci dicano qualcosa in più.

Questo qualcosa in più deve dimostrare che il veicolo sopravveniente non ha osservato tutte le regole di prudenza. Se però la portiera si è aperta poco prima dell'urto, non credo ci sia margine per il proprietario-conducente del veicolo in manovra di parcheggio.

Quanto alla domanda su chi decide, in prima battuta il liquidatore della compagnia di assicurazione deve fare un'offerta sulla base di una sua valutazione del sinistro. Questo dev'essere un sinistro in risarcimento diretto quindi il liquidatore della propria compagnia valuterà la responsabilità e farà un'offerta.

Questa valutazione si baserà sul verbale delle autorità intervenute.

Se la decisione non piace, si può non accettare (incassando in acconto gli eventuali assegni inviati) e fare causa.

In bocca al lupo.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

giulio84
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 7
Iscritto il: 31/07/2011, 19:05
Nome: Giulio

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da giulio84 » 01/08/2011, 19:43

avv_ben ha scritto:...A meno che le circostanze di fatto ci dicano qualcosa in più...Questo qualcosa in più deve dimostrare che il veicolo sopravveniente non ha osservato tutte le regole di prudenza...
come dicevo la posizione dell'auto che stava parcheggiano era tale da occupare gran parte della sede stradale tale per cui un sorpasso sarebbe stato (e lo è stato) non in sicurezza, finendo con moltra probabilità con le ruote del lato sinistro sull'erba oltre la sede stradale.
La polizia locale ha effettuato i rilievi e ha fatto le foto sia ai danni sia al luogo ove è avvenuto l'incidente.
Spero che il verbale che abbiano redatto sia completo e illustri con chiarezza la situazione riscontrata.
avv_ben ha scritto:Questa valutazione si baserà sul verbale delle autorità intervenute.
Quindi la polizia locale stenderà un verbale con riportate le responsabilità? oppure stenderà un verbale su quello che hanno riscontrato e poi saranno i periti a trarre le loro conclusioni?
avv_ben ha scritto:Quanto alla domanda su chi decide, in prima battuta il liquidatore della compagnia di assicurazione deve fare un'offerta sulla base di una sua valutazione del sinistro. Questo dev'essere un sinistro in risarcimento diretto quindi il liquidatore della propria compagnia valuterà la responsabilità e farà un'offerta.
Beh ma se i due liquidatori non si trovano d'accordo? non riesco proprio a capire chi debba stabilire le responsabilità.

Comunque vi ringrazioni molto per le risposte che fin qui mi avete dato.
Speriamo bene!

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da avv_ben » 02/08/2011, 10:38

Per quanto riguarda la questione del sorpasso malagevole, bisogna chiarire un concetto: non ogni violazione o manovra azzardata incide sulla responsabilità, ma solo quelle che si pongono in un rapporto di causalità con l'evento dannoso.

La domanda è: se dal veicolo in parcheggio non si apriva la portiera l'incidente si verificava? Se la risposta è sì allora c'è concorso, altrimenti, secondo me, no.

Quanto alla responsabilità il discorso è semplice: la responsabilità non si "decide", ma si concorda. L'accordo deve avvenire tra il danneggiato e l'assicurazione. Per decenni il rapporto era danneggiato/assicuratore del responsabile; poi hanno introdotto il sistema del risarcimento diretto, che ben lungi dal semplificare la procedura, ha inrealtà introdotto un passaggio in più: il rapporto diventa danneggiato/proprio assicuratore + proprio assicuratore/assicuratore del responsabile.
Su questi rapporti si instaura la procedura di arbitrato tra liquidatori, attraverso i liquidatori dell compagnie si mettono d'accordo, che ci porta ancora più lontano dalle reali parti in causa e dalla reale dinamica dell'incidente.

Nella pratica la responsabilità non viene concordata, ma decisa sommariamente dai liquidatori, che spesso commettono errori grossolani nel giudizio. Certo, se c'è una multa a uno dei due, di solito si decide per la ragione dell'altro, purchè la multa sia connessa all'evento dannoso.

Per questo io consiglio sempre di avvalersi di un legale, perchè così si spostano gli equilibri, che altrimenti sono tutti a sfavore del danneggiato.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da Kunta Kinte » 02/08/2011, 15:33

giulio84 ha scritto: Volevo sapere dunque:
- di chi è la colpa e chi lo stabilisce (polizia o periti assicurativi)?;
- come si procederà adesso? avvertite le assicurazioni usciranno i periti?
- quali sono più o meno i tempi tecnici e le varie vicissitudini che seguiranno?
Vi ringrazio in anticipo, se servono altri dettagli chiedete pure.
Grazie.
Gli genti NON danno colpe o ragioni......si limitano a are le rilevazioni, foto ecc.

Esendo le assicurazioni società private fanno come gli pare.........non è raro che persone sanzionate abbiano avuto ragione dall'assicurzione. :grr

Ovviamente ci sarano delle verifche da parte dei periti, l'esito delle perizie e durata della pratica è tutto una questione di fortuna. :-[
Immagine

meglio fare una multa in meno che farne una sbagliata L.Ciccola

giulio84
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 7
Iscritto il: 31/07/2011, 19:05
Nome: Giulio

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da giulio84 » 02/08/2011, 16:33

Beh ho già capito che dovrà aspettare e soprattutto...sperare!
Non mi sembra comunque un metodo giusto, dove le assicurazioni non tutelano il proprio assicurato ma agiscono a tutela loro e del sistema assicurativo.
Grazie ancora.

GTturbo
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 374
Iscritto il: 20/07/2011, 23:10
Nome: Amedeo

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da GTturbo » 02/08/2011, 21:04

Stando a quello che scrivi concordo con l'avvocato, sia ad auto ferma che in movimento e chi apre la portiera che deve avere la certezza che non arrivi nessuno da tergo.
Non circolano solo auto ma anche motorini e bici (che in quel caso avrebbero avuto lo spazio per passare).
Scusa ma da quello che scrivi deduco che l'auto sia dotata di portiere posteriori, quindi perchè fermarsi di traverso per far scendere i passeggeri.
L'unico che avrebbe avuto problemi a scendere sarebbe stato il passeggero affianco al guidatore mentre chi ha aperto la portiera non avrebbe avuto problemi a scendere a fine parcheggio (così come tutti i passeggeri posteriori).
Comunque aspetta il verbale e poi comportati di conseguenza.

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da mariopagnanelli » 03/08/2011, 0:53

Mi rendo conto solo adesso che davo per scontata una cosa che non lo è ...

ovvero: che chi deve aprire la portiera deve prima guardare...
e così fosse stato anche in questo caso,
nel senso che nell' (ipotetico) tratto di strada visibile non arrivava nessuno, ma che il veicolo sopraggiungente procedesse ad una velocità tale da non riuscire a fermarsi in tempo (o a vederlo in tempo, a seconda di chi è il soggetto).

Ovvero (domanda per Giulio):
la strada era rettilinea e senza ostacoli alla vista (e quindi bastava guardare indietro prima di aprire la portiera per scendere),
oppure il veicolo sopraggiungente era "nascosto" da un ostacolo alla vista (es. curva),
(e quindi, capovolgendo la visuale, non potendo sapere cosa c'era dietro la curva, avrebbe dovuto procedere ad una velocità più moderata, in modo da potersi fermare in caso di ostacolo...)?

Quanti erano esattamente, questi "qualche secondo", fra l'apertura e il botto?




(Domanda per gli esperti del Forum: sono pertinenti questi fattori?)

giulio84
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 7
Iscritto il: 31/07/2011, 19:05
Nome: Giulio

Re: [Incidente] apertura portiera auto (caso particolare)

Messaggio da giulio84 » 03/08/2011, 15:43

mariopagnanelli ha scritto: Ovvero (domanda per Giulio):
la strada era rettilinea e senza ostacoli alla vista (e quindi bastava guardare indietro prima di aprire la portiera per scendere),
oppure il veicolo sopraggiungente era "nascosto" da un ostacolo alla vista (es. curva),
(e quindi, capovolgendo la visuale, non potendo sapere cosa c'era dietro la curva, avrebbe dovuto procedere ad una velocità più moderata, in modo da potersi fermare in caso di ostacolo...)?

Quanti erano esattamente, questi "qualche secondo", fra l'apertura e il botto?
Non vi erano ostacoli alla vista e la strada era rettilinea.
Non lo ricordo con certezza ma lo sportello era aperto da circa 3/4 secondi, giusto il tempo per il passeggero di prendere una borsa e accigersi a lasciare l'auto. Ha fatto giusto in tempo ad accorgersi del botto e tirare dentro la gamba.
GTturbo ha scritto: Stando a quello che scrivi concordo con l'avvocato, sia ad auto ferma che in movimento e chi apre la portiera che deve avere la certezza che non arrivi nessuno da tergo.
Scusa ma da quello che scrivi deduco che l'auto sia dotata di portiere posteriori, quindi perchè fermarsi di traverso per far scendere i passeggeri.
L'unico che avrebbe avuto problemi a scendere sarebbe stato il passeggero affianco al guidatore mentre chi ha aperto la portiera non avrebbe avuto problemi a scendere a fine parcheggio (così come tutti i passeggeri posteriori)
L'auto era ferma e faceva scendere i passeggeri poichè la recinzione non permetteva la discesa ai passeggeri sul lato destro. Nel contempo scendeva anche il passeggero posteriore sinistro, non mi sembra un reato questo e non mi sembra rilevante ai fini del torto o ragione.
Quello che volevo sottolineare è che l'auto non fosse ancora in sosta, bensì in fermata, cosa diversa.
GTturbo ha scritto: Non circolano solo auto ma anche motorini e bici (che in quel caso avrebbero avuto lo spazio per passare)
Ho riportato questo fatto perchè l'agente di polizia locale ci ha spiegato che se fosse palese che l'auto fosse in posizione tale da impedire il passaggio di altri autoveicoli in sicurezza, il guidatore dell'auto che ha colpito la portiera sarebbe nel torto perchè ha compiuto una manovra pericolosa.

Ribadisco comunque che il sistema assicurativo è una fregatura; a meno di situazioni di palese torto o ragione, i liquidatori agiranno a loro tutela ed a tutela del sistema assicurativo.
Per esempio, se A e B hanno un sinistro dove il torto o ragione è difficile da dimostrare, A ha un danno di €. 1.000 e B un danno di €. 10.000; i liquidatori saranno più propensi ad accordarsi sul dare la ragione ad A in quanto la somma che il liquidatore di B dovrà sborsare sarà molto inferiore rispetto a quella che dovrebbe sborsare A se la ragione fosse data a B.
Mettici dentro accordi vari tra gli stessi liquidatori ed il gioco è fatto. A meno di azione legale da parte di uno degli assicurati la faccenda si risolve a favore delle assicurazioni.

Basti pensare che si parla di "accordo" tra i liquidatori e basti pensare alla velocità con cui tale "accordo" viene stabilito. Se l'accordo dovessero stabilirlo le parti in causa voglio proprio vedere quanto ci metterebbero!

Dovrebbe esistere una sezione apposita dei Tribunali per valutare in modo rapido i sinistri stradali dove non si arriva ad un accordo tra le parti (dove A o B non ammettono di avere torto o ragione). In tal modo il Giudice, sulla base di CID, testimonianze e verbali degli enti preposti, possa stabilire indiscutibilmente chi ha torto e chi ragione.
Lo so che attualmente una persona può avviare una procedura presso il Tribunale nel caso non si trovasse d'accordo con i liquidatori, ma tenuto conto dei tempi e costi della italiana uno ci pensa su qualche volta prima di intraprendere una azione legale.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti