Incidente con auto non mia, proprietario a bordo...chi paga?

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
ai65755
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 06/01/2009, 22:08

Incidente con auto non mia, proprietario a bordo...chi paga?

Messaggio da ai65755 » 06/01/2009, 22:28

Salve a tutti, sono nuovo del forum, e per iniziare... dopo gli auguri per un felice anno nuovo a tutti.... vi racconterò ciò che mi è accaduto 2 mesi fa e che mi tormenta da un mese...

Circa 2 mesi fa, dopo aver conosciuto una ragazza in un locale, per andare a casa mia, lei mi propone di guidare la sua auto, perchè riteneva di aver bevuto e non essere idonea alla guida (anche se a mio avviso stava bene); accetto di guidare nonostante fossi stanco e sicuramente più annebbiato di lei. Guido con cautela fino a pochi metri da casa mia, ad un semaforo alla velocità di circa 50 km/h freno leggermente in ritardo, l'auto, una Lancia Ypsilon del 2003, slitta per una cinquantina di cm sui binari del tram bagnati e tocca lievemente l'auto di fronte: una volkswagen passat. Il conducente della Passat controlla la sua auto, nota che non è successo niente, mi saluta e riprende la sua strada. La Lancia Ypsilon presenta con alcuni graffi al paraurti anteriore ed una lieve ammaccatura provocata dal gancio di traino della Passat. Arriviamo a casa mia, lei controlla la macchina ma non dice nulla, rimandando un controllo efficace e la decisione da prendere a data da definire; saliamo in casa.....

Dopo un mese che non la rivedevo più mi comunica che aveva portato l'auto dal meccanico e il preventivo: 800 euro sosteneendo che è da cambiare tutto il pezzo frontale e che sono stati danneggiati dei sensori interni; l'auto ovviamente non ha alcun problema tecnico che le impedisce di funzionare, solo un fattore estetico.
Lei ha 29 anni, lavora ormai da 4 anni (lavoratrice dipendente: consulenza e auditing per aziende); io ne ho 21 e studio (nullatenente);

a parte per l'entità del danno( 800 euro sono una cifra assolutamente imporponibile) vorrei capire :

a) se sono veramente tenuto a risarcire il danno in toto
b)che percentuale di causa avrei in questo "incidente"
c) nel caso mi rifiutassi di collaborare/pagare, lei potrebbe indire una causa nei miei confronti? (non ci sono testimoni, credo sappia a malapena come mi chiamo, ha solo il mio numero di telefono, e non ricorda certamente dove abito)

vorrei uscirne da questa storia nel modo più etico, legale, ma sopratutto economico possibile ;)


Spero di essere stato abbastanza chiaro nei dettagli,

Grazie mille a tutti coloro che mi risponderanno ed ancora felice anno nuovo

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: Incidente con auto non mia, proprietario a bordo...chi paga?

Messaggio da dami65 » 06/01/2009, 22:49

:welcome:
vorrei uscirne da questa storia nel modo più etico, legale, ma sopratutto economico possibile
Moralmente potresti quantomeno contribuire ai danni...
nel caso mi rifiutassi di collaborare/pagare, lei potrebbe indire una causa nei miei confronti? (non ci sono testimoni, credo sappia a malapena come mi chiamo, ha solo il mio numero di telefono, e non ricorda certamente dove abito)
.

Non vedo quali possano essere gli elementi che "imputano" la tua persona a tale responsabilità. Quindi... :ciao
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

ai65755
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 06/01/2009, 22:08

Re: Incidente con auto non mia, proprietario a bordo...chi paga?

Messaggio da ai65755 » 06/01/2009, 23:01

a) Moralmente vorrei contribuire con massimo un 20%, dopo essermi preso l'onere di far controllare l'auto da un altro meccanico.

b) sulla questione della causa: vorrei capire se tale persona sia disposta ad indire una causa nei miei confronti avendo come unico riferimento una conversazione sms della sera prima del sinistro e una conversazione tramite "messenger" in cui sostenevo che lei avesse insistito affinchè guidassi e in cui lei negava, a circa un mese dal sinistro.

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: Incidente con auto non mia, proprietario a bordo...chi paga?

Messaggio da dami65 » 06/01/2009, 23:40

a) Moralmente vorrei contribuire con massimo un 20%, dopo essermi preso l'onere di far controllare l'auto da un altro meccanico.
Sarebbe frustrante e ignobile...
b) sulla questione della causa: vorrei capire se tale persona sia disposta ad indire una causa nei miei confronti avendo come unico riferimento una conversazione sms della sera prima del sinistro e una conversazione tramite "messenger" in cui sostenevo che lei avesse insistito affinchè guidassi e in cui lei negava, a circa un mese dal sinistro.
Atti non producibili in giudizio, se non autorizzati esplicitamente da un giudice e dietro a formale querela. E' comunque a circa un mese dal sinistro, senza testimoni e quant'altro, come si può dimostrare che quel danno è avvenuto a seguito di quel sinistro che oltretutto non è stato neanche denunciato. E' come possiamo essere certi che il danno non sia post-incidente, dato che lo stesso ci viene reclamato dopo circa un mese dal primo, di lieve entità. Fermo restanto che TUTTI possono sporgere denunzia/querela nei confrondi di altri. Semplicemente basta recarsi presso una Caserma dei Carabinieri e far verbalizzare quello che si vuole. Sappiamo benissimo che se viene denunziato, ad esempio: "un ciuccio vola"... l'agente di turno deve scrivere testuali parole...Purtroppo trascorsi 15-20 gg. circa la macchina della giustizia si attiva, con aggravio di costi a sfavore sicuramente delle parti.
Dovrai avere pazienza... e fare attenzione... :ciao
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti