[Incidente stradale] valutazione dei danni

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
dogma77
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/06/2010, 16:24
Nome: Luca

[Incidente stradale] valutazione dei danni

Messaggio da dogma77 » 13/06/2010, 16:48

Salve,
ho 32 anni e lo scorso marzo sono stato coinvolto in un incidente stradale mentre mi recavo al lavoro (infortunio in itinere); praticamente sono stato centrato in pieno da una macchina in fase di sorpasso (con doppia riga continua). Trasportato d'urgenza all'ospedale mi hanno riscontrato la frattura di:
femore SX (scomposto) => fissatore esterno e successivamente vite, rotula SX => anello, calcagno SX => placca e viti, tibia e perone DX (scomposta ed esposta) => fissatore esterno, piatto tibiale DX => placca e viti, vertebra D11 => immobilizzazione a letto e radio DX => gesso. Nell'incidente ho subito anche un trauma cranico (ma alla tac dopo 1 mese l'ematoma risultava assorbito) con una cicatrice sopra l'occhio sx e una piccola resezione dell'intestino per un trama addominale. Dopo 20 giorni di ospedale e 2 interventi venivo dimesso. Dopo un mese mi veniva rimosso il gesso dal braccio.
Ad oggi (2,5 mesi) sono ancora fermo a letto o al massimo uso una carrozzina ma non riesco ad uscire di casa. Mi sono rivolto ad un avvocato perchè non ho, per fortuna, esperienze passate. Al momento non so ancora valutare le conseguenze di queste fratture perchè non mi lasciano ancora provare a camminare; la frattura del braccio dx sembra guarita abbastanza bene (è ancora poco mobile ma mi hanno detto che con il tempo recupera completamente); qualche volta ho una moderata emicrania che non so se collegare all'incidente.
Chiedevo se mi potete dare indicativamente l'ammontare di un risarcimento dei danni da me subiti e quali possono essere tenendo presente che, per ora, sembra che fino alla metà di luglio non mi tolgano il fissatore dalla tibia; se tutto va bene dovrei ritornare al lavoro per la fine di settembre.
Grazie
P.S. per i danni al veicolo hanno già provveduto a liquidarmi con 1500 euro (nonostante prima dell'incidente avessi fatto un contratto di acquisto di una macchina nuova che mi valutava l'usato 2000 euro ma l'avvocato mi ha detto che in base alle tabelle è un risarcimento corretto).

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Incidente stradale] valutazione dei danni

Messaggio da avv_ben » 15/06/2010, 16:39

Buongiorno,
innanzitutto in bocca al lupo per la tua purtroppo lenta guarigione, a giudicare da quello che scrivi, sembra una fortuna il fatto di poter raccontare l'incidente.
Sul danno auto non vale la pena di spendere troppe parole, ti basti sapere che tra il valore di un usato stimato da un venditore d'auto e il valore eurotax (sul quale si basano di norma le compagnie assicurative) ci può essere una differenza anche notevole, e poi se il tuo legale ti ha consigliato di accettare, ritengo dovresti stare tranquillo.

Anche perchè il risarcimento serio sembrerebbe essere quello delle lesioni. Se hai documentato la tua ragione al 100% allora è evidente che il risarcimento per le tue lesioni sarà di ben altro livello rispetto al danno auto.

Però, anche se capisco la tua curiosità e il tuo interesse per poter valutare quanto ti offriranno, devi capire che il tuo danno alla persona sarà un'operazione molto complessa.
Le tue lesioni devono venire quantificate da un medico legale, e in base a quella valutazione, esiste una tabellazione, non di legge perchè siamo fuori dal limite del 9%, ma indicata dai vari tribunali.

Anche con una valutazione del tuo medico legale di fiducia, bisognerebbe poi sapere quanto ha valutato il medico legale di fiducia della compagnia che ti deve risarcire. Poi si cercherà un accordo o si dovrà far causa.
Per tacere di altre voci di danno che riguardano il tuo lavoro, la cifra che ti liquiderà l'inail che andrà sottratta, eventuali aumenti personalizzati.
Si tratta, nel tuo caso, di una procedura risarcitoria molto complessa, che non può trovare adeguata valutazione in un forum.

Hai fatto bene a rivolgerti a un legale, ora devi cercare di avere fiducia in lui, perchè il suo interesse è quello di farti avere tutti i soldi che ti spettano.

Ti auguro di rimetterti in piedi quanto prima.

Per il risarcimento porta pazienza e dai fiducia a chi ti segue.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

dogma77
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/06/2010, 16:24
Nome: Luca

Re: [Incidente stradale] valutazione dei danni

Messaggio da dogma77 » 15/06/2010, 21:28

Grazie della veloce risposta. In effetti quando ho visto l'assegno che mi ha inviato la compagnia di assicurazione mi sono girati i cosiddetti, soprattutto visto che la macchina nuova che avevo ordinato prima dell'incidente (e che nel frattempo mi è arrivata e non sono ancora riuscito a vedere...), consegnando la macchina che mi hanno distrutto, la pagavo di meno...
Quello che volevo sapere, probabilmente non sono riuscito a spiegarmi bene, era quanto venivano valutate le fratture, senza contare eventuali, spero tantissimo di no..., residui o inablità rimaste dopo la guarigione.
So che la faccenda del risarcimento andrà molto per le lunghe, anche perchè da qual che mi hanno detto c'è di mezzo anche il processo penale che ha la precedenza.
Volevo inoltre sapere quali altri danni dovrò richiedere; per esempio il fatto che mia madre (e mio padre) abbia dovuto sorbirsi un invalido per oltre 2 mesi come si può valutare? E il periodo di immobilità che posso tranquillamente paragonare a 3 mesi non vissuti? Esistono tariffari per voci di questo tipo (che non posso dimostrare con fatture visto che per fortuna non devo pagare mia madre)?
Non è una questione di mancanza di fiducia nel mio legale, devo ancora incontrarlo vista la mia impossibilità a muovermi. Per ora si è occupato di tutto mio padre. E' solamente semplice curiosità che mi è venuta dopo aver visto l'assegno del risarcimento dei danni alla macchina; non vorrei insomma che mi liquidassero, dopo tutto quello che ho passato e che probabilmente ancora mi aspetta, con una semplice pacca sulle spalle.
Grazie.

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Incidente stradale] valutazione dei danni

Messaggio da avv_ben » 16/06/2010, 10:30

Ora è tutto più chiaro, se non hai incontrato il tuo legale capisco che sei a corto di informazioni.
Vedo di darti qualche delucidazione: le fratture non vegnono valutate per quello che sono, ma per quello che lasciano in termini di postumi permanenti. Ogni osso fratturato non sarà più lo stesso e questo viene quantificato in base tabellazioni di massima (o di legge se si tratta di micropermanenti). Se poi ci sono complicanze del trauma serie come quelle che descrivi tu, allora è evidente che ci sono residui.
NOn devi pensare che la tua vita sarà stravolta dai "residui", ma è naturale che il fisico che ha subito traumi se ne porti i segni. Io ho spesso mal di schiena in seguito a una distorsione cervico-dorsale da incidente stradale (tanto per fare un esempio).

I mesi che stai perdendo sono risarciti in base a parametri che dipendono da vari fattori. Per esempio, nelle micropermanenti un giorno trascorso a letto è pagato 42,48 euro, se trascorso con grande riduzione delle capacità di attendere alle proprie attività quotidiane è pagato al 75% di 42,48 e così via scendendo.

Il Tribunale di Milano invece applica per le lesioni maggiori del 9% (secondo me è il tuo caso) altri valori più alti (es. 88,00 euro anzichè 42,48).

Poi il tuo legale richiederà certamente i danni morali che coprono la sofferenza transitoria che stai provando in seguito al danno ingiusto.

Quanto ai tuoi genitori, è possibile chiedere danni morali per loro in caso di gravi lesioni, non so se però il tuo caso arrivi a questo, per il disturbo invece, è certamente possibile chiedere, ma devo dirti che se avessi preso una persona, pagandola, sarebbe stato più facile ottenere (è ingiusto ma è così).
Il giudice in ogni caso può tenere conto di tutto e liquidare tutto.

In ogni caso, come detto prima, un legale sa quello che deve chiedere, quindi non pensare a pacche sulla spalla e se hai dubbi telefona al tuo avvocato e chiedi.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

dogma77
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/06/2010, 16:24
Nome: Luca

Re: [Incidente stradale] valutazione dei danni

Messaggio da dogma77 » 18/06/2010, 21:00

OK, grazie di nuovo.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite