La Cassazione sulla notifica dei verbali...

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
sicurdany
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 2345
Iscritto il: 09/02/2004, 22:22
Località: Palermo

La Cassazione sulla notifica dei verbali...

Messaggio da sicurdany » 26/05/2005, 15:07

La Cassazione sulla notifica dei verbali:
«Nulle le multe consegnate al portiere»


Secondo i giudici della Suprema Corte, «la consegna di una contravvenzione al custode di un condominio, deve essere preceduta dalla ricerca di un familiare del destinatario»

Sono nulle le multe consegnate al portiere se l'ufficiale addetto alla consegna della sanzione amministrativa non ha provveduto a ricercare precedentemente uno dei familiari di chi ha commesso l'infrazione contestata. È questo il principio che ha sancito la Corte di Cassazione che ha accolto il ricorso di una signora romana, Stefania N., che si era vista convalidare dal Giudice di pace della capitale una sanzione amministrativa per avere messo in circolazione un veicolo senza copertura assicurativa, sulla base del fatto che «la notifica era avvenuta mediante consegna al portiere». Per la Suprema Corte, invece, quella multa è da stracciare poichè «la notificazione mediante consegna al portiere deve essere preceduta dalla ricerca, con esito negativo del quale occorre dare atto nella relazione, di una persona di famiglia o addetta alla casa del destinatario». Il giudice di Pace, nel gennaio 2002, aveva ritenuto legittima la sanzione amministrativa, avvalendosi della testimonianza del portiere che aveva riconosciuto come propria la firma apposta alla relazione di notificazione del verbale. La Seconda sezione civile (con la sentenza numero 10924/05), accogliendo la protesta della signora, ha sottolineato che «la notificazione mediante consegna al portiere dell’abitazione del destinatario della sanzione amministrativa è nulla se non è stata preceduta dalla ricerca di una persona di famiglia». Tutt'al più, la notifica della multa avrebbe potuto essere fatta «all'ufficio o all'azienda del destinatario» della multa.

La sentenza della Suprema Corte fa il paio con quella recentemente emessa in cui i giudici hanno stabilito che non vanno pagate le multe se sul verbale ricevuto a casa non siano riportati in modo preciso (e non generico) i motivi della mancata immediata contestazione. Lo ha stabilito la seconda sezione civile della Cassazione in una recente sentenza (n. 8837), riaffermando un principio più volte ribadito dal 2001. Con questo verdetto, la Suprema Corte ha accolto il reclamo di un automobilista romano, Francesco P., contro la multa notificatagli a casa il 24 aprile 2001 dal Comune di Roma per aver usato il cellulare senza viva voce mentre era alla guida. Sul verbale, però, era spiegato che la contestazione immediata non era stata effettuata «per l'impossibilità di fermare il veicolo nei modi di legge». Tale espressione, spiegano i giudici, «non consente di conoscere la ragione concreta per la quale non era stato possibile fermare il veicolo del ricorrente per procedere alla contestazione immediata. Manca, infatti, nel verbale qualsiasi riferimento, sia pure sommario, alle circostanze di tempo, di luogo e di fatto che resero impossibile la contestazione immediata da parte degli agenti verbalizzanti».

Ho trovato queste info sul web e mi è sembrato il caso di riportarle. :ciao

P.S.: la seconda info si trovava anke sulle news sicurauto. :wink: :ok ...

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 26/05/2005, 20:36

Ma porco diesel, ma sta cavolo di signora l'aveva mandato in giro il veicolo senza assicurazione, o no?!

SI'! E allora, che diavolaccio c'entra il portiere? :grr
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Messaggio da Kunta Kinte » 27/05/2005, 11:18

Solita storia.........si guarda il pelo ma non la trave!

Comunque hanno scoperto l'acqua calda........l'art 139 C.P.C. stabilisce (da sempre) che la notifica al portiere può essere fatta SOLO in assenza del destinatario o dei suoi famigliari.
Immagine

meglio fare una multa in meno che farne una sbagliata L.Ciccola

Acquarious81
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 203
Iscritto il: 15/08/2004, 13:20

Messaggio da Acquarious81 » 28/05/2005, 7:49

Kunta Kinte™ ha scritto:Solita storia.........si guarda il pelo ma non la trave!

Comunque hanno scoperto l'acqua calda........l'art 139 C.P.C. stabilisce (da sempre) che la notifica al portiere può essere fatta SOLO in assenza del destinatario o dei suoi famigliari.
Bhe qui non si parla di "ASSENZA" qui si parla proprio che o lo si da nelle sue mani (perfino portaglelo in azienda se non è a casa).. e al portiere si può dare solo se proprio risulta irraggiungibile o introvabile :-)

almeno io ho capito cosi

Avatar utente
t.j.hooker
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 64
Iscritto il: 20/06/2004, 7:50

Messaggio da t.j.hooker » 28/05/2005, 8:06

Infatti, il cpc segna una cronologia per la ricerca della persona a cui bisogna notificare l'atto. Inoltre, ricordiamoci che l' Italia è un paese "attento" alla procedura e a tutte le sue sfumature. :wink:
T.J. HOOKER

Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana. Sull'universo ho ancora i miei dubbi
(Albert Einstein)

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Messaggio da Kunta Kinte » 28/05/2005, 15:10

l'art.138 stabilisce che la notifica all'intestatario può essere fatta OVUNQUE...per strada al bar anche in chiesa (escluso durante l'elevazione dell'ostia) ecc.
Se non lo trovo a casa "si passa" all'art.139 consegnando l'atto a persone conviventi e se anche queste mancano al vicino o al portiere.

NON sono obbligato ad andarlo a cercare nell'azioenda in quanto potrei non saperlo dove lavora....ovvio che se lo so ci vado.

l'OBBLIGO di passare PRIMA in azienda c'è per gli atti finanziari.Inoltre su tali atti solitamente c'è scritto Rossi Mario legale rappresentate della ditta XXWWYY via G.Mazzini.
Immagine

meglio fare una multa in meno che farne una sbagliata L.Ciccola

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Giac_MI e 9 ospiti