La cintura di sicurezza? Compie cinquant'anni

Hai dubbi o perplessità riguardo a qualche sistema di sicurezza? Faremo di tutto per aiutarti! In più alcuni approfondimenti tecnici

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11112
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

La cintura di sicurezza? Compie cinquant'anni

Messaggio da ottobre_rosso » 08/01/2009, 20:01

come riportato tra le news...


L'invenzione porta la firma di Nils Bohlin, ideatore per la Volvo, nel 1959, della classica cintura a tre punti di fissaggio

Festa di compleanno in casa Volvo: proprio in questi giorni il marchio svedese celebra infatti i primi cinquant'anni delle cinture di sicurezza a tre punti, una configurazione che oggi sembra ovvia ma che nel 1959, quando debuttarono per la prima volta su una Volvo, apparvero fin da subito la soluzione geniale che mancava. Il genio in questione si chiamava Nils Bohlin, un progettista nato nel 1920 a Härnösand in Svezia Nils Bohlin (deceduto pochi anni fa, nel 2002, all'età di 82 anni) che iniziò la sua carriera presso la Svenska Aeroplan Aktiebolaget (SAAB) come ingegnere aeronautico, dove subito mise in mostra le sue grandi doti: nel 1955 fu nominato responsabile dello sviluppo dei sedili eiettabili e degli altri dispositivi di sicurezza per i piloti.

Ma paradossalmente Bohlin era in realtà interessato anche al fenomeno diametralmente opposto, vale a dire la massima protezione possibile dell'organismo nei casi di decelerazione estrema. Ed ebbe ben presto l'opportunità di sviluppare le sue idee. Era infatti il 1958 quando Gunnar Engellau, all'epoca presidente di Volvo, lo assunse infatti come specialista della sicurezza.

Nella seconda metà degli anni '50, Volvo sviluppò una serie di soluzioni correlate le une alle altre, tutte studiate per evitare che in caso di incidente gli occupanti delle auto andassero a colpire i componenti dell'abitacolo, o per ridurre la gravità delle conseguenze di tali impatti: fra tali soluzioni c'erano un piantone dello sterzo collassabile, un cruscotto imbottito e i punti di fissaggio per due cinture diagonali a due attacchi destinate ai sedili anteriori.
Ma la cosiddetta "cintura diagonale" non aveva tuttavia le potenzialità necessarie per trasformarsi nella soluzione per la sicurezza cui Volvo mirava, in quanto la sua fibbia si trovava all'altezza della cassa toracica, vale a dire in una posizione dove finiva per danneggiare gli organi delicati del corpo, invece di proteggerli.

Immagine
Nils Bohlin, inventore delle cinture di
sicurezza a tre punti


Oltretutto lo stesso Gunnar Engellau aveva anche un'esperienza familiare di decessi dovuti a incidenti d'auto. Un suo parente aveva infatti perso la vita in un incidente stradale a causa, fra l'altro, delle carenze delle cinture a due punti. Affidò quindi a Bohlin il compito di sviluppare un'alternativa migliore.

Bohlin si rese presto conto della necessità di trattenere correttamente al loro posto sia la parte superiore, sia quella inferiore del corpo, con una fascia diagonale sul petto e un'altra trasversale sul bacino. La sua sfida principale consistette nel creare una soluzione semplice da utilizzare, ma al contempo efficace, in quanto la cintura doveva poter essere indossata con una sola mano. Nel 1958 il suo impegno culminò nella domanda di brevetto relativa alla sua cintura a tre punti. Bohlin incorporò nel suo progetto quattro regole d'oro che considerava della massima importanza: la cintura comprendeva una fascia per le anche o i fianchi e una diagonale per il busto, entrambe disposte correttamente da un punto di vista fisiologico, ossia trasversalmente ai fianchi e alla cassa toracica, e fissate a un punto di ancoraggio situato in basso accanto al sedile.

La geometria della cintura somigliava a una "V" con la punta rivolta in giù, verso il pavimento. Una volta sotto carico, la cintura rimaneva inoltre al suo posto, senza spostarsi. Ed è proprio questa la differenza essenziale fra l'efficace cintura a V progettata da Bohlin e la precedente configurazione a tre punti del tipo a Y (Griswold), al punto che Volvo mise immediatamente a disposizione di tutti i costruttori automobilistici il brevetto del suo geniale progettista.

È impossibile definire con precisione il numero di vite umane salvate dalle cinture a tre punti a partire dagli anni '60, perché non esistono statistiche coordinate a livello globale sulla sicurezza stradale, ma si stima che sia leggermente superiore a un milione, e che il numero di coloro cui le cinture di sicurezza hanno evitato lesioni gravi sia superiore di molte volte a tale valore.

In Europa le cinture di sicurezza riducono ogni anno i decessi di oltre il 40 per cento, e nel 2005 11.700 conducenti dell'UE sono sopravvissuti a incidenti stradali grazie specificamente al fatto di avere indossato la cintura di sicurezza. Nella sola Germania i casi in questione sono stati 2.000. Se tali conducenti non avessero indossato la cintura, il numero dei decessi verificatisi in tale anno nel Paese sarebbe raddoppiato. Stime analoghe relative agli USA indicano che nel 2004 la cintura ha salvato 15.200 persone consentendo - fra l'altro - un risparmio di 50 miliardi di dollari di costi sociali.

Forse è anche per queste ragioni che l'ufficio brevetti tedesco ha inserito l'invenzione di Bohlin fra le otto che più hanno influito sulle sorti dell'umanità nei cento anni che vanno dal 1885 al 1985.
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Re: La cintura di sicurezza? Compie cinquant'anni

Messaggio da SicurAUTO » 12/01/2009, 15:38

È impossibile definire con precisione il numero di vite umane salvate dalle cinture a tre punti a partire dagli anni '60, perché non esistono statistiche coordinate a livello globale sulla sicurezza stradale, ma si stima che sia leggermente superiore a un milione
Penso che il suo contributo per la sicurezza stradale sia il più grande di tutti i tempi :ok :)
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti