la tempestiva manovra di arresto ...

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

la tempestiva manovra di arresto ...

Messaggio da alex_ander1979 » 20/06/2004, 9:23

Quale è il modo migliore per arrestarsi o rallentare nel minor spazio possibile ?

La mia risposta sarebbe più o meno questa: se si va in autostrada, in quinta, e bisogna rallentare, agire tempestivamente sul freno fino a quando la velocità non sia già di parecchio diminuita: se si vede che non si rallenta a sufficienza spingere di più sul freno ed, eventualmente, scalare la marcia.
Non scalare subito la marcia.

Invece se occorre fermarsi, magari in città, è più consigliabile mettere presto una seconda marcia, per sfruttare il freno motore.

La domanda è dunque: quando è meglio scalare e quando è meglio attaccarsi solo ai freni ? Scalando la marcia infatti, si perde del tempo e, mentre si è in folle lo spazio di frenata si allunga; se poi la marcia non entra subito si rischia lo schianto. Invece una forte frenata è forse meno efficace di una scalata, ma è continua e più "garantita" ....
Alle basse velocità invece, per qualche motivo, il feno motore appare più indispensabile.

Cosa ne pensate ??
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
ntc_silver
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 159
Iscritto il: 08/04/2004, 18:35
Località: Brindisi

Messaggio da ntc_silver » 20/06/2004, 10:24

Io credo che se la frenata non è di emergenza, basta sollevare il pedale dell'accelleratore...
In autostrada uso pochissimo il freno, mi tengo a distanza da chi mi precede (tanto non è che arrivo dopo se mi ci appiccico!), al limite scalo una marcia e poi uso il freno...

In paese preferisco usare dolcemente il freno motore ed il freno, ma sempre con moderazione (mi durano un casino le pasticche! :P )

Tuttavia sono contrario alle scalate violente... Ho paura che venga fuori qualche pistone per schiaffeggiarmi... Meglio lasciare la frizione e frenare di brutto...

Dite che non mi comporto bene nei confronti della mia auto?

Avatar utente
luca comandini
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2572
Iscritto il: 19/03/2002, 1:37
Nome: Luca
Località: Savignano sul Rubicone, ForlìCesena, Romagna, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Universo...
Contatta:

Messaggio da luca comandini » 20/06/2004, 14:11

se è una frenata di emergenza.... mi metto a pregare il San ABS
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora!

Welcome Sweden.... Volvo V40 D2, ex Ypsilon Twinair GPL

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 20/06/2004, 16:09

Qui si parla di frenate tempestive, per es. nel caso qualcuno si butti all'ultimo momento in corsia di sorpasso procedendo a velocità molto più lenta, oppure nel caso ci si debba arrestare per es. a causa di un ostacolo o di una coda. Ma anche a causa di qualcuno che freni in modo brusco. E' ovvio che ci deve sempre essere una distanza di sicurezza e che la velocità debba essere proporzionata in relazione alla distanza di visibilità, ma cmq prima o poi una frenata tempestiva capita o può capitare.

Sembrerebbe ragionevole scalare sempre, tuttavia ho notato che nella pratica "ci si trova meglio" a spingere con forza sul freno (senza arrivare al bloccaggio delle ruote però) senza scalare (o senza scalare subito).

Per questo chiedevo se sia opportuno scalare sempre o solo in alcuni casi, e se si quando (subito, dopo un po') ?
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 20/06/2004, 18:57

E' molto semplice...

Oramai gli impianti frenanti di oggi producono così tanti "g" di decelerazione che aiutarsi con il freno motore in certe situazioni è INUTILE...

Questa è una frase che chiunque di voi si sentirebbe dire in occasione di un corso di guida sicura.

Pertanto l'ideale è attaccarsi al freno e buttare giù la frizione... per evitare che l'auto non appena ferma si spenga e anche per permetterci un buon ancoraggio alla vettura stessa... ovviamente se non si ha l'ABS bisogna parzializzare...

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Messaggio da polemico » 20/06/2004, 19:31

Mi e' successo giusto ieri sera (vaffan.... :x ): me ne stavo tranquillo per i fatti miei sulla strada principale del paese, sui 60 all'ora, di notte, quando mi vedo sbucare pochi metri avanti, da destra, due fari :ooh da una stradina laterale, mentre dall'altro senso arrivava una macchina. Tempo insufficiente per scalare, si trattava di 4-5 metri di distanza! :ooh :ooh Non resta che inchiodare attaccandosi contemporaneamente al clacson... e sperare che dietro non ci sia nessuno appiccicato (troppo poco tempo, non c'era tempo manco di guardare lo specchietto!!!).

Risultato?

Inchiodata, le ruote fischiano, il clacson suona, i tizi in macchina con me si zittiscono all'improvviso :D ...rubo una decina di centimetri a sinistra sterzando senza guardare lo specchietto (non c'e' tempo, caz**, non c'e' tempo!!! :bong ), sperando che se c'e' il solito motorino suicida in sorpasso si stia tenendo ad ALMENO dieci centimetri alla mia sinistra...
Non so se mi hanno salvato quei dieci centimetri o se il verme si e' impaurito per il clacson e ha frenato, o se stava già frenando ma arrivando comunque in velocita'... fatto sta che non l'ho preso (tie', stro***! :P )!

Ma non è mica finita li': quando ormai i suoi fari erano accanto del mio sportello destro, le ruote erano ancora inchiodate, ed è qui che mi ha aiutato l'esperienza: a quel punto la "storia" è finita, il freno non serve piu', MOLLALO! Detto fatto, mollo il freno, le ruote riprendono a girare (forse si riaccende pure il motore, visto che se le ruote si fermano si spegne, ma non ci ho fatto caso), riprendo il controllo della macchina, io e imiei amici diciamo un paio di parolacce al verme e ce ne andiamo tranquilli al nostro pub del sabato sera... :D

La prima volta che mi successe, invece, pochi mesi dopo aver preso la patente, ricordo che successe più o meno la stessa cosa, ma restai col piede incollato al freno fino all'arresto completo della macchina (ERRROREEEEE!!!! :ooh ) e allo spegnimento del motore. Anche quella volta non lo presi, il tizio, pero' imparai una lezione.
Questa volta, invece, una volta mollato il freno, ho scalato e sono cosi' potuto "ripartire".

Morale: MAI INCHIODARE, RALLENTARE COL FRENO MOTORE COMBINATO COL FRENO A PEDALE,ma se si e' costretti a inchiodare, cercare di riprendere il controllo dell'auto il prima possibile mollando il freno!

Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Messaggio da polemico » 20/06/2004, 22:18

Per quanto riguarda l'autostrada, il discorso è ancora più delicato & complicato: una manovra brusca in autostrada ti porta allo spataccamento assicurato! Per questo l'unica cosa da fare è mantenere una bella distanza da chi si ha davanti; il problema è riuscire a convincere chi sta dietro a fare altrettanto! :o Lasciarli passare quando lampeggiano è la miglior soluzione... anche se non la più spontanea....

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 20/06/2004, 22:30

(...) le ruote riprendono a girare (forse si riaccende pure il motore, visto che se le ruote si fermano si spegne, ma non ci ho fatto caso)
Dovevi dunque avere una vettura con trazione anteriore.

Cmq se le ruote anteriori si bloccano vuol dire che lo spazio di frenata si allunga e che si perde completamente il controllo della direzionalità (dello sterzo).
Per cui bisognerebbe sempre evitare il bloccaggio delle ruote.
Senza ABS vuol dire che è necessario alleggerire la pressione sul freno, anche se in una situazione di panico si è portati a premere il freno sempre più fortemente.

Lasciare le ruote bloccate infatti, senza alleggerire la pressione sul pedale del freno, comporta solo un peggioramento della situazione ed un allungamento, appunto, dello spazio di frenata
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 21/06/2004, 1:57

Forse ho capito male, ma io la frizione la lascerei perdere... è vero che i "g" dei freni sono elevati, ma aggiungercene un altro po' non guasta.
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Messaggio da polemico » 21/06/2004, 8:34

Sicurauto ha scritto:E' molto semplice...

Oramai gli impianti frenanti di oggi producono così tanti "g" di decelerazione che aiutarsi con il freno motore in certe situazioni è INUTILE
Questo SEMBRA un vantaggio, ma non lo e' affatto! L'attrito con l'asfalto non dipende da chi fabbrica i freni, dipende... dall'asfalto! (Bagnato? Liscio? Con brecciolino?...). Hai decelerazione solo se al rallentamento delle ruote coincide il rallentamento dell'auto, cosa che succede SOLO finche' le ruote girano alla stessa velocita' con cui l'asfalto gli "scorre sotto", altrimenti "vai lungo"!
Questa è una frase che chiunque di voi si sentirebbe dire in occasione di un corso di guida sicura.
Spero che tu stia scherzando... In un corso di guida sicura ti insegnano a far affidamento solo sull'abs e quindi a frenare inchiodando?!?!? :ooh

Pertanto l'ideale è attaccarsi al freno e buttare giù la frizione...
Ma che diciiiiiiiiii??? :ooh :ooh :ooh
Ci hai mai provato???
Io si'... e su strada bagnata, perche' si vede meglio: trovati una strada asfaltat, dritta e senza una macchina ne' un incrocio nel raggio di almeno 500 metri, a un'ora in cui la mancanza di macchine sia garantita per almeno 15 minuti, e fai qualche prova, sempre sullo stesso tratto di strada: arriva a 50 all'ora precisi, in terza, e poi cerca di fermarti nel minore spazio possibile; la prima volta facendo come dici tu, freno giu' e frizione pure :eh ; dopo, invece, prova a frenae scalando contemporaneamente in seconda: su strada asciutta, nel secondo caso sentirai gli occhi uscirti dalle orbite per la decelerazione, mentre nel primo ti sembrera' che la tua auto pesi venti tonnellate invece che una!
E sul bagnato è anche peggio: nel secondo caso rallenti comunque di piu' che nel primo, ma sei costretto a premere di meno il freno per non far bloccare le ruote, e lo spazio di arresto si allunga in modo impressionante!
per evitare che l'auto non appena ferma si spenga e anche per permetterci un buon ancoraggio alla vettura stessa...
Hai fatto un corso di guida sicura... al luna park?!? Ancoraggio di che?????
ovviamente se non si ha l'ABS bisogna parzializzare...
Conosco uno che diceva "io in autostrada sul bagnato vado a 180, tanto ho l'ABS"....

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti