L'auto ad aria

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

marcoda
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 57
Iscritto il: 23/06/2004, 10:09

L'auto ad aria

Messaggio da marcoda » 07/10/2005, 23:52

http://www.ecofantascienza.it/auto/auto ... zione.html
di nuovo sull'auto ad aria.da un po non se ne sentiva parlare e incuriosito..
ora: eoloauto è fallita in italia senza mai entrare in produzione(forse l'auto aveva dei difetti per cui non era fabbricabile).
se vi sono interessi in gioco che spingono a bloccarne la produzione, proprio non capissco perchè l'inventore non abbia un sito personale dove difendere i suoi brevetti;
-perchè ricercatori indipendenti non appoggino la sua iniziativa

-perchè l'inventore non pubblica disegni tecnici e calcoli che sono dietro il funzionamento della macchina.sa poco di scientifico tutto questo.si trova sempre che fa 10 ore d'autonomia, 120 km/ora,emete vapore a -20 radi, ma non come..per ricavare un'energia decente dall'espansione dell'aria servono pressioni molto elevate che consumerebbero ben più kw di quelli dichiarati(servirebbe aria liquida nel serbatoio)
-perchè non dona a wikipedia o simili il materiale gratuito; e comunque non pubblica quello protetto da brevetto

-su qualche forum si trova di ingegneri meccanici al corrente della notizia. ma ancora non ho trovato un parere autorevole, come quello di un professore universitario, sul caso
-lascia

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 08/10/2005, 18:24

L'argomento è già stato trattato su questo topic:

viewtopic.php?t=1918&highlight=aria

Il mio pensiero è che se il motore ad aria non è in commercio è perché non funziona abbastanza bene.

Sono anche sempre più convinto che il sito ecofantascienza.it sia esattamente quello che si vanta di essere: eco"fantascienza", e che manchi di serietà. Per come è strutturato il mondo oggi quell'auto non è ad emissioni zero. Anzi...

Anche se tutto quello che viene fuori è vapore a -20 °C (alla faccia!), da qualche parte dovranno pure trovare l'energia per comprimere l'aria necessaria al funzionamento del veicolo...

Il fatto che continuino a spacciarla per auto "ad emissioni zero" assomiglia ad una trovata pubblicitaria fatta per creare interesse attorno al prodotto.
Davvero un comportamento corretto...

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 09/10/2005, 4:43

Il mio pensiero è che se il motore ad aria non è in commercio è perché non funziona abbastanza bene.
:)
Anche se tutto quello che viene fuori è vapore a -20 °C (alla faccia!), da qualche parte dovranno pure trovare l'energia per comprimere l'aria necessaria al funzionamento del veicolo...
:bravo:
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

marcoda
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 57
Iscritto il: 23/06/2004, 10:09

Messaggio da marcoda » 09/10/2005, 21:50

a 250 atmosfere già viene compreso il metanop e il gpl..a 300 è plausibile comprimere l'aria.
si parla di allacciare il compressore alla corrente elettrica, con consumi in kw inferiori ai costi di un pieno di benzina.certo che ormai è diventata un po una storia..

cralc
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 10/10/2005, 7:30

Messaggio da cralc » 10/10/2005, 7:37

Esite il sito del produttore dell'auto in questione. L'indirizzo è: www.mdi.lu. A quello che è riportato sul sito la commercializzazione dell'auto dovrebbe avvenire nel primo semestre del 2006. Vi sono stati indubbiamente dei problemi, il principale è stato quello, legato alla fisica, del raffreddamento dell'aria all'atto della riduzione di pressione, dai 300 bar di stoccaggio nelle bombole che fungono da serbatoio alla pressione di utilizzo all'interno del cilindro del motore, con formazione di ghiaccio. Non mi è dato di sapere se, e come, sia stato risolto il problema e se effettivamente l'auto sarà commercializzata. Staremo a vedere cosa succederà nel primo semestre del 2006.

marcoda
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 57
Iscritto il: 23/06/2004, 10:09

Messaggio da marcoda » 15/10/2005, 23:55

massy prende in giro?? :x :ciao

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 16/10/2005, 3:36

No, assolutamente.

Plaudivo cosa dicesse chi mi ha preceduto, in particolare questo punto:

"da qualche parte dovranno pure trovare l'energia per comprimere l'aria necessaria al funzionamento del veicolo..."

quanto è conveniente quel sistema?
che rendimento ha?

Perché se per comprimere aria a 300 bar, mi serve lo stesso quantitivo di petrolio che mi serve per far spostare un veicolo di uguale caratteristiche alle stesse condizioni son favorevolissimo al progetto.
Se ne serve molto di più non lo sarei affatto.

Tutto qua.
Non scendo in altri dettagli tecnici che adesso non servono a nulla... ma sul fatto che possa funzionare non ci son dubbi, sul fatto che funzioni, non dico bene, ma a livelli appena accettabili ho fortissimi dubbi :)

Sarebbe bello, ma, imho, le strade da percorrere son altre.

Ciao e scusami se ti ho dato quell'impressione. :ciao
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 18/10/2005, 22:42

Sicuramente funziona.

Il problema ovviamente, come dite, è quello di trovare l'energia per la compressione dell'aria.

Se il compressore viene azionato da un motore a scoppio allora, ovviamente, il rendimento complessivo non può che essere peggiore (o al più quasi uguale) di quello di un auto di pari caratteristiche a benzina. Ma questo è praticamente ovvio.

Del resto se uso un motore a scoppio per far girare una dinamo e azionare poi un motore elettrico il rendimento del sistema peggiora: era meglio usare subito il motore a scoppio, qualora possibile. (Nota: alcuni locomotori diesel tuttavia funzionano proprio con motore elettrico azionato da una dinamo (o alternatore) fatta girare dal motore diesel...).

Tuttavia se l'aria viene compressa in modo efficiente e/o ricorrendo a fonti di energia pulita, il tutto può funzionare davvero.

Ovviamente, però, l'auto "eolo" non è una auto sportiva e rombante, ma un trabiccolo che dopo un po' va "ricaricato" e farà penso la stessa fine delle auto elettriche, ovvero penso che non se ne vedranno (mai) in giro.
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

marcoda
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 57
Iscritto il: 23/06/2004, 10:09

Messaggio da marcoda » 19/10/2005, 10:09

l'autonomia di 10 ore è un po scarsa.
poco importa secondo me quanta energia ci vuole per comprimere l'aria rispetto a quanta benzina consuma.
certo se l'energia è termoelettrica(lo è in prevalenza). tra bruciare carbone per fare energia e bruciare direttamente la benzina nelle automobili..bisogna vedere cosa conviene.
ma ci sono pochi dubbi che conviene di più alimentare un compressore ad aria con energia elettrica che fare una combustione .

col carbone ormai si fanno centrali a ciclo combinato con rendimenti del 60%, ben superiori a quelli di un motore a benzina. c'è da dire che il calore della combustione è un bene meno pregiato dell'energia prodotta in una centrale, utilizzabile dovunque.

e l'impiego dei combustibili in una centrale consente un minor spreco(più energia per combustibile)e un minor impatto ambientale: tutti i filtri che si montano su una centrale per depurare le emissioni non possono stare in un auto!le emissioni di una centrale sono meno nocive e inferiori come quantità a quelle delle auto alimentate a benzina. nel senso che una centrale che da energia per alimentare 100 auto ad aria incquina molto meno di 100 auto a combustione.

ma il discorso ambientale interessa pocochi compra una macchina. guardando ai costi, il fatto è che le kwore che consuma un auto ad aria per muoversi una settimana costano meno dei 15-20 euro di pieno di benzina che faccio tutte le volte. non so i dati esatti, ma un kwora costa il 30% in meno della quantità di benzina che servirebbe per fare gli stessi km.

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 19/10/2005, 10:34

marcoda ha scritto:l'autonomia di 10 ore è un po scarsa.
poco importa secondo me quanta energia ci vuole per comprimere l'aria rispetto a quanta benzina consuma.
certo se l'energia è termoelettrica(lo è in prevalenza). tra bruciare carbone per fare energia e bruciare direttamente la benzina nelle automobili..bisogna vedere cosa conviene.
ma ci sono pochi dubbi che conviene di più alimentare un compressore ad aria con energia elettrica che fare una combustione .
Io penso, al contrario, che quello sia proprio il punto in discussione. Se per avere l'aria compressa per fare dieci ore di viaggio devo spendere più carburante di quello che spendo per fare lo stesso tragitto con un motore standard, allora non è conveniente. E i dubbi sono moltissimi, come hanno spiegato nei post precedenti.
marcoda ha scritto:col carbone ormai si fanno centrali a ciclo combinato con rendimenti del 60%, ben superiori a quelli di un motore a benzina. c'è da dire che il calore della combustione è un bene meno pregiato dell'energia prodotta in una centrale, utilizzabile dovunque.

e l'impiego dei combustibili in una centrale consente un minor spreco(più energia per combustibile)e un minor impatto ambientale: tutti i filtri che si montano su una centrale per depurare le emissioni non possono stare in un auto!le emissioni di una centrale sono meno nocive e inferiori come quantità a quelle delle auto alimentate a benzina. nel senso che una centrale che da energia per alimentare 100 auto ad aria incquina molto meno di 100 auto a combustione.
Come prima, dipende dall'efficienza del sistema; le centrali hanno problemi di dispersione nel trasporto verso gli utilizzatori finali. Dispersioni che posono arrivare a percentuali molto elevate a seconda della distanza dall'impianto.
marcoda ha scritto: ma il discorso ambientale interessa pocochi compra una macchina. guardando ai costi, il fatto è che le kwore che consuma un auto ad aria per muoversi una settimana costano meno dei 15-20 euro di pieno di benzina che faccio tutte le volte. non so i dati esatti, ma un kwora costa il 30% in meno della quantità di benzina che servirebbe per fare gli stessi km.
Questo è una questione effimera, perché è legata al mercato. La produzione e il consumo di energia hanno un impatto globale spesso non rispecchiato dal costo finale in denaro agli utenti. Anzi, la nostra società finora si è basata sulla disponiobilità di energia ad un costo molto inferiore a quello che potrebbe essere ritenuto giusto considerando gli effetti del suo utilizzo anche a lungo termine.

Se l'aria costa meno ma con una resa minore, non si tarderebbe a vedere rialzi sul costo dell'aria compressa tali da annullare le differenze rispetto agli altri carburanti.

Purtroppo il punto è ancora quello. L'aria compressa utilizzando combustibili fossili rende molto meno dei combustibili fossili utilizzati direttamente. Se il motore dell'auto ad aria non è capace di recuperare questa perdita con una efficienza incredibile la macchina ad aria non avrà mai successo.

E il fatto che l'auto ad aria sia un trabiccolino leggero e anzi studiato apposta per essere il più leggero possibile fa riflettere su questo punto. Quanti litri di gasolio sarebbero necessari per produrre l'aria necessaria a muovere un trasporto merci leggero a pieno carico? più o meno di quelli necessari con un moderno motore a combustione interna?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti