Limite di velocità per esplosione airbag su una clio 1.9

Hai dubbi o perplessità riguardo a qualche sistema di sicurezza? Faremo di tutto per aiutarti! In più alcuni approfondimenti tecnici

Moderatore: Staff Sicurauto.it

mdepersio
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 22/12/2003, 10:55

Limite di velocità per esplosione airbag su una clio 1.9

Messaggio da mdepersio » 22/12/2003, 11:13

Salve a tutti,
volevo se possibile un'informazione.
Lo scorso anno mi è capitato un incidente. Io ero alla guida di una Clio 1.9 diesel, ero ad un incrocio e andavo a circa 15 KM orari. Sono stato preso lateralmente da un'altra macchina che andava a velocità molto sostenuta.
Ovviamente i miei airbag sono esplosi.
Volevo sapere se c'è un limite di velocità entro i quali possono esplodere o non esplodere gli airbag della clio !.9 se coinvolta in un incidente. Tutto ciò mi serve per provare che l'altra macchina andava ad una velocità superiore al limite che c'era in quella strada e cioè di 40 km orari e che quindi la forte velocità dell'impatto ha provocato l'esplosione degli airbag.
Se esistono mi occorrerebbero fonti ufficiali.
Vi ringrazio in anticipo.
Saluti e buone feste a tutti.
Massimiliano

getmax

Re: Limite di velocità per esplosione airbag su una clio 1.9

Messaggio da getmax » 22/12/2003, 14:36

mdepersio ha scritto:Tutto ciò mi serve per provare che l'altra macchina andava ad una velocità superiore al limite che c'era in quella strada e cioè di 40 km orari e che quindi la forte velocità dell'impatto ha provocato l'esplosione degli airbag.
In linea di massima qualcuno dice che gli airbag intervengono tra 15 e 20km/h per gli urti frontali. Per gli urti laterali vallo a sapere....
Magari, se sono interveute autorità che hanno fatto i rilievi, è possibile comunque ricostruire la velocità, ma dovresti rivolgerti ad un tecnico....
Se esistono mi occorrerebbero fonti ufficiali.
Vi ringrazio in anticipo.
Saluti e buone feste a tutti.
Massimiliano
Sarebbe il paradiso di tutti noi trovare documenti di quel tipo, ma fonti ufficiali per quello ke riguarda dati certi sulla sicurezza dei dispositivi eletronici nn ce ne sono.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Non è possibile...

Messaggio da inge_77 » 23/12/2003, 21:29

Mi dispiace ma l'esplosione di uno o più airbag non può essere direttamente collegata alla velocità del veicolo che viene a collidere con il nostro...tanto è vero che il sistema non può conoscere la velocità di questo veicolo.
Inoltre è sempre importante tenere conto del fatto che ad una certa velocità dei veicoli che collidono non sono legate sempre le stesse conseguenze.
Al più il sistema misura le accelerazioni applicate al nostro veicolo. Dubito che il sistema conosca la velocità del veicolo su cui è installato

getmax

Messaggio da getmax » 23/12/2003, 23:47

bè.. correggimi se sbaglio... se conosciamo l'angolo d'impatto e l'accelerazione possiamo calcolare la velocità... certo che se la cemntralina air-bag è obsoleta ci macherebbe proprio l'accelerazione, ma se il modello è recente, con il tester della casa madre poassiamo estrarre una valanga di dati (tempi d'innesco, accelerazioni, ecc. ecc.).
Almeno questo mi risulta a me.
Ciao..................

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Sempre no

Messaggio da inge_77 » 24/12/2003, 16:57

Vedi Getmax,

se anche leggessimo i valori di accelerazione e l'angolo d'impatto raggiunti durante l'urto non potremmo conoscere la velocità del veicolo ad inizio collisione perchè questi dati non sono sufficienti alla sua determinazione.
Anche conoscendo l'andamento di queste grandezze nel tempo non si può conoscere la velocità iniziale del veicolo.
Perchè?
1. anche noi volessimo integrare i valori rilevati da i sensori non abbiamo le cosidette condizioni al contorno;
2. se la centralina utilizza sensori di accelerazione questi in realtà sono stati creati solo per analizzare le forti accelerazioni che si hanno durante una collisione. In realtà la centralina non misura lostorico delle accelazioni bensì vi sono dei microsensori con bassa sensibilità ed alta dinamica d'intervento che mal si adattano alla rilevazione dell'andamento dell'accelerazione in funzione del tempo.

I dati che si leggono da una centralina airbags sono le variabili di setup... tempi d'innesco, accelerazione soglia etc.
Ultima modifica di inge_77 il 24/12/2003, 17:06, modificato 1 volta in totale.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

P.S.

Messaggio da inge_77 » 24/12/2003, 17:04

bè.. correggimi se sbaglio... se conosciamo l'angolo d'impatto e l'accelerazione possiamo calcolare la velocità...
Questa è una grossolana baggianata, senza offesa, ma purtroppo nel settore dell'auto se ne sentono molte, e molte sono messe in giro dagli operatori del settore per passare da persone preparate davanti al cliente...

...pensa che un meccanico una volta per fregarmi mi disse che la mia vecchia auto (Ad iniezione ed accensione elettronica) andava male ed andava sostituito lo spinterogeno.

Vedessi la faccia che ha fatto quando gli ho ricordato che la mia macchina non aveva lo spinterogeno!!!!

Risultato, mi ha fatto il controllo della centralina motore e non mi ha fatto pagare nulla, tutto sotto i miei occhi. Così ha pure perso un cliente.

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 24/12/2003, 22:21

bhè grossolana.... metti che si conosce anche uno stadio precedente, ed assumendo l'accelerazione costante nell'arco del tempo considerato... potremmo integrare abbastanza semplicemente no? :lol:

OT Inge: che indirizzo/orientamento hai scelto?

PS Buon Natale a tutti voi.
PPS mi mancano 2 numeri alla tombola ... incrociate le dita per me :P
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

getmax

Messaggio da getmax » 29/12/2003, 15:39

inge_77, scusami ma rimango della mia idea.... non è tanto una baggianata?!? Un conto è voler calcolare un risultato esatto applicando formule di fisica (scienza esatta), un altro conto è voler dare un'idea di massima con la migliore approssimazione (infortunistica stradale). Nessuno ha la sfera di cristallo e la pretesa di dare risultati certi ed inconfutabili... ma per lo meno possiamo cercare di avvalorare un'ipotesi con sufficienti elementi tecnici (ad uso del cliente).
Più parametri conosci, meglio è.... le centraline air-bag dell'ultima generazione possono fornire l'accelerazione di picco (prima del fault) ed il tempo di applicazione.. ispezionando accuratamente il veicolo, possiamo stabilire l'angolo di applicazione della forza d'urto e con questo mi pare abbiamo già dati a sufficienza... se poi avessimo le posizioni all'urto e quelle post urto potremmo anche calcolare l'energia cinetica post urto....
Quindi credo che un risultato in linea di massima si possa dare poi vedi tu se questo non sia sufficiente per quello che se ne deve fare!

kyriem
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 32
Iscritto il: 12/10/2003, 21:23
Località: Firenze

Messaggio da kyriem » 08/01/2004, 22:54

Mah, da vera profana non dovrei intervenire ma mi piacerebbe sapere davvero come fate a rilevare la velocita' di un'altro mezzo che ne colpisce un'altro dalla centralina degli airbag... interessante!! Soprattutto quando si e' avuto la prova che a volte la centralina nemmeno capisce la velocita' e l'angolo del mezzo su cui e' installata... (c'e' un'argomento al proposito, vedi home page del sito)

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Purtroppo non è così semplice

Messaggio da inge_77 » 18/01/2004, 15:46

inge_77, scusami ma rimango della mia idea.... non è tanto una baggianata?!? Un conto è voler calcolare un risultato esatto applicando formule di fisica (scienza esatta), un altro conto è voler dare un'idea di massima con la migliore approssimazione (infortunistica stradale). Nessuno ha la sfera di cristallo e la pretesa di dare risultati certi ed inconfutabili... ma per lo meno possiamo cercare di avvalorare un'ipotesi con sufficienti elementi tecnici (ad uso del cliente).
Più parametri conosci, meglio è.... le centraline air-bag dell'ultima generazione possono fornire l'accelerazione di picco (prima del fault) ed il tempo di applicazione.. ispezionando accuratamente il veicolo, possiamo stabilire l'angolo di applicazione della forza d'urto e con questo mi pare abbiamo già dati a sufficienza... se poi avessimo le posizioni all'urto e quelle post urto potremmo anche calcolare l'energia cinetica post urto....
Vedi, mi spiace contraddirti ma la fisica è sì una scienza esatta...purtroppo l'ingegneria non lo è. Parola di ingegnere.
Non so quale sia la tua conoscenza del settore ma una centralina airbag non è in grado di conoscere l'accelerazione del veicolo nel tempo a causa del fatto che non memorizza l'andamento dell'accelerazione del veicolo durante il decorso del sinistro.

Inoltre la "dinamica" intesa come la repentina variazione delle grandezza in gioco renderebbe ben difficile riuscire a leggere l'accelerazione del veicolo in modo da ricostruire la legge di moto (Velocità del veicolo nel tempo) durante l'urto stesso.

Kyriem ha poi detto la cosa più semplice del mondo: come fa la centralina a conoscere la velocità dell'altro veicolo che rappresenta per la centralina stessa un sistema non osservabile.

L'accelerazione di picco e la sua durata non possono ricondurci alla velocità del veicolo prima dell'urto. L'ipotesi di accelerazione costante è per lo meno forviante e poi il veicolo è impegnato nell'urto prima e dopo il picco di accelerazione.

Rispondendo a massy: sono ingegnere meccanico indirizzo veicoli terrestri.

Ho svolto una tesi su vetture da competizione (Formula 3000) dove parte del lavoro consisteva nella ricostruzione della traiettoria del veicolo conoscendo alcune grandezze misurabili.
Anche conoscendo l'accelerazione longitudinale e trasversale, la velocità d'imbardata e avendo una stima della velocità in alcuni punti del tracciato la ricostruzione della traiettoria del veicolo è molto difficoltosa. Si raggiungono risultati dignitosi solo introducendo diversi metodi di correzione dell'errore.

Ti assicuro che all'inizio pensavo fosse una cosa semplice ma poi...che casino.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti