Limiti assurdi

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Limiti assurdi

Messaggio da polemico » 09/04/2004, 18:03

Dico io, ma e' possibile vedersi ritirare la patente per essere andati a 90 Km/h in una strada statale extraurbana a doppia corsia e carreggiate separate in aperta campagna, con fondo stradale ottimo e strada dritta?

A rigor di logica non dovrebbe essere possibile, ma e' quello che un giorno o l'altro potrebbe succedermi: la strada in questione e' Via di Casal Bianco, nei pressi di Guidonia, in provincia di Roma, nota anche, se non ricordo male, come SS 28bis (a proposito, come si fa a scoprire il nome "ufficiale" di una strada?).

Immagine
L'inizio della SS 28 bis.

Immagine
Poche centinaia di metri dopo.


Nelle foto si vede, nell'ordine, il limite posto all'inizio della strada, giustamente a 90 Km/h, e il successivo limite a 50 Km/h, dovuto alla presenza, poco piu' avanti, di alcune immissioni: nota bene, immissioni, non incroci, perche' la strada non puo' essere attraversata, per invertire il senso di marcia bisogna aspettare lo "svincolo" di inversione.

Ora, premesso che in prossimita' di un incrocio, in una strada del genere, la velocita' di 70Km/h permetterebbe agevolmente di evitare qualunque situazione pericolosa, quello che mi domando e': a chi rivolgersi per far adeguare i limiti alle normative vigenti? Se non sbaglio, su strade extraurbane si dovrebbe poter arrivare anche a 110 Km/h! E, per l'appunto, qualcuno va COMUNQUE a quella velocita', e io ho provato un paio di volte ad andare a 50 Km/h nei tratti indicati... potete immaginare con che risultati. No, niente meccanico & ospedale, solo vaffa**** a profusione, dito medio alzato, frenate in sgommata sull'asfalto e altre cose divertenti.

Se un giorno di questi qualcuno mi sventra la macchina perche' rispetto i limiti idioti, con chi me la devo prendere?

E, per finire, la beffa: il tratto successivo dove sono permessi i 90 Kmh:
Immagine
(Le linee evidenziano il tratto a 90Km/h)

La risoluzione del mio cellulare lascia un po' a desiderare, ma la freccia indica il successivo cartello "50 Km/h"...

Quali uffici devo inondare di raccomandate & minacce di ricorsi legali per far adeguare 'sti dannati limiti, palesemente dimensionati 20Km/h ora SOTTO quelli reali, "perche' tanto gli automobilisti vanno almeno a 20Km/h oltre i limiti"?
Naturalmente, non e' l'unica strada della zona (e d'Italia, immagino); per non parlare del limite a 40 Km/h sulla tangenziale di Roma!!! E' considerata come rampa!!! :o

In attesa di una risposta, vado a comprare uno stock di seghetti da ferro...


Er polemico.

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Re: Limiti assurdi

Messaggio da sciaci » 09/04/2004, 19:33

polemico ha scritto: In attesa di una risposta, vado a comprare uno stock di seghetti da ferro...
Penso sia l'unica soluzione valida... :P :P :P :ok :ok :ok
Immagine

Transistore1
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 276
Iscritto il: 28/02/2004, 13:21
Località: Pagani

Messaggio da Transistore1 » 09/04/2004, 20:31

Le tue osservazioni sono giustissime, perchè in effetti, molte volte la segnaletica non è adeguata alla situazione. In questo caso, mi permetto di segnalarti che questa strada che tu ci indichi, non potrebbe essere mai una extraurbana principale, perchè non ne ha le caratteristiche. In quanto dovrebbe avere oltre alle due corsie per senso di marcia, anche la banchina pavimentata a destra, e dovrebbero essere separate, le due carreggiate, da spartitraffico invalicabile. Ed inoltre, dovrebbe essere riservata solamente a determinate categorie di veicoli, non può avere incroci a raso, ma solamente di corsie di accelerazione e decelerazione, nonchè di apposite aree di sosta. Ti posso solamente dire che esiste uno sconquasso nei nostri comuni, a livello di segnaletica, perchè molte volte vengono messi a caso, senza nessun tipo di studio preventivo, e poi vengono a volte modificati di continuo i sensi, stravolgendoli in continuazione. Io personalmente, per il lavoro che svolgo, ho tentato in tutti i modi di sensibilizzarne l'attenzione con continue segnalazioni, verbali e per iscritto, ma alla fine, ho dovuto arrendermi! Potresti solamente tentare di richiamare l'attenzione del Ministero dei Lavori Pubblici, con una circostanziata denuncia o relazione, ma non sò prevederne il prosieguo! In bocca al lupo, ciao.
Se acceleri sempre, a scuola guida, non imparerai niente!!!

Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Messaggio da polemico » 10/04/2004, 10:46

Transistore1 ha scritto:Le tue osservazioni sono giustissime, perchè in effetti, molte volte la segnaletica non è adeguata alla situazione. In questo caso, mi permetto di segnalarti che questa strada che tu ci indichi, non potrebbe essere mai una extraurbana principale, perchè non ne ha le caratteristiche.
?!?
In quanto dovrebbe avere oltre alle due corsie per senso di marcia, anche la banchina pavimentata a destra, e dovrebbero essere separate, le due carreggiate, da spartitraffico invalicabile.
10 metri di erba, sassi, cespugli e cunetta, sono abbastanza "non attraversabili"? :)
Ed inoltre, dovrebbe essere riservata solamente a determinate categorie di veicoli,
mmmh.. questa me manca :-[
non può avere incroci a raso, ma solamente di corsie di accelerazione e decelerazione,
Queste ce l'ho: corsie di accelerazione lunghe BEN... 5-6 metri! :o
nonchè di apposite aree di sosta.
Vanno bene delle sporadiche piazzole verdi tipo area da pic-nic su una carreggiata, e una pista ciclabile sull'altra?... :roll:

Polemico

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 10/04/2004, 10:52

SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 10/04/2004, 13:14

Io difendo sempre il diritto di andare in autostrada anche alle alte velocità, e dico che i 130 Km/h sono un limite "rigido ed inadeguato" perché non si può andare a 130 Km/h se il traffico è denso (... in questo caso sono chiaramente meglio i 110 o i 100 Km/h), come infondo si possono tranquillamente raggiungere i 150 o 160 Km/h se il traffico è scarso, la strada buona e le condizioni "al contorno" favorevoli ...
Sulla strada della fotografia penso che il limite di 90 sia adeguato, in condizioni di traffico sostenuto. Se però non ci fosse nessuno io arriverei tranquillamente a 110. Se c'è la immissione possiamo rallentare a 70 oppure spostarci sulla corsia di sinistra, se non sopraggiunge nessuno: è però sempre una buona idea rallentare quando ci sono le immissioni, specie se le corsie di accelerazione sono corte.
Per quanto riguarda il discorso di "fare cambiare i limiti" dovresti dimostrare in qualche modo che, secondo gli attuali criteri di progetto delle strade, quella strada è effettivamente adeguata per un rialzo del limite a 110 Km/h (70 quando ci sono le immissioni) !
Per cui bisognerebbe rivedere il progetto della strada, i raggi delle curve, le pendenze, dimostrare che l'asfalto è buono, le immissioni adeguate e poi ..... la corsia di emergenza c'è ????? (almeno posso immaginare che così si debba procedere, in qualche modo ed in qualche sede, visto che non conosco la procedura effettivamente adottata per queste cose).
Per quanto si puo essere polemici è meglio lasciare perdere in anticipo ed andare a 110 dove c'è il limite di 90, quando c'è poco traffico.

P.S. non è che se c'è il limite di 110 ti viene voglia di andare a 130 ??? :gratgrat

un saluto a tutti !!!
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 10/04/2004, 13:27


Io difendo sempre il diritto di andare in autostrada anche alle alte velocità, e dico che i 130 Km/h sono un limite "rigido ed inadeguato" perché non si può andare a 130 Km/h se il traffico è denso (... in questo caso sono chiaramente meglio i 110 o i 100 Km/h), come infondo si possono tranquillamente raggiungere i 150 o 160 Km/h se il traffico è scarso, la strada buona e le condizioni "al contorno" favorevoli ...
Diciamo che come discorso fila...

Per quanto si puo essere polemici è meglio lasciare perdere in anticipo ed andare a 110 dove c'è il limite di 90, quando c'è poco traffico.
Qui non sono d'accordo, non possiamo inventarci noi i limiti a priori!
Io quella strada la vedo cmq piuttosto pericolosa visto che non c'è guard rail ne a destra ne a sinistra! :o

Quindi direi che i 90 sono giusti... non è solo l'andamento rettilineo di una strada che ti può indurre ad elevare il limite.

P.S. non è che se c'è il limite di 110 ti viene voglia di andare a 130 ???
Ottima riflessione... spesso e volentieri (magari erroneamente) vengono scelti dei limiti volutamente più bassi proprio perchè tanto poi c'è chi li supera (molti) e quindi... :-[

Della serie "conoscono i loro polli"... ma la colpa è anche nostra!

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
marko
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1602
Iscritto il: 20/03/2004, 0:14
Località: Capena (RM)

Messaggio da marko » 10/04/2004, 13:59


mmmh.. questa me manca


Queste ce l'ho: corsie di accelerazione lunghe BEN... 5-6 metri!
mmm mi sa un pò d presa in giro sta cosa!! :D
<b>Mr.Domino</b>
<b>[M+@+(k*2)+0] </b>
IL MIO FORUM

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 10/04/2004, 14:59

Marko ha ragione !!

... e poi una corsia di accelerazione lunga 5 metri (nella ipotesi che siano effettivamente 5 i metri) non è degna di chiamarsi "corsia di accelerazione" !

Rivedendo meglio le foto noto però che ci sono anche quei dossi che limitano la visibilità !! Per cui, visto anche che manca totalmente la corsia di emergenza (ed il guard rail), bisogna ritenere il limite di 90 un limite sensato.

Sicuramente consiglio di attenersi scrupolosamente al limite:
- di notte
- quando piove
- quando c'è traffico
- in tutti i tratti ove c'è limitata visibilità (dossi e curve)
- prima delle immissioni (MOLTO IMPORTANTE !!!).
- quando non si è in condizioni ottimali (dove non guasta nemmeno andare a 70 ...).
- quando non si consce bene la strada.

Se poi proprio qualcuno vuole andare a 110, in quanto non si riesce proprio ad andare a 90 pena un malessere irrefrenabile, la mia coscienze "soggettiva" potrebbe chiudere un occhio se ciò accade di giorno, senza traffico, su un tratto ove si vede bene la strada dinnanzi (buona visibilità), senza immissioni e con buone condizioni, conoscendo già bene la strada. Poi subito rallentare in ogni caso se una di queste "condizioni" viene meno.

E' vero che non si dovrebbero "inventare" soggettivamente i limiti di velocità, anche perché c'è quello che andrebbe a 200 sulla strada statale ...... ma d'altra parte qua si discute di cosa, dal nostro punto di vista soggettivo, è possibile o giusto fare.
Si discute in altre parole della "giustizia" di un regolamento secondo punti di vista soggettivi, motivati dalle convinzioni personali e dalle proprie convinzioni etiche. Per cui, infondo, su ALCUNE strade con limite di 90, in ALCUNI tratti, "non sarebbe così pericoloso" andare, in ALCUNE condizioni, a 110...... (questo infondo volevo dire nel mio messaggio precedente !!).

Del resto se fosse vero che un certo limite è "irrispettabilmente basso", per cui de facto "nessuno lo rispetta" (qualsiasi cosa "irrispettabilmente" voglia dire ... !!), allora rispettarlo scrupolosamente vorrebbe dire intralciare la circolazione e creare pericolo, un po' come chi in autostrada andasse a 50 creerebbe più danno che utile, nella pratica.
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
sicurdany
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 2345
Iscritto il: 09/02/2004, 22:22
Località: Palermo

Messaggio da sicurdany » 11/04/2004, 2:22

Raga, ma quante strade ci sono in Italia?

Ricordiamoci che già ai tempi dei Romani proliferavano nel nostro paese... ora forse 1 pò meno, ma... :roll: :roll: :roll:

Cmq, non possiamo pretendere che x ogni strada ci sia 1 limite ad hoc, sarebbe improponibile, x cui non si fa altro che fare 1 classificazione molto generica delle strade ( non intendo dire poco precisa, xkè non è così ) x inglobarle il + possibile e ad ogni tipologia di strada viene affibbiato 1 limite max...

X quella in foto i 90, oltre a essere previsti, sono x me 1 giusto limite, ma i 50... Significa scendere e spingere la macchina e raccapezzare gente qua e la che ti da 1 mano... Se le condizioni di traffico e metereologiche ti costringono nulla da obiettare, ma così previsto, sempre e cmq e indipendentemente da tutto... :roll: :roll:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti