multa art 158

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
oghy70
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 09/04/2010, 21:23

multa art 158

Messaggio da oghy70 » 09/04/2010, 21:42

Mi è stata notificata una multa e la violazione indicata è
"art 158 c. 1 e 5 - punti:0 Per aver sostato con le ruote sul marciapiede"
Viene inoltre indicato che "la contestazione non è potuta avvenire immediatamente perchè al momento dell'accertamento della violazione erano assenti il conducente e il proprietario del veicolo".
Nell'indicazione der verbale viene riportata solo la via SENZA il numero civico. Si tratta di una via lunga circa 1 km e molto ampia.
Devo ancora verificare se esista il segnale di divieto.
Inoltre non è riportata firma autentica dell'agente verbalizzante, ma solo il nome stampato e in calce una firma stampata del responsabile del provvedimento (diverso dall'agente verbalizzante).
Ricordo che la mia sosta è stata breve (per entrare a prendere le sigarette in tabaccheria) e di aver messo le 4 frecce. Pertanto mi risulta impossibile che il vigile non abbia atteso almeno qualche minuto o che non fosse nei dintorni alla mia uscita.
Ho il sospetto che sia passato annotando solo la targa.

Posso contestare la multa? con quali motivazioni specifiche?
Perchè la multa non è stata apposta sul parabrezza?

Peraltro l'orario della sanzione (18.10) è al limite con il mio arrivo, in quanto ho la fattura telepass che indica che alle 18.00 ero uscita dal casello dell'autostrada con lo stesso veicolo e il tempo per raggiungere il luogo dell'infrazione è di altrettanti minuti.

L'auto non è intestata a me, chi deve fare il ricorso? il proprietario del veicolo?

Grazie mille.

oghy70
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 09/04/2010, 21:23

Re: multa art 158

Messaggio da oghy70 » 14/04/2010, 22:00

qualcuno mi può essere d'aiuto? grazie
oghy70 ha scritto:Mi è stata notificata una multa e la violazione indicata è
"art 158 c. 1 e 5 - punti:0 Per aver sostato con le ruote sul marciapiede"
Viene inoltre indicato che "la contestazione non è potuta avvenire immediatamente perchè al momento dell'accertamento della violazione erano assenti il conducente e il proprietario del veicolo".
Nell'indicazione der verbale viene riportata solo la via SENZA il numero civico. Si tratta di una via lunga circa 1 km e molto ampia.
Devo ancora verificare se esista il segnale di divieto.
Inoltre non è riportata firma autentica dell'agente verbalizzante, ma solo il nome stampato e in calce una firma stampata del responsabile del provvedimento (diverso dall'agente verbalizzante).
Ricordo che la mia sosta è stata breve (per entrare a prendere le sigarette in tabaccheria) e di aver messo le 4 frecce. Pertanto mi risulta impossibile che il vigile non abbia atteso almeno qualche minuto o che non fosse nei dintorni alla mia uscita.
Ho il sospetto che sia passato annotando solo la targa.

Posso contestare la multa? con quali motivazioni specifiche?
Perchè la multa non è stata apposta sul parabrezza?

Peraltro l'orario della sanzione (18.10) è al limite con il mio arrivo, in quanto ho la fattura telepass che indica che alle 18.00 ero uscita dal casello dell'autostrada con lo stesso veicolo e il tempo per raggiungere il luogo dell'infrazione è di altrettanti minuti.

L'auto non è intestata a me, chi deve fare il ricorso? il proprietario del veicolo?

Grazie mille.

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11003
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: multa art 158

Messaggio da ottobre_rosso » 15/04/2010, 8:26

Ciao oghy70 e benvenuto su Sicurauto.

Posso dirti che il foglietto che, di norma , viene lasciato sul parabrezza e' solo un preavviso del verbale e "atto di cortesia", nel senso che il verbalizzante non e' tenuto a lasciarlo.
Quanto ai possibili vizi del verbale prova a dare un'occhiata qua', in particolare al passaggio
VIZI DEL VERBALE
Il verbale che presenti vizi sugli elementi essenziali e' illegittimo e puo' essere annullato, tramite apposito ricorso. Tale annullamento ha valenza retroattiva, quindi nel caso il verbale si considera come mai emanato.
I vizi suddetti, detti “di forma”, possono riguardare:
- l'erronea indicazione delle generalita' del conducente;
- l'omessa od errata indicazione della data e dell'ora nella quale e' avvenuta l'infrazione (quando da cio' risulti pregiudicata l'esatta identificazione del fatto);
- L'erronea indicazione del tipo e della targa del veicolo quando non possano essere desunti con certezza in altro modo;
- mancata esposizione dei fatti;
- mancata o erronea indicazione dell'autorita' competente per il ricorso;
- mancata, non chiara od insufficiente indicazione delle motivazioni di mancato fermo (si veda piu' avanti, nella sezione “notifica”);
- mancata, non chiara od insufficiente informazione riguardo all'obbligo di comunicare i dati del conducente (quando questi non sia stato subito identificato ed il verbale viene notificato al proprietario, si veda piu' avanti, nella sezione "comunicazione dati conducente");
- errore sulla norma violata o sulla sanzione da pagare (se e' applicabile la sanzione ridotta essa dev'essere riportata);

Attenzione, pero'. La mancanza o l'errore materiale su singoli elementi del verbale non ne determina automaticamente la nullita', a meno che non siano compromessi i diritti del contravventore. Per fare degli esempi, se c'e' un errore sulla data di nascita del trasgressore ma questi e' correttamente identificato da altri elementi (codice fiscale, o nome cognome e indirizzo esatti) l'errore stesso e' irrilevante, e un ricorso potrebbe facilmente determinare la semplice riemissione del verbale corretto. Stessa cosa nel caso in cui non sia indicato -o sia errato- il modello dell'auto, stante la corretta indicazione del tipo e della targa. L'errore su questo elemento (o la sua mancanza) puo' invece aiutare se vi fossero anche altri vizi che mettessero in dubbio l'infrazione.
Attenzione anche alla mancata indicazione del numero civico. Essa potrebbe rendere annullabile il verbale solo se pregiudicasse l'individuazione del luogo ove l'infrazione e' avvenuta e quindi il diritto di difesa del trasgressore (per esempio se fosse indicata solo una via molto lunga, dove quel tipo di infrazione puo' avvenire in piu' punti perche' -per esempio- vi sono molti semafori o divieti di sosta posti in punti diversi). Nel caso di divieto di sosta sono interessanti alcune recenti sentenze di Cassazione che hanno stabilito che e' priva di fondamento la doglianza riguardo la mancanza del numero civico quando non sia presentata anche la prova che l'infrazione NON e' stata commessa, ovvero che il divieto di sosta -in quella data strada o piazza- non c'era (Cassazione n.8939/2005 e 5447/2007).
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

oghy70
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 09/04/2010, 21:23

Re: multa art 158

Messaggio da oghy70 » 16/04/2010, 11:33

ho verificato che la via in cui mi è stata verbalizzata la multa è priva di segnali di divieto di sosta.
Peraltro è lunga 500 mt oltre a varie vie interne, in cui si può parcheggiare anche fuori dagli spazi appositi.

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11003
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: multa art 158

Messaggio da ottobre_rosso » 16/04/2010, 12:17

oghy70 ha scritto:ho verificato che la via in cui mi è stata verbalizzata la multa è priva di segnali di divieto di sosta.
Peraltro è lunga 500 mt oltre a varie vie interne, in cui si può parcheggiare anche fuori dagli spazi appositi.
d'accordo, ma con le ruote sul marciapede come la metteresti?
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: multa art 158

Messaggio da ANVU » 24/04/2010, 19:11

Il ricorso può essere presentato sia dal proprietario del veicolo che dalla persona che si dichiara trasgressore. Per quanto attiene alla mancanza del preavviso, il medesimo è stato più volte dichiarato "inesistente" nel Codice della Strada, perchè non è previsto. L'art. 201 c.1 prevede la notifica del Verbale "in caso di assenza del trasgressore o dell'obbligato solidale" al momento dell'accertamento. Quindi l'agente può avere tranquillamente preso la targa ed inviato il verbale, come prevede del resto il comma 1 bis del medesimo art. 201. Per quanto attiene alla mancanza del numero civico, la sua assenza è stata indicata come "non influente" dalla Cassazione, purchè ovviamente nel tratto indicato sia vietata la sosta; questo non è il suo caso poichè Le è stata contestato l'art. 158 per la sosta sul marciapiede, il quale non prevede alcun segnale di divieto.

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: multa art 158

Messaggio da ANVU » 24/04/2010, 19:20

Mi scusi ma avevo tralasciato la prima parte del suo quesito. Sul verbale non è obbligatoria la firma dell'agente accertatore, ma solo l'indicazione a stampa del suo nominativo (legge 890/92). L'altro nome è quello del Responsabile del Procedimento Informatizzato, vale a dire dell'operatore preposto alla stampa ed invio dei verbali. Questa è la procedura corretta.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti