Multa salatissima

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 19/02/2004, 1:29

La questione se sia giusto o meno seguire la legge sempre in modo scrupoloso è controversa.
In qualche topic (mi pare quello sui 150 in autostrada) mi pare di aver detto che una cosa è ciò che crediamo eticamente giusto (o "fattibile") ed una cosa è la norma così come è.
I nazisti che hanno caricato gli ebrei sui vagoni per Auschwitz non hanno infranto nessuna legge eppure hanno fatto una cosa che oggi giudichiamo ingiusta.
Ai tempi dei Romani era legale fare uccidere in modo molto cruento esseri umani dalle belve durante i combattimenti nel Colosseo, eppure oggi giudichiamo questo ingiusto.
Chi ha ragione ?
Oggi ognuno di noi dovrebbe avere in mente che cosa è pericoloso sulle strade e capire quale è il senso dei limiti di velocità ed evitare tali comportamenti fonti di rischio.
Ma non vi è lo stesso pericolo ad andare a tot Km/h se c'è traffico o meno, se piove o meno, se uno è stressato o meno, se si guida una buona macchina o un "budino".
Quando le condizioni sono buone la logica dice che si può andare anche a tot + 30 Km/h e che è megio andare a tot - 30 Km/h se le condizioni non sono buone.
tot sarebbe il limite convenzionalmente fissato.
Se poi tot è di 30 Km/h per un segnale dimenticato dai lavoratori di un cantiere mai realmente aperto, si comprende che è quasi più pericoloso seguire il limite che non andare ad una velocità "prudenziale" di 50.
Tutto è dunque relativo al nostro giudizio ed al nostro buon senso, al di là delle leggi che possono anche essere "fatte a ca**o" o troppo superficiali.
Fermo restando che l'automobile è sempre potenzialmente un pericolo (se uno restasse a casa sarebbe più sicuro).
Non sarebbe ingiusta una legge che vietasse l'uso dell'automobile a tutti: se essa esistesse, anche se con dispiacere, io troverei giusto rispettarla.
Mentre fissare un limite di velocità "fisso" non lo trovo "così estremamente ragionevole" e dunque non rispetto sempre tale norma, anche perchè dare una "sgasata" non è poi tecnicamente parlando così difficile (basta premere un pedale) :roll:
Senza mai esagerare, qualsiasi cosa esagerare voglia significare ...
:wink:
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
garoc
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 130
Iscritto il: 09/01/2004, 19:03
Località: Bertinoro

Messaggio da garoc » 19/02/2004, 15:28

QUANTO E' LARGA LA CARREGGIATA DI UN'AUTOSTRADA? E LA CORSIA?

Avatar utente
garoc
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 130
Iscritto il: 09/01/2004, 19:03
Località: Bertinoro

Messaggio da garoc » 19/02/2004, 15:49

Ho scritto una mail a VIGILEAMICO ponendogli tutto il fatto:

Riporto la mia domanda e la sua risposta:

DOMANDA

La polizia stradale, il pomeriggio del 31 dicembre mi ha fatto un verbale.
380 euro di multa, 2 mesi di sospensione della patente e 27 punti tolti dalla patente.
(Mai presa una multa in 5 anni di patente... )
Sorpasso in prossimità di un'intersezione stradale, in curva (semicurva ad ampissimo raggio) con (secondo loro) scarsa visibilità e oltrepassando la doppia riga continua e con guida pericolosa.
Una circonvallazione con una sezione larga più di 25 metri e mi hanno detto che ho causato serio rischio per la circolazione. Non c'era traffico, fondo asciutto, visibilità buona.
Violati gli articoli:148/12 148/10 40/8 141/3
In data 9 gennaio ho presentato ricorso al giudice di pace pagando una cauzione di 750? circa.La sentenza è prevista per il 19 aprile. Il Giudice di Pace ha richiesto la presenza dei verbalizzanti. La patente è stata ritirata immediatamente.
Non mi può giustificare questo, ma la patente mi serve per recarmi dai clienti quotidianamente. Con 2 mesi di sospensione e -27pt sono rovinato.
Il giorno del fatto, ero così confuso e angosciato che ho firmato il verbale. Non so se potevo non firmarlo. Comunque poi rileggendolo, sono convinto che il sorpasso si è concluso prima di arrivare sull'incrocio, senza causare pericolo a nessuno. L'incrocio è fatto così: una strada che si immette da sinistra, con corsia di accelerazione al centro della carreggiata. Non c'è nessuna strada sulla destra. Proprio questo sarà quello che dirò il giorno della sentenza. Almeno, se venissi creduto (è la mia parola contro quella dei 2 agenti) avrei solo 1 mese di sospensione e -17pt e di conseguenza non dovrei andare alla revisione della patente.Facciamo finta che con la sentenza del giudice di pace mi venga confermato il verbale quindi -27pt e 2mesi di sospensione.

La patente mi viene ritirata subito dallo stesso giorno?Se si, in questi 2 mesi mi arriverà (forse) la lettera che mi dice che mi sono stati tolti 27 pt e che entro 30 gg devo iscrivermi x la revisione della patente, giusto? Da quando mi arriva la lettera, posso iscrivermi o devo aspettare che siano passati i 2 mesi della sospensione?

Perchè facendo un paio di conti, da aprile (sentenza), passerei i 2 mesi senza patente non potendomi iscrivere perchè non ho ancora ricevuto la lettera dal ministero. Aprile+2mesi= giugno. Solo dopo i 2 mesi posso iscrivermi alla revisione? Se fosse così andrei a finire in piena estate...

LA MIA DOMANDA E' CONCLUDENDO.
1) Qual'è la procedura per una persona che perde 27pt e deve scontare 2 mesi di sospensione.
2) Con che tempistica di solito arriva la lettera dal ministero con la comunicazione della perdita dei pt (dalla data del verbale o nel mio caso dalla data della sentenza del giudice di pace).


RISPOSTA

Il verbale della polizia stradale appare corretto ed il fatto che il trasgressore non sia stato oggetto di verbalizzazione in 5 anni di patente non aiuta. Il sorpasso in prossimità di un'intersezione stradale è vietato se c'è l'apposito cartello ( salvo che si stia viaggiando in centro abitato) così com'è vietato in curva o semicurva sempre che ci sia l'apposito cartello perchè, in caso contrario, il conducente non è stato avvertito del pericolo ( o dei pericoli) oppure non c'è il cartello di indicazione di curva perchè l'ente proprietario della strada non l'ha considerata curva ( se come afferma la strada è solo curvilinea e non presenta difficoltà di visibilità). Nel caso di oltrepassamento della doppia riga continua si poteva ipotizzare anche il contromano quindi la pattuglia, volente o nolente, ha chiuso un occhio. Per quanto riguarda la guida pericolosa si potrebbe sottolineare che non è successo nulla per cui la pericolosità della velocità è opinabile ma detto da una pattuglia è difficile da smontare e comunque, mi passi il paragone quasi assurdo, è come il comune senso del pudore.
Il fatto che la circonvallazione avesse una sezione larga più di 25 metri e che non c'era traffico, il fondo era asciutto e la visibilità buona (meglio..... senza alcun problema) sono fatti positivi anche se, però, c'è il superamento della doppia striscia. Se la strada era così larga...perchè è andato a superarla?
La cauzione è prevista dalle nuove disposizioni entrate in vigore il 13 agosto 2003 Se il verbale verrà archiviato Le verrà restituita la somma, se il verbale verrà archiviato in parte Le verrà restituita una parte della somma, se il verbale verrà respinto l'importo verrà deciso dal giudice ( chieda in giudizio che in caso di rigetto del verbale sia ammesso al pagamento del minimo edittale e questo vuol dire anche, però, rinunciare a ricorrere, ricorso che va fatto in Cassazione, con l'opportuno e costoso avvocato: mi pare non sia il caso) e la parte rimanente della cauzione ( se c'è) le verrà restituita.
La prima udienza, non la sentenza, è prevista per il 19 aprile perchè vi potrebbero essere altre udienze richieste dal Giudice o da Lei o dalla PS, anzi dalla Prefettura che si presenterà in giudizio per conto della PS. Comunque all'ultima udienza (che potrebbe essere anche il 19 aprile), il Giudice legge il dispositivo, cioè si saprà il risultato del ricorso e poi, con la giusta calma, il giudice scriverà e depositerà la sentenza.
Il Giudice di Pace ha richiesto la presenza dei verbalizzanti perchè non gli sono sufficienti le deduzioni tecniche scritte ma vuol sentire la loro versione e far loro delle domande. Quindi il tutto si svolgerà in forma dinamica, cioè tutto dipenderà da cosa chiederà il giudice a Lei a alla pattuglia e delle varie risposte.
La patente è stata ritirata immediatamente e doverosamente e i tempi di sospensione ( i tempi li decide il Prefetto) decorrono dal momento del ritiro. Le sconsiglio, nel frattempo, di guidare.
Che la patente Le serva per recarsi dai clienti quotidianamente non porta vantaggi. In passato alcuni Giudici di Pace hanno convalidato il verbale ma reso la patente al conducente. L'attuale normativa vieta ai Giudici di Pace questo percorso.
Che con 2 mesi di sospensione e -27pt Lei abbia dei problemi è credibile ma....bisogna pensarci prima. Intanto in questo momento è senza patente (per almeno due mesi) e quindi si starà organizzando, mentre per i - 27 punti, che poi sono 20 perchè è il massimo, non mi sembra una tragedia nel senso che dovrà sostenere un esame, che sembra solo orale, ma sul quale Le consiglio, fin d'ora di prepararsi, perchè se non li supera saranno guai davvero.
La firma sul verbale non ha alcun effetto così come la mancata firma o, addirittura, il rifiuto di ricvevere il verbale. Forse sono tutti fatti solo negativi ma non hanno riscontri oggettivi. Se il sorpasso si è concluso prima di arrivare sull'incrocio non ha violato la norma ma...come fa a dimostrarlo? Il verbale della PS fa fede fino a querela di falco e non basta contraddirlo. Per esempio, dov'era la pattuglia, esattamente, l'ha fermato senza problemi? In questo caso si potrebbe contestare la velocità pericolosa e dimostrare che il sorpasso era già terminato, correlandolo con la posizione della pattuglia. Oppure, dal momento che non lo dice è stato "rincorso" e raggiunto e qui il problema sarebbe insuperabile. L'incrocio, così copme descritto, è e rimane un incrocio. Non si comprende la corsia di accelerazione. L'ha impegnata? In caso negativo potrebbe essere un punto di forza.
Se con la sentenza del giudice di pace Le viene confermato il verbale quindi -27pt, i 2 mesi di sospensione della patente l'ha già superati e la comunicazione dell'obbligo della revisione della patente Le arriverà più tardi come Le spiego più avanti. Nel frattempo non si può iscrivere a nessun corso di recupero perchè per iscriversi occorre la comunicazione, quando Le arriverà dovrà sostenere gli esami o, in caso il Giudice Le archiviasse uno dei verbali da dieci punti, allora si che deve correre ad iscriversi (sempre dopo aver ricevuto la comunicazione).

Per venire alle domande:
1) La sospensione della sua patente è già in atto, per almeno due mesi, poi ci sarà la sentenza del giudice.
2) Ammesso che il 19 aprile il Giudice sentenzi, occorre attendere la sentenza scritta mentre Lei sarà già in possesso della Sua patente (la vada a ritirare, non gliela portano a casa, c'è scritto nell'ordinanza che Le sarà stata recapitata o che sarà in arrivo) e continuerà a guidare. La sentenza deve arrivare alla PS (non so se Lei deve andare a ritirarla o Le arriverà casa, bisogna sentire la cancelleria) ipotizziamo il 30 maggio. Entro il 30 giugno la PS deve comunicare i punti da detrarre alla sua patente e subito dopo, in automatico, Le arriverà la lettera di comunicazione dei punti persi. Può comunque attivarsi direttamente chiamando il numero verde 848782782. Se, quindi, il Giudice avrà creduto, almeno in parte, a Lei e avrà archiviato una delle due contestazioni che portano a detrarre 10 punti, allora riceverà la debita comunicazione che Le permetterà di iscriversi al corso. Se invece riceverà la comunicazione di revisionare la patente dovrà iscriversi per sostenere l'esame. Se non si iscrive o se non supera l'esame la patente Le verrà sospesa a tempo indeterminato e allora saranno guai.
Un ultimo consiglio. Non sarebbe male si facesse assistere da un avvocato, se non l'avesse già fatto .che è un esperto del settore e sa come muoversi.
Auguri




DUBBIO:
MI DICE "Il sorpasso in prossimità di un'intersezione stradale è vietato se c'è l'apposito cartello ( salvo che si stia viaggiando in centro abitato) così com'è vietato in curva o semicurva sempre che ci sia l'apposito cartello perchè, in caso contrario, il conducente non è stato avvertito del pericolo ( o dei pericoli) oppure non c'è il cartello di indicazione di curva perchè l'ente proprietario della strada non l'ha considerata curva ( se come afferma la strada è solo curvilinea e non presenta difficoltà di visibilità).

Ho controllato e il segnale di pericolo CURVA non c'è sulla strada, quindi come mi viene detto da Vigileamico, """"non c'è il cartello di indicazione di curva perchè l'ente proprietario della strada non l'ha considerata curva ( se come afferma la strada è solo curvilinea e non presenta difficoltà di visibilità). """""

Vuol dire questo che se la strada non è considerata curva, ma curvilinea non sussiste la violazione dell'articolo 148/10 che dice: "È vietato il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle curve o dei dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità;



GRAZIE X AVER LETTO TUTTO!!!!!!!!!!!!!!

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 19/02/2004, 23:56

La questione se sia giusto o meno seguire la legge sempre in modo scrupoloso è controversa.
No, affatto.
La legge è quella. Punto. Se tu la violi sei responsabile delle tue azioni.

Non ho detto che io quei limiti assurdi li segua: ho detto che non è corretto farlo apparire un atto legittimo. Non li seguo e sbaglio. Se becco la multa la pago.

E per favore non scendiamo nel retorico. Anche nell'antica Roma era seguita la legge e chi sbagliava veniva punito... e si lamentava poi dell'iniquità della sanzione.
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 20/02/2004, 3:23

La legge è legge e le sanzioni sono le sanzioni. Poi se la legge è "giusta" è una questione filosofica differente.
E' giusto salvare Rete4 e sono intelligenti i condoni edilizi ?
L'abolizione della proprietà privata e la collettivizzazione nei paesi comunisti sono stati giusti ?
Se mi toglieranno 2 punti patente perchè ho superato il limite non mi lamenterò: spero solo che non mi facciano più multe "a ripetizione" per non perdere troppi punti che poi è "cosotso" tentare di riacquistare..... e comunque non sono uno che va a 150 "per l'adrenalina", di quelli che poi in città fa gli slalom tra le macchine oppure adotta comportamenti pericolosi o arroganti, e vado a quella velocità solo quando questo è opportuno, cosa che con il traffico dei nostri giorni non è la norma.
QUANTO E' LARGA LA CARREGGIATA DI UN'AUTOSTRADA? E LA CORSIA?
una corsia autostradale, mi pare, di norma è larga 3,50 m.
Può però arrivare fino a 3,75 m sui tratti costruiti "bene", specie sulle autostrade più nuove.
Non so quale sia lo spazio tra la striscia che delimita la corsia di sorpasso e la barriera centrale: credo cmq non più di 50 cm, ma forse anche meno.
Considerando che i veicoli sono larghi fino a 2,55 m, vuol dire che un veicolo ha uno spazio "di tolleranza" all'interno della propria corsia di:
3,50 - 2,55 = 0.95 m (una macchina però non è in genere più larga di 2 m), che diviso per due fa 47 cm per lato...
Questo vuol dire che se due mezzi pesanti si sorpassano tra di loro l'autostrada è stretta, considerando specie il sorpasso in curva ove i mezzi pesanti occupano la cosiddetta "fascia di ingombro", ovvero uno spazio maggiore della loro larghezza geometrica ....
Più volte ho scritto in qualche topic che considero le tolleranze troppo basse, e che sarebbe bello se su tutta la rete autostradale si adottassero corsie di larghezza di almeno 3,75 m e/o vi fosse uno spazio di "tolleranza" di almeno un metro tra la barriera e il margine della corsia di sorpasso, anche magari a discapito della larghezza della corsia di emergenza.
Sarebbe quasi da provare come è effettuare un sorpasso di un autotreno con un grosso pullmann a 110 Km/h in curva .....ci si passa con tranquillità o si rischia .... ?? !!
Chi ne sa di più o ha esperienza di queste cose ???
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
MeloS
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 24
Iscritto il: 16/01/2004, 0:12

Messaggio da MeloS » 23/02/2004, 16:06

Salve a tutti,
scusate se vi faccio questa domanda, ma sono curioso: :roll:
ma non c'era un limite di 15 punti persi in un solo verbale?
Ciao
Ultima modifica di MeloS il 23/02/2004, 16:26, modificato 2 volte in totale.
Cinture allacciate
luci accese anche di giorno
e prudenza... SEMPRE!!!
(Nico ©)

KevinLupo
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 123
Iscritto il: 01/12/2003, 17:58
Località: Messina

Messaggio da KevinLupo » 23/02/2004, 16:20


3. All’articolo 7, comma 1, capoverso art.
126-bis, del decreto legislativo 15 gennaio 2002,
n. 9, sono apportate le seguenti modifiche:

«1-bis. Qualora vengano accertate
contemporaneamente più violazioni delle
norme di cui al comma 1 possono essere
decurtati un massimo di quindici punti. Le
disposizioni del presente comma non si
applicano nei casi in cui è prevista la
sospensione o la revoca della patente»;
(garoc)

Avatar utente
MeloS
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 24
Iscritto il: 16/01/2004, 0:12

Messaggio da MeloS » 23/02/2004, 16:30

Ok, scusate, ho toppato alla grande: non avevo letto le altre 3 pagine successive alla prima (SOLO 3 pagine mi ero perso :roll: ).
Una cosa però non ho capito:
in quei 27 punti di verbale, era stato superato pure il limite di velocità?
e se si, di quanto?
Chiedo ancora scusa per la precedente, e per l'eventuale successiva figura di fungo :angel
Ciao a tutti, vi voglio bene :P
:ciao
Cinture allacciate
luci accese anche di giorno
e prudenza... SEMPRE!!!
(Nico ©)

Avatar utente
garoc
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 130
Iscritto il: 09/01/2004, 19:03
Località: Bertinoro

Messaggio da garoc » 23/02/2004, 17:15

no, non c'era superamento del limite di velocità. O almeno, non risulta da nessuna rilevazione autovelox, xkè io la polizia l'ho incrociata. Loro hanno girato la macchina e mi sono venuti dietro.
Però c'era il limite dei 50 e io facevo +/- i 90.


NON MI DITE NIENTE DI QUESTO ????

DUBBIO:
MI DICE "Il sorpasso in prossimità di un'intersezione stradale è vietato se c'è l'apposito cartello ( salvo che si stia viaggiando in centro abitato) così com'è vietato in curva o semicurva sempre che ci sia l'apposito cartello perchè, in caso contrario, il conducente non è stato avvertito del pericolo ( o dei pericoli) oppure non c'è il cartello di indicazione di curva perchè l'ente proprietario della strada non l'ha considerata curva ( se come afferma la strada è solo curvilinea e non presenta difficoltà di visibilità).

Ho controllato e il segnale di pericolo CURVA non c'è sulla strada, quindi come mi viene detto da Vigileamico, """"non c'è il cartello di indicazione di curva perchè l'ente proprietario della strada non l'ha considerata curva ( se come afferma la strada è solo curvilinea e non presenta difficoltà di visibilità). """""

Vuol dire questo che se la strada non è considerata curva, ma curvilinea non sussiste la violazione dell'articolo 148/10 che dice: "È vietato il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle curve o dei dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità;

Avatar utente
MeloS
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 24
Iscritto il: 16/01/2004, 0:12

Messaggio da MeloS » 23/02/2004, 17:48

Beh penso che:
se la legge è quella,
se sulla strada non c'è il cartello di curva pericolosa,
e se sul verbale c'è scritto che superavi in prossimità di curva pericolosa
allora potresti contestare il fatto della curva pericolosa, e magari ti va bene che non c'è neanche bisogno del giudice di pace per questo: basta dimostrare l'inesistenza del cartello.
Di più, nin zo!
Ciao a tutti :ciao
Cinture allacciate
luci accese anche di giorno
e prudenza... SEMPRE!!!
(Nico ©)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite