[Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11032
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da ottobre_rosso » 14/12/2015, 15:10

Uscita da sola di Strada sulla Statale 12: Veronica era già morta all'arrivo del 118

La 26enne abitava a Isola della Scala e quella strada l'aveva percorsa centinaia di volte, difficile quindi stabilire cosa l'abbia portata a perdere il controllo della propria Volkswagen Polo nella notte tra sabato e domenica

Secondo quanto riportato dal quotidiano L'Arena, sabato sera la 26enne era andata a cena da sua padre, che vive da solo a Sorgà dopo che un tumore si è preso sua moglie, dopodiché avrebbe raggiunto delle amiche in città, ma sulla via del ritorno ha trovato la morte. La 26enne abitava in via Corte Quartiere a Isola della Scala e a bordo della sua Volkswagen Polo stava cercando di raggiungere la sua abitazione poco prima delle 4 del mattino, quando ha improvvisamente perso il controllo del veicolo in una curva. Difficile stabilire le cause che hanno portato all'incidente: non si trattava infatti di una curva particolarmente secca o pericolosa, inoltre Veronica quella strada la sapeva a memoria. Rimane comunque il fatto che la giovane operaia dell'Aia e l'auto sono carambolate fuori strada dopo aver invaso la corsia opposta, finendo per rotolare nella piccola scarpata che costeggia la carreggiata e andando infine a sbattere contro un albero. Sbalzata fuori dall'abitacolo, è stata trovata senza vita dagli uomini del 118 giunti sul posto, a causa delle gravi ferite riportate: pare che Veronica non avesse la cintura di sicurezza allacciata.
Descritta sulle pagine del quotidiano veronese come una ragazza solare e curiosa di vedere il mondo, Veronica ha lasciato un grande vuoto nei cuori delle amiche, dei parenti e sopratutto del padre, che solo ad ottobre ha dovuto affrontare anche la perdita della moglie. Ora il corpo si trova all'istituto di medicina legale di Borgo Roma. “

Fonte: veronasera.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11032
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da ottobre_rosso » 16/12/2015, 15:10

Del Grosso salvo dopo lo schianto. La polizia: non aveva le cinture

L’ex calciatore dell’Atalanta, attualmente in prestito al Bari, non è più intubato, ma resta grave. Ricostruite in sala operatoria le ossa del naso

«Ferite compatibili con il non utilizzo delle cinture di sicurezza»: lo dicono i primi rilievi della polizia stradale sull’incidente in cui lunedì mattina è rimasto ferito l’ex calciatore dell’Atalanta Cristiano Del Grosso.

Alle 5.50 il giocatore, che è in prestito al Bari ma era a Bergamo per la terapia di rieducazione dopo un infortunio, stava percorrendo viale Giulio Cesare al volante di una Fiat Cinquecento quando ha urtato l’aiuola spartitraffico che protegge il passaggio pedonale all’altezza del civico 11, ha invaso la corsia opposta e si è infine schiantato contro un platano. Nello scontro ha riportato fratture al setto nasale, al volto, alle costole e ad alcune vertebre cervicali.

Immagine

Sono ferite che il calciatore, secondo i rilievi, si sarebbe procurato sbattendo il volto contro il parabrezza al momento dello schianto. È per questo che il rapporto della Polstrada conclude che l’automobilista non stava utilizzando le cinture di sicurezza. Del resto anche l’unico testimone dell’incidente, accorso per prestare i primi aiuti al ferito, ha raccontato di averlo trovato non al sedile di guida ma «sul pavimento dell’auto, privo di coscienza e con il volto coperto di sangue». La diagnosi del Pronto soccorso dell’ospedale di Bergamo parla di frattura pluri-frammentaria del setto nasale, traumi facciali minori, fratture composte di due costole senza danni toracico-addominali importanti e fratture di alcuni processi trasversi di tre vertebre cervicali.

Nel pomeriggio di lunedì il dottor Antonino Cassisi, responsabile dell’Unità di Chirurgia maxillo facciale, ha eseguito un intervento di ricostruzione delle ossa nasali. Dopo l’operazione Del Grosso ha trascorso la giornata in coma farmacologico. Da ieri mattina non è più intubato, è sveglio e cosciente. Resta comunque in prognosi riservata, e per prudenza rimarrà ancora per qualche giorno in terapia intensiva. Ha ancora molte difficoltà a parlare. Per questo bisognerà aspettare un po’ di tempo per cercare di capire come mai stesse percorrendo viale Giulio Cesare a quell’ora del mattino.

Intanto la Polizia stradale ha richiesto alla direzione dell’ospedale di effettuare dei prelievi di sangue per accertare l’eventuale presenza di alcol o droga. Gli esami saranno poi eseguiti dal laboratorio di Medicina legale dell’ospedale di Desio: gli esiti saranno trasmessi alla polizia fra una decina di giorni.

Fonte: bergamo.corriere.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

franco45
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 10/01/2016, 17:38
Nome: Francesco

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da franco45 » 10/01/2016, 18:09

A causa di un malore, l’auto è salita sul marciapiede e dopo qualche decina di metri si è impattata su di un palo metallico: era un rettilineo che abitualmente percorrevo intorno ai 70 Km/h, palo ed auto distrutti ma io ero allacciato ed intatto.

Trovo questa iniziativa molto interessante ma inefficace, come i messaggi variabili “occupare la corsia libera più a destra”, Con le modifiche al Codice d’inizio secolo c’è stato un importante salto di qualità ma sono rimasti irrisolti due aspetti, l’uniformità territoriale ed il non utilizzo del veicolo pubblicitario più efficace (e pure gratuito).
Questo salto penso sia stato dovuto al fatto che comportava la sicurezza personale ma ha inciso molto meno nei tessuti sociali più lontani o più abbandonati dallo Stato, ancor meno in una categoria che purtroppo, a mio parere, crede (forse più verosimilmente il sistema Paese induce o sublima a credere) di essere al di sopra delle Regole che legifera o ha il dovere di far rispettare. Chiaro a chi mi riferisco e che coinvolge tutte le Regole?
Ricordo che nei primi giorni dell’entrata in vigore di quel Codice vidi a Bari un’auto delle F. Gialle con gli Agenti allacciati e poco dopo a Milano una dei Vigili, poi li ho visti puntualmente solo all’estero.

Incuriosito dalla Vostra iniziativa ho cercato un vecchio art. sull’uso delle cinture da parte degli Agenti, dal Centauro (ASAPS), allora poteva sembrare che velatamente li giustificassero invece, non trovandolo, ho cercato sul web ed ho graditamente scoperto che hanno fatto ancora qualcosa negli anni seguenti e questa volta coincidente con i fiumi di parole e d’inchiostro che avevo sprecato in quegli anni. Nel 2013 hanno scritto “E poi, c’è l’esempio: una polizia che non rispetta le più elementari norme, come può pretendere di essere credibile?”, ed in un’inchiesta sugli incidenti da loro subiti del 2012 “far rispettare la Legge, significa essere i primi a farlo” ed una Circolare del Mininterno del 2010 che ne ribadiva l’obbligo ma che ad oggi è cronicamente capace di scrivere ma incapace di applicare.

Appunto, un Agente (se non di una Repubblica delle banane) non può arrogarsi il diritto di derogare a qualsiasi Norma che avrebbe il dovere di far rispettare, ovvero un Operatore che non rispetta le Norme che dovrebbe far rispettare si abitua a non riconoscerle infrante neanche dagli Utenti; ma non solo Agenti, qualunque Operatore di pubblico servizio fino al Legislatore ha implicito il dovere dell’onestà e della funzione “TESTIMONIAL” delle stesse Norme. Pensate che esercito di Attori che sfilano per i teatri itineranti (le Strade) fare impunemente sfoggio all’inciviltà, ad essere pagati per non svolgere il primo dovere in assoluto. Ricordo che l'obbligo vale anche per i posti posteriori, quindi anche per Ministri, Magistrati, ecc!

Qual è l’idea? Cominciamo noi a svolgere la funzione più importante e disattesa funzione dell’essere Cittadino: delegare col voto ma controllare. Per ricordare che tutti quegli Attori devono abituarsi a render conto delle loro responsabilità. Usiamo i favolosi smartphone che di norma teniamo in mano anche a letto per impallinare tutti quelli che dovrebbero usare le cinture ma non lo fanno e carichiamo sull’Osservatorio la segnalazione affinché Sicurauto possa periodicamente aggiornare la Direzione Generale del Servizio di Polizia e/o del Sindaco o Prefettura o sindacato di categoria o non so chi altro.
Per non sprecare spazio prezioso e se pubblicabile, pregherei il Moderatore di segnalare se nulla osta. Come operatori di pubblico servizio, credo possiamo fotografarli.
Buon anno

franco45
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 10/01/2016, 17:38
Nome: Francesco

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da franco45 » 10/01/2016, 19:44

Questa è l’immagine che non capisco perché non dovrebbe essere comune sulle strade di un Paese definito culla della civiltà. È tratta dall’articolo cui accennavo nel post precedente e rappresenta l’immagine di un Tutore che può indurre in chiunque rispetto per la sua persona oltre che per la divisa e per il Paese in cui si vive, perché dedito alla garanzia della nostra sicurezza e del rispetto del nostro spazio di libertà, ossia della Civiltà.
Con l’augurio che possa segnare l’inizio di un ulteriore salto di qualità voglio iniziare pubblicando questa che vuole essere l'esempio di sempre più dal vivo per ringraziarli per la loro professionalità, fino a renderle superflue per ordinarietà, lasciando spazio solo per sempre meno eccezioni.
Allegati
cintura.jpg
cintura.jpg (82.1 KiB) Visto 2459 volte

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11032
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da ottobre_rosso » 21/03/2016, 15:37

Incidente, giovane morta nella Marca. Grave l’amica padovana

Il Suv è andato a sbattere contro il muretto di un passo carraio, le due sono sbalzate fuori. Non avevano la cintura di sicurezza

TREVISO Una giovane è morta e una sua amica è rimasta gravemente ferita in un incidente stradale avvenuto nella notte tra sabato e domenica ad Altivole. La vittima si chiamava Alice Porcellato, 23 anni, di Riese Pio X (Treviso), mentre è ricoverata all’ospedale di Treviso una 29enne padovana. Le due amiche viaggiavano su un Suv che è andato a sbattere, per cause in corso di accertamento, violentemente contro il muretto di un passo carraio. Nell’urto le due giovani sono state sbalzate fuori dalla vettura. Soccorse dai vigili del fuoco di Castelfranco, le due ragazze sono state trasportate in gravi condizioni all’ospedale. Alice Porcellato è morta dopo il ricovero, mentre l’amica è in gravi condizioni di salute. Sul posto anche il 118 e la polstrada. Meno grave invece l’incidente a Ponte di Lumignano (Vicenza) dove un ragazzo 26 enne alla guida di una Renault Clio ha perso il controllo della vettura rovesciandosi di lato sulla carreggiata. I pompieri hanno dovuto tagliare la cappotta dell’auto per estrarre il giovane che è stato portato in ospedale.

Fonte: corrieredelveneto.corriere.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Guile
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 14
Iscritto il: 03/03/2016, 9:36
Nome: Ilaria

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da Guile » 25/03/2016, 13:55

questi articoli mi fanno gelare il sangue onestamente ma fanno anche capire che basterebbe davvero poco per evitare una tragedia..

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11032
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da ottobre_rosso » 12/04/2016, 7:05

Muore in un incidente sull’Autosole

Schianto a Praticello di Gattatico. Un 76enne vola fuori strada con l’auto. Si è spento all’ospedale di Parma

Immagine

GATTATICO. Tragico incidente ieri mattina in autostrada: un uomo di 76 anni, Giorgio Pesapane, di Monza, ha perso la vita a seguito dello schianto contro un guardrail posizionato sul lato destro della carreggiata.

Erano da poco passate le 10 quando l'anziano, a bordo di una Ford station wagon, stava percorrendo l'A1 in direzione sud: arrivato all'altezza del chilometro 122, in località Praticello, il mezzo su cui viaggiava ha sbandato per cause in corso di ricostruzione.

Secondo quanto risulta dai primi accertamenti, il 76enne potrebbe essere stato colpito da un malore mentre era alla guida della station wagon.

Pesapane, inoltre, sempre secondo quanto risulta dai rilievi effettuati sul posto, non aveva la cintura di sicurezza allacciata al momento dell’incidente che gli è costata la vita.

La Ford, improvvisamente ha sbandato finendo contro un guardrail a lato. Il veicolo si è impennato e ha terminato la folle corsa nel campo sulla destra dell'autostrada.

Le condizioni di Pesapane sono apparse subito molto gravi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Parma che hanno estratto l'uomo dalle lamiere prestando tutte le attenzioni necessarie, per cercare di tutelare il più possibile l’incolumità dell’anziano, apparso immediatamente grave.

Al chilometro 122 dell’A1 è arrivata anche l’ambulanza dell’Anpas, proveniente sempre da Parma. I soccorritori in un primo momento hanno cercato di stabilizzare le condizioni del ferito. Poi, l’ambulanza ha portato il 76enne all’ospedale di Parma dove è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione.

Purtroppo, le conseguenze dell’incidente sono state devastanti. A nulla sono valse le cure prestate dal personale medico e per Pesapane non c’è stato nulla da fare.

Il decesso è avvenuto nel primo pomeriggio
di ieri all’ospedale di Parma.

Sul luogo dello schianto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale di Reggio Emilia che avranno il compito di ricostruire tutti i dettagli dell’incidente,

Si potrà così comporre il quadro preciso della dinamica che ha portato all’impatto.

Fonte: gazzettadireggio.gelocal.it/
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

franco45
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 10/01/2016, 17:38
Nome: Francesco

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da franco45 » 13/04/2016, 18:58

In 48 minuti ho provato il dispiacere di imbattermi in due pattuglie della PL della grande Milano, in servizio di assoluta "non emergenza" con gli occupanti privi di cinture. Come giustificherebbe il loro massimo Responsabile questa "arroganza", riguardo alla funzione svolta da "Testimonial negativo" ed alla produzione di più danni erariali in caso di malaugurati incidenti?
Allegati
PL Mi-13.4.16-16,15 v Legnano 22 copia.jpg
PL Mi-13.4.16-16,15 v Legnano 22 copia.jpg (40.5 KiB) Visto 1787 volte
PL Mi-13.4.16-15,27 v P. Rossi 43 copia.jpg
PL Mi-13.4.16-15,27 v P. Rossi 43 copia.jpg (38.15 KiB) Visto 1787 volte

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1508
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da mariopagnanelli » 13/04/2016, 23:28

Tirata di orecchie !!!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11032
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da ottobre_rosso » 20/04/2016, 15:47

Schianto sull’A1, muore autotrasportatore di Acerra

Drammatico incidente stradale, nei giorni scorsi, sull’Autostrada A1 all’altezza delle uscite Incisa Valdarno e Firenze Sud in direzione Nord. Antonio Tommasiello di 42 anni, nato a Napoli ma residente ad Acerra, durante le ore notturne perdeva il controllo del tir, che stava guidando ed impattava violentemente contro il guardrail, senza coinvolgere altri veicoli.

Per il forte impatto il 42enne veniva sbalzato fuori dall’abitacolo del veicolo, forse per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e restava schiacciato dal pesante mezzo. Immediati scattavano i soccorsi, ma per il malcapitato non c’era nulla da fare, come constatato dal personale sanitario intervenuto.

I Vigili del Fuoco dovevano prima sollevare il camion con una gru, appositamente fatta intervenire e poi poter procedere all’estrazione del corpo del camionista, che lavorava per una ditta di trasporti di frutta e verdura di Volla. Secondo una prima ricostruzione effettuata della Polizia Stradale, il tir dapprima urtava il guardrail centrale, appoggiandosi sullo stesso e poi proseguiva la sua corsa per circa 200 metri, senza scavalcare per fortuna la barriera protettiva, che impediva all’autoarticolato di invadere la corsia opposta, evitando quindi che l’incidente potesse avere conseguenze più gravi.

L’autostrada restava parzialmente interrotta per diverse ore, finchè non veniva rimosso il pesante automezzo. All’origine dello schianto vi sarebbe una disattenzione del conducente o un colpo di sonno improvviso, escluso che l’uomo fosse sotto l’effetto di alcool o di sostanze stupefacenti.

Fonte: oblomagazine.net/
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti