[Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 18/04/2018, 16:38

Incidente mortale in tangenziale a Torino, scontro tra auto e furgone

Nulla da fare per Loris Cozza, 56 anni, residente nel capoluogo piemontese


Incidente mortale oggi in tangenziale a Torino. Lo schianto intorno alle 12 ai confini tra Orbassano e Rivoli, in direzione sud Savona-Piacenza. Nulla da fare per Loris Cozza, 56 anni, residente a Torino, morto per le gravi ferite riportate.
Il 56enne - riferisce TorinoToday - era alla guida di un Fiat Ducato quando, per cause ancora al vaglio della polizia stradale della sottesezione di corso Giambone di Torino, è entrato in collisione con una Fiat Punto, prima di schiantarsi contro lo spartitraffico in cemento.
Il 56enne è stato colto da malore ma non è ancora chiaro se abbia avuto il malore prima o dopo il tamponamento: è stato trasportato d'urgenza al Cto di Torino, dove è morto non appena ha raggiunto il pronto soccorso di via Zuretti.
Gli agenti della Polstrada lo hanno trovato senza le cinture di sicurezza.
A seguito dell'impatto, il conducente della Punto, un ragazzo di 27 anni residente a Chieri, è stato portato in ambulanza al vicino ospedale di Rivoli.

Fonte: today.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 20/04/2018, 10:42

Incidente sulla tangenziale di Torino, morto un 56enne

Inutile il trasporto d'urgenza al Cto: fatale lo schianto contro una Fiat Punto

Si è concluso in tragedia l'incidente avvenuto nella mattina di oggi, mercoledì 18 aprile, allo svincolo del Sito Interporto, sulla tangenziale di Torino: il 56enne Loris Cozza è deceduto, nonostante il trasporto d'urgenza al Cto.

L'uomo, alla guida di un Ducato, ha tamponato la Fiat Punto guidata da un 25enne di Chieri. Secondo i primi accertamenti, non avrebbe avuto le cinture di sicurezza allacciate e questo gli sarebbe stato fatale nell'impatto.

Fonte: torinoggi.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 02/05/2018, 15:06

Si schianta e muore a 21 anni: non aveva le cinture di sicurezza

ZERO BRANCO - Altro tragico fine settimana sulle strade della Marca: ha perso la vita un 21enne, Enrico Manesso, di Badoere di Morgano, che rientrava a casa sulla Nissan Micra della sorella e si è schiantato contro un ponticello: stando agli accertamenti non indossava le cinture di sicurezza.

Immagine

L'incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte di ieri lungo la provinciale 65, in via Kennedy, nel tratto che da Zero Branco conduce a Campocroce di Mogliano. Il giovane, dipendente della Tessil 200 di Trebaseleghe, azienda di proprietà del padre Giuliano, si sarebbe dovuto alzare presto l'indomani, per andare ai mercati, e non voleva fare tardi. Per questo poco dopo mezzanotte era già di ritorno. Al termine di una curva verso sinistra però la sua auto ha sbandato sulla destra, uscendo dalla carreggiata. Non c'erano segni di frenata sull'asfalto, dettaglio che induce a ipotizzare che il ragazzo possa esser stato colto da un malore o, più probabilmente, da un improvviso colpo di sonno.

Enrico era un ragazzo solare, estroverso e amato. Diplomato all'Astori di Mogliano e dopo la maturità aveva deciso di dedicarsi all'attività di famiglia e lavorare accanto al padre Giuliano. «Lo si vedeva spesso ai mercati, dove portava i prodotti tessili: un ragazzo spigliato, sempre sorridente ed educato». In tanti hanno scritto parole commoventi nel suo profilo Facebook. Proprio in questi giorni a Badoere si celebra la festa dell'asparago e sono tante le iniziative, ma ieri un pensiero, e non solo, è stato dedicato alla tragedia.

Fonte: ilgazzettino.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 04/05/2018, 15:17

Auto vola in un campo: muore un ventunenne

Tragico incidente questa mattina, venerdì 4 maggio, in strada Marengo. Vittima un giovane di Mozzecane

Immagine

GOITO (Marengo). Tragedia della strada questa mattina (venerdì 4 maggio) poco prima delle sette in strada Marengo. Un giovane di 21 anni residente a Mozzecane (di cui pubblicheremo il nome più tardi, quando famigliari e amici saranno avvisati) probabilmente mentre andava al lavoro, è finito fuori strada mentre viaggiava sulla direzione Marengo-Goito. L'auto, una Peugeot 206 nera ha carambolato più volte nel campo sulla destra: il ragazzo - forse senza cinture di sicurezza - è stato sbalzato dall'abitacolo ed è morto sul colpo. Altri automobilisti di passaggio che hanno assistito alla terribile scena hanno chiamato subito il 118 e i vigili del fuoco di Mantova. Purtroppo l'intervento di medico e infermieri del servizio di emergenza si è rivelato inutile: il giovane automobilista era deceduto sul colpo. I rilievi sono della polizia stradale di Mantova, che ha coordinato la viabilità, istituendo il senso alternato su strada Marengo.

Fonte: gazzettadimantova.gelocal.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 21/05/2018, 13:12

In auto colpita da airbag, grave bimba di due anni a Napoli

Era in braccio alla mamma, papà perde controllo e urta guardrail

Schiacciata dall'airbag a soli due anni ed ora in terapia intensiva all'ospedale Santobono di Napoli. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia municipale, la bimba era in braccio alla mamma. Forse per il divincolarsi della bimba il papà che era alla guida ha perso il controllo dell'auto ed è andato a sbattere contro il guardrail. L'urto ha fatto scoppiare l'airbag che ha schiacciato il torace della piccola. Sia il papà che la mamma non indossavano la cintura di sicurezza.

L'incidente è avvenuto in via Cintia a Napoli, dopo l'ingresso della tangenziale in direzione Pianura. La bimba dopo essere stata portata all'ospedale San Paolo è stata trasferita al Santobono dove è stata intubata è sta per essere sottoposta ad una tac.

napoli.repubblica.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 14/06/2018, 15:37

Scontro tra due furgoni all'Isolotto, quattro feriti

Immagine

Un furgone si è immesso in via Massa senza fermarsi allo stop e ha urtato violentemente contro un altro mezzo che stava transitando sulla strada in direzione di via Pio Fedi. Sarebbe questa la dinamica dell’incidente, secondo la prima ricostruzione della Polizia Municipale, avvenuto questa mattina poco dopo mezzogiorno in via Massa. Sul posto sono intervenute le pattuglie del Reparto Infortunistica stradale oltre ai mezzi di soccorso e dei Vigili del Fuoco. Secondo la Polizia Municipale il conducente a bordo del furgone Vito Mercedes (un cittadino albanese del 1989) sarebbe entrato in via Massa proveniente via Bassi (lato Argingrosso) e diretto verso via Pio Fedi senza fermarsi allo stop. Contemporaneamente sulla stessa via Massa è sopraggiunto un Fiat Iveco, con a bordo tre persone, sempre in direzione via Pio Fedi. Lo scontro è stato inevitabile: la parte anteriore dell’Iveco ha urtato violentemente contro la parte laterale destra del Mercedes. I tre a bordo dell’Iveco (il conducente cittadino albanese del 1984, una 24enne e un 30enne fiorentini) sono rimasti lievemente feriti e sono stati portati in ospedale. Sembrerebbe che nessuno indossasse la cintura di sicurezza. Anche il conducente del Mercedes è stato trasportato in ospedale con ferite più serie. La strada è stata prima chiusa e poi riaperta a senso unico alternato per consentire l’intervento dei Vigili del Fuoco e le operazioni di pulizia della carreggiata dai detriti e di ripristino dei parapedonali abbattuti nell’incidente. Entrambi i mezzi sono rimasti danneggiati e sono stati portati via con il carro attrezzi. La circolazione è tornata regolare intorno alle 13.30.

gonews.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 25/06/2018, 17:54

Incidente sulla vecchia Lecco-Ballabio, l'ultimo dono di Alex Crippa: donati gli organi

I familiari del 21enne hanno acconsentito al prelievo degli organi del ragazzo

È morto Alex Crippa, il 21enne di Lecco che nella notte tra venerdì e sabato è stato coinvolto in un incidente stradale sulla vecchia Lecco–Ballabio. I sanitari del reparto di Neurorianimazione dell’ospedale Alessandro Manzoni dove il ragazzo era ricoverato senza essersi mai più ripreso, ieri sera, al termine delle procedure di accertamento cerebrale, ne hanno dichiarato il decesso. I familiari del giovane, nonostante il momento di dolore, con un gesto di grande generosità e civiltà hanno acconsentito al prelievo degli organi del figlio.

Immagine

Si tratta della dodicesima vittima della strada dall’inizio del 2018 in provincia di Lecco, la seconda per un incidente sulla Sp 62, cioè la vecchia Lecco–Ballabio, dove il 12 maggio ha perso la vita anche Giada Mornelli, 22enne di Pozzuolo Martesana, pure lei sulla via del ritorno a casa dopo una serata con gli amici. Il 21enne viaggiava a bordo di una Vw Polo insieme ad un 20enne, rimasto anch’egli ferito gravemente sebbene ora almeno lui sia stato dichiarato fuori pericolo. Gli agenti della Polizia stradale non hanno ancora stabilito chi dei due guidasse, ma dagli accertamenti pare che Alex non indossasse la cintura di sicurezza, perché è stato sbalzato fuori dall’utilitaria che si è cappottata all’ingresso del rione di Laorca.

Fonte: ilgiorno.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 23/07/2018, 11:50

Terribile tamponamento in tangenziale: un morto, due donne e una bambina ferite

La piccola è grave

Tragedia nella tarda serata di ieri, mercoledì 18 luglio 2018, sulla tangenziale sud. Un pensionato di 75 anni, Salvatore Squillaci, residente a Carignano, è morto in un incidente stradale avvenuto in direzione sud Savona-Piacenza 500 metri prima dello svincolo Debouché, sul territorio comunale di Nichelino.

Guidava la Ford Fiesta che trasportava anche un'albanese di 35 anni, sua figlia di nove anni (non ancora identificata compiutamente) e un'altra albanese di 21 anni. Per cause da accertare, la vettura è stata tamponata da un furgone Renault Master guidato da un francese di 51 anni. L'impatto è stato devastante, col veicolo che ha battuto due volte contro il guardrail a destra della carreggiata ed è rimasto completamente distrutto nella parte posteriore.

Immagine

Il pensionato è stato sbalzato fuori dal veicolo ed è morto sul colpo. Verosimilmente non indossava la cintura di sicurezza. Molto grave la bambina, trasportata all'ospedale Regina Margherita di Torino, mentre sua madre e l'altra donna sono state trasportate al Cto. Anche la prima è molto grave. Illeso il conducente del furgone, risultato negativo all'alcoltest a cui lo ha sottoposto la polizia stradale, che indaga sull'accaduto.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Torino Lingotto e gli ausiliari dell'Ativa, che si sono occupati della viabilità con la chiusura delle due corsie di destra (per ore si è circolato soltanto su quella di sorpasso).

Un tir che procedeva nella stessa direzione ha riportato la foratura di uno pneumatico a causa dei detriti dell'incidente e ha dovuto fermarsi a bordo carreggiata.

Fonre: torinotoday.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 22/08/2018, 20:22

Bimba di 8 anni muore contro un palo/ Ultime notizie incidente Nettuno, papà ubriaco: il tentativo di salvarla

Incidente Nettuno, muore bimba di 8 anni: padre alla guida ubriaco e con patente revocata nel 2009. Il disperato tentativo di salvare Nicola, la sorellina miracolosamente viva.

Una tragedia che poteva essere evitata quella di Nettuno, dove un 39enne si è messo alla guida ubriaco della propria Bmw con a bordo le figlie di 8 e 7 anni - senza cinture di sicurezza - e procedendo a folle velocità ha finito per centrare diversi pali della luce e capottarsi. Il risultato è stata la morte della bambina più grande: Nicole, rimasta a lungo incastrata in mezzo alle lamiere di ciò che restava della macchina, aveva riportato delle ferite troppo gravi per scamparla. Eppure, come riporta il portale locale ilcaffe.tv, i vigili del fuoco hanno fatto di tutto per liberarla il prima possibile, sollevando l'auto a mani nude nella speranza di estrarre viva la bambina. Ma un'esperienza traumatica l'ha vissuta anche la piccola sopravvissuta, la figlia minore che è uscita dalla vettura con le proprie gambe - evidentemente molto scossa - e con le lacrime agli occhi è stata soccorsa e consolata dalla ragazza dell'auto che sopraggiungeva. (agg. di Dario D'Angelo)

PADRE RISCHIA LINCIAGGIO E LASCIA NETTUNO
Ubriaco e senza patente, con una Bmw non assicurata e priva di revisione, e le due figlie piccole a bordo, a cui non ha neppure allacciato le cinture di sicurezza. Così si è messo alla guida sulle strade alla periferia di Nettuno un uomo di 39 anni, che alla fine della sua folle corsa si è schiantato contro un palo ribaltandosi più volte. La polizia stradale ha tratteggiato un quadro sconvolgente dell'incidente che è costato la vita ad una delle due bambine, la più grande. La sorellina ha riportato ferite alle gambe, ma per i medici non è grave. Ricoverata nello stesso ospedale la moglie dell'automobilistica e madre delle bimbe per lo choc subito appena appreso quanto accaduto. Ad assistere alla scena una coppia di giovani che passavano in auto sulla stessa strada. Pare che l'uomo, sfuggito in ospedale a un tentativo di aggressione da parte di alcuni parenti, continuasse a chiamare Nicole, la bambina morta, e stesse tornando sul luogo della tragedia. Come riportato da Repubblica, per timore di un altro tentativo di linciaggio dei parenti, il 39enne si è allontanato da Nettuno ed è in un'altra località del Lazio che ha comunicato agli inquirenti che lo hanno denunciato per omicidio stradale. (agg. di Silvana Palazzo)

MOGLIE SOTTO CHOC: RICOVERATA IN OSPEDALE
Un quadro agghiacciante quello ricostruito dalle forze dell’ordine, in merito all’incidente stradale avvenuto nella tarda serata di ieri a Nettuno, in provincia di Roma. Un uomo di 39 anni si sarebbero messo alla guida della propria auto con le due figlie di 6 e 8 anni, schizzando a folle velocità sulle strade della provincia romana. Era ubriaco, sotto l’effetto di stupefacenti e non ha neanche allacciato le cinture di sicurezza alle due piccole che portava con se. E’ stata probabilmente questa la causa principale che ha provocato la morte della più grande delle due, sbalzata fuori dall’auto, poi travolta dallo stesso mezzo. La bambina più piccola è ricoverata con varie ferite ma non è in pericolo di vita, e si trova nello stesso ospedale dove è stata internata anche la moglie dell’assassino e mamma delle due bimbe, sotto shock dopo quanto accaduto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PATENTE REVOCATA DA 8 ANNI
Sembrano esserci nuovi dettagli sull’incidente avvenuto a Nettuno, costato la vita a una bambina di 8 anni che viaggiava in auto in compagnia della sorellina più piccola. A guidare l’auto, una Bmw 320 non assicurata e non in regola con la revisione, un uomo di 39 anni, cui la patente era stata revocata nel 2009. Il conducente è risultato positivo all’alcol test e stando a quanto riporta Lazio Tv, l’incidente si è verificato in via dei Frati. La bambina rimasta uccisa potrebbe essere stata sbalzata fuori dall’abitacolo, aver sbattuto la testa e quindi essere rimasta schiacciata dall’auto stessa che si è nel frattempo ribaltata, dato che l’uomo alla guida aveva perso il controllo del mezzo. Sulla testa dell’uomo pende ora l’accusa di omicidio stradale, e potrebbero esserci anche delle conseguenze per via delle irregolarità riscontrate (mancanza di assicurazione, revisione e patente di guida). In questa tragedia la fortuna è che la bambina più piccola, ricoverata in ospedale, non è in pericolo di vita. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

MUORE BIMBA DI 8 ANNI, LA SORELLA È SALVA
La sorellina di Nicole, 8 anni, la bambina morta nell'incidente stradale di Nettuno causato dal papà ubriaco alla guida di una Bmw 320 su via dei Frati, è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Lo riferisce Il Corriere della Sera, sottolineando che G.M., il 39enne che ha provocato l'impatto viaggiando a velocità folle, dopo essersi allontanato dall'ospedale è stato rintracciato intorno alle 3 di notte dai poliziotti in viale della Liberazione. Arrivano poi ulteriori dettagli sul tentativo di linciaggio operato nei confronti dell'uomo, che guidava senza patente poiché questa gli era stata revocata nel 2009 sempre per guida sotto effetto di alcol e droga. Momenti di estrema tensione si sono vissuti all'esterno del commissariato di Anzio, dopo l'arrivo dei parenti della madre delle bambine, desiderosi evidentemente di "regolare" i conti. (agg. di Dario D'Angelo)

IL PADRE RISCHIA IL LINCIAGGIO
Era ubriaco e senza patente G.M., il 39enne che questa notte notte ha provocato l'incidente stradale di Nettuno in cui ha perso la vita Nicole, la figlia di 9 anni, ed è rimasta ferita l'altra bambina di 7. Ma c'è di più: secondo quanto riportato dal Corriere Città, da quanto emerso nelle ore successive all'incidente, l'uomo viaggiava inoltre su una macchina senza revisione né assicurazione. La patente, da quel che si apprende, gli era stata revocata quasi dieci anni fa sempre per problemi di guida in stato di ebbrezza. E proprio sul 39enne hanno tentato di sfogare la loro rabbia per l'accaduto i parenti e i conoscenti di Nicole e della sorellina: l'uomo ha infatti rischiato il linciaggio, con le forze dell'ordine che, una volta dimesso dall'ospedale, hanno dovuto farlo uscire da una porta secondaria. (agg. di Dario D'Angelo)

LA DINAMICA DELL'INCIDENTE
Nettuno, auto si schianta contro il palo: muore bambina di 9 anni, altra tragedia sulle strade italiane. I colleghi de Il Messaggero riportano che la vittima è la piccola Nicole, che ha avuto la peggio in un violento incidente stradale verificatosi nella notte tra il 10 e l’11 agosto 2018. Lo schianto ha avuto precisamente luogo in via dei Frati, poco dopo le ore 24.00: alla guida il padre della bimba, il trentanovenne G.M, che ha perso il controllo della sua auto Bmw 320. L’autovettura, che viaggiava ad alta velocità secondo una prima ricostruzione, è finita contro un palo della luce, per poi andare all’interno di una cunetta capottandosi più volte sulla strada. Nicole, solo nove anni, è deceduta sul colpo. Presente in auto anche la figlia più piccola, di 7 anni: ricoverata all’ospedale di Anzio, ha riportato ferite alle gambe e in altre parti del corpo.

INCIDENTE STRADALE A NETTUNO: MORTA BIMBA DI 9 ANNI
Una tragedia enorme nel Romano, con il padre della piccola che è rimasto leggermente contuso: l’uomo è stato dimesso dal pronto soccorso dopo due ore ed è stato immediatamente ascoltato dagli agenti della polizia stradale del posto mobile di Nettuno, nonché dai colleghi della sottostazione di Albano con il comandante Claudio Marrese, sottolinea Il Messaggero. Le forze dell’ordine hanno fatto scattare subito la denuncia per omicidio stradale: secondo le primissime testimonianze, il padre delle due piccole è risultato positivo all’alcol test. Le due bambine, inoltre, viaggiavano senza cinture allacciate ed erano prive dei seggiolini di sicurezza. All’uomo verrà inoltre ritirata la patente, oltre che denunciato per guida in stato di ebbrezza. Un altro incidente stradale mortale e un’altra vittima innocente, questa volta una bimba di appena sette anni.

Fonte: ilsussidiario.net/News
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10535
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 22/08/2018, 20:24

Auto esce di strada, quattordicenne muore sbalzata nel fossato

L’incidente a Torre di Mosto. Alla guida c’era la zia di 22 anni. Entrambe sono di origini romene


Immagine

VENEZIA Erano fianco a fianco e forse stavano tornando da una giornata serena al mare. Poi, d’un tratto, la tragedia: l’auto che sbanda ed esce di strada e una giovane vita spezzata a 14 anni, quando invece uno dovrebbe avere tanti sogni per il suo futuro. Sabato sera alle 19 circa, due ragazze di origine romena, ma residenti a Biverone, frazione di San Stino di Livenza, sono state vittime di un incidente che si è rivelato tragico: alla guida c’era una 22enne, zia della ragazzina minorenne deceduta, che è uscita di strada in via Staffolo a Torre di Mosto, per cause su cui sono in corso gli accertamenti delle forze dell’ordine intervenute sul posto. L’auto ha sbattuto contro un platano e si è rovesciata, finendo dentro un fossato: la ragazzina, forse perché non aveva le cinture di sicurezza allacciate – ma su questo sono ovviamente in corso le verifiche – è stata sbalzata fuori dall’abitacolo, venendo schiacciata dall’auto stessa, una Fiat Punto.

Fonte: corrieredelveneto.corriere.it
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti