[Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11385
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 20/06/2022, 12:34

Giulia, 6 anni, si sporge dal finestrino e viene colpita da un trattore: «Se non supera la notte rischiamo di perderla»

L'incidente sabato sera ad Atina dopo una serata in pizzeria, la bimba ricoverata in Terapia intensiva al Gemelli

Un sabato sera come tanti, la pizzeria in famiglia e poi a casa. È bastato un attimo a trasformarlo in una tragedia. Quel tanto che basta a una bambina di sei anni per sporgersi dal finestrino dell'auto guidata dalla mamma, al papà per dirle di mettere la testa dentro, a un trattore sulla corsia opposta per colpirla in volto senza neanche farci caso. Giulia si è ritrovata tra le braccia della nonna, che insieme a lei e al fratellino occupava il sedile posteriore, ricoperta di sangue. È accaduto sabato sera ad Atina, cittadina della Valle di Comino, la zona del Frusinate che confina con l’Abruzzo.

«Non ho fatto in tempo a dire a Giulia di spostarsi dal finestrino che quel camion l'aveva colpita al volto. È successo tutto in una frazione di secondo e ancora non riesco a capire come sia potuto accadere. Eravamo distratti, non ho fatto caso al seggiolino o alla cintura. Eravamo molto vicini a casa, un tragitto di pochi chilometri»: papà Fabrizio, 33 anni, ha raccontato a Flaminia Savelli per il Messaggero quegli istanti per i quali non riesce a trovare una spiegazione.

La famiglia, originaria del Venezuela ma residente da anni in paese, aveva trascorso la serata in pizzeria. A ora tarda sono saliti in auto per tornare a casa, un tragitto breve e conosciuto. Mamma alla guida, papà accanto, i bambini con la nonna seduti dietro, senza seggiolino né cinture di sicurezza. La bambina si è sporta dal finestrino, poi il dramma: «Ho visto la mia bambina ricoperta di sangue, sono sceso dalla macchina con lei in braccio e ho detto a mia moglie di chiamare subito i soccorsi. Il fratellino e la nonna di Giulia erano sotto choc, piangevano», ha ricostruito il padre della piccola.

Giulia ora è ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva del Policlinico Gemelli di Roma: «Le prossime ore saranno quelle decisive. Se Giulia non supera la prossima notte, rischiamo di perderla per sempre. Siamo disperati. Aveva appena terminato la prima elementare, era pronta a trascorrere l'estate con noi e il fratellino. Non posso pensare che forse non si veglierà più, che non sarà più tra noi».

Fonte: leggo.it
Quando passi davanti ad un ospedale vedi solo finestre ma non immagini quanti sognatori ci sono dietro il vetro

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite