[Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Morti o feriti perchè senza cinture] Segnaliamoli qui

Messaggio da ottobre_rosso » 01/08/2010, 20:48

Sedicenne trentina muore in auto, non allacciata cintura di sicurezza

Trento, 1 ago. -Incidente stradale mortale questa notte nel Trentino; la vittima e' una sedicenne, che viaggiava insieme a tre ragazzi di Bisignano, Pergine e Martignano, che la stavano accompagnando a casa, dopo una serata trascorsa in compagnia, a bordo di una Alfa 147, dalle gomme forse troppo lisce. L'incidente si e' verificato nei pressi di Grumes, in Val di Cembra. La macchina, che probabilmente andava a forte velocita', e' improvvisamente sbandata, facendo una carambola tra i due opposti guard rail. La ragazza, che non era assicurata con le cinture di sicurezza, e' stata sbalzata dall'abitacolo ed e' finita sull'asfalto. Trasportata all'ospedale Santa Chiara di Trento alle 5 di questa mattina, e' morta.

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Morti o feriti perchè senza cinture] Segnaliamoli qui

Messaggio da ottobre_rosso » 17/08/2010, 20:45

a dimostrazione dell'importanza dell'utilizzo delle cinture di sicurezza riporto una testimonianza del nostro utente peppe

Ciao ragazzi,
scrivo questo post perchè, a causa di un grave incidente, ho avuto modo di "toccare con mano" quanto sia importante l'uso delle cinture di sicurezza e il guidare un'auto il più possibile sicura.
Ieri mattina mio nonno, alla guida di una Fiat Punto Mk2 è stato travolto da una Bravo che procedeva a folle velocità in uscita da una curva.
L'auto investitrice ha preso in pieno la porta lato guida scaraventando la Punto di mio nonno contro un lampione della luce, poi un muro di cemento e, infine, contro un marciapiede terminando li la sua carambola.
Io ringrazio il momento in cui decidemmo di comprare quella macchina anche per i brillanti risultati che aveva ottenuto nei crash test: nel 1999 le auto a 4 stelle erano davvero poche e per fortuna la Punto era tra quelle brillando, tra le altre cose, proprio nel test laterale (fonte EUROncap).
Grazie alle barre anti-intrusione e ad una scocca proggettatata come si deve mio nonno si è salvato, anche se ne è uscito un pò malconcio. Se avesse avuto sidebag e windowbag probabilmente ne sarebbe uscito illeso.
Quindi allacciate 'ste benedette cinture (anche sui sedili posteriori!), comprate auto sicure e dotatele di airbag laterali e a tendina per la testa.
La sicurezza viene prima di ogni altra cosa.
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Morti o feriti perchè senza cinture] Segnaliamoli qui

Messaggio da ottobre_rosso » 04/09/2010, 21:38

Scaraventata dall'auto Grave una bambina: era su una Fiat Uno senza le cinture

ISOLA DELLA SCALA. Ha sei anni e lotta contro la morte. Era su una Fiat Uno senza le cinture
La macchina esce di strada in curva e la piccola vola fuori dal lunotto I soccorritori l'hanno trovata priva di conoscenza. È in rianimazione

L'auto è volata fuori strada uscendo da una curva. Poi è finita dentro un fosso senza acqua. La piccola, che con ogni probabilità non era assicurata dalle cinture di sicurezza è volata fuori da uno dei lunotti andando a sbattare violentemente a terra e restando lì immobile. Quando i sanitari di Verona Emergenza sono arrivati per la bambina c'erano pochissime speranze di vita. È stata rianimata, poi caricata sull'elicottero del 118 che è volato all'ospedale Maggiore dove la bambina, intubata, è stata trasferita in rianimazione.
C'era un'intera famiglia sulla Fiat Uno che ieri pomeriggio verso le 16 è finita fuori strada a Isola, sulla statale 12 in via Ca' magre. Le cause che hanno fatto volare l'auto fuori strada sono al vaglio dei carabinieri della compagnia di Villafranca che ieri sono intervenuti per i rilievi di legge e per regolamentare la viabilità che è andata in tilt dopo il sinistro assieme a quelli di Nogara.
Al volante dell'auto c'era Dario Cusio, 26 anni, di origine croata. Accanto a lui la sua convivente Monica Marcazzan, 24 anni. La coppia vive a Sabbioneta in provincia di Mantova ed era andata a Isola dai genitori di lei. Con loro la bambina di sei anni I.B. che adesso è grave in prognosi riservata. La coppia aveva prelevato l'auto dai Marcazzan dicendo che l'avrebbero portata da un meccanico. Si tratta di una vecchissima auto che durante i rilievi s'è scoperta non essere coperta da assicurazione.
Forse i freni dell'auto hanno ceduto, forse il conducente ha affrontato male la curva sta di fatto che il mezzo ha perduto aderenza al terreno ed è carambolato nel fossato.
I due adulti sono stati portati in ambulanza a Borgo Roma. Le loro vite non dovrebbero essere in pericolo.
Adesso tutti fanno il tifo per la bambina, che possa farcela a superare le prime ore dal trauma che sono quelle più critiche. Non è escluso che nelle prossime ore la bambina possa essere sottoposta a un intervento chirurgico per far riassorbire i tanti ematomi che si sono formati dopo l'impatto violento con il suolo.
Poco dopo il sinistro i parenti della mamma della bambina e alcuni conoscenti si sono precipitati sul luogo dell'incidente per cercare di capire cosa fosse accaduto.

Immagine

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Morti o feriti perchè senza cinture] Segnaliamoli qui

Messaggio da ottobre_rosso » 20/09/2010, 22:33

Senza cinture rimane schiacciata contro il muro dalla propria auto: MORTE CEREBRALE per Floriana

Sanremo - I medici dell'ospedale di Sanremo hanno dichiarato, pochi minuti fa, la morte cerebrale di Floriana Arnaldi, 58 anni, la parrucchiera di Taggia, rimasta coinvolta in un tragico incidente avvenuto, stamani, intorno alle 9.30, nella galleria di via Pascoli.

I medici dell'ospedale di Sanremo hanno dichiarato, pochi minuti fa, la morte cerebrale di Floriana Arnaldi, 58 anni, la parrucchiera di Taggia, rimasta coinvolta in un tragico incidente avvenuto, stamani, intorno alle 9.30, all'interno dell'ultima galleria dell'Aurelia Bis, in via Pascoli, a Sanremo, dove ha perso il controllo della propria auto, una 'Hyunday Atos', carambolando per un'ottantina di metri, schiantandosi contro la parte anteriore di una Fiat Panda del Comune di Sanremo e finendo la propria corsa contro il muro della galleria.

Il mancato uso delle cinture di sicurezza si e' rivelato fatale per la donna, che e' stata sbalzata fuori dall'abitacolo di guida, rimanendo schiacciata tra le lamiere dell'auto e il muro.

Le sue condizioni sono apparse subito gravissime. La donna – che lavorava in un salone di bellezza, di via San Francesco, a Sanremo – ha riportato un politraumatismo. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario del 118, con le ambulanze di Sanremo Soccorso e Croce Rossa.

Presenti anche i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Portata d'urgenza al vicino ospedale Borea, i medici l'hanno subito dichiarata non trasportabile ed e', quindi, stato impossibile trasferirla in altri centri sanitari piu' specializzati della Liguria. I soccorritori hanno disincastrato la donna dalle lamiere dell'auto e dopo averla stabilizzata l'hanno portata in codice rosso al vicino ospedale Borea, dove i medici adesso stanno tentanto l'impossibile per salvarle la vita. Non e' ancora ben chiaro se all'origine dell'incidente ci sia una distrazione oppure un malore o altro ancora. In seguito all'urto, l'auto e' partita come una scheggia, in un tratto dove la carreggiata e' a doppio senso.

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 27/09/2010, 20:44

Niente cintura: diciannovenne si rovina il volto

A bordo della loro utilitaria, dopocena intorno alle 23, hanno centrato in pieno un camion in sosta

ALLA FINE possono dire di essere stati fortunati, anche se uno di loro si è rovinato il volto. Tre ragazzini di 19 anni, due pratesi ed un egiziano, l’altra notte hanno rischiato grosso in via Fosso del Masi a Paperino. A bordo della loro utilitaria, dopocena intorno alle 23, hanno centrato in pieno un camion in sosta. Uno di loro, il pratese che si trovava sul lato passeggero, ha urtato violentemente il parabrezza col volto procurandosi tagli e fratture diffuse, anche perché non portava la cintura di sicurezza. Sul posto è intervenuta un’ambulanza medicalizzata della Croce d’Oro e una senza medico della Misericordia di Poggio a Caiano. Gli altri due giovani stanno bene.

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 03/11/2010, 17:08

Alcol e mancato uso delle cinture di sicurezza causano la morte di 3 giovani donne

Fine settimana in cui la Polizia Stradale, intervenuta su due incidenti stradali dove hanno perso la vita tre giovani donne, ha fornito all’Autorità Giudiziaria elementi che da un lato hanno portato all’arresto del conducente dall’altro sono all’esame per far luce sull’esatta dinamica del sinistro e la definizione dei profili di responsabilità.

Il primo si è verificato ieri 31 ottobre verso le ore 03.30 sulla SS 647 in agro di Ripamolisani (CB), dove una vettura con cinque giovani a bordo per cause in corso di accertamento ha colliso violentemente contro il guard-rail e nell’urto la passeggera seduta nel sedile posteriore, Q. D. di 22 anni, è stata sbalzata fuori ed ha perso la vita. Il conducente, R. A. S., venticinquenne, trovato con un tasso alcolemico di 2,61 g/l, è stato arrestato dalla Sezione Polizia Stradale di Campobasso per omicidio colposo aggravato dalla guida in stato di ebbrezza e da violazioni alle norme del Codice della Strada.

Il secondo incidente si è verificato questa mattina verso le ore 05.30 lungo la carreggiata nord dell’A22 del Brennero vicino Nogarole Rocca (VR): l’autovettura nella quale viaggiavano due ragazze di 24 anni e residenti nella provincia di Trento, C.M. e D.M., insieme ad altri due giovani, è fuoriuscita dalla carreggiata subendo una serie di evoluzioni nelle quali entrambe, di cui una passeggera posteriore, sono state sbalzate fuori e sono decedute.

In entrambi gli incidenti si è constatato che i passeggeri non indossavano le cinture di sicurezza, sistema di protezione che, la Polizia Stradale tende costantemente a ribadire, vanno allacciate da tutti gli occupanti del veicolo, anche sui sedili posteriori.

Polizia Stradale che chiuderà il 2010 con oltre 2 milioni di controlli all’alcool e che, nonostante dall’entrata in vigore del nuovo codice abbia dato nuovo impulso ai controlli specie dei conducenti sotto i 21 anni, dei neopatentati e dei conducenti professionali e stia dotando le pattuglie di precursori in grado di accertare anche la nuova fascia di alcolemia 0-0,5 g/l, deve ancora registrare incidenti legati alla guida in stato di ebbrezza: solo una costante opera di formazione e di sensibilizzazione dei giovani sull’uso responsabile dell’alcool, l’unione degli sforzi e delle iniziative di tutte le parti sociali, potrà contribuire a produrre concreti risultati su questo importante versante della sicurezza stradale.

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 15/11/2010, 11:26

TRAGEDIA SULL'A22 Due ragazze di Borgo Valsugana morte in un incidente a Nogarole Rocca

Marta Casagranda è stata sbalzata e travolta dall'auto condotta dall'amico, probabilmente ubriaco, che aveva il divieto di guida, Michela Dandrea è uscita illesa ma è stata uccisa da un'auto pirata sul ciglio della strada

Marta e Michela stavano dormendo sul sedile posteriore della Fiesta quando la macchina è finita nella scarpata. Marta è stata sbalzata fuori ed è stata schiacciata dall’a uto stessa.

Michela, è scesa per cercare aiuto ed è stata investita da un pirata della strada. Sono morte così due amiche di Borgo che avevano festeggiato Halloween in una discoteca nel mantovano. Entrambe di 24 anni Marta Casagranda e Michela Dandrea abitavano a Borgo. Quasi illesi i ragazzi che erano con loro.

Il tragico incidente ieri mattina alle 5.30 sull’A22 all’altezza dello svincolo di Nogarole Rocca. Una dinamica ancora da chiarire ma quello che è certo è che l’uscita di strada non ha coinvolto nessun altro mezzo. Alla guida della Ford Fiesta c’era Lucasz Masiulaniec, 27enne di origine polacca da tempo residente a Borgo. Ragazzo conosciuto in valle, era stato arrestato per spaccio e ora aveva un obbligo di dimora, di firma oltre ad un divieto di guida.

Al suo fianco Nicola La Porta di 29 anni, Li hanno salvati le cinture di sicurezza e gli air bag. Sarà necessario sentire la testimonianza dei due giovani sopravvissuti ma pare che Michela e Marta stessero dormendo e non avevano allacciato le cinture di sicurezza e in seguito all’impatto, violentissimo, Marta è stata sbalzata fuori dall’abitacolo ed è stata schiacciata dalla Ford che rotolava nel terrapieno. Un volo di alcuni metri, lungo la scarpata che costeggia la corsia nord, nessun segno di frenata, il conducente non ha nemmeno cercato di sterzare per evitare di uscire di strada e probabilmente anche per questo, al di là dell’ipotesi di un colpo di sonno, gli agenti di polizia hanno chiesto che i due giovani venissero sottoposti agli esami clinici in grado di accertare se avessero fatto uso di alcol o stupefacenti. E stando a quanto è trapelato il conducente è risultato positivo all’alcoltest.


Il giovane stando alla prima ricostruzione nel tratto di autostrada che ricade nel comune di Nogarole Rocca ha perso il controllo del mezzo. Ha mancato il guard rail e quindi l’auto non ha trovato alcun ostacolo, nulla che potesse impedire l’uscita di carreggiata.

A causa della velocità la macchina è volata oltre la carreggiata, si è rovesciata più volte per finire poi contro una montagnola di terra sulla quale è fissata la recinzione che delimita l’area di competenza della Società autostradale. In questa prima fase dell’i ncidente è morta Marta Casagranda.

Alle cinque del mattino, su tutta la provincia, stava piovendo e Michela Dandrea, illesa, era uscita dalla carcassa della sua auto per cercare aiuto: faceva ancora buio ma è riuscita a risalire la china erbosa e a mettersi sulla corsia. Ma l’attendeva un destino crudele: la 24enne è stata investita e trascinata sull’asfalto da più di un’auto da un’auto che poi si è data alla fuga. Nessuno, infatti, si è fermato, nessuno fino a ieri pomeriggio si è presentato alla Polstrada per denunciare l’investimento.

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 13/01/2011, 10:21

SALVI GRAZIE ALLE CINTURE

Pauroso incidente. Tutti e tre salvi grazie alle cinture e ai seggiolini agganciati. Una tragedia evitata grazie al rispetto dell'autista delle norme di sicurezza.



Alle 7,30 di questa mattina, sulla S.P.120 Castellana - Polignano a Mare, un'opel guidata da una signora 35enne si è ribaltata più volte e, dopo aver perso il controllo del mezzo, si è schiantata contro un muretto.

L'impatto è stato violentissimo, come si può vedere dalle foto. Fortunatamente i due bimbi che erano seduti nei sedili posteriori erano alloggiati nei seggiolini, come si può notare dalla foto qui a sinistra, con l'auto ribaltata e i seggiolini inchiodati sul sedile.
Anche la signora aveva la cintura di sicurezza allacciata, e questo ha salvato loro la vita.

Forte l'immagine apparsa ai primi soccorritori arrivati sul posto e strazianti il pianto e le urla dei bimbi e della mamma che invocava aiuto. I soccorsi sono arrivati immediatamente da Castellana AVPA e Polignano Croce Santa Rita. I due piccoli sono stati ricoverati al Policlinico di Bari e la Signora al Di Venere di Carbonara.
Sul posto anche una pattuglia della GdF di Monopoli che per prima ha allertato i soccorsi, per i rilievi i Carabinieri della locale stazione di Conversano e la Polizia municipale di Polignano.

Sono stati tanti gli automobilisti di passaggio che si sono offerti nell'aiutare la famiglia coinvolta.

Immagine

Immagine

Immagine

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

Avatar utente
ottobre_rosso
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11004
Iscritto il: 25/05/2006, 0:01
Nome: Daniele
Località: La terra della cassoeula!!!
Contatta:

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cinture

Messaggio da ottobre_rosso » 24/01/2011, 15:44

Schianto contro il muro, seduto senza cinture a 11 anni in fin di vita

Un bimbo romeno di 11 anni è ricoverato in condizioni disperate al ReginaMargherita, dopo esser stato soccorso ieri sera nel sottopasso del Lingotto insieme ad altre quattro persone, fra cui una bimba, anch’essa romena. Cristian Stefanenco, l’undicenne, e Denise Melcimioc, 9 anni, viaggiavano sui sedili posteriori di una Opel Corsa probabilmente guidata da Cristian Relu Pistritu, 39 anni, che ha svoltato per imboccare l’uscita di via Nizza, schiantandosi contro il muro.

I bambini sono stati trasportati all’Infantile, Pistritu al Cto, insieme ad altre due persone: l’uomo è in prognosi riservata, mentre gli altri feriti - compresa la bambina - hanno riportato contusioni leggere e non sono in pericolo di vita. Stefanenco è stato portato attorno alle 22 in sala operatoria per un disperato tentativo di salvarlo. Ha un gravissimo trauma cranico e nessuna altra frattura né ferita: l’ipotesi più probabile è che non avesse le cinture di sicurezza e nell’urto sia stato catapultato contro il parabrezza.

Da chiarire l’origine dell’incidente. Non ci sono testimoni, oltre ai feriti. L’unica certezza per ora è la violenza dell’impatto. E’ possibile che chi era al volante abbia deciso all’ultimo di sterzare a destra per raggiungere via Nizza dal sottopasso, o si sia accordo in ritardo che stava superando l’uscita che voleva imboccare. Non ci sono tracce di frenata. L’auto s’è schiantata contro la parete sinistra dell’uscita, incastrandosi tra il muro e la segnaletica che indica il bivio. Sono intervenute diverse ambulanze del 118, oltre ai vigili urbani: le condizioni del bimbo di 11 anni sono apparse subito le più gravi.

Immagine

fonte
Il denaro fa ricco l'uomo... l'educazione lo rende signore!

pinkoNew
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/06/2010, 15:18
Nome: Fabio

Re: [Osservatorio Cinture] Morti o feriti perchè senza cintu

Messaggio da pinkoNew » 23/02/2011, 0:57

Incidente sul Gra nella notte muore bimbo sbalzato fuori da auto.

Nota: questa notizia è stata discussa sul forum di una testata locale, e le ipotesi erano quelle di mancato uso delle cinture per il bambino. Purtroppo la situazione è peggiore... Vi ricordo che il GRA è, a tutti gli effetti, autostrada.

Aveva 3 anni. Ferita la madre. La donna, la notte scorsa intorno alle 2, ha perso il controllo della vettura tra le uscite Ardeatina e Laurentina. Il piccolo era in braccio al padre

Nel cuore della notte una mamma al volante perde il controllo dell'auto che comincia a sbandare e si ribalta due volte. Quando la vettura finalmente si ferma, sull'asfalto c'è suo figlio di tre anni, sbalzato fuori dall'abitacolo. Inutile la corsa in ambulanza. Il piccolo arriva all'ospedale Sant'Eugenio ma ai medici non resta che constatarne il decesso.

L'incidente è avvenuto alle 2.30 sul Grande Raccordo Anulare. Al momento dell'impatto il piccolo, non era come prevede la legge, sul seggiolino ma in braccio al padre. Anzi, a quanto si è appreso, nell'auto non c'era proprio il seggiolino.

La Toyota Aygo ha fatto tutto da sola, forse un colpo di sonno, un malore, un guasto o l'alta velocità. La donna è stata comunque sottoposta ad alcotest e drogatest, ma in serata non sono ancora stati resi noti i risultati.
La Toyota alle 2.30 era sulla carreggiata interna; aveva superato il 50esimo chilometro, subito dopo l'area di servizio Ardeatina. Al volante c'era la madre del piccolo, una donna di 39 anni, e accanto il padre, di 47 anni. All'improvviso il mezzo sbanda ed urta violentemente contro il new jersey, lo spartitraffico al centro della carreggiata, poi finisce contro il guardrail nella corsia d'emergenza, a quel punto si ribalta una prima volta al centro della carreggiata e poi una seconda, tornando con le quattro ruote in terra. Ma sull'asfalto, c'è anche il piccolo figlio della coppia di romani.

Arrivano i soccorritori, viene bloccato il traffico tra l'Ardeatina e la Laurentina, ma la folle corsa dell'ambulanza al più vicino ospedale, il Sant' Eugenio, è inutile. Il bimbo muore durante il trasporto verso le 3 di notte. L'impatto gli ha provocato traumi facciali, celebrali e al torace. Nello stesso nosocomio vengono portati anche i genitori, romani, ma per loro la situazione non è grave. La mamma ha solo molte contusioni, il padre ha una gamba rotta e varie escoriazioni.

La circolazione stradale è stata riaperta all'alba da polizia stradale e Anas, dopo che era stato rimosso il veicolo.
Il corpo della piccola vittima è stato portato all'istituto di Medicina Legale. A luglio il bambino avrebbe compiuto 4 anni.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite