Passeggero senza cinture, chi paga? Chiarezza

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Passeggero senza cinture, chi paga? Chiarezza

Messaggio da SicurAUTO » 26/08/2003, 12:14

Finalmente, tornando dalle vacanze, ho letto la circolare 12/08/2003 n. 300/A/1/44248/109/16/1 del Ministero dell'interno.

Spulciando le varie disposizioni ho letto:
- Art. 172 c. 8 CDS: il riferimento al comma 8, che prevede la decurtazione di 5 punti, quando la violazione riguarda il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza o dei dispositivi di ritenuta da parte del passeggero trasportato, deve essere inteso nel senso che la decurtazione si applica al conducente solo se il passeggero è minorenne e se a bordo del veicolo non è presente chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. La violazione commessa dal passeggero maggiorenne, perciò, non comporta sanzione a carico del conducente ma a carico dello stesso passeggero, senza, tuttavia, decurtazione di punti nei confronti di quest'ultimo.

Quindi le cose restano come prima (vecchio CdS) cioè il conducente è responsabile solo delle persone minorenni. Una cosa giusta secondo noi...

Speriamo che non ci siano altre novità! :(
Claudio
Ultima modifica di SicurAUTO il 16/03/2008, 23:29, modificato 2 volte in totale.
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Bruno
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 5
Iscritto il: 27/08/2003, 11:15
Località: Bologna

Cinture di sicurezza

Messaggio da Bruno » 27/08/2003, 17:24

Salve a tutti!
Opero nel settore degli autoveicoli da diciott’anni e ringrazio sicurauto.it per il prezioso servizio offerto.
Per quanto riguarda le cinture di sicurezza, riferendomi all'intervento puntuale di Claudio, vorrei solo aggiungere queste mie considerazioni.
Il fatto che il Codice della Strada non attribuisca al conducente la responsabilità del mancato uso delle cinture di sicurezza da parte delle persone maggiorenni che trasporta, è bene sottolinearlo, non autorizza colui che guida a essere indifferente verso le negligenze dei suoi passeggeri.
Non dimentichiamo, infatti, che le cinture di sicurezza non proteggono solo chi le utilizza ma anche i restanti occupanti dell’abitacolo. Esistono molte prove, al riguardo, e chi è del settore lo sa. La stessa Associazione Altroconsumo ha sentito il bisogno di sottolinearlo in uno dei propri interventi: i risultati dei crash-test hanno evidenziato che, in caso di incidente, i passeggeri seduti sui sedili posteriori che non indossano le cinture di sicurezza rischiano di uccidere i passeggeri dei sedili anteriori, a causa della decelerazione che li proietta in avanti: in caso di urto a 40 km/h, i 16 kg di un bambino, se non è trattenuto adeguatamente, diventano 1000 kg!
Qualche anno fa, inoltre, è stata emessa una sentenza dalla IV Sez. Penale della Corte di Cassazione (n. 9904 del 20 novembre 1996), nella quale si è stabilito che “il conducente di un veicolo è tenuto, in base alle regole della comune diligenza e prudenza, ad esigere che il passeggero indossi la cintura di sicurezza ed, in caso di sua resistenza, anche a rifiutare il trasporto o ad omettere l'intrapresa della marcia”.
Questo, per me, significa innanzitutto che coloro che accettano di salire sulla mia automobile devono rispettare le regole che io stesso rispetto. Ma, se credono, sono altrettanto liberi di non farlo... e di farsi trasportare da qualcun altro!
D’altra parte, però, se un passeggero, nonostante il mio fermo invito a rispettare l’obbligo, si liberasse a mia insaputa dalle cinture, è senz’altro giusto - questo sì! - che non sia io a pagarne la negligenza!
Il veicolo è un sistema chiuso, dove ciascuno condiziona strettamente e inevitabilmente gli altri: diventa davvero difficile (e pericoloso - per tutti!) sostenere tali condizionamenti se non si condividono le regole stabilite.
Spero quindi, e così concludo, che alla guida delle nostre vetture siedano sempre, prima di tutto, la diligenza e la prudenza.

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 27/08/2003, 17:33

Il fatto che il Codice della Strada non attribuisca al conducente la responsabilità del mancato uso delle cinture di sicurezza da parte delle persone maggiorenni che trasporta, è bene sottolinearlo, non autorizza colui che guida a essere indifferente verso le negligenze dei suoi passeggeri.
Giusto...
Non dimentichiamo, infatti, che le cinture di sicurezza non proteggono solo chi le utilizza ma anche i restanti occupanti dell’abitacolo. Esistono molte prove, al riguardo, e chi è del settore lo sa. La stessa Associazione Altroconsumo ha sentito il bisogno di sottolinearlo in uno dei propri interventi: i risultati dei crash-test hanno evidenziato che, in caso di incidente, i passeggeri seduti sui sedili posteriori che non indossano le cinture di sicurezza rischiano di uccidere i passeggeri dei sedili anteriori, a causa della decelerazione che li proietta in avanti: in caso di urto a 40 km/h, i 16 kg di un bambino, se non è trattenuto adeguatamente, diventano 1000 kg!
Verissimo!!
In un altro post anch'io evidenziavo il fatto che un bambino (o qualsiasi altro passeggero) può diventare, in certi casi, un "proiettile impazzito"!
Ovviamente in questo messaggio non ho evidenziato (per l'ennesima volta) il fatto che andare senza cinture sia pericolosissimo, poichè cercavo di fare chiarezza su un discorso rimasto aperto da un pò... giustissimo che l'abbia fatto tu caro Bruno. :ok
Qualche anno fa, inoltre, è stata emessa una sentenza dalla IV Sez. Penale della Corte di Cassazione (n. 9904 del 20 novembre 1996), nella quale si è stabilito che “il conducente di un veicolo è tenuto, in base alle regole della comune diligenza e prudenza, ad esigere che il passeggero indossi la cintura di sicurezza ed, in caso di sua resistenza, anche a rifiutare il trasporto o ad omettere l'intrapresa della marcia”.
Questa non la sapevo... :roll:
Spero quindi, e così concludo, che alla guida delle nostre vetture siedano sempre, prima di tutto, la diligenza e la prudenza.
Questo ce lo auguriamo tutti! :wink:
Claudio
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

None
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 12
Iscritto il: 16/09/2006, 2:27

Messaggio da None » 19/09/2006, 11:23

Pongo il seguente link alla vostra attenzione poichè coerente al topic: link.
Saluti

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Messaggio da Kunta Kinte » 19/09/2006, 13:13

Sbaglio o se ne era parlato alcuni giorni fa ?

La Corte di Cassazione ha condannato un tizio a pagre i danni subiti da un passeggero MAGGIORENNE il quale non aveva indossato la cintura.


Opssss.........ho scritto mentre si stava aprendo la pagina del link postato.

Bè almeno avete la prova che non sempre sparo balle. :P
Immagine

meglio fare una multa in meno che farne una sbagliata L.Ciccola

Avatar utente
alfalover
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 20
Iscritto il: 22/07/2006, 18:04
Località: Roma

Non sono d'accordo

Messaggio da alfalover » 04/10/2006, 11:42

Caro Amministratore, forse sbaglierò legalmente, ma non sono d'accordo con la sua affermazione, sempreché non abbia io capito male.
Io penso che se la Cassazione, organo supremo, ha decretato l'altro giorno che la colpa è tutta del conducente (che rischia anche l'accusa di lesioni colpose, a quanto ho sentito), questa nuova sentenza (che ben si aggrega a quella del 1996 citata da Bruno) deve fare testo, non il Cds.
E' sbagliato pensare che le cose debbano restare come prevedeva ancora il vecchio codice della strada, come Lei ha scritto sul primo intervento nella pagina
Io invece unirei il precedente del 1996 che, se non rispettato, deve comportare anche tutte le sanzioni del Nuovo CDS e in caso di sinistro, quello che la Cassazione ha stabilito pochi giorni fa. '8)'
Certo...a meno che uno se le slacci di nascosto a marcia intrapresa...allora è un altro paio di maniche!!!
Non ci vuole poi molto a girare la chiave e spengere il motore o ad arrestare la marcia :)

Cordiali saluti
Alessandro :ciao

Avatar utente
sicurdany
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 2345
Iscritto il: 09/02/2004, 22:22
Località: Palermo

Messaggio da sicurdany » 05/10/2006, 20:23

Il parere della Cassazione fa giurisprudenza, ma non è Legge... il C.d.S. lo è invece...

Non so cosa pensare sul fatto in se stesso: sono amante del concetto di libertà e pensare ke qualcuno debba costringere 1 altro a fare qualcosa ( in questo caso, mettersi la cintura ), mi fa storcere il naso...

Le persone non si convincono, nè possono essere costrette a fare qualcosa a mio parere... possono e debbono ricevere delle indicazioni, dei consigli, delle informazioni... ma poi la loro testa deve decidere e loro stessi agire: questo li obbliga a prendersi le proprie responsabilità e a pagare x gli "sbagli" commessi.

Sicuramente questo "indirizzo giurisprudenziale" può essere 1 buon modo x far mettere le cinture anke agli altri e quindi potrei pensare KE BEN VENGA... ma è giusto ke a pagare x 1 tuo sbaglio, sia 1 altro ed in ke modo "rilevante"? Anke xkè l'autista può controllare ogni 2 minuti se tu non ti 6 staccato la cintura ( magari se stai dierto ), dopo "averlo fatto contento", prima di partire?
Ultima modifica di sicurdany il 07/10/2006, 22:58, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
alfalover
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 20
Iscritto il: 22/07/2006, 18:04
Località: Roma

Condivido solo in parte

Messaggio da alfalover » 06/10/2006, 16:30

Condivido solo in parte il tuo discorso sulla libertà':('. E' ovvio che di solito non si può costringere nessuno a compiere un atto contro la propria volontà, ma ci sono casi e casi, dove anche la Legge ti impone certi comportamenti atti ad evitare guai tanto a te quanto a terzi innocenti. ':-['
E credo che nella circolazione stradale ce ne siano molti di casi così. Se la Cassazione ha emanato una sentenza del genere un motivo ci deve essere.'ok'

Un saluto :ciao

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti