[Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Cosigliamoci o confrontiamoci sulla scelta migliore da effettuare su: Spike spider, catene da neve, Autosock, gomme invernali e normali, etc.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

x16xel
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 28
Iscritto il: 30/10/2006, 16:29

[Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da x16xel » 01/09/2008, 11:55

Domanda a tutti gli esperti.

Gli peumatici costano tanto ma tanto ma tanto e francamente spesso capitano superofferte sia su marche famose ma soprattutto su peumatici ricostruiti i quali hanno dei prezzi davvero eccezionali.

Ho letto qualcosa sul forum, MA HO VISTO CHE NESSUN ESPERTO HA RISPOSTO, solo pareri di profani come il sottoscritto.

QUALCUNO POTREBBE DIRMI SE ACQUISTARLI E' SICURO O MENO E LE MOTIVAZIONI ?

L'utima offerta che ho sotto mano riguarda IperStanda:

R.REVOLUTION - Last generation - Garanzia Globale BOTTARI - Tel. 0437-751231

Es.:
175/65/R14 Euro 22.90
195/65/R15 Euro 30.90

Ringrazio in anticipo per i consigli

A.T.

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da SicurAUTO » 02/09/2008, 11:15

Iniziamo chiarendo cosa sono i pneumatici ricostruiti: Fonte
PNEUMATICI RICOSTRUITI

Che cosa sono i pneumatici ricostruiti?
Si tratta di copertoni il cui battistrada usurato è stato asportato e sostituito con materiale nuovo, corrispondente all’originale. Come materia prima fungono pneumatici usati, la cui struttura è tuttavia intatta.

La ricostruzione è possibile, in quanto la struttura portante ha generalmente vita più lunga del battistrada. Successivamente al controllo relativo alla centratura ed equilibratura, il pneumatico è soggetto alla vulcanizzazione, attraverso la quale le parti vecchie e nuove si fondono in un tutt’uno. I controlli finali completano il processo produttivo.

Pneumatici rigenerati trovano impiego soprattutto nel trasporto aereo (ogni 3. copertone) e in quello stradale pesante (ogni 2.), ma anche i possessori di automobili scelgono spesso questa alternativa. Mentre i pneumatici dei veicoli pesanti possono essere ricostruiti fino a 3 volte, in caso di automobili ciò è possibile solo una volta.

Secondo le norme Ece Onu 108 und danno per logoramento in pneumatici relativi a veicoli fino alla classe di velocità H (120 km/h) può essere ricostruito senza che ci siano incisioni sulla velocità, ovvero senza declassamento; pneumatici di classi superiori (p. es. classe V con 240 km/h) scenderanno di una categoria.


Come si può verificare che si tratta di un pneumatico ricostruito?
Copertoni ricostruiti ai sensi della norma Ece Onu 108 sono contraddistinti dalla seguente marchiatura:

- sul lato del pneumatico è indicata la sigla "108 R"
- all’interno di un cerchio appare la lettera "E"
- segue una cifra composta da sei numeri

Inoltre devono essere indicati:

- la denominazione "Ricostruito" o "Retread"
- il marchio, ovvero nome del ricostruttore
- la settimana di ricostruzione ed il relativo anno

Pneumatici senza indicazione del ricostruttore non possono essere ricostruiti.

In maniera indelebile il pneumatico deve riportare anche le eventuali limitazioni d’uso: in caso di difetti che non garantiscono più l’utilizzo (la velocità ed il peso) previsto dal produttore originario, il pneumatico subisce un declassamento.

Della completezza e veridicità di tutte le indicazioni apposte sul pneumatico, risponde il ricostruttore.


Considerazioni ecologiche
A livello europeo il cambio di pneumatici comporta la produzione di 140 milioni di ruote all’anno. A queste si aggiungono altri 40 milioni di ruote, ascrivibili alla rottamazione.

Pneumatici consumati sono generalmente esportati, trasformati in granuli, impiegati nell’ industria calzaturiera o in quella del cemento, in centrali termoelettriche e di riscaldamento, nell’agricoltura (in qualità di copertura per silo) e anche nell’attività portuaria. I copertoni non riutilizzabili o trasformabili, finiscono in discarica.

Mentre per la produzione di un pneumatico vengono consumati tra i 20 e i 28 litri di greggio, in caso di pneumatici ricostruiti l’ ammontare si riduce a circa 5,5 litri. Da un punto di vista ambientale è sicuramente un dato positivo, visto che ad essere risparmiati sono anche i materiali di cui sono composti tallone, carcassa e l’asta di tensione in acciaio. Attraverso la ricostruzione si preserva complessivamente l’80% del pneumatico da un’anticipata eliminazione mediante incenerimento o deposito in discarica. In confronto alla produzione di un pneumatico nuovo, attraverso questo procedimento di riciclaggio si risparmia il 70% di energia. Anche la circostanza, che sono necessari circa 100 anni affinché un pneumatico sotterrato si disintegri completamente, è un punto a favore della ricostruzione.

In più con un decreto del Ministero dell’ambiente datato 2003, i pneumatici destinati alla ricostruzione sono stati cancellati dall’ elenco dei rifiuti, esonerandoli quindi dagli oneri burocratici.


Aspetti economici
Grazie all’uso di pneumatici rigenerati, ogni anno gli automobilisti italiani risparmiano 260 milioni di euro. Copertoni ricostruiti costano fino al 50% in meno e grazie ai controlli severi della normativa Ece Onu 108 (109 per veicoli pesanti), non ci sono nemmeno rinunce in termini di qualità, durata, affidabilità e sicurezza.


Sicurezza
Ai sensi delle norme europee (Ece Onu 108 e 109), i pneumatici ricostruiti devono essere sottoposti ai medesimi controlli di quelli nuovi. E’ consigliabile acquistare solo copertoni ricostruiti che siano conformi alle norme Ece Onu 108. Tale norma regola sia il controllo di resistenza e affidabilità dei pneumatici, che la verifica del processo produttivo nonché del sistema di qualità adottato dal ricostruttore. In altri paesi (ad esempio Austria, Portogallo o Francia) tali regole sono già obbligatorie, l’Italia dovrebbe adattarsi da qui a poco, anche se i ricostruttori italiani le applicano già da un po’ di tempo.

Ai fini della Vostra sicurezza è utile ricordare, che secondo il Codice della Strada lo spessore del battistrada deve essere di minimo 1,6 mm sull’intera superficie e che su ogni asse devono essere montati gli stessi pneumatici. Rammentiamo che la misura indicata sul libretto di circolazione è vincolante. Non è permesso montare pneumatici aventi misura diversa. Eventualmente è necessaria una modifica del libretto di circolazione!

In ogni caso i copertoni dovrebbero essere ispezionati ogni 5 anni, indipendentemente dal numero di chilometri percorsi.
Io personalmente preferisco pneumatici nuovi, sarà una mia limitazione...

Sinceramente non ho mai letto delle comparative tra pneumatici nuovi e ricostruiti, se qualcuno le conosce le segnali.

Io ho sempre avuto l'idea che questi pneumatici servano principalmente per essere in regola con il Codice della Strada ma in quanto a sicurezza attiva hanno poco. Però non so quanta ricerca ci sia dietro.

Ho scoperto che c'è un'associazione che raggruppa tutti i produttori ti segnalo questo link.

Qui l'elenco dei produttori associati che garantiscono gli standard di qualità e sicurezza delle normative europee

Qui un'altro approfondimento: Come nasce un pneumatico ricostruito?

Ora contatto quest'associazione per avere maggiori informazioni sulla sicurezza, vi faccio sapere :)
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da Federico Autotecnica » 08/09/2008, 19:54

Anche io personalmente preferisco il nuovo....
il risparmio lo cerco su altre cose....dove la mia sicurezza e quella altrui non è a rischio...
teniamo presente che i freni e i pneumatici sono il principale sistema di sicurezza della vettura.
Anche se... i ricustruiti sono certamente sicuri. :ciao
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

x16xel
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 28
Iscritto il: 30/10/2006, 16:29

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da x16xel » 09/09/2008, 7:41

Ciao Federico !!
Ti ricordi di me ???

Sono quello della T2 ( la F1 elettrica uscita su QUATTRORUOTE ), ora il progetto è cambiato, perchè mio figlio è cresciuto e non ci entrava più. Ho allungato il passo, variato la lunghezza dello sterzo, riprogettato l'elettronica, revisionato il gruppo riduttore, dopo che nell'ultimo test di velocità purtroppo la T2 si è quasi incendiata, comunque il motore ELETTRICO è andato in fumo.
Ora è T4 ( non è più tanto giocattolo ) e corre parecchio ma sto montando varie protezioni non previste precedentemente per un "giocattolo".
Appena finisco credo potrà correre solo su una pista Kart :ok

Per le gomme RICOSTRUITE l'ho sempre pensata come Te, ma oramai leggo ovunque che questi pneumatici hanno anche una garanzia globale ( Bottari ) di 2-5 anni e se non vado a 250 Km/h e mantenendo i limiti di velocità imposti credo che siano un'ottima spesa.

Inoltre credo che sapere di avere una ricostruita sia un deterrente alle corse sfrenate in autostrada, forse indurrebe molti ad AUTOLIMITARSI NELLE BRAVATE !!!

Comunque devo ancora decidere !!
Un salutone

A.T.

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da Massy » 10/09/2008, 13:21

Inoltre credo che sapere di avere una ricostruita sia un deterrente alle corse sfrenate in autostrada, forse indurrebe molti ad AUTOLIMITARSI NELLE BRAVATE !!!
Non sono d'accordo. A sto punto mettiamo un circuito elettrico che quando arrivi a 131 ti scarica 2000 volt addosso.

E' sull'educazione che occorre puntare e se non basta sulla certezza della pena non su deterrenti potenzialmente pericolosi. :)

PS si può avere una foto del *giocattolo* che sono curioso ed invidioso? :D
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

x16xel
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 28
Iscritto il: 30/10/2006, 16:29

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da x16xel » 10/09/2008, 14:14

Ciao Massy,
noi già ci conosciamo e credo che Tu conosca già la T2. :roll:

Ad ogni modo guardati questi link sui quali troverai dei video delle T2 ed anche della mia ultima creaturina anche se pure questa l'ho appena modificata e la sto ultimando, poi dammi dei pareri :beer

Ciao Ciao

by

A.T.






PS: I ricostruiti non li compro per non correre, ma per risparmiare e con i dovuti dubbi sull'argomento ne approfitterei per rallentare ! :police

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da Federico Autotecnica » 13/09/2008, 8:53

Ciao tutto bene ?
complimenti x il mostro...
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da SicurAUTO » 13/09/2008, 13:12

Evitiamo di andare troppo OT raga :wink:

In caso Fede spezza la discussione e ne apri una specifica in offtopic :)
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

tehblizz
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 247
Iscritto il: 12/01/2008, 13:01

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da tehblizz » 19/11/2008, 0:24

Per riprendere la discussione..

Qualcuno ha avuto esperienze con i pneumatici tedeschi ricostruiti ''WINTER TACT WT 81''?

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Re: [Pneumatici ricostruiti di ultima generazione] Sono buoni?

Messaggio da SicurAUTO » 20/11/2008, 17:52

Io no mi spiace :-[
Ora contatto quest'associazione per avere maggiori informazioni sulla sicurezza, vi faccio sapere
A proposito li avevo contattati ma molto gentilmente sono stati così stupidi da non rispondere... cioè io gli chiedo maggiori informazioni sulle gomme ricostruite e loro manco rispondono. Avrebbero ottenuto "pubblicità" gratis se ci davano maggiori info su come le producono e tutto. Che i loro cicli produttivi non siano così buoni come si dice? Il dubbio resta...
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti