prescrizioni Casa Madre e gasolio utilizzabile

Solo discussioni generiche, es: l'additivo per la benzina serve a qualcosa? I fari allo xeno sono utili? Non improvvisatevi mai meccanici!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
thor
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 20/04/2018, 16:36
Nome: Amedeo

prescrizioni Casa Madre e gasolio utilizzabile

Messaggio da thor » 20/04/2018, 16:55

Buongiorno a tutti,
posto qui in quanto la discussione è soprattutto di carattere generale sull'uso di gasolio con diversi biodiesel miscelati in relazione alle prescrizioni della casa madra produttrice della vettura.

Nel mio caso, parliamo di Subaru (ho una modello Forester Diesel m.y. 2017): questa prescrive utilizzo di gasolio conforme alla UNI EN 590, senza additivi ne detergenti, e non possibilità di utilizzo del Biodiesel (FAME).

Ora, consideriamo che ogni gasolio commerciale ha una percentuale di FAME minima del 7%: il FAME è un biodisel poco stabile, che alla lunga danneggia le componenti di trattamento post-combustione come il dpf.

E qui viene il punto.

Una alternativa sarebbe la sostituzione del famigerato FAME con il moderno HVO (un biodisel prodotto con un procedimento totalmente differente dal FAME: utilizza idrogeno come catalizzatore, col risultato di essere altamente stabile e con un elevato numero di cetano), cosa che un solo produttore fa in Italia addizionandolo al 15% nel gasolio di origine fossile (facile scoprirlo con un qualsiasi motore di ricerca): il problema è che il gasolio con HVO contiene anche detergenti per iniettori e Subaru li sconsiglia (perchè??).

Qualcuno ha notizie in merito all'utilizzo di tale gasolio nei motori diesel moderni e eventuali riscontri circa il dpf?


N.B.: Il produttore dichiara tale gasolio conforme alla UNI EN 590, con in più l'additivo detergente per iniettori.

Avatar utente
brupel
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 449
Iscritto il: 12/09/2007, 18:12

Re: prescrizioni Casa Madre e gasolio utilizzabile

Messaggio da brupel » 21/04/2018, 11:39

Gentile Amedeo,
precisiamo anzitutto che tutte le Case prescrivono l'uso di gasolio che rispetta la specifica EN 590 (o equivalente), attualmente in vigore. Alcune Case sconsigliano l'uso prolungato di additivi supplementari che prevengono la cristallizzazione e l'ossidazione del carburante. Subaru prescrive di "non aggiungere additivi o detergenti al carburante diesel". Dalla documentazione Subaru in nostro possesso (aggiornata 2013), non risulta che il costruttore giapponese vieti esplicitamente l'uso di gasolio additivato all'origine con biodiesel nelle limitate percentuali consentite dalle normative attuali. Forse il divieto si riferisce al biodiesel 100%. D'altra parte, tale ipotetico divieto sarebbe impossibile da attuare dal momento che l'uso di una certa percentuale di biodiesel è ormai generalizzato e obbligatorio nel gasolio per autoveicoli. Il biodiesel HVO non presenta i noti inconvenienti del FAME ed offre un elevato n. di cetano (70-90), quindi sarò destinato a sostituirlo. L'Agip dovrebbe già utilizzarlo ed ovviamente è conforme alla specifica EN590. Per ulteriori informazioni provi a contattare anche la rete Subaru o Subaru Italia.

thor
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 20/04/2018, 16:36
Nome: Amedeo

Re: prescrizioni Casa Madre e gasolio utilizzabile

Messaggio da thor » 21/04/2018, 13:01

Innanzitutto grazie per la pronta risposta.
Io ho già scritto a Subaru Italia, e mi hanno risposto di attenermi alle prescrizioni della EN 590: ho fatto loro notare come Eni già certifichi la rispondenza di "diesel+" a tale norma, ma non mi hanno risposto.

Il carburante in questione contiene inoltre detergenti per iniettori, cosa che Subaru esplicitamente vieta: quindi, ammesso che sia utilizzabile l'ENI diesel + (in base alla conformità con la EN 590), la presenza di detergenti gia miscelati dovrei interpretarla come una preclusione all'utilizzo?
Nessuno specifica se esista una concentrazione minima ammissibile di detergenti.

Non ho poi trovato in rete dati circa gli effetti sul dpf della presenza di HVO nel carburante.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite