Primi ricorsi alla corte costituzionale

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
dakatana
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 11
Iscritto il: 24/08/2003, 19:29

Primi ricorsi alla corte costituzionale

Messaggio da dakatana » 31/08/2003, 14:02

Da quanto visto e letto sembrerebbe che l'articolo che prevede il deposito cauzionale di metà dell'importo massimo della sanzione per la quale si intende ricorrere sia anticostituzionale e vada a ledere il principio di autodifesa e tutela e di parità di diritti di fronte alla legge del cittadino ...sia cioè in contrasto con gli articoli 3 e 24 della costituzione...questo a dimostrazione della faciloneria con cui sono stati fatti certi articoli del cds...speriamo bene...

mboncio
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 36
Iscritto il: 19/07/2003, 10:24
Località: Perugia
Contatta:

Messaggio da mboncio » 01/09/2003, 8:43

Probabilmente ci sono molte da rivedere (ti rimando a quanto sostengo in altre parti del forum relativamente ai punti tolti al proprietario in caso di mancata contestazione immediata), però è di oggi la notizia che per il calo degli incidenti da quando è entrato in vigore il nuovo CDS, il ministro Marzano ha chiesto alle compagnie assicurative di rivedere al ribasso le tariffe RC Auto.....
:bong

Forse c'è anche un bicchiere mezzo pieno......

:ciao
Maurizio Boncio

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 01/09/2003, 11:46

questo a dimostrazione della faciloneria con cui sono stati fatti certi articoli del cds.
Concordo con mboncio, le cose da rivedere ci sono ancora ma i risultati parlano chiaro: il Nuovo CdS è un successo in termini di vite salvate e di numero degli incidenti.

Penso che con una serie di ritocchi mirati la legge possa diventare perfetta...
Certo una delle cose che non mi piacciono proprio è il differenziare i neopatentati in due categorie differenti:

- quelli che hanno conseguito la patente prima del 1 ottobre 2003;
- e quelli che la coseguiranno dopo...

Praticamente una cavolata bella e buona...
Solo che, per quanto ne so io, questa modifica l'ha voluta l'opposizione giudicando la norma precedente "retroattiva" e quindi non applicabile (?). Quindi l'unico modo è stato quello di "dividere" ingiustamente i neopatentati in due categorie...

Beh vedremo...
Claudio :ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 01/09/2003, 21:58

Abbiamo trovato l'articolo citato da dakatana, eccolo:

Link: http://www.sicurauto.it/news.php?id=343

Ciao!
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Transistore1
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 276
Iscritto il: 28/02/2004, 13:21
Località: Pagani

Messaggio da Transistore1 » 28/02/2004, 15:48

Comunque il Ministero dell'Interno ha chiarito con una nota che, la mancanza del deposito cauzionale non costituisce un ostacolo alla facoltà di proporre ricorso, ma demanda al Giudice di Pace, la decisione di accogliere o meno i ricorsi sprovvisti di cauzione. Ciao.
Se acceleri sempre, a scuola guida, non imparerai niente!!!

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 29/02/2004, 12:19

Questa non la sapevo... :???

Mi sapresti dare la fonte ;)
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Transistore1
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 276
Iscritto il: 28/02/2004, 13:21
Località: Pagani

Messaggio da Transistore1 » 29/02/2004, 23:38

Avevo erroneamente riportato la nota al Ministero dell'Interno, invece si tratta di quello della Giustizia:


Ricorso contro le multe e cauzione: ulteriori chiarimenti dal Ministero
( Ministero Giustizia, nota 31.10.2003 )

Il Ministero della Giustizia, con la nota del 31 ottobre 2003, ha fornito ulteriori chiarimenti in merito all'obbligo di versare una cauzione per esperire il ricorso al giudice di pace avverso ad una ordinanza-ingiunzione di pagamento di una multa per violazione concerneti il Codice della Strada.

In alterantiva al versamento della cauzione il Ministro segnala che, in seguito ad accordi intervenuti con l'Ente Poste s.p.a., può essere utilizzato anche il cd. libretto nominativo con vincolo cauzionale.

In ogni caso le cancellerie degli uffici giudiziari sono tenute a ricevere anche i ricorsi in opposizione sprovvisti di deposito cauzionale essendo esclusivamente riservata alla valutazione dell'organo giudiziario la declaratoria di inammissibilità del ricorso per mancato versamento della cauzione.

(Altalex, 20 novembre 2003)


Questa pure è interessante:

Multe: non occorre versare la cauzione se nel verbale non è indicata la sanzione
( Giudice di Pace di Milano, sentenza 14.01.2004 )

Non sussiste l'onere del deposito della cauzione se con il processo verbale contro il quale viene proposto il ricorso non è stata inflitta dall'Organo accertatore una sanzione pecuniaria, ma è stata soltanto contestata un'infrazione.

E' quanto stabilito dal Giudice di Pace di Milano con la sentenza depositata il 14 gennaio 2004.

Il Giudice ricorda inoltre che il processo verbale con il quale viene contestata un'infrazione è atto pubblico che fa piena prova fino a querela di falso soltanto se il pubblico ufficiale attesta espressamente che i fatti contestati o accertati sono avvenuti in sua presenza (art. 2700 c.c.).

(Altalex, 11 febbraio 2004. Si ringrazia il dott. Mario Piscitello)

N. RG 52021/03

Il sito è www.altalex.it

Ciao e abbi pazienza per la lunghezza del post!!!
Se acceleri sempre, a scuola guida, non imparerai niente!!!

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 29/02/2004, 23:49

La seconda news l'abbiamo riportata anche noi:

http://www.sicurauto.it/cds/news2.php?go=news

La prima invece se non sbaglio penso di averla inserita, ma non avevo notato il fatto che fosse "a discrezione" del giudice l'eventuale presenza di deposito cauzionale.

Grazie per la segnalazione, in caso inserisco la notizia.

Ps: il sito lo conoscevo già grazie :wink:
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 7 ospiti