QUANTI KM PUO FARE UN MOTORE!

Vi aiutiamo ad acquistare, in sicurezza, la vostra auto usata. Grazie ad Adiconsum chiariamo i diritti sulla Garanzia.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
michele1982
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 68
Iscritto il: 27/06/2006, 0:02
Località: Torino

Messaggio da michele1982 » 04/07/2006, 1:27

i km della punto sono tutti fatti da me... quelli su croma e mercedes.. no.. è stato il mio paparino...
comunque forza ragazzi rispondete...
massy... fenomenali quelle opel corsa....e quel camionista mi sa che ha rovinato un possibile record di chilometraggio!!!!
ciauz :ciao

Avatar utente
michele1982
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 68
Iscritto il: 27/06/2006, 0:02
Località: Torino

Messaggio da michele1982 » 04/07/2006, 1:29

per SICURDANY...
accetto la sfida!!! vediamo chi farà piu km...
ciao ciao :ok :ok :ok

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 04/07/2006, 7:47

michele1982 ha scritto:volevo dire il motivo di questo quesito:
nella mia famiglia si usano molto le auto diesel, non per questo odiamo i benzina!!! ma quando dico in giro ai miei amici che con una croma 19 tid, ho fatto 600.000km, oppure che con una mercedes 190 td addirittura 950.000km, tutti mi prendono in giro e dicono che sparo mincxxate!!!

quindi mi rivolgo a voi... divoratori di km in auto ( diesel o benzina che siano) di dire la vostra in modo da domostrare quello che dico!!!

ciaoooo :ok
I motori a cui ti riferisci sono tutti di vecchia generazione, costruiti ancora con altri concetti e con potenze specifiche piuttosto basse e senza la selva di sensori, pirmaria fonte di disturbi delle macchie più recenti, dei sistemi anti-inquinamento.

I limiti di progettazione dei motori più attuali è stato innalzato, negli ultimi anni, ma sono intercorsi una serie di fattori che ne minano parecchio l'affidabilità:
1- la repentina corsa a potenze specifiche (kW/lt) soprattutto nei motori sovralimentati.
fino a pochi anni fa un 2.0 turbodiesel con 90CV era ritenuto abbastanza brillante. Ora, lo stesso 2.0 con 120cv è un "polmone", deve averne almeno 140 se non oltre. Tutto questo si ottiene con elettroniche e meccaniche (iniettori ad altra pressione, turbine a geometria variabile, intercooler, ecc) che sui vecchi motori (in gran parte di derivazione commerciale!) non erano nemmeno presenti e sono delicatissimi. Inoltre l'innalzamento spaventoso delle percorrenze dei tagliandi non aiuta, ricordo nel vecchio Ford 1.8TD il tagliando era ogni 5.000km, oggi vai dai 20.000 ai 30.000km ed oltre con i long-life. Saranno long-life modernissimi e sofisticati, ma l'olio, visto i compiti molto gravosi a cui è chiamato, è melgio che sia il più fresco possibilie.

2-l'eccesso di elettronica.
bè, parla da sè...

3-le norme anti-inquinamento sempre più restrittiveche obbligano i costruttori a vere e proprie "acrobazie" nella messa a punto dei motori.
Prima di qualche anno fa non esisteva nemmeno la spia "avaria antinquinamento", oggi è la croce di molti proprietari di moderni TD, soprattutto se FAP.


4-è cambiato moltissimo la fascia di utlizzatori, soprattutto nei diesel.
Ina volta il TD lo usava quasi esclusivamente il professionista o chi, comunque, effettivamente doveva fare molti km, e ne aveva una cura maniacale. un moderno piccolo TD tipo 1.3 o 1.4 và spesso in mano a ragazzini che non sanno nemmeno cosa stanno guidando: avviano e partono sparati, anche in inverno, senza nemmeno la cautela di andare calmi finchè non si raggiunge la temperatura a regime. per non parlare poi della manutenzione.


Insomma, i motori attuali sono molto sofisticati e prestanti, ma proporzionalmente molto delicati, se maltrattati o se nati "sfifìgati" (cosa per altro non così difficile). A mio parere, un moderno benzina batte in affidabilità un moderno TD anzi, con le future normative antinquinamento veramente paralizzanti, per certi titpi di motori, i motori a nafta diventareanno veramente proibitivi, sia nell'acquisto che nei costi di manutenzione.

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 04/07/2006, 9:12

Esemplare la spiegazione di JaK! :ok
Immagine

Avatar utente
michele1982
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 68
Iscritto il: 27/06/2006, 0:02
Località: Torino

Messaggio da michele1982 » 04/07/2006, 13:37

ciao jak e complimenti per la tua risposta; la trovo precisa e dettagliata.
e comunque ce ne sono di persone che mettono in moto motori diesel e partono subito senza aspettare un minimo di riscaldamento... eh già... anche i motori possono essere "sfigati"...
:lol: :lol: :lol:
ciao[/quote]

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 05/07/2006, 8:11

E' solo una veloce e schematica analisi di alcuni aspetti, andando sul dettaglio ce ne sarebbe da scrivere per pagine.


Comunque è vero i parametri dei calcoli che vengono utilizzati negli ultimi anni sono più elevati che nel passato, infatti le vere e proprie rotture meccaniche sono diventate una rarità, a meno di evidenti errori progettuali (che per contro sono diventati più diffusi, a causa dell'accelerato avvicendamento dei modelli e delle motorizzazioni) come ad esempio sul 2.0TDI 16v Vw 140CV , dove si stanno manifestando gravi cedimenti della testata attorno ai 100.000km. I problemi sono più che altro da ricercare nella componentistica sofisticata (come nei gruppi sovralimentazione), nei gruppi trasmissione che si ritrovano a supportare "frustate" di coppia che anni fa trovavi solo su un camion (in Peugeot stanno ancora cercando la soluzione per il volano/frizione degli HDI...) oppure nei sistemi antinquinamento.

Un moderno benzina ne ha molti meno, di questi delicati acorgimenti, pensateci quando acquistate un'auto, soprattutto se usata...

Chiariamoci: non tutta la tecnologia moderna è da demonizzare, anzi, ma occorre riflettere sul fatto che, sui benzina la rincorsa alle potenze elevate ha richiesto oltre dieci anni e comunque, tutto sommato sono abbastanza ragionevoli. Sui TD si è passati da 90-100cv a 150cv in meno di tre anni...

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 05/07/2006, 11:26

Tanto per dirne una, in VAG hanno seri problemi con le turbine... sia benza che diesel... cadono come mosche, a quanto pare :(
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Jak
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 949
Iscritto il: 16/09/2005, 10:28
Località: Reggio Emilia

Messaggio da Jak » 05/07/2006, 13:25

wilhem275 ha scritto:Tanto per dirne una, in VAG hanno seri problemi con le turbine... sia benza che diesel... cadono come mosche, a quanto pare :(
In VW , in Bmw, in Renalut....

Badate che le "turbine" non se le fanno in casa, sono sempre quelle 3 o 4 marche che girano. Quando uno stesso problema interessa varie marche, può significare un "problemino" di fondo alla Garret, alla KKK o alla Ihi. qunad'è localizzata a pochi modelli (come la turbina a geometria variabile che si bloccava sui alcuni modelli di di TDI Vw) è più probabile un difetto di integrazione fra la turbina ed il complesso del motore (vibrazioni, lubrificazione, raffreddamento...)

Per le turbine dei benzina il discorso è ancora più delicato siccome hanno a che fare con temperature dei gas di scarico mooolto più elevate.
Pensate che il sistema a geometria variabile, sui benzina, è stato messo apunto solo ultimamente e solo dalla Porsche...

Credetemi, se avete un TD, prestate attenzione ai piccoli accorgimenti che quasi più nessuno segue:
MAI tirare da freddo;
Aspettare un paio di minuti, dopo aver avvviato il motore, rpima di partire (il tempo sufficente che l'olio arrivi alla pressione ideale);
Dopo una tirata in autostrada apstettare un paio di minuti al minimo prima di spegnere, oppure rallentare qualche km prima di fermarsi;
aspettare qualche secondo che il motore sia al minimo, prima di spegnerlo.

Piccoli accrrogimenti che 20anni fa erano quasi d'obbligo su un TD e che, a tutt'ora, sono comunque validi per preservare il più possibile anche u motore non "fortunatissimo".


PS.: da non dimenticare mai che la turbina arriva a girare a velocità impressionanti, ad es. quella di un piccolo 1.3 mjet arrita tranquillamente a 140.000giri al minuto....

Avatar utente
Fustino83
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1629
Iscritto il: 19/02/2006, 16:58
Località: Genova

Messaggio da Fustino83 » 05/07/2006, 16:41

Jak,
ad es. quella di un piccolo 1.3 mjet arrita tranquillamente a 140.000giri al minuto....


:( :( :( :(

Stramaiala non pensavo arrivassero a tali giri, è comprensibile allora il perchè è facile che si rompano se non tutto perfettamente ok al 100 %.
Salud - Daniele

Immagine

Biga
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 76
Iscritto il: 12/04/2006, 13:57

Messaggio da Biga » 05/07/2006, 23:05

io una punto 1.9jtd... acquistata a 63.000km. motore brillante e scattante!

dopo 10.000km fatti qualche giorno fa l'olio e l'acqua sono ancora agli stessi livelli di quando l'ho acquistata!

se non fosse per il noiosissimo VOLANO cambiato in garanzia, che dopo 5.000km (68.000km) ricomincia a far sentire la sua rumorosità, potrei dire che è tutto ok!!!

anche io curo abbastanza la mia auto, oltre l'estetica. in genere la mattina accendo l'auto, naturalmente dopo lo spegnimento di tutte le spie di bordo e non solo quella delle candelette. nel frattempo che posiziono il frontalino dell'autoradio, metto la cintura, accendo la sigaretta, disinserisco il blockshaft con fastidioso segnalatore acustico, son già passati 1 minuto e passa secondi! Parto lentamente e nel momento che la lancietta dell'acqua ha superato le 2-3 tacchette vado :) :bong

Ogni tanto mi capita di non seguire questi accorgimenti, ma quando è tardi e devi essere a lavoro in pochi minuti....... vabbè!!! ma capita molto raramente :roll: :ciao

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti