Regole circolazione in rotatorie

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Terzo
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 25/12/2003, 0:42

Regole circolazione in rotatorie

Messaggio da Terzo » 25/12/2003, 0:50

Fermo restando che il buon senso aiuta anche ad evitare problemi e incidenti con chi ingora o viola volontariamente le norme del codice stradale e le norme di comportamento accettate dalla maggioranza , vorrei sapere se esiste un sito o una fonte di informazione dettagliata per la circolazione nelle rotatorie.

Per poterne discutere con gli amici e i colleghi.

Inoltre magari anche capire le differenze pratiche tra quelle piccole e quelle grandi , quelle senza nessuna segnaletica orizzontale , quelle con segnaletica orizzontale a piu' corsie , quelle con segnaletica orizzontale della corsia piu' esterna "continua circolare" e quelle invece in cui la segnaletica orizzontale della corsia piu' esterna "invita" ad uscire chi percorra la corsia piu' esterna.

Grazie molte.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 25/12/2003, 1:46

Se mi permettete vorrei aggiungere delle ulteriori domande a quanto già esposto da Terzo.
Quando ci si immette provenendo da una strada a due corsie all'interno di una rotatoria a due corsie (ma anche eventualmente in una normale immissione su una strada a due corsie) e si ha l'obbligo di dare la precedenza cosa bisogna fare:
se si proviene dalla corsia di destra bisogna immettersi sulla corsia di destra e se si proviene dalla corsia di sorpasso bisogna dare la precedenza a chi si trova sulla propria destra senza "tagliargli la strada" quando ci si immette ?
Qualora in immissione si provenga dalla corsia di destra spesso si ha un veicolo alla propria sinistra che impedisce la vista di chi sopraggiunge. E' lecito usare tale veicolo come scudo e tentare di immettersi anche senza vedere bene, stando affiancati al veicolo alla propria sinistra che verrebbe usato appunto come uno "scudo", avanzando quando esso avanza ed immettendosi quando esso si immette .... o una manovra del genere è proibita ? Chiedo questo perché ho notato che spesso nella pratica si viene a creare una situazione di tal genere.
Se invece si proviene dalla corisa di sinistra bisognerebbe immettersi sulla corsia di sinistra ?
Quali sono gli articoli del codice stradale relativi a tali argomenti ?
:wink:

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

Messaggio da italiassente » 15/01/2004, 22:56

Un cordiale saluto leggo solo oggi,
al contrario di quanto avviene in tutta Europa, in Italia vige l'obbligo di dare la precedenza a quanti circolino sulla carreggiata della rotatoria.
Il codice della strada obbliga i conducenti che si approssimano ad un incrocio (è tale qualsiasi intersecazione di strade con qualsiasi angolazione ed indipendentemente dalla quantità di esse nel punto di coincidenza) a rallentare, ad accostare il più possibile al limite destro del proprio senso di marcia e ad uniformarsi alle regole sulla precedenza.
In tutti i casi di insufficiente visibilità, anche in presenza di diritto di precedenza (che nelle rotatorie si potrebbero trovare invertito in casi particolarissimi) c'è l'obbligo di rallentare e se il caso di fermarsi.
Completando le regole di circolazione sulle rotatorie, ci si immette in esse appena il suo traffico lo consente e ci si inserisce gradualmente sul lato opposto, lasciando la prescedenza ai veicoli che provengono da dietro, se si prevede di dover svoltare a sinistra mentre ci si mantiene rigorosamente sulla destra anche quando la strada è a senso unico.

Terzo
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 25/12/2003, 0:42

Messaggio da Terzo » 16/01/2004, 15:28

Ti ringrazio molto per la risposta , visto che qui sembra che non ci siano molti che sappiano come stanno le cose.

Purtroppo le regole generali di precedenza e di circolazione dovrebbero essere meglio rese esplicite per la circolazione
in rotatoria.

Tu fai rifermimento al mantenersi sulla destra il piu' possibile nonostante spesso questo consiglio non sia molto utile nel
capire come circolare in una rotatoria , specialmente se a piu' corsie e se anche le strade che vi si immettono sono a piu' corsie.

Nella tua frase "ci si immette in esse appena il suo traffico lo consente e ci si inserisce gradualmente sul lato opposto"
cosa significa "lato opposto" ?
Forse intendi "corsia interna della rotatoria" o "lato interno della rotatoria se la rotatoria ha una sola corsia" ?
Non e' per nulla chiaro e poi lo scopo del mio messaggio era proprio fare chiarezza in modo che non ci possano essere fraintendimenti , non certo quello di "cavarsela" nelle rotatorie.

Inoltre "lasciando la prescedenza ai veicoli che provengono da dietro"
non e' per nulla chiaro.Se intendi dire che quando si cambia corsia in una rotatoria multicorsia bisogna dare la precedenza , questo e' chiaro. Se invece la rotatoria e' a singola corsia credo sia ovvio che la precedenza ce l'hai tu e non quelli che arrivano da dietro , ben inteso se si e' entrati nella rotatoria appena il suo traffico lo consente.
Se invece intendevi altro allora non capisco.

"mentre ci si mantiene rigorosamente sulla destra anche quando la strada è a senso unico" non ' chiarissima.
Se intendi in rotatoria e' ovvio che in rotatoria la circolazione e' sempre a senso unico.
In questo caso comunque non e' vero bisogna sempre mantenersi strettamente a destra, a mio avviso , ma mi piacerebbe approfondire proprio questo , se e' quello che intendevi.
Se invece parlavi della strada la strada che si immette nella rotatoria , se e' a singola corsia e' ovvio che si sta a destra perché non si sta certo svoltando a sinistra (unico caso in cui in una strada a senso unico si puo' e si deve stare a sinistra) , se e' multicorsia invece dal tuo messaggio sembra che si debba sempre stare solo nella corsia di destra , il che non mi sembra corretto.

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

Rotatorie regole circolazione

Messaggio da italiassente » 16/01/2004, 23:20

Cordialità a quanti stanno seguendo,
riassumiamo ciò che abbiamo esposto il 16 u.s. con semplici premesse per comodità.

La carreggiata è la parte di strada su cui marciano veicoli e animali (anche i pedoni se mancano i marciapiedi) che normalmente ha 2 sensi di marcia.

Questi, se la larghezza è sufficiente, sono divisi in corsie con delle linee longitudinali.
Il limite destro del proprio senso di marcia corrisponde alla propria destra se la strada ha una sola corsia per senso di marcia, mentre se ha più corsie corrisponde alla corsia in cui ci troviamo.

Affrontiamo adesso il termine "cavarsela".
Se si osservano le regole del codice della strada non c'è bisogno di ricorrere ad esso perchè si è in regola anche se occorre per questo tenere costantemente d'occhio quanto cambia continuamente attorno a noi in merito alla circolazione a causa dei comportamenti degli altri.

Giunti all'intersezione con una rotatoria, ci si mantiene rigorosamente a destra (sia che il nostro senso di marcia abbia una corsia o più di una, e in questo caso ci si accosta molto prima di arrivare alla rotatoria) e ci si immette nella sua corsia di destra - attenzione alle linee delle corsie perchè si possono scavalcare solo quelle discontinue cioè spezzettate).
Naturalmente bisogna rallentare e se è il caso fermarsi per dare la precedenza ai veicoli che la stanno percorrendo. (La rotatoria-tormentone).

...SSSSee... prevediamo che quando lasceremo la rotatoria (ancora essa!) dovremo svoltare a sinistra, allora ci andremo spostando di una corsia per volta (se ne ha più di una) verso il nostro lato sinistro: dobbiamo dare la precedenza ai veicoli provenienti da dietro marcianti nella corsia in cui vogliamo entrare!!! (è sempre obbligatorio inserirsi nel flusso del traffico e non "tagliarlo").
Suggerisco una mia personale norma di prudenza: comportarsi in modo che gli altri capiscano le vostre intenzioni.
Se non dobbiamo andare a sinistra manteniamoci a destra indipendentemente di quante corsie abbia la rotatoria (ancora lei, fosse almeno una bella donna!!).

Infine, in tutte le strade si mantiene rigorosamente la destra (meglio sarebbe se si usasse il doppio decimetro per misurare la distanza dal marciapiede destro; ma ciò purtroppo non è possibile immaginate cosa accadrebbe -si capisce che sto scherzando vero?)

....Nelle strade a senso unico..., non ci crederai, anche llllììì bisogna tenere la destra salvo:
- strade con marcia per file parallele (sono quelle con più di due corsie per senso di marcia;
- strade con marcia per file parallele a due corsie per senso di marcia, ma ad alta densità di traffico (sono quelle dove basta che i veicoli si susseguano anche a diverse decine di secondi l'una dall'altra stima empirica!! e naturalmente quelle dove i veicoli arrivano ad incolonnarsi).

In queste appena considerate si marcia nella corsia in cui ci si trova salvo l'obbligo di adeguarsi alla precanalizzazione in prossimità degli incroci quando si deve cambiare direzione.
Queste le regole, poi ognuno fa come vuole o con convinzione come crede di sapere e da qui ai sabato notte il passo è breve.
Certo il fatto che il messaggio non mantenga l'aspetto tipografico che gli si da portando a capo inopportunamente non permette di rendere bene.
..Sono stanco da non crederci cordialità Italiassente


Incredibile, sono stanco...cordialità italiassente

Intervento MOD: messaggio sistemato dal punto di vista della formattazione

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

regole circolaz.rotatorie

Messaggio da italiassente » 17/01/2004, 14:40

al mod che ha formattato,
un saluto e un ringraziamento. Il tuo intervento è stato causato da mio errore? Faccio questa domanda perchè non ho conoscenze informatiche e non so ancora usare nè il computer nè internet.
Se ne sono la causa mi scuso e chiedo dove ho sbagliato. Italiassente (o se preferisci impossibile pessimista)

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 17/01/2004, 14:52


Se ne sono la causa mi scuso e chiedo dove ho sbagliato
Non ti preoccupare... solo che quando scrivi nel riquadro devi farlo senza andare a capo ogni volta che arrivi a destra... tu vai scrivendo solamente, e vedrai che il messaggio si vedrà bene una volta sul forum...

Poi quando vuoi veramente andare a capo da un colpo di "invio", oppure due se vuoi separare due paragrafi... non so se non stato chiaro :-[

Cmq già il fatto che scrivi e rispondi sul forum è già un ottimo passo!! :ok

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

rotatorie regole circolazione

Messaggio da italiassente » 17/01/2004, 15:02

al mod che ha formattato,
a proposito della mia disinformazione volevo approfittare per chiedere:
aprendo l'email ricevute da sicurauto ho trovato "l'url della sessione specificata non è valida (24)" in una di esse.
Così ho aperto l'altra datata 17. Finito con le operazioni di questa appena letta, nel tornare a quella precedentemente non apertasi (del 16), per sbaglio ho tentato di leggere nuovamente quella del 17 che mi ha dato lo stesso messaggio.
Cosa è successo? Che significa? Non riceverò altre email di avviso visto che non sono riuscito ad aprire quella del 16?... (16, 17....) ....no, non sono i numeri del lotto, ma la mia ignoranza informatica. Italiassente (e disinformato!)

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Codice della strada

Messaggio da inge_77 » 17/01/2004, 20:49

Italiassente ha affermato:
Questi, se la larghezza è sufficiente, sono divisi in corsie con delle linee longitudinali.
Il limite destro del proprio senso di marcia corrisponde alla propria destra se la strada ha una sola corsia per senso di marcia, mentre se ha più corsie corrisponde alla corsia in cui ci troviamo.
Non è vero che nel caso di carreggiate che includano più di una corsia per senso di marcia divise da striscia discontinua il limite destro del proprio senso di marcia sia il limite della corsia in cui ci troviamo.
Infatti il senso di marcia non è definito come una porzione della strada ma racchiude quella parte della carreggiata per cui il transito è interdetto in un verso. E' una caratteristica di un sottoinsieme della strada comune ad una corrente di traffico e niente più.

Nel vecchio C.d.S. l'Art.3 Definizioni stradali e di traffico si esprime come segue:
46) Sede stradale: superficie compresa entro i confini stradali. Comprende la carreggiata e le fasce di pertinenza.

21) Fascia di pertinenza: striscia di terreno compresa tra la carreggiata ed il confine stradale. È parte della proprietà stradale e può essere utilizzata solo per la realizzazione di altre parti della strada.

7) Carreggiata: parte della strada destinata allo scorrimento dei veicoli; essa è composta da una o più corsie di marcia ed, in genere, è pavimentata e delimitata da strisce di margine.

11) Corrente di traffico: insieme di veicoli (corrente veicolare), o pedoni (corrente pedonale), che si muovono su una strada nello stesso senso di marcia su una o più file parallele, seguendo una determinata traiettoria.

16) Corsia di marcia: corsia facente parte della carreggiata, normalmente delimitata da segnaletica orizzontale.
Il vecchio C.d.S. non definisce il senso di marcia in quanto altro non è che un verso di percorrenza della direttrice stradale.

Rinfrescate le definizioni necessarie la posizione del veicolo sulla carreggiata ora arrivano le norme sufficienti a comprendere come affrontare le rotatorie.

Tali norme sono contenute negli art.143, 144 e 145 del vecchio C.d.S.:
Art.143 Posizione dei veicoli sulla carreggiata.

1. I veicoli devono circolare sulla parte destra della carreggiata e in prossimità del margine destro della medesima, anche quando la strada è libera.

2. I veicoli sprovvisti di motore e gli animali devono essere tenuti il più vicino possibile al margine destro della carreggiata.

3. La disposizione del comma 2 si applica anche agli altri veicoli quando si incrociano ovvero percorrono una curva o un raccordo convesso, a meno che circolino su strade a due carreggiate separate o su una carreggiata ad almeno due corsie per ogni senso di marcia o su una carreggiata a senso unico di circolazione.

4. Quando una strada è divisa in due carreggiate separate, si deve percorrere quella di destra; quando è divisa in tre carreggiate separate, si deve percorrere quella di destra o quella centrale, salvo diversa segnalazione.

5. Salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.

6. Sulle strade di tipo A) e B) di cui all'articolo 2, comma 2, a tre o più corsie per senso di marcia, la corsia di destra è riservata ai veicoli lenti.

7. All'interno dei centri abitati, salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia libera più a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso. Tuttavia i conducenti, qualunque sia l'intensità del traffico, possono impegnare la corsia più opportuna in relazione alla direzione che essi intendono prendere alla successiva intersezione; i conducenti stessi non possono peraltro cambiare corsia se non per predisporsi a svoltare a destra o a sinistra, o per fermarsi, in conformità delle norme che regolano queste manovre, ovvero per effettuare la manovra di sorpasso che in tale ipotesi è consentita anche a destra.

....................omissis...........

Art.144 Circolazione dei veicoli per file parallele.

1. La circolazione per file parallele è ammessa nelle carreggiate ad almeno due corsie per ogni senso di marcia, quando la densità del traffico è tale che i veicoli occupano tutta la parte della carreggiata riservata al loro senso di marcia e si muovono ad una velocità condizionata da quella dei veicoli che precedono, ovvero in tutti i casi in cui gli agenti del traffico la autorizzano. È ammessa, altresì, lungo il tronco stradale adducente a una intersezione controllata da segnali luminosi o manuali; in tal caso, al segnale di via libera, essa deve continuare anche nell'area di manovra dell'intersezione stessa.

2. Nella circolazione per file parallele è consentito ai conducenti di veicoli, esclusi i veicoli non a motore ed i ciclomotori, di non mantenersi presso il margine della carreggiata, pur rimanendo in ogni caso nella corsia prescelta.

3. Il passaggio da una corsia all'altra è consentito, previa la necessaria segnalazione, soltanto quando si debba raggiungere la prima corsia di destra per svoltare a destra, o l'ultima corsia di sinistra per svoltare a sinistra, ovvero per effettuare una riduzione di velocità o una volontaria sospensione della marcia al margine della carreggiata, quando ciò non sia vietato. I conducenti che si trovano nella prima corsia di destra possono, inoltre, spostarsi da detta corsia quando devono superare un veicolo senza motore o comunque assai lento, sempre previa la necessaria segnalazione.

.............omissis............

Art.145 Precedenza.

1. I conducenti, approssimandosi ad una intersezione, devono usare la massima prudenza al fine di evitare incidenti.

2. Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l'obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione.

............omissis....................

5. I conducenti sono tenuti a fermarsi in corrispondenza della striscia di arresto, prima di immettersi nella intersezione, quando sia così stabilito dall'autorità competente ai sensi dell'articolo 37 e la prescrizione sia resa nota con apposito segnale.

...........omissis...................
Qualcosa non è chiaro? Beh, ora mi fermo qua...domandate qualsiasi cosa specifica e vi risponderò.

P.S.- Le modificazioni al C.d.S. dell'anno passato non hanno portato variazioni agli argomenti citati.

P.S.- Non fidarsi mai di quello che ci dicono o di quello che pensiamo. La supposizione è la madre di tutte le Caxxxte. L'orgoglio il padre.

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

se ne sono la causa...

Messaggio da italiassente » 17/01/2004, 23:37

Gentile amministratore,
sei stato chiarissimo e ti ringrazio per l'insegnamento che mi sarà utile.
Per quanto riguarda la mia richiesta di aiuto in merito alla mia incapacità di leggere l'e-mail del 17 come ho segnalato nel mio ultimo post( è detto bene?), mi è accaduto come in una delle leggi di Murphy: dopo aver trovato l'amico più capace di me, appena seduti la difficoltà non si è ripresentata. Sono cose della vita! (non è la canzone di Ramazzotti) Cordiali saluti Italiassente

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti