Regole circolazione in rotatorie

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
polemico
Rank: Autista modello!
Rank: Autista modello!
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/07/2003, 19:35
Località: roma

Messaggio da polemico » 18/06/2004, 15:29

Ho provato a leggermi tutti i post di questo topic, ma mi sono dovuto arrendere, sono troooopo lunghi (specie quelli di... Hal :lol: ). Mi limitero' quindi a dare un mio parere sulle rotatorie.
Premesso che non ho mai incontrato rotatorie in cui si immettono strade a doppia corsia (*), la regola dovrebbe essere: stai in corsia esterna poco prima di imboccare la tua uscita, stai su quella interna se la tua uscita e' ancora lontana. Il resto vien da se':
se la tua uscita e' la prima subito dopo che sei entrato, quando entri in rotatoria devi impegnare solo la corsia esterna; se invece devi "saltare" almeno un'uscita, devi entrare in corsia interna in modo da sorpassare quelli che stanno rallentando per uscire.
....il tutto, naturalmente, a non piu' di 40 all'ora, come segnalato prima di ogni rotatoria... proprio perche' sono troppo complicate per poterle affrontare piu' velocemente di cosi'! (Non credo sia solo per l'"effetto centrifuga" :lol: ).

(*)
Conosco solo una rotatoria che abbia due strade a due corsie che vi confluiscono, e in entrambe, un centinaio di metri prima della rotatoria, la corsia di sporpasso "decresce" fino a scomparire e confluire totalmente nella corsia di destra, e mi pare l'unica soluzione sensata possibile: le rotatorie sono state inventate proprio per evitare il "tagliarsi la strada" dovuto agli incroci perpendicolari! Se la rotatoria è fatta bene, tutte le immissioni dovrebbero essere ad angolo acuto, in modo che quando ci immettiamo ci avviciniamo (alle macchine già presenti in rotatoria) col fianco e non col muso della macchina, e quindi con una velocità relativa di avvicinamento così bassa da non rappresentare un pericolo anche se in realtà entrambe le auto vanno a 40-50 all'ora.

Altra cosa importante, che pero' dipende da chi guida e non da chi ha costruito la rotatoria, è mantenere una bella distanza dalla (eventuale) macchina che ci precede durante l'immissione, in modo da avere spazio di manovra per "destreggiarsi" con chi sta cercando di uscire dalla rotatoria mentre noi entriamo.

Avevo iniziato a creare un'animazione esplicativa, ma non ho mai trovato il tempo di finirla, mannaggia... :roll:

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 19/06/2004, 12:28


Avevo iniziato a creare un'animazione esplicativa, ma non ho mai trovato il tempo di finirla, mannaggia...
Noi siamo sempre qui :wink:
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Alex_80
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 51
Iscritto il: 25/07/2005, 22:12

Messaggio da Alex_80 » 12/08/2005, 20:49


eZ99
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 23/10/2005, 19:30

Rotatoria con la memoria

Messaggio da eZ99 » 23/10/2005, 19:52

[quote="italiassente"]
Giunti all'intersezione con una rotatoria, ci si mantiene rigorosamente a destra (sia che il nostro senso di marcia abbia una corsia o più di una, e in questo caso ci si accosta molto prima di arrivare alla rotatoria) e ci si immette nella sua corsia di destra - attenzione alle linee delle corsie...

____________

Ho letto tutto il forum e mi sembrava di avere capito. Ora trovo una rotatoria inesplicabile. Chiamiamo le quattro strade che vi giungono nord, sud, est, ovest. Per comodità diciamo che sono tutte a due corsie. Pure la rotatoria lo è.

Se arrivo da S e voglio andare a E, mi tengo sulla corsia di destra e svolto a destra...
Se arrivo sempre da S e voglio uscire a N, su quale corsia dovrei stare? Direi su quella di destra... ma così al 90 % vengo investito da quelli che escono dalla rotatoria quando io passo davanti all'uscita E. Se invece sto a sinistra e impegno la corsia centrale della rotatoria, primo ci metto una vita perchè tutta la rotatoria dev'essere libera, secondo poi devo di nuovo cambiare corsia dopo pochi metri per uscire appunto a N...

Ora sentite questa. Ho VISTO una rotatoria di questo tipo dove la segnaletica orizzontale della corsia di destra indica direzione possibile a destra e dritto e quella di sinistra indica direzione possibile UNICA A SINISTRA! Girare a sinistra in una rotatoria???

Quindi io interpreto: se DOVRO' girare a sinistra dopo aver percorso 3/4 di rotatoria (uscita ovest per chi entra da sud) devo fin d'ora usare la corsia interna: insomma una rotatoria con la memoria! Ma se faccio un incidente, chi stabilisce da che entrata provenivo??

A me sembra una follia. A disposizione per fornire una foto di questa rotatoria con la memoria.

Ciao a tutti.

Alex_80
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 51
Iscritto il: 25/07/2005, 22:12

Re: Rotatoria con la memoria

Messaggio da Alex_80 » 24/10/2005, 20:02

eZ99 ha scritto:Ho letto tutto il forum e mi sembrava di avere capito. Ora trovo una rotatoria inesplicabile. Chiamiamo le quattro strade che vi giungono nord, sud, est, ovest. Per comodità diciamo che sono tutte a due corsie. Pure la rotatoria lo è.
Presuppongo che le strade che arrivano alla rotatoria abbiano il segnale di dare precedenza e che le corsie dell'anello della rotatoria facciano completamente il giro della rotatoria (se non cambio corsia faccio un giro completo e mi ritrovo nello stesso punto), cioè una rotatoria francese, altrimenti cambia tutto.

eZ99 ha scritto:Se arrivo da S e voglio andare a E, mi tengo sulla corsia di destra e svolto a destra...
Prima di arrivare alla rotatoria metti la freccia a sinistra, dai la precedenza a chi sta già percorrendo la corsia di sinistra e cambi corsia, prima di entrare nella rotatoria metti la freccia a destra dando la precedenza a entrambe le corsie della rotatoria ed entri nella corsia interna e togli la freccia, quando devi uscire un po' prima di arrivare all'uscita metti la freccia a destra, dai la precedenza alla corsia esterna e cambi corsia, mantieni la freccia e destra ed esci.
Oppure prima di arrivare alla rotatoria rimani nella corsia di destra, metti la freccia a destra dando la precedenza soltanto all'anello estreno della rotatoria, eccetto se qualcuno della corsia interna ha messo la freccia a destra e dovremo dare la precedenza anche a lui, quando sei nella rotatoria metti la freccia a sinistra dando la precedenza alla corsia interna, ti sposti nella corsia interna, prima di uscire metti la freccia a destra, dai la precedenza alla corsia esterna, ti sposti nella corsia esterna e mantieni la freccia a destra, esci dalla rotatoria.
Oppure prima di arrivare alla rotatoria rimani nella corsia di destra, metti la freccia a destra dando la precedenza soltanto all'anello estreno della rotatoria, eccetto se qualcuno della corsia interna ha messo la freccia a destra e dovremo dare la precedenza anche a lui, entrato nella rotatoria togli la freccia, percorri la rotatoria nell'anello esterno, prima di uscire metti la freccia a destra ed esci dalla rotatoria.
Ognuno può scegliere la soluzione che preferisce, altre soluzioni non ci sono.

eZ99 ha scritto:Se arrivo sempre da S e voglio uscire a N, su quale corsia dovrei stare? Direi su quella di destra... ma così al 90 % vengo investito da quelli che escono dalla rotatoria quando io passo davanti all'uscita E.
Vale lo stesso principio che ho scritto sopra.
Immaginiamo di trovarci su una strada dritta a senso unico con diritto di precedenza a due corsie e sulla destra una strada senza diritto di precedenza. Noi percorriamo la strada con diritto di precedenza sulla corsia di destra e andiamo dritto, quando arriviamo in prossimità dell'incrocio un veicolo ci sorpassa sulla corsia di sinistra e gira a destra tagliandoci la strada: ecco questo è quello che succede nella rotatoria (il veicolo della corsia interna taglia la strada girando a destra al veicolo della corsia esterna che sta andando dritto:percorrere la rotatoria = andare dritto, entrare nella rotatoria = svoltare a destra, uscire dalla rotatoria = svoltare a destra), solo che la strada a senso unico con diritto di precedenza è in curva, ma ciò non cambia le regole.

eZ99 ha scritto:Se invece sto a sinistra e impegno la corsia centrale della rotatoria, primo ci metto una vita perchè tutta la rotatoria dev'essere libera, secondo poi devo di nuovo cambiare corsia dopo pochi metri per uscire appunto a N...
Usare la corsia interna della rotatoria è possibile, però ovviamente è sconveniente: infatti dovrebbe usata soltanto per il sorpasso, che secondo me è di dubbia utilità in una rotatoria.
In conclusione fare rotatorie con una sola corsia, evita ingorghi e incidenti.

eZ99 ha scritto:Ora sentite questa. Ho VISTO una rotatoria di questo tipo dove la segnaletica orizzontale della corsia di destra indica direzione possibile a destra e dritto e quella di sinistra indica direzione possibile UNICA A SINISTRA! Girare a sinistra in una rotatoria???

Quindi io interpreto: se DOVRO' girare a sinistra dopo aver percorso 3/4 di rotatoria (uscita ovest per chi entra da sud) devo fin d'ora usare la corsia interna: insomma una rotatoria con la memoria! Ma se faccio un incidente, chi stabilisce da che entrata provenivo??

A me sembra una follia. A disposizione per fornire una foto di questa rotatoria con la memoria.
Non ho capito bene, potresti essere più preciso, magari con un disegno schematico della rotatoria :???. Comunque mi pare di intuire che in questo caso sia meglio passare da un'altra strada. :D


Riporto qui la mia risposta al messaggio che precedentemente avevo segnalato per chiarire tutti i possibili casi "standard":
Alex_80 ha scritto:Non esiste un art. del C.d.S. che descriva l'utilizzo delle rotatorie, quindi devono essere considerate come normali incroci: non importa se la rotatoria è piccola o grande.


Ci sono 3 tipi di rotatorie: "italiane", "francesi" e "italo-francesi" o "franco-italiane".

Nelle rotatorie definite "italiane", che in passato erano la maggioranza ma che adesso sono quasi scomparse, non sono posti segnali di precedenza né per le strade che si immettono nella rotatoria, né nella strada che costituisce l'anello della rotatoria, quindi vale la regola generale di dare la precedenza a chi proviene da destra (quindi ha la precedenza chi entra nella rotatoria).
Perciò se sono veramente piccole (cioè se le strade che si immettono nella rotatoria sono vicine come un "normale" incrocio) valgono le stesse rogole dei "normali" incroci con la solta eccezione che per la svolta a sinistra bisogna passare a destra del centro dell'incrocio (in poche parole bisogna seguire la circolazione rotatoria), altrimenti (rotatore grandi) chi entra nella rotatoria deve mettere la freccia a destra mantenendosi il più possibile a destra (la manovra viene assimilata a una svolta a destra), dopo essere entrati nella rotatoria (se non si deve uscire alla prima uscita), si deve mettere la freccia a sinistra e prima della prima uscita bisogna spostarsi verso il centro della rotatoria (se ci sono più corsie bisogna dare la precedenza ai veicoli che si trovano sulla corsia in cui si deve andare, essendo la manovra assimilabile a un cambio di corsia se non si riesce a spostarsi a sinistra prima dell'uscita bisogna fermarsi), la freccia deve essere mantenuta a sinistra e si deve continuare a stare più vicini possibili al centro della rotatoria fino all'ultimo ingresso prima dell'uscita che si deve prendere, a quel punto si deve mettere la freccia a destra e spostarsi il più possibile a destra (se ci sono più corsie bisogna dare la precedenza ai veicoli che si trovano sulla corsia in cui si deve andare, essendo la manovra assimilabile a un cambio di corsia se non si riesce a spostarsi a destra prima dell'uscita bisogna fermarsi), la freccia deve essere mantenuta a destra fino all'uscita della rotatoria.

Nelle rotatorie definite "francesi", che in passato erano rare ma che adesso sono la maggioranza, sono posti segnali di dare precedenza alle strade che entrano nella rotatoria, quindi hanno la precendeza i veicoli che si trovano nell'anello della rotatoria (assimilabile a una strada a senso unico in curva).
Perciò si deve mettere la freccia a destra quando si entra nella rotatoria mantenendosi il più possibile a destra (manovra assimilabile a una svolta destra, che poi è quello che in realtà si sta facendo), dopo essere entrati nella rotatoria si toglie la freccia e si percorre l'anello mantenendosi il più possibile a destra e si mette nuovamente la freccia a destra prima di uscire.
Le corsie interne della rotatoria servono esclusivamente per il sorpasso (o per la marcia a file parallele in caso di traffico intenso, in cui i veicoli negli anelli interni devono dare la precedenza a quelli esterni), quindi non è ammesso uscire dalla rotatoria quando si sta ancora percorrendo la corsia di sorpasso, perché sarebbe come se su una strada con diritto di precedenza si sorpassasse un veicolo a sinistra e poi si svoltasse a destra tagliandoli la strada: si tratta tra le infrazioni al C.d.S. più gravi, perché sono tra le azioni più pericolose.

Le rotatorie "italo-francesi" (dette anche "franco-italiane") non sono delle vere rotatorie, ma si tratta semplicemente di aiuole spartitraffico rotonde messe al centro di una strada con diritto di precedenza in prossimità di incroci con strade senza diritto di precedenza.

Concludendo le rotatorie più "semplici" e sicure sono quelle francesi, di cui però non riesco bene a capire l'utilità di corsie di sorpasso nell'anello della rotatoria, a parte forse in quelle veramente grandi.
Chissa poi perché la maggioranza degli automobilisti usa le rotatorie francesi come quelle italiane, forse perché era abituato a usare quest'ultime?

Scusate il messaggio decisamente lungo, però spero così di aver chiarito la situazione, ovviamente non pretendo che questa sia la verità assoluta, però mi sembra la più logica seguendo le indicazioni generali del C.d.S. e ignorando le abitudini degli automobilisti.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 25/10/2005, 17:14

Per me una rotatoria è come un qualsiasi altro tratto di strada e con ciò, penso, si possono risolvere tutti i problemi.

Certo la rotatoria è una strada curva, molto corta, che si "morde la coda" ed avente un sacco di confluenze a destra (con o senza diritto di precedenza), ma a parte questo è come qualsiasi altra strada che presenta degli incroci (con o senza diritto di precedenza, a seconda della presenza o meno di relativa segnaletica.....).

E' vero che esiste il particolare segnale di rotatoria, ma ciò non contraddice nella pratica e nella sostanza la mia "ipotesi".

Per cui in rotatoria ci si comporta del tutto "normalmente" e se, purtroppo, succedono gli incidenti è solo perché molti prepotenti con la precedenza incorporata svicolano e si infilano in ogni spazio rimasto libero... anche contro le regole del buon senso.
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti