Regole circolazione in rotatorie

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Dici a me?

Messaggio da inge_77 » 18/01/2004, 0:30

Ma io non sono l'amministratore!!!!!

Sono un semplice utente un pò pignolo...

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

regole circolazione rotatoria

Messaggio da italiassente » 18/01/2004, 0:48

Bentrovato ai frequentatori presenti,
a tanta conoscenza manifestata da Inge77, supportata dall'aiuto del CdS, dalla dimestichezza con esso per motivi sicuramente professionali e da anni di frequenza professionale con quel mezzo, non si può non rispondere che con ammirazione: complimenti, specie per aver rinfrescato le nostre nozioni con una trattazione esaustiva!
La mia esposizione era volta non ad avvocati di infortunistica stradale, o ad agenti addetti al traffico e non ai periti di assicurazione, ma ad utenti come me richiedenti informazioni, per cui sono ricorso a formule semplici.
Sembra che l'unica cosa che ci divida resti il limite di marcia. Non sfugga però osservare che era all'interno di un contesto esaminante la svolta e non la conduzione di marcia generica per percorrere il tragitto di cui si trattava.
E' stato anche precisato che, per effettuare la svolta a destra, ci si deve obbligatoriamente accostare a destra se si ha una sola corsia, e in quella di destra se se ne hanno più di una. Infatti in questo caso bisogna giungere all'incrocio dopo aver iniziato tempo prima ad accostarsi a destra.
Le mie sono dunque descrizioni tutt'altro che tecniche volte a trasmettere con immediatezza il quid del codice senza travisarlo. Non potevano avere quella dettagliata precisione espressiva che può essere indirizzata solo ad un esperto in un ipotetico rapporto professionale(dibattito in tribunale, contestazione a compagnia d'assicurazione, valutazione del fattore psicologico dei vari tipi di conducenti argomento di quella recente materia che studia il traffico per controllarlo e programmarlo).
Infine se da quanto ho trattato allora è trasparsa supposizione, orgoglio, burbanza ne sono mortificato e mi scuso apertamente ringraziandola ancora per avermi permesso di accorgermene.
Non evidenzio certo ciò che ho notato nel tono da Lei usato per reprimermi: sicuramente perchè è una persona pragmatica con studi tecnici e non umanistici.
Non replico la "squisitezza" dell'espressione usata con aggettivo sostantivato riferito alla parola "madre" nell'ultimo suo periodo ancorchè criptata.
Non esprimo infine la definizione suggeritami da una cultura, in me non certo allevato alle "orsoline" ma che controllo, che vorrebe far affiorare alle labbra se appena volessi.
Tali mie autocensure sarebbero adeguate ad un tono reboante che ho subito (proprio reboante non roboante perchè deriva dal latino reboans >tale stizzosa precisazione penso che mi debba essere permessa<).
Ritengo utile infine permettermi di suggerire di disertare la replica,
innescherebbe una polemica scadente che voglio rifuggire, e di rispondere con il silenzio per logica e intelligenza.
Ad Inge77 saluti di rito. FIRMATO: Italiassente

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 18/01/2004, 10:52

Caro italiassente,
mi preme intervenire perchè mi sa che qualcosa qui non è chiaro...

Vedi che il caro inge_77, ha cercato solamente di darti una mano spiegando la cosa con chiarezza. Nessuno in questo forum vuole fare polemica o vuole denigrare nessuno... altrimenti sarei io il primo a censurare le cose!

Quindi ti prego vivamente di rileggere con attenzione il messaggio di inge_77, ti renderai conto che ha solo replicato (senza arroganza) alle tue afferamazioni che, evidentemente, non erano proprio esatte al 100%.

In questo forum vige lo spirito del confronto e del reciproco aiutarsi :ok

Concludo dicendo che è bene darsi sempre del tu in ogni forum, proprio perchè il rapporto deve essere il più amichevole possibile...

:ciao e fate i bravi :angel
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 18/01/2004, 12:42

Ciao a tutti,
sperando che la mia interpretazione di "cordialità" come "cordiali saluti" sia corretta, non ho ancora capito come si effettuerebbe questa benedetta immissione ... ! :D
Nella fattispecie :ooh non mi sono chiare le risposte ai seguenti quesiti:
a) se in immissione la strada ha due o più corsie (per senso di marcia) e io provengo dalla corsia di sinistra (o da una delle corsie che non sia quella più a destra) quando mi immetto mi devo immettere sulla corsia interna della rotatoria ? (Questo per non tagliare la strada a chi mi stà sulla destra, evitando una situazione di pericolo ... ).
b) Se invece provengo da destra ed ho un mare di macchine alla mia sinistra (che riducono anche di molto la visibilità), posso farmi "scudo di esse", immettendomi quando loro avanzano ?? .... oppure è pericoloso perchè queste rischiano di venirmi addosso, tagliandomi la strada (per immettersi sulla corsia esterna della rotatoria) .... ! (chi avrebbe ragione in tale circostanza ... ?).
Io parlo, ovviamente, pensando ad una condizione di traffico sostenuto e di circolazione "per file parallele" ....

A voi cordiali saluti :bong

alex_ander1979

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 18/01/2004, 13:01


2. Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l'obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione.
Allora alex_ander1979, come vedi sopra in caso si arrivi in 2 (o più) prossimità della rotatoria (ovviamente affiancati) ha precedenza chi è più a destra...

a) se in immissione la strada ha due o più corsie (per senso di marcia) e io provengo dalla corsia di sinistra (o da una delle corsie che non sia quella più a destra) quando mi immetto mi devo immettere sulla corsia interna della rotatoria ?
Si

b) Se invece provengo da destra ed ho un mare di macchine alla mia sinistra (che riducono anche di molto la visibilità), posso farmi "scudo di esse", immettendomi quando loro avanzano ??...
Virtualmente si però chi sta alla tua sinistra dovrebbe immettersi nella corsia più interna della rotatoria e quindi il rischio di collisione non dovrebbe sussistere... in caso cmq tu avresti la precedenza (vedi sopra) e quindi ragione.

Ricorda però che quando ti immetti in una intersezione dovresti essere nelle condizioni di migliore visibilità... quindi usare l'altra auto come "scudo" non è proprio una manovra eccellente dal punto di vista della sicurezza...

:ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Grazie a tutti

Messaggio da inge_77 » 18/01/2004, 14:02

Bentornati e buona domenica,

effettivamente non volevo portare il tono della discussione su una "corsia di marcia" arrogante e nè volevo denigrare nessuno.
Ringrazio Italiassente per la sua presenza assidua e Claudio per avere intuito la mie intenzioni.
Con l'ultima precisazione volevo solo far notare come quanto concerne alla circolazione dei veicoli essendo argomento di comune interesse sia soggetto a libere interpretazioni proprie di un sistema di comunicazione diffuso di basso livello.
L'espressione "basso livello" è riferita tecnicamente ad una comunicazione che parte dal basso, una specie di telegrafo senza fili dove non vi è modo di verificare l'origine di informazioni e l'interpretazione che si viene ad avere ogni qual volta che l'informazione viene diffusa.
Tale sistema di comunicazione tende a fare nascere le "Leggende metropolitane" in quanto non solo non è possibile ricondursi all'origine del processo informativo ma la credibilità dell'informazione si basa sul fatto che ogni persona che prende parte al processo come propagatore della stessa si espone garantendone la veridicità.

Per questo, nell'ambito delle regole legate alla conduzione dei veicoli, si deve porre attenzione alle fonti e fare l'abitudine a consultare l'insieme di articoli e regolamenti attuativi.
Sarebbe uno spreco non farlo, daltronde come dice il mio capo ufficio "carta canta".

Ah una precisazione, non sono un tecnico del settore, ma ponendo l'attenzione sul fatto che la conduzione dei veicoli su strada è un fenomeno sociale molto articolato ritengo fondamentale la conoscenza approfondita delle norme che la regolano.

Sulle rotatorie pongo alla vostra attenzione un precedente topic (Grazie Mutlee):


viewtopic.php?t=529

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

regola circol.rotat.

Messaggio da italiassente » 18/01/2004, 23:08

conciliante Sicurauto,
ti saluto con simpatia riconoscendo in te persona amica.
In merito al mio intervento accetto le tue osservazioni riconoscendoti pienamente il ruolo che la tua figura deve gestire e inoltre mi scuso per l'increscioso episodio e per il disturbo arrecatoti nel costringerti ad intervenire.
Accetto infine di non tornare sull'argomento pur avendo elementi di due classi differenti. Per amore di polemica, da intendere non nell'accesso culturale ma in quello semantico, mi piacerebbe conversare sull'argomento riservatamente di persona. Ma questo è solo teoria.
Con buona volontà cito, rifendomi alla generalità di sempre: il frutto della pace cresce sull'albero del silenzio. Cordialità Italiassente

italiassente
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 18
Iscritto il: 30/11/2003, 9:28

regole circolaz.rotatorie

Messaggio da italiassente » 18/01/2004, 23:31

A Inge77 e a Sicurauto amministratore nonchè a tutti i frequentatori cordialità,
trovo il messaggio di Inge77 dopo l'invio del mio delle 22,30 ca e non chiedetemi come sia successo perchè le mie spiegazioni sull'informatica vi farebbero ridere per un mese.
Ho apprezzato molto il messaggio di Inge77 delle 14 ca. che ha denotato molta ragionevolezza. Nella sequenza dell'avvicendamento delle comunicazioni di entrambe le parti si ravvisa il suo valore oggettivo e la sua logica.
Sedatisi gli animi, con tono scherzoso perchè non so posizionare gli smiles e adesso non mi interessa, potrei spiegare i miei perchè anche se ho dato dimostrazione di non essere telegrafico. Ma non credo che possano interessare. Si discetterebbe sulla efficacia della comunicazione e molti si annoierebbero a morte: non faremmo un buon servizio al forum!Ogni cordialità Italiassente

Terzo
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 6
Iscritto il: 25/12/2003, 0:42

Messaggio da Terzo » 22/01/2004, 17:36

Una volta immessi nella circolazione in rotatoria e' consentito continuare a procedere sulla corsia di destra (nella quale ci si e' immessi per entrare nella rotonda) anche se non si ha intenzione (o non si sa ancora perché si ha bisogno di "fare un giro" della rotonda" per vedere i segnali) di uscire alla prima svolta a destra ?

Questo crea spesso dei problemi quindi ho quasi deciso di non farlo mai.L'opinione piu' diffusa in giro e' che chi sta sulla corsia di destra e' manifestamente intenzionato ad uscire alla prossima uscita quindi se invece prosegue a circolare nella rotonda e' un criminale.Questo viene anche da chi e' nella corsia centrale (o nella parte interna della rotatoria) e "taglia" le corsie o le macchine piu' esterne per uscire alla prossima.Io dico invece che , al di la del comportamento degli autoveicoli piu' esterni , i veicoli piu' interni dovrebbero continuare a girare nella loro corsia o secondo la loro linea di marcia (e qui si apre il via alle ambiguita' almeno da parte dell'automobilista) fintanto che non riescano a spostarsi sull'esterno della rotatoria o nelle corsie piu' esterne.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

....

Messaggio da inge_77 » 22/01/2004, 17:56

Bene, anch'io mi sono posto diverse volte il problema...
Per chiarirlo in primo luogo dovremmo chiederci se la corsia di destra è o meno una corsia di accelerazione.

E' evidente che questa non lo è quindi in funzione di quanto stabilito dal codice della strada dovremmo occupare la corsia libera più a destra.

E' anche vero comunque che in questo modo si viene a "schermare" l'ingresso dei veicoli in rotataria...

Però viceversa è possibile che un veicolo che si trova a sinistra vada ad incrociare la traiettoria dei veicoli alla sua destra nel momento che cerca di uscire...


Massy a scuola guida cosa si insegna???

Che casino :( :(

Mi sa che qua il ministero dei trasporti dovrebbe fare chiarezza...[/b]

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti