ridicoli blocchi della circolazione.....

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
Lele78
Rank: Autista sicuro!
Rank: Autista sicuro!
Messaggi: 399
Iscritto il: 17/07/2004, 15:52
Località: Trento

Messaggio da Lele78 » 13/02/2005, 23:49

wilhem275 ha scritto:Tolta la parte del piacere e del feeling di guida che uno preferisce, stai effettivamente risparmiando? :???
Risparmiando ... per ora è troppo presto per parlare, ha solo 1300km, cmq la macchina l'ho presa per tenerla qualche annetto, vedi i 215.000 di quella vecchia, e con tale chilometraggio ammortizzo la spesa. :ok

Indicativamente di carburanti all'anno risparmio 1000€ bisognerebbe però calcolare di contro l'assicurazione. La manutenzione non la considero visto che il primo tagliando è a 50.000 km
Lele
Ciao ciao
:ciao

domilor
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 107
Iscritto il: 20/07/2004, 13:31
Località: Bari...provincia!

Re: ridicoli blocchi della circolazione.....

Messaggio da domilor » 14/02/2005, 9:24

Lele78 ha scritto: l'auto spinge dai 1000 giri ai 45000
Guidi un caccia???? :lollo: :bastard:

Cmq c'è anche da dire che le case hanno anche dei progetti per auto meno inquinanti e/o alimentate con altri metodi... ma anche loro seguono le leggi del mercato per cui... fin quando la gente continua a comprare quello che c'è e sembra soddisfatta, loro vanno avanti vendendo auto diesel e a benzina...Quando la situazione sarà insostenibile e il petrolio inizierà a scarseggiare, allora le cose cambieranno.

Questa non è una bella cosa...
Un esempio della loro politica è questa: La legge che impone che le auto immatricolate devono rispettare la normativa EURO 4 entra in vigore dal 2006. Fino ad allora, le case automobilistiche stanno ancora sfornando auto EURO 3...e non parlo solo di vecchi modelli, ce ne sono a bizzeffe anche di nuovi.
In futuro poi faranno gli EURO 4 così magari, visti i blocchi del traffico, qualcuno (molti + di qualcuno) saranno invogliati a cambiare auto e si sa come continua la storia...

Sarò retorico ma l'auto che pubblicizzò Beppe Grillo tempo fa, per protesta (giustissima tra l'altro), non è stata accolta da nessuna casa automobilistica..
E lui aveva semplicemente preso una Twingo in collaborazione con un gruppo di Greenpeace, e l'aveva modificata in peso e aerodinamica.
Oltre a fare 100 km con un litro (e non sto inventando niente), era diventata anche + potente e + veloce (ovviamente di poco ma era un progetto base...)...
Come mai non se ne parla +? I petrolieri avranno fatto tacere tutto?
Le case avranno detto"ma siete pazzi? e tutti i progetti che abbiamo in cantiere??"... e così tutti sono felici e contenti...o no? :???
Il cervello: ne siamo dotati...usiamolo!

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 14/02/2005, 12:46

Per quanto riguarda l'automobile di Beppe Grillo, probabilmente e sottolineo probabilmente, si tratta di una semi burla. Qualcosa che non va lo deve avere, perché riguardando gli archivi di Quattroruote (specialmente 2/2/2003), disponibili on-line, si scopre che più volte la rivsta aveva richiesto ai produttori della "Smile" la possibilità di testarla, e mai era stata accontentata. Perché? Forse perché la pubblicità di Quattroruote sarebbe stata negativa?

é molto interessante anche quanto indicato da Quattroruote (sempre 2/2/03). Se la macchina ibrida fosse stata già pronta a 100km con un litro semplicemente modificando un poco i progetti esistenti nel 1996, perché VW avrebbe speso montagne di soldi nel progetto Lupo 3L o la Toyota sul progetto Prius?

Per i motori a gasolio il discorso è complesso. Io sono passato da due mesi da un 1.4 benzina da 90 cv a un 1.9 diesel da 130 (usato). Si paga di più di assicurazione e bollo, ma la macchina a 40 Cv in più e consuma meno. E consuma meno in TUTTE le condizioni, non solo fuori città. Con i costi del gasolio di due mesi fa avrei compensato il costo dell'assicurazione e del bollo con quello del carburante con soli 16000 km all'anno (e le assicurazioni a Bologna pestano duro su un ragazzo di 24 anni).

riguardo al costo di acquisto, comprando la macchina usata risentirò poco della differenza perché se e quando dovessi rivendere, il valore rimarrebbe comunque più elevato.

Rimangono i costi d mantenimento. Ma questa diventa una scelta personale, e quando è consapevole e voluta (la macchina è di qualità mediamente superiore), il conto si pareggia in fretta

Le automobili a gasolio sono state costruite e vendute per essere convenienti e per piacere alla gente, per questo la gente le compra. Sperando che diventino presto convenienti le auto ibride, così si scoprirà, con stupore di tutti, che i maggioti responsabili dell'inquinamento urbano sono gli impianti di riscaldamento dei palazzi, gli scarichi industriali e il trasporto pesante su gomma.

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 14/02/2005, 12:48

NO!!!!! ho perso una "h" per strada!!!

Errata Corrige estemporanea: "la macchina "ha" 40 Cv in più"

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 14/02/2005, 13:15

Praticamente avete già detto tutto... da estimatore del benzina vorrei solo aggiungere una cosa: per tornare a Lecce nel periodo natalizio mi è stata prestata una Punto multijet 1.3. Che dire... Torino-Lecce (oltre 1200 km) a 130-140 orari di media e frequenti rallentamenti causa traffico intenso con conseguente maggior dispendio di carburante con soli 60 euro di gasolio!!!! Certo, la guida, per quanto piacevole (è un peperino niente male, schizza via che è una meraviglia!), non sarà gratificante come quella di un benzina (è in effetti frustrante sentire il motore venir meno proprio quando un benzina si scatenerebbe, ovvero oltre i 4000-4500 giri), ma il risparmio rispetto ad un benzina di pari prestazioni è effettivamente tangibile. Che poi aziende petrolifere e case automobilistiche ci marcino resta innegabile...
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 14/02/2005, 13:28

Ps: per quanto riguarda il discorso sul problematico connubio turbina-alimentazione a metano o gpl, so per certo che sia possibile (ne ho viste parecchie di auto turbo con impianto a gpl, mentre la Opel aveva avviato lo sviluppo di un 1.8 turbo a metano ad iniezione diretta da circa 150 cv), anche se con gli impianti after-market c'è il serio rischio alla lunga di grippare la girante per i problemi cui avevo accennato prima... sorgerebbe infatti la necessità di lubrificare le bronzine del turbo in modo alternativo, e questo sarebbe possibile solo in sede progettuale, motivo per il quale generalmente si sconsiglia fortemente un impianto post-vendita (pur se, ribadisco, fattibile). Per quanto riguarda lo specifico caso della Golf FSI, probabilmente si tratta di problemi di compatibilità con l'iniezione diretta più che con il turbocompressore!
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 14/02/2005, 23:46

Sperando che diventino presto convenienti le auto ibride, così si scoprirà, con stupore di tutti, che i maggioti responsabili dell'inquinamento urbano sono gli impianti di riscaldamento dei palazzi, gli scarichi industriali e il trasporto pesante su gomma.
... mentre invece l'utilizzo dei treni merci diventa sempre più un miraggio. Sono anni che tutti dicono che bisogna incentivare il trasporto su rotaia, o il trasporto combinato, caricare i tir sui treni, ecc. ma il risultato è che il volume del trasporto merci su rotaia diminuisce sempre di più, mentre vi sono sempre più camion su autostrade che non sono assolutamente state progettate (anche qui hanno pensato di risparmiare il massimo possibile) per un tale traffico pesante. Nelle vicinanze dei grandi centri urbani tutto lo smog degli scarichi, dei riscaldamenti e delle industrie ristagna ed è da qui che bisogna cominciare se si vuole avere l'aria più pulita, imponendo l'uso di opportune tecnologie e filtri, con chiarezza, e senza cambiare ogni volta le carte in tavola (...tipo facendo nuove norme ogni volta che "esce" un nuovo standard .... euro3, euro4, ..... , ....).
I cambiamenti e gli adeguamenti a nuove normative inoltre dovrebbero essere il più possibile graduali e non traumatici.
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

igna
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 9
Iscritto il: 15/02/2005, 20:34

Messaggio da igna » 15/02/2005, 20:49

Ciao,
sono nuovo, mi chiamo Ignazio.
Il problema è che dell'inquinamento ai nostri governanti, di ogni genere, non interessa per niente, se non per fare soldi.
Bollini blu (a pagamento), road pricing (a pagamento), si parla di tangenziali a pagamento...
Invece di incentivare seriamente l'uso del GPL, di carburanti alternativi, obbligare i camion e i furgoni a catalizzarsi non se ne parla proprio.
Detassare chi acquista auto non inquinanti e nel contempo potenziare il trasporto pubblico, i treni dei pendolari, costruire o ampliare nuove infrastrutture per ridurre i colli di bottiglia... costoso...e inattuabile.
Allora? Ma si, blocchiamo le auto una settimana, così facciamo bella figura di persone attente all'ambiente e alla salute.
Abito a Milano, questi problemi li sento. E userei il mezzo pubblico per andare a lavoro... se esistesse.
Si, esiste, ma al posto di 30 minuti di macchina (lavoro fuori) dovrei metterci 1h e mezza MINIMO cambiando vari mezzi.
Il che vuol dire 3 ore al giorno sui mezzi a fronte di 8 di lavoro.
Perchè a Milano, ad esempio, a mezzanotte chiude la metropolitana?
Perchè invece che mettere vigili in strada mettiamo le telecamere nascoste?
Boh, forse mi domando troppe cose.

Ignazio

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite