[Risarcimento] col cid è più difficile ottenerlo?

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
gdufinance
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 14
Iscritto il: 21/11/2007, 18:40

[Risarcimento] col cid è più difficile ottenerlo?

Messaggio da gdufinance » 18/11/2010, 14:13

La domanda in effetti è più complessa.
Non molti anni fa se io avevo un incidente, per ottenere il risarcimento dovevo rivolgermi all'assicurazione della controparte, che tergiversava, ma poi alla fine, almeno nei casi normali, mi pagava. Anche perchè se non mi pagava interveniva la mia assicurazione coi suoi avvocati per ottenere il risarcimento (e alla mia assicurazione conveniva che io avessi ragione, e quindi ottenessi il risarcimento, altrimenti avrebbe dovuto pagare lei la parte avversaria).
Adesso, col cid a doppia firma, è la mia assicurazione che mi paga (se ho ragione). Se invece ho torto non spende niente. Quindi alla mia assicurazione conviene che io abbia torto. Anche perchè non utilizzerà mai i suoi avvocati se già lei stessa mi dà torto. E quindi io per rivedere questa decisione devo prendere un avvocato a mie spese (anche se poi si farà pagare dall'assicurazione) e quindi cercarlo, spiegare il caso ecc. ecc. Molti rinunciano (almeno per incidenti di piccolo-medio importo).
Inoltre se ho torto, al primo rinnovo mi aumenta il premio da pagare. Un altro vantaggio per lei.
Quindi la tendenza attuale, nei casi anche parzialmente dubbi, è di dare torto al proprio assicurato.
Infine mi sembra di capire che se io ho ragione, la mia assicurazione deve pagarmi, ma poi non viene risarcita dall'altra assicurazione, ma c'è una specie di compensazione, ed ogni incidente non viene pagato (tra le due assicurazioni) in base a quanto l'assicurazione ha pagato veramente al privato, ma con una cifra forfettaria che non ha niente a che vedere con quanto pagato veramente. E' così?

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Risarcimento] col cid è più difficile ottenerlo?

Messaggio da avv_ben » 18/11/2010, 16:52

In parte sì.
E' sicuramente vero che la partita prima si giocava secondo regole più chiare. Anche se precisiamo: non erano gli avvocati della tua assicurazione che entravano in gioco, ma un avvocato che la tua assicurazione ti faceva nominare, che tu lo sapessi o meno (e mi auguro tu lo sapessi).

Non concordo tuttavia sul fatto che oggi le assicurazioni abbiano interesse a non pagare, sia perchè, come vedo che già sai, hanno interesse a prendere il forfait, che se il danno è piccolo oppure lo valutano come piccolo, gli fa incassare soldi, sia perchè il cliente insoddisfatto può andare ad assicurarsi da un'altra parte. Il cliente che è convinto di aver ragione e si vede dar torto, ci mette poco a pensare alla malafede, come viene da fare a te, quindi posso dire onestamente che non ho riscontrato nella mia esperienza professionale una tendenza a dare torto ai propri clienti. Che abbiano interesse a pagare meno sì, ma quello c'è anche con l'assicurazione di controparte, ovviamente.

Ti preciso anche che l'avvocato non è a tue spese. A volte, specie per i danni auto, pagando nei termini le assicurazioni cercano di non pagare l'avvocato, ma la sua liquidazione avviene nella trattativa separata in sede di accordo. Prima si cerca l'accordo sui soldi del danneggiato. Poi, se si trova l'accordo, allora si parla di spese legali.

Ripeto: le agenzie e i servizi sinistri hanno precise direttive per non far andare i clienti che siano in procedura di risarcimento diretto dagli avvocati. Quindi dicono che l'avvocato se lo deve pagare l'assicurato. Ma ciò non è vero.
Io ho sempre ottenuto il pagamento dei miei onorari dall'assicurazione che liquidava il mio cliente, almeno per le lesioni.
Basta parlar chiaro con l'avvocato. L'avvocato, se il danno non è esiguo, ha tutto l'interesse a prendere l'incarico.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

gdufinance
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 14
Iscritto il: 21/11/2007, 18:40

Re: [Risarcimento] col cid è più difficile ottenerlo?

Messaggio da gdufinance » 18/11/2010, 18:33

Ok, d'accordo su tutte le considerazioni, però se andiamo a fare i conti in tasca....
Facciamo l'ipotesi di un danno piccolo e senza feriti.
Io ho ragione: la mia Assicurazione mi paga, mettiamo 3000 euro.
Poi, forfettariamente, per un danno piccolo riceve dall'altra assicurazione 1000 euro
Totale: -3000 + 1000 = -2000
Io ho torto: la mia Assicurazione non mi paga niente, ma paga all'altra, forfettariamente, 1000 euro.
Inoltre col prossimo rinnovo prende da me 300 euro in più (cambio classe). Che si ripercuote anche negli anni successivi.
Facciamo anche solo un conto a tre anni: 300 x 3 = 900 euro.
Totale: -1000 + 900 = -100
La differenza è enorme, calcolata sulle migliaia di incidenti. Ovvio che dipende tutto dalla tipologia di incidente e dalla cifra forfettaria che si scambiano le Assicurazioni e che io ho ipotizzato in 1000 euro per incidente piccolo. Ma è così?

Avatar utente
avv_ben
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1153
Iscritto il: 22/12/2009, 11:24

Re: [Risarcimento] col cid è più difficile ottenerlo?

Messaggio da avv_ben » 18/11/2010, 19:52

per i danni auto il forfait va da 1589 euro a 2152 (dipende da tre suddivisioni in aree territoriali).

quindi supponiamo, io ho un danno da 400 euro. Pago 300 perchè sono anche un liquidatore vecchio volpone col carrozziere convenzionato che pur di lavorare per me si accontenta. Mi prendo 1800 euro di surplus dalla stanza di compensazione. E questo per migliaia di incidenti.

Sul malus hai ragione a farti i conti, ma oggi il mercato credo sia meno ingessato, e se il cliente subisce un torto, se ne va.

Poi guarda, spesso secondo me accade così, se l'incidente è semplice, applicano lo schema della CARD che stabilisce le responsabilità in modo molto semplicistico. Se la CARD non riescono ad applicarla, si accordano per un concorso. Almeno finchè non compaiono quei rompiscatole di avvocati che scrivono lettere inviperite citando gli articoli del codice della strada.
Vuoi un parere legale personalizzato sulla tua vicenda che preveda lo studio approfondito delle tue carte? Immagine
Per una consulenza legale GRATUITA più completa sul tuo caso personale clicca qui

Antonio Benevento - avvocato in Milano - consulente Rc Auto di SicurAUTO.it

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 4 ospiti