rotatorie a due corsie

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
a_____o
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 2
Iscritto il: 01/04/2004, 8:04

rotatorie a due corsie

Messaggio da a_____o » 06/04/2004, 7:56

E' da un po' di tempo che cerco consiglio su internet su come si utilizzino
le rotatorie a più corsie, cosa che nella pratica di tutti i giorni mi
sembra sia sconosciuta alla maggior parte degli automobilisti.
Per quanto ne so la corsia più esterna dovrebbe essere utilizzata solamente
da quanti escono allo svincolo subito successivo a quello da cui sono
entrati, tutti gli altri dovrebbero portarsi sull'anello più interno della
rotatoria per poi spostarsi verso l'esterno in fase di uscita.
A questo punto sorge però un problema: chi ha la precedenza? chi entrato in
rotatoria sull'anello più esterno punta alla sua uscita o chi punta
all'uscita dall'anello più interno? Il codice della strada dice che la
precedenza è di chi è già nella rotatoria ma, in questo caso, entrambi i
veicoli sono già nella rotatoria, solo su due corsie diverse!!
Se poteste darci delle informazioni precise e, magari, anche gli articoli
del codice che spieghi l'utilizzo.
A me sembra che il tutto sia demandato al buon senso dei cittadini e, in
caso di impatto, ragioni e torti siano decisi dal vigile di turno in maniera
non univoca.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 06/04/2004, 22:11

I regolamenti ci sarebbero (anche se magari non sono espressi con la massima chiarezza possibile).
In ogni caso in una rotatoria bisogna stare molto attenti a quelli che tagliano la strada per uscire, a quelli che sorpassano a destra, a quelli che si immettono bruscamente.
E' meglio dunque andare piano, anche se magari non troppo piano: dipende poi dalla rotatoria.
Se la situazione è quella di piazza Re di Roma (a Roma) io non parlerei di circolazione in rotatoria, ma di groviglio, senza ordine, di automobilisti incazzati in cui accade tutto quello che può accadere ed in cui si necessitano di mille occhi che guardano ossessivamente gli specchietti e gli automobilisti sulla nostra sinistra e sulla nostra destra e quelli in immissione, nonché i pedoni in mezzo alla strada.
Per una risposta precisa alle tue domande, su questo forum esistono già dei topic di qualche mese fa .... leggi anche quelli !
Per quanto ne so la corsia più esterna dovrebbe essere utilizzata solamente
da quanti escono allo svincolo subito successivo a quello da cui sono
entrati, tutti gli altri dovrebbero portarsi sull'anello più interno della
rotatoria per poi spostarsi verso l'esterno in fase di uscita.
... a me non risulta sia così. Ho sempre pensato che una rotatoria fosse un po' come un raccordo ad anello (tipo il G.R.A. di Roma) in miniatura e ad una sola carreggiata (con una sola direzione di marcia in senso antiorario) !
Per cui la corsia più interna è un po' come la corsia di sorpasso: la si può impegnare (specie se c'è la circolazione per file parallele) e se si deve svoltare a destra si mette la freccia, ci si infila dolcemente tra le macchine (che dovrebbero favorire la manovra) e poi si esce: senza tagliare la strada a nessuno e senza svolte brusche !! Prima ci si sposta dolcemente sulla corsia più esterna e POI si svolta.
Si può poi camminare sulla destra, anche se si deve percorrere TUTTA la rotatoria.
Tuttavia diverse volte gli altri ci "impediscono", con prepotenza, di cambiare corsia o ci tagliano la strada !!!! :x :x :x :x

Le mie opinioni sono confermate dal C.d.S. ??

SALUTI :ooh :ciao
Ultima modifica di alex_ander1979 il 06/04/2004, 22:21, modificato 1 volta in totale.
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 06/04/2004, 22:14

SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Sante76
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 16
Iscritto il: 07/06/2004, 11:25

Messaggio da Sante76 » 07/06/2004, 12:17

Vi pregherei di non darmi dell'imbecille prima di aver letto tutto il testo.

Che io sappia, secondo il C.d.S., la rotatoria non esiste! :??? Esistono gli "incroci con circolazione rotatoria". Secondo questa definizione, la rotatoria è un incrocio, in tutto e per tutto, identico agli altri, con l'eccezione che lo si attraversa passando per la destra, e non per la sinistra, del suo centro.
Diretta conseguenza è che il comportamento da tenere in rotatoria è lo stesso che si terrebbe in un incrocio comune, precedenze e segnaletica verticale compresi. In una rotatoria a tre corsie, quindi, quella più a sinistra, a meno di segnaletica aggiuntiva, serve per proseguire diritto o svoltare a sinistra, la corsia centrale per proseguire diritto e quella di destra per proseguire diritto o svoltare a destra. Il concetto del sorpasso vero e proprio non esiste: si può parlare, più propriamente, di scorrimento per file parallele. Non esiste una corsia di "sorpasso" ne tantomeno corsie di accellerazione e decellerazione. Se ci pensate bene, in effetti, per un incrocio con circolazione rotatoria che presenti, per es., un'aiuola con 10/15 metri di diametro al centro, il meccanismo funziona, visto che tutti gli autisti che vi si affacciano possono farsi un'idea di quello che stanno "combinano" gli altri!

Poi, un brutto giorno, qualcuno ha inventato rotatorie con diametro di anche un centinaio di metri di diametro dove chi di trova a sud non sa un accidente di quello che sta combinando chi si trova a nord! Non possono essere considerate qualcosa come il G.R.A. di Roma perché, avvicinandosi, la rotatoria è presentata tramite l'apposito segnale di "obbligo di circolazione rotatoria" (qualcuno lo ha visto all'imbocco del G.R.A.?)

:x La realtà è che questo genere di rotatorie sono puro frutto di fantasie di alcuni che hanno cominciato nella loro costruzione pur non essendoci una normativa chiara sul loro utilizzo e, per quanto snelliscano il traffico, mettono in difficoltà i conducenti che, spesso, sono costretti ad agire secondo una "loro" teoria e non un comma del C.d.S. Vivo a Vicenza, la città che "Quattroruote" ha immacolato come esempio da seguire nell'urbanistica, proprio perché quel genere di rotatorie spunta come i funghi: Dio me ne scampi!

Personalmente preferirei che le rotatorie "disorientanti" (così le chiamo io, mi sembra la definizione più azzeccata :wink: ) fossero realmente trattate, più che come un incrocio, come un breve tratto di strada a senso unico ed a più corsie ma, perché sia così, i signori delle Amministrazioni dovrebbero sopprimere il segnale citato pocanzi e giocarsi meglio la carta della segnaletica orizzontale. :ok

P.S. avete notato che, nelle rotatorie a tre corsie, stranamente, quella più vicina al centro è quasi sempre vuota? Perché? Vuoi che utilizzarla sia una specie di suicidio, visto ciò che ti aspetta per abbandonare la rotatoria? :(

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti