[Scena dell'incidente] mettiamola in sicurezza

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

ANTANI
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 93
Iscritto il: 23/06/2003, 16:22

[Scena dell'incidente] mettiamola in sicurezza

Messaggio da ANTANI » 27/06/2003, 12:59

Ciao
Ho una domanda riguardo al concetto di mettere in sicurezza la scena, se giungiamo per primi in un incidente importante nel quale è coinvolta un auto, dal quale proviene un forte odore di benzina, per mettere la scena in sicurezza, secondo le mie conoscenze è utile togliere le chiavi dal quadro dell’auto e successivamente tagliare i cavi della batteria x scongiurare che una eventuale scintilla inneschi un incendio dell’auto, a tale riguardo è utile fare altre cose oppure bastano queste 2 azioni?

P.S. naturalmente mi riferisco ad una condizione in cui è possibile accedere al motore dell’auto, altrimenti se l’auto è molto “accartocciata” bisogna cercare di estrarre tempestivamente e con cautela l’infortunato dall’auto e verificare le condizioni vitali in luogo sicuro.

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 29/06/2003, 19:34

Io ci andrei più cauto.
Innanzitutto riguardo alla possibilità di scoppio di un veicolo, c'è da dire che in effetti è molto remota dati i nuovi serbatoi molto più resistenti.
E poi su quasi tutti i nuovi modelli c'è di serie il cosiddetto interruttore inerziale che in caso di urto superiore a 25-30 km/h entra in funzione interrompendo il flusso di carburante.

Se SIAMO CERTI che ci sia il rischio reale di incendio e ci sono feriti che non riescano ad uscire spontaneamente, nostro dovere sarà quello di estrarli, ricordando comunque che in caso di ferite alla colonna vertebrale potremmo causare danni gravissimi dei quali ABBIAMO LA RESPONSABILITA', se si accerta che tale manovra non fosse stata ASSOLUTAMENTE necessaria.

Ricordiamoci inolte la prima regola del primo soccorso:"CERCHIAMO DI SALVARE LA VITA ALTRUI, SALVAGUARDANDO LA NOSTRA". Se c'è il reale rischio di esplosione non mettiamo la nostra vita, e quella altrui, in pericolo.

Un'ultima cosa: togliere le chiavi non serve a nulla, basta girarle per togliere la corrente elettrica.

Ricapitolando:
dopo aver pensato alla nostra vita; dopo aver pensato alla vita altrui; dopo aver ponderato la situazione e i possibili rischi: la procedura da te detta è corretta

Ciao, e per altri dubbi, chiedi
:ciao
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
John Ferrier
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 44
Iscritto il: 16/02/2004, 23:21

Messaggio da John Ferrier » 18/02/2004, 1:54

Un breve corso di primo soccorso lo fatto. Molto utile.
Prima di tutto accertarsi che la scena sia sicura. Cioè che il soccorritore non corra rischi, perchè un soccoritore ferito è un soccorritore inutile. Accertarsi dello stato di coscienza del ferito, se cosciente bisogna tranquilizzarlo. Evitare di estrarlo dall'auto, se ha una lesione alla spina dorsale potremmo peggiorargli le condizioni.
solo in caso di pericolo d'incendio dell'auto si procede nell'estrarre il malcapitato. Esiste una presa tecnica per evitare ulterori danni alla spina dorsale.
Se il malcapitato è svenuto accertarsi che respiri regolarmente, in caso contrario, assicurasi che la lingua non chiuda le vie respiratorie. Sentire il polso caroteideo ed accertarsi che ci sia battito cardiaco. Se non c'è bisogna fare delle insuflazioni e massaggio cardiaco. In questo caso però il malcapitato deve essere sdraiato sulla schiena. Se svenuto, respira regolarmente e il battito c'è, bisogna metterlo in posizione di sicurezza.
Bisogna essere molto cauti in certe situazioni, perchè con l'inesperienza potremmo causare seri danni al malcapitato ed essere perseguiti penalmente.
Dobbiamo anche ammettere che in determinate situazioni riusciamo a fare bel poco o nulla. Limitiamoci a tranqulizzare la persona ed a tamponare eventuali emorralgie nell'attesa che arrivi l'ambulanza.
Ciao ciao

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 03/03/2004, 23:00

Grazie mille (anche se in ritado) per le precisazioni :ok :ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
marko
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1602
Iscritto il: 20/03/2004, 0:14
Località: Capena (RM)

Messaggio da marko » 20/03/2004, 15:09

ho letto da qualke parte(ora nn ricordo dove)ke facendo il massaggio cardiaco quando nn necessario (ovvero il cuore batte ma al soccorritore sembra il contrario) c'è perikolo di uccidere l'infortunato..
in pratica si "skiaccerebbe"il cuore quando batte provocando cosi la morte dell'infortunato..
cercate di capirmi so ke nn sn stato molto kiaro ma esiste veramente il riskio di uccidere qualkuno cercando di farle il massaggio cardiaco se nn necessario?
<b>Mr.Domino</b>
<b>[M+@+(k*2)+0] </b>
IL MIO FORUM

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 20/03/2004, 17:17


ma esiste veramente il riskio di uccidere qualkuno cercando di farle il massaggio cardiaco se nn necessario?
Che io sappia si... ma non sono un esperto in materia, Massy ha scritto il manuale vediamo se lui sa dare qualche info più approfondita :ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 20/03/2004, 23:12

Bhè uccidere secondo me no, ma causare danni gravissimi sì.
Per tal motivo consiglio vivamente a tutti di comportarsi secondo le proprie capacità senza strafare e soprattutto chiamare subito i soccorsi...
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
marko
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1602
Iscritto il: 20/03/2004, 0:14
Località: Capena (RM)

Messaggio da marko » 22/03/2004, 20:55

correggimi se sbaglio... premendo sul cuore nel momento del battito (capito cosa intendo?)nn si riskia di "fermarlo"???...
<b>Mr.Domino</b>
<b>[M+@+(k*2)+0] </b>
IL MIO FORUM

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 22/03/2004, 21:42

Se fatto ripetutamente potrebbe essere molto pericoloso...
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Sante76
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 16
Iscritto il: 07/06/2004, 11:25

Messaggio da Sante76 » 07/06/2004, 13:55

Che io sappia il cuore è come un pulsante: se batte e massaggi si ferma; se non batte e massaggi, si riavvia. E' per questo motivo che c'è tutta una sequenza da tenere conto nei massaggi cardiaci o, meglio, nella rianimazione cardiopolmonare. La tecnica più corretta da adottare è la BLS (Basic Life Support) che non è, vi assicuro, roba da ragazzi. Ad ogni modo, il dilemma è sempre lo stesso: rischio di far peggio o faccio l'indifferente? Sarà la situazione a dirvi quale sia la scelta migliore...

:ciao

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti