Siamo al limite......

Sezione libera dove si può parlare di quello che si vuole, ovviamente senza esagerare! :P

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 05/04/2005, 22:16

Capisco la sensazione che voi avete provato quando, facendo zapping, per ore ed ore non avete visto altro che le stesse cose dette dai giornalisti sul papa. E, visto che io non perdo (quasi) mai un gran premio, capisco anche la delusione per non aver potuto seguire l'evento sportivo... e come avrete capito io tifo per Schumacher e per la Ferrari.

Tuttavia penso che la morte di un papa, o meglio, di questo papa sia un fatto che sia giusto commemorare. E forse è anche giusto fermarsi un attimo a pensare a cosa Karol Wojtyla volesse dirci nei suoi anni di pontificato, visto che in genere si hanno altri pensieri per la testa.

Quindi se una volta in ventisei anni non si vede un gran premio per prestare attenzione ad un messaggio che, almeno per me, vale la pena di ascoltare, non mi pare poi così grave.

I giornalisti sono sempre giornalisti e la pietà giornalistica è la cosa peggiore che ci possa essere: tuttavia penso che molti o almeno alcuni di essi si siano commossi sinceramente quando il papa è morto, almeno per un attimo.

Non voglio sembrarvi un moralista, perché non sono nella condizione di poter scagliare "prime pietre", tuttavia mi sembrava giusto dire queste cose: del resto nessuno è perfetto, ma se nessuno "guarda in alto" il mondo sicuramente peggiora e non migliora.

Quindi, in definitiva, mi sembra bella una pausa di riflessione in occasione della morte del papa, "pausa" che può essere un pensiero privato, ma anche l'interruzione, per una volta, delle partite di calcio e della trasmissione TV di un GP.

Del resto queste cose accadono rare volte, diciamo "ogni morte di papa", sperando che prendiate ciò come una battuta "positiva" che voglio sperare Giovanni Paolo non avrebbe "condannato"...
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 06/04/2005, 10:24

alex_ander1979 ha scritto:Capisco la sensazione che voi avete provato quando, facendo zapping, per ore ed ore non avete visto altro che le stesse cose dette dai giornalisti sul papa. E, visto che io non perdo (quasi) mai un gran premio, capisco anche la delusione per non aver potuto seguire l'evento sportivo... e come avrete capito io tifo per Schumacher e per la Ferrari.

Tuttavia penso che la morte di un papa, o meglio, di questo papa sia un fatto che sia giusto commemorare. E forse è anche giusto fermarsi un attimo a pensare a cosa Karol Wojtyla volesse dirci nei suoi anni di pontificato, visto che in genere si hanno altri pensieri per la testa.

Quindi se una volta in ventisei anni non si vede un gran premio per prestare attenzione ad un messaggio che, almeno per me, vale la pena di ascoltare, non mi pare poi così grave.

I giornalisti sono sempre giornalisti e la pietà giornalistica è la cosa peggiore che ci possa essere: tuttavia penso che molti o almeno alcuni di essi si siano commossi sinceramente quando il papa è morto, almeno per un attimo.

Non voglio sembrarvi un moralista, perché non sono nella condizione di poter scagliare "prime pietre", tuttavia mi sembrava giusto dire queste cose: del resto nessuno è perfetto, ma se nessuno "guarda in alto" il mondo sicuramente peggiora e non migliora.

Quindi, in definitiva, mi sembra bella una pausa di riflessione in occasione della morte del papa, "pausa" che può essere un pensiero privato, ma anche l'interruzione, per una volta, delle partite di calcio e della trasmissione TV di un GP.

Del resto queste cose accadono rare volte, diciamo "ogni morte di papa", sperando che prendiate ciò come una battuta "positiva" che voglio sperare Giovanni Paolo non avrebbe "condannato"...
Quoto in pieno tutto quello che è stato scritto! :ok
Immagine

SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 06/04/2005, 11:05

Effettivamente...
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 06/04/2005, 11:23

alex_ander1979 ha scritto:Capisco la sensazione che voi avete provato quando, facendo zapping, per ore ed ore non avete visto altro che le stesse cose dette dai giornalisti sul papa. E, visto che io non perdo (quasi) mai un gran premio, capisco anche la delusione per non aver potuto seguire l'evento sportivo... e come avrete capito io tifo per Schumacher e per la Ferrari.

Tuttavia penso che la morte di un papa, o meglio, di questo papa sia un fatto che sia giusto commemorare. E forse è anche giusto fermarsi un attimo a pensare a cosa Karol Wojtyla volesse dirci nei suoi anni di pontificato, visto che in genere si hanno altri pensieri per la testa.

Quindi se una volta in ventisei anni non si vede un gran premio per prestare attenzione ad un messaggio che, almeno per me, vale la pena di ascoltare, non mi pare poi così grave.

I giornalisti sono sempre giornalisti e la pietà giornalistica è la cosa peggiore che ci possa essere: tuttavia penso che molti o almeno alcuni di essi si siano commossi sinceramente quando il papa è morto, almeno per un attimo.

Non voglio sembrarvi un moralista, perché non sono nella condizione di poter scagliare "prime pietre", tuttavia mi sembrava giusto dire queste cose: del resto nessuno è perfetto, ma se nessuno "guarda in alto" il mondo sicuramente peggiora e non migliora.

Quindi, in definitiva, mi sembra bella una pausa di riflessione in occasione della morte del papa, "pausa" che può essere un pensiero privato, ma anche l'interruzione, per una volta, delle partite di calcio e della trasmissione TV di un GP.

Del resto queste cose accadono rare volte, diciamo "ogni morte di papa", sperando che prendiate ciò come una battuta "positiva" che voglio sperare Giovanni Paolo non avrebbe "condannato"...
Condivido pienamente...
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Avatar utente
docmad
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 699
Iscritto il: 23/03/2004, 18:59
Località: Genova - Parma
Contatta:

Messaggio da docmad » 06/04/2005, 11:25

Idem... condivido pienamente...

anche se devo essere sincero che per 3 giorni (ad esclusione delle prime 2 o 3 ore dello "speciale sul papa") ho tenuto la televisione spenta (l'ipocrisia giornalistica e di alcune persone mi infastidiscono moltissimo)

Ciaociao
Enrico
Enrico
Servizi Informatici

<a href="http://www.eca-services.com/" target="_blank">http://www.eca-services.com/</a>

Regulus
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 753
Iscritto il: 29/01/2003, 19:24
Località: Torino

Messaggio da Regulus » 06/04/2005, 13:23

Sono perfettamente d'accordo sul fatto che una cosa del genere vada commemorata e non lasciata perdere, però non mi sembra giusto che si limiti la capacità di scelta delle persone, su tre canali pubblici e su tre privati c'era su tutti la stessa cosa, mi va bene, si da la notizia e se ne parla, ma non ovunque, se non mi lasci la possibilità di vedere qualcos'altro vuol dire che me lo obblighi...

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 06/04/2005, 13:30

Si poteva benissimo spostarlo senza eliminarlo completamente dal palinsesto... magari passandolo di notte...

é un discorso troppo idealista il mio, lo so, ma se la gente ha bisogno di colui che fa i palinsesti per farsi dire cosa è giusto o sbagliato e cosa di buon gusto o no, allora siamo un popolo dal comportamento puerile.
Se pensi che sia giusto non guardare il GP, non guardarlo. se pensi che sia giusto farlo, guardalo. Allo stesso modo, decidere di non mandarlo in onda è una scelta sacrosanta, impedire a me di vederlo se non tramite satellite è interruzione di pubblico servizio.

Bisogna trovare una via di mezzo, qualcosa su cui siamo d'accordo entrambi.

Dopodiché, io vivo bene anche senza TV, e anche senza GP, mi sono accorto.

wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 06/04/2005, 13:31

Ma è stato passato di notte infatti! :???
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 06/04/2005, 14:47

Ah sì?

Allora va bene.

Peccato non averlo saputo. :-[

Regulus
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 753
Iscritto il: 29/01/2003, 19:24
Località: Torino

Messaggio da Regulus » 06/04/2005, 16:22

mah... va bene piu' o meno... capisco che se fossimo ancora come 40 anni fa che esisteva solo un canale rai... ma su tre canali non credo proprio non ci fosse lo spazio... anche perchè se me lo passi di notte cosa faccio il giorno dopo? giorno di mutua? non è stato un problema perdersi il gp, me ne perdo tanti per lavoro, ma per quanto mi riguarda è una questione di principio... bah... meglio non pensarci piu'!

ciao!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite