sincronizzatore del cambio.

Solo discussioni generiche, es: l'additivo per la benzina serve a qualcosa? I fari allo xeno sono utili? Non improvvisatevi mai meccanici!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

sincronizzatore del cambio.

Messaggio da alex_ander1979 » 01/02/2005, 12:26

Leggete questo:

http://www.quattroruote.it/auto/mondoau ... ?Codice=86

in particolare:
Poi, vincendo la debole resistenza di un sistema di molle e sfere che provvedono alla “centratura” tra le due parti del manicotto quando esso non è spostato dalla leva del cambio, va a contatto la parte più esterna, i cui denti si incastrano con quelli della corona dell’ingranaggio eseguendo l’innesto.
Questo sistema di molle e sfere è l'unico sistema che impedisce alla parte "dentellata" del manicotto di venire a contatto con i denti della corona dell'ingranaggio folle prima che, per attrito (e quindi spingendo il cambio), le due parti meccaniche abbiano raggiunto la stessa velocità ?

Oppure c'è un ulteriore sistema che impedisce la "grattata" e se si quale ?
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 01/02/2005, 13:01

visto che i disegni animati sono spesso meglio delle parole:

http://www.omni4car.it/tecnica/tramotoreecambiob010.gif
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 01/02/2005, 13:09

Appunto... ti sei risposto da solo :D :ok !
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 01/02/2005, 13:41

cioè .... ? ci sono solo molle e sferette ?
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 01/02/2005, 14:19

Già, in effetti non sono stato molto chiaro :roll: :arros ...! Mi riferivo allo schema animato, comunque, nel dettaglio: quando si aziona la leva del cambio per innestare una marcia, la velocità del mozzo scorrevole su cui è calettato il manicotto che funge da innesto della marcia e quella dell'ingranaggio della marcia stessa vengono rese uguali durante il loro avvicinamento grazie al trascinamento che ha luogo tra due superfici coniche di frizione, una appartenente all'ingranaggio e l'altra all'anello sincronizzatore. Dopodichè la seconda parte del movimento della leva fa entrare in presa i denti di innesto del manicotto con quelli dell'ingranaggio innestando la marcia. Tra manicotto e mozzo sono poi inseriti tre tasselli di spinta (le famose "palline") che, sostenuti da molle, hanno il duplice scopo di tenere il manicotto in posizione centrata e di definire, durante l'innesto, la posizione angolare dei sincronizzatori. Il sincronizzatore è un anello interposto tra il manicotto e la ruota dentata che, se i due elementi hanno diversa velocità angolare, ne impedisce il reciproco ingranamento. E' da un lato parzialmente solidale al manicotto (che lo trascina), e dall'altro ha una superficie conica che si accoppia con un cono ricavato sulla ruota dentata. Quando si cambia marcia il manicotto spinge, tramite i tasselli di spinta, il sincronizzatore contro l'ingranaggio che gira ovviamente a velocità diversa. A questo punto le due superfici coniche strisciano reciprocamente generando una coppia di attrito che ha due effetti: quello di tendere a rendere la velocità dell'ingranaggio (che a questo punto è ancora folle sull'albero) uguale a quella del manicotto e quello di mantenere una posizione angolare (definita dai tasselli di spinta) del sincronizzatore rispetto al manicotto tale da impedire l'ingranamento con l'ingranaggio della marcia (dato che la dentatura del sincronizzatore si interpone tra le dentature dei due elementi) fino a che la velocità reciproca di scorrimento dei due elementi non si annulla, momento in cui la coppia di attrito cessa e quindi il sincronizzatore, sotto la spinta di innesto fornita dalla leva, si sposta ruotando angolarmente, lasciando passare il manicotto che ora può ingranare con la ruota! Puff puff :o ... almeno è chiaro? :ok :ciao
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 02/02/2005, 13:52

diciamo che mi sono fatto una vaga idea di quanto hai detto, grazie.

Se non ho capito male, per effetto della coppia di attrito, vi è qualcosa che si sposta da una posizione di riposo e impedisce ai denti del manicotto di ingranare con quelli dell'ingranaggio folle finchè queste due parti non girano alla stessa velocità angolare, ossia fino a quando non cessa la coppia di forze di attrito (dinamico).

Tuttavia non dovrebbe essere vero che quando la coppia di attrito dinamico cessa
il sincronizzatore, sotto la spinta di innesto fornita dalla leva, si sposta ruotando angolarmente, lasciando passare il manicotto che ora può ingranare con la ruota
mentre questo non accade in presenza dell'attrito dinamico.

Infatti non è vero che cessando l'attrito dinamico viene meno una coppia di forze resistiva: infatti rimane l'attrito statico che presenta una coppia resistiva (che compare, per la precisione, quando al corpo si applica una coppia di forze attiva ed è uguale in modulo e verso ma in direzione contraria a quest'ultima) che può avere un valore massimo superiore alla coppia di attrito dinamico che si ha quando i due oggetti strusciano. (ed è tale coppia resistiva di attrito statico che bisogna "vincere" per mettere in movimento rotatorio un corpo: una volta che si ha il moto, poi, si parlerà di attrito dinamico che presenta una coppia resistiva minore dell'attrito statico massimo che è stato necessario superare per avere, appunto, il moto...).

Ma allora se premendo la leva del cambio si vince l'attrito statico, quando il manicotto è solidale con l'ingranaggio folle, e si ottiene così l'ingranamento dei denti delle due parti poichè:
il sincronizzatore, sotto la spinta di innesto fornita dalla leva, si sposta ruotando angolarmente, lasciando passare il manicotto che ora può ingranare con la ruota!
perchè non si può ugualmente vincere l'attrito dinamico quando le parti sono in movimento (che è minore) ...... ed ottenere così la grattata ??

P.s. anche inserendo una molla di richiamo non vedo alcuna differenza nel ragionamento.

Faccio notare che l'attrito statico è solo una forza che si oppone ad una sollecitazione, ma non dissipa energia sotto forma di calore (poiché il punto di applicazione non si sposta (il riferimento è solidale con i corpi ovviamente)), mentre quando c'è l'attrito dinamico, parte dell'energia cinetica dei corpi in movimento si disperde sotto forma di calore, poichè traslando (o ruotando) i corpi, trasla (o ruota) anche il punto (o meglio gli (infiniti) punti) di applicazione della forza di attrito dinamico .......

Dunque avendo questo dubbio o non ho capito bene quello che hai detto o c'è qualcosa che bisogna precisare ulteriormente.....
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
chegue
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1322
Iscritto il: 19/11/2004, 15:39
Località: Lecce&Torino

Messaggio da chegue » 02/02/2005, 15:16

Ok, ho capito il tuo dubbio: semplicemente perchè l'attrito dinamico che si ha tra manicotto e ingranaggio quando ruotano a velocità diverse non può essere contrastato dalla forza sulla leva non perchè maggiore dell'attrito statico o comunque troppo elevato, ma semplicemente perchè la coppia di trascinamento che si crea, facendo ruotare angolarmente il manicotto, crea un blocco meccanico. E' un po' come se a parità di chiave in presenza di attrito statico la serratura corrisponda alle caratteristiche della chiave, mentre in presenza di attrito dinamico la serratura non corrisponda più... quando la velocità dei due elementi diventa uguale (subentrando così un reciproco attrito statico) la leva del cambio-chiave può finalmente trovare la serratura corrispondente poichè essendoci coppie di rotazione con risultanti uguali (e venendo così meno la coppia di trascinamento) la tensione tra i due componenti può essere vinta dalle molle di richiamo e il sincronizzatore tornando al suo posto fisicamente si "toglie di mezzo"... ok? :??? :lol:
Salentinu nell'anima
Giulia Super 1.6 '72 - Fiat 600D '63 - Fiat 508 balilla 3M '33 - (tra poco non più :-[ ) Fiat 127 '72 :angel - Fiat Panda 750 CL '87 - Opel Tigra 1.6 '95 - Punto I 1.2 85 16v HLX '99 - Yamaha FZR 1000 Ex-Up '90 - Suzuki GSX-R 1100 '92 - Honda CB 400 Four SS '78
Le mie bimbe

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 02/02/2005, 22:49

Dunque .... deduco che ci sono delle molle di richiamo .....

ma il mio dubbio resta tale e quale. Hai ripetuto con parole diverse quanto già detto nel primo messaggio.

Al massimo potrei capire il fatto che, quando i due elementi ruotano alla stessa velocità, nel caso si rilasciasse la pressione sulla leva del cambio, le molle di richiamo fossero in grado di vincere l'attrito statico di cui dicevo: infatti riducendo la pressione sulla leva del cambio si riduce la forza che fa traslare il manicotto e dunque l'attrito statico (visto che questo è direttamente proporzionale alla reazione normale (diciamo la pressione) tra i due oggetti (=manicotto traslato dal leveraggio del cambio e ingranaggio folle con relativa dentatura, considerando anche -ovviamente- la parte mobile che "ostruisce il buco della serratura" e su cui agisce la molla di richiamo, se non capisco male...).

In seguito a ciò ecco che gli ingranaggi possono poi ingranare senza grattare.

Però nella realtà non è necessario diminuire la pressione sulla leva del cambio (per far scattare le molle di richiamo, ossia per far si che queste possano vincere l'attrito statico...) per poter poi innestare la marcia....
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

Messaggio da alex_ander1979 » 02/02/2005, 23:07

post scriptum:

qui troviamo una bellissima rappresentazione di un sincronizzatore:
http://pdmec4.mecc.unipd.it/~cos/DIDATT ... LOCITA.htm
(vedere in basso)

e io però continuo a non capire come mai (nell'articolo del link):
Si è cioè imposto un momento torcente proporzionale sia alla differenza di velocità presente tra i due oggetti da ingranare (come se si trattasse di un elemento viscoso) sia alla loro distanza (inserendo così l’effetto di una fittizia pressione)
e in più non vedo molle di richiamo....
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 03/02/2005, 11:29

Il sincronizzatore è sempre stato un casino :??? :gratgrat :testata
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti