sinistro automobilistico:come procedere?

Hai avuto un incidente? Vuoi un parere sul tuo caso? Hai qualche problema con la tua assicurazione?

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
zut
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 4
Iscritto il: 14/09/2008, 10:45

sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da zut » 14/09/2008, 10:48

Buongiorno, volevo chiedervi qualche consiglio su come procedere in modo celere e "snello" per un pronto rimborso dei danni (sia materiali che fisici) in seguito ad un sinistro automobilistico in cui sono stato coinvolto nei primi giorni di settembre, oltre qualche consiglio su "COSA CHIEDERE GLOBALMENTE" (ovviamente molto "a grosso"); insomma una sommaria previsione dei tempi e quantizzazione del rimborso che potrei ricevere.

Premetto che ancora non ho ricevuto il verbale della stradale che e' intervenuta dopo l'incidente, e che non ho assistito alla sua stesura perche' sono stato trasportato al pronto soccorso in ambulanza; alla sua stesura in loco ha assistito mio padre intervenuto pochi minuti dopo l'accaduto, avendolo chiamato io via cellulare prima dell'arrivo della pattuglia stessa, mentre ero agonizzante per terra. Riguardo alle prime impressioni, vi rimando a qualche riga sotto....

Chi sono:
Sono un libero professionista che gestisce un azienda famigliare s.n.c, di 35 anni.

dinamica dell'incidente:
ore 07:30 del mattino, mi stavo recando al lavoro (sono titolare di una piccola azienda famigliare, s.n.c.) con la mia automobile personale (una Opel, utilitaria del '99) lungo una strada secondaria a doppio senso di marcia con la carreggiata piuttosto stretta in diversi tratti (non doppio senso alternato pero') senza alcuna segnaletica orizzontale ma solo con segnaletica verticale, senza suddivisione delle corsie, e senza delimitazione della carreggiata stessa (ai suoi bordi si passa dall'asfalto alla ghiaia senza linea continua), caratterizzata da una serie di curve, di cui alcune cieche. Insomma una lingua di asfalto in mezzo alla campagna, una strada che fino a pochi anni fa era una stradina brecciata; questa stradina di campagna, e' costeggiata da pochissime abitazioni, e porta direttamente al deposito degli automezzi di una multiservizi che effettua la raccolta dei rifiuti urbani nei comuni limitrofi.

Scendendo a "valle", ed affrontando l'ultima curva cieca nel tratto di strada in cui la carreggiata si restringe particolarmente, ad una 50na di metri dall'incorcio con la strada principale e mantenendo la mia destra, a meta' di questa curva mi sono scontrato frontalmente con un camion dell'azienda multiservizi s.p.a che cura la raccolta dei rifiuti nel mio comune di domiciliazione (un camion della nettezza urbana in pratica!),che stava rientrando al deposito al termine del turno di lavoro, e che con la sua mole e con il procedere molto "disinvolto" (irresponsabile) del suo autista, occupava l'80% della carreggiata, e procedeva ad una velocita' elevata.

Se puo' essere utile all'analisi, specifico che questa azienda multiservizi s.p.a. che cura la raccolta dei rifiuti, e' composta per il 97% dai comuni del circondario per cui offre le proprie prestazioni, e per il 3% da delle aziende che ci mettono i macchinari, le attrezzature e le risorse umane per effettuare i servizi stessi. Notizie ricevute da un amico che lavora all'interno di questa multiservizi, mi dicono che quotidianamente arrivano denunce, reclami e si intentano delle cause legali da parte di cittadini ed aziende che direttamente o indirettamente subiscono danni dagli automezzi o dagli operatori della multiservizi stessi; cosa "ordinaria", penso, per un'azienda che opera in questo campo e che presta questo tipi di servizi.

Il camion della nettezza urbana occupando l'80% della carreggiata (mentre io tenevo rigorosamente la mia destra) nell'affrontare la curva, mi colpisce in piena corsa senza alcun segno di frenata, sullo spigolo sinistro (lato guida della mia macchina), con il suo paraurti, trascinando la mia auto per circa 5 metri dopo l'urto, che finisce per meta' quindi fuori dall'asfalto della carreggiata e sulla breccia laterale.
Sono sceso dalla mia auto con le mie gambe, dopo che un altro automobilista sopraggiunto sul luogo dell'incidente in seguito all'accaduto, mi ha aperto lo sportello lato guida su mia esplicita richiesta, e mi sono accasciato al suolo.

Non ci sono testimoni (a meno che ne escano fuori da dietro i cespugli), in quanto la strada era percorsa solo da me ed il camion al momento del sinistro.

I danni riportati dal camion e dal suo autista:
zero almeno ad occhio nudo, avendomi colpito in pieno con la sbarra di ferro che compone il suo paraurti e visto la mole del camion rispetto alla mia piccola utilitaria.

I danni riportati dalla mia auto:
radiatore sfondato, cofano accartocciato, blocco motore rientrato, tutto il fianco sinistro rientrato, parabrezzi sfondato, finestrino lato guida sfondato, ruota e braccetto sinistro deformati e danneggiati, possibile deformazione e danneggiamento albero motore, piu' vari danni interni a cruscotto e vari danneggiamenti agli impianti. Portavo la cintura di sicurezza e (mia sfortuna? o imperfezione tecnica?) nessuno dei due airbag si sono aperti al momento, o successivamente alla collisione.... insomma auto da demolire visto l'ammontare dei danni (ancora da valutare precisamente) ed il suo valore di mercato (secondo quattroruote 2.000 - 2500 euro).

I danni riportati da me (cosi' come riportati dalla cartella clinica):
2 giorni e mezzo di ricovero in ospedale, 30 giorni di prognosi in seguito alla rottura scomposta della 2°,3°,4°,5° costole dx arcata anteriore, incrinatura 6° costola dx arcata anteriore, 7 punti di sutura sotto il mento lato dx, leggero trauma cranico con forti escoriazioni sulla fronte lato sx (con cui ho sfondato il mio parabrezza), trauma distrattivo rachide cervicale con riduzione della fisiologica lordosi cervicale, irregolarita' del limitanti somatiche di plurimi metameri in rapporto ad ernie intraspongiose di Schmorl per quanto riguarda la rachide dorso-lombosacrale.
Una brutta lacerazione sotto il gomito sinistro, lungo una 15na di cm, che non ha richiesto punti, ma una medicazione quotidiana, tutt'ora in corso e che mi lascera' una cicatrice palese nel tempo (questa lacerazione pero', non so' perche', non e' citata da nessuna parte nella cartella clinica).
Per rilevare tutto cio', mi hanno effettuato diverse lastre al torace, una tac alla testa ed un ecografia al torace ed allo stomaco.

Stradale e Verbale
Alla stesura del verbale da parte della stradale (a cui io non ho assistito essendo "in viaggio" con l'ambulanza verso il pronto soccorso) ha assistito mio padre che mi ha raccontato che mentre gli agenti facevano i vari rilievi, l'autista del camion ha cercato di raccontare l'accaduto, sostenendo che fossi stato io ad andargli addosso, e che il trascinamento di 5 metri della mia auto da parte del camion fosse stato causato dal fatto che la mia auto si fosse "incagliata" sotto il suo paraurti....
In seguito all'insistenza dell'autista stesso, ad un certo punto un agente avrebbe sbottato dicendo :"... senta racconti poche balle, gia' da come sono posizionati i mezzi sulla carreggiata si consta palesemente che lei occupava tutta la carreggiata col suo procedere, e che sicuramente andava ben oltre il limite di velocita' visto i metri di trascinamento dell'altro mezzo coinvolto (considerato anche che la strada ha una leggera pendenza, ed io ero in discesa)...ci faccia fare il nostro lavoro e stia zitto" .
La stradale mi ha atteso 4 ore fuori dal pronto soccorso per farmi firmare il verbale, ma visto il prolungarsi dell'attesa (sono stato ricoverato nel reparto 5 ore dopo l'arrivo al pronto soccorso perche' tenuto in osservazione nel pronto soccorso) lo hanno fatto firmare da mio padre.

Assicurazione ed avvocato.
Qualche giorno fa mentre ero nel letto di casa dei miei dgenitori dovo sono domiciliato momentaneamente a far decorrere la mia prognosi, mi viene a trovare la mia assicurazione con un avvocato specializzato in infortunistica. Gli racconto l'accaduto, si prendono una copia della cartella clinica e l'avvocato mi dice che a breve (fra 2 giorni da oggi, e quindi 12 dalla data dell'incidente) inizieremo a fare delle analisi supplementari ed integrative a quelle effettuate dall'ospedale, in quanto io ho fatto presente che oltre ai dolori che presento in seguito ai danni subiti e citati nella cartella clinica sono sopraggiunti altri dolori in seguito all'incidente, e che non sono stati rilevati ed analizzati durante il mio ricovero in ospedale, ossia:
dolore alla spalla sinistra che inizialmente presentava una superficiale abrasione, per cui la sua articolazione ora risulta limitata e molto dolorante; continuo dolore alla fascia muscolare dorsale; forte dolore allo stinco sinistro (che presenta anche un ematoma non rilevato) quando sollecitato e dolore al ginocchio destro con relativo ematoma.
Il mio dottore di famiglia dopo una visita sommaria, ha previsto che mi ci vorranno almeno altri 20 giorni di degenza rispetto a quelli assegnatomi dall'ospedale se non ci saranno complicazioni e dando per assunto che i dolori supplementari che ora provo siano risolvibili con una normale riabilitazione, e non richiedano cure particolarmente lunghe e specifiche.

Scusate se sono stato lungo e prolisso ma purtroppo almeno per un mese, ho tempo da perdere sdraiato o seduto nel mio letto :mad:

Qual'e' la procedura della pratica ora, quali i protagonisti, i probabili tempi, ed una (molto) sommaria quantizzazione dei danni che il mio avvocato/visita medico legale potranno chiedere.

Aspetto fiducioso vostri suggerimenti, consigli, analisi e previsioni.

Ciao e grazie in anticipo.

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da Kunta Kinte » 14/09/2008, 11:02

Il verbale NON è certo che arrivi (inteso come sanzione)........... arriva se si rilevano violazioni a suo carico (o a carico del conducente dell'altro mezzo) e la Stradale ha 150 giorni di tempo per inviarlo.

Visto che non ha parlato con la stradale, chieda di poter rilasciare le sue dichiarazioni (non so che cosa abbiano fatto firmare a suo padre, ma credo sia il verbale di affidamento del suo veicolo)

La sua assicurazione già si è mossa............ quindi sanno già (o stanno per sapere) se l'altro conducente è stato sanzionato e la dinamca presunta del sinistro.

Per il rimborso........... passeranno SICURAMENTE mesi e mesi ........ e questo DOPO la sua guarigione in quanto si dovrànno valutare, con apposite visite, gli eventuali pustumi invalidanti lasciati dallo scontro.

Diciamo che, a meno non accetta i pochi spicci che gli proporranno per chiudere la pratica, il tutto non si risolverà prima di un anno.

Auguri.

zut
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 4
Iscritto il: 14/09/2008, 10:45

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da zut » 14/09/2008, 11:41

Kunta Kinte™ ha scritto:Il verbale NON è certo che arrivi (inteso come sanzione)........... arriva se si rilevano violazioni a suo carico (o a carico del conducente dell'altro mezzo) e la Stradale ha 150 giorni di tempo per inviarlo.
Be' credo che qualcosa arrivera', uno dei due od entrambi i conducenti dei veicoli, avranno pur commesso un'infrazione, altrimenti il sinistro non sarebbe accaduto, no?
Mio padre mi ha detto che al momento, hanno contestato il fatto che non e' stato possibile esibire il libretto di circolazione del mio mezzo (€36 di multa). Semplicemente era nel cruscotto della mia machina, ma mio padre non e' riuscito a trovarlo in mezzo a tutti i miei documenti.
Kunta Kinte™ ha scritto:Visto che non ha parlato con la stradale, chieda di poter rilasciare le sue dichiarazioni (non so che cosa abbiano fatto firmare a suo padre, ma credo sia il verbale di affidamento del suo veicolo)
Le mie dichiarazioni, alla stradale a cosa possono essere utili? Cosa avrebbero dovuto farmi firmare, aspettandomi per 4 ore fuori dal pronto soccorso? Mio padre, 75 anni, non ha saputo ben dirmi cosa gli abiano fatto firmare.... a me ha detto che ha firmato il verbale da loro redatto sull'incidente :police
Kunta Kinte™ ha scritto:Diciamo che, a meno non accetta i pochi spicci che gli proporranno per chiudere la pratica, il tutto non si risolverà prima di un anno.
Auguri.
Quindi appena mi rimetto, dovro' procurarmi un auto, prima di poter usufruire di qualunque speranza di rimborso :x

Grazie 1000.... secondo lei, ovviamente giusto per parlare, a "quanto" potrebbe ammontare il rimborso per un incidente del genere?

Avatar utente
Kunta Kinte
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 4038
Iscritto il: 24/02/2005, 16:36
Località: La patria delle olive all'Ascolana

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da Kunta Kinte » 14/09/2008, 12:02

Allora:

1° si faccia dare il verbale per il 181 (mancanza carta circolazione) da suo padre e lo porti in visione AL PIU' presto alla P.M, carabinieri polizia ecc....... resterà il verbale di 36,00 euro ma evita che ne arrivi altro da 250,00 se non esibito quanto richiesto.

2° Le dichiarazioni vengono prese anche giorni dopo..... se non lo hanno fatto evidentemente reputano che la dinamica è abbastanza chiara...........anche se come "modus operandi" è abbastanza atipico in quanto è sempre utile sentire entrambe le versioni dei conducenti.

3° per quanto riguarda il rimborso dei danni dell'auto, avrà pochi spicci, avrà qualche soldo in più se con impianto a gpl o metano.........ma roba di circa mille euro........non di più.(ci sono già passato)

Per i danni fisici dipende dal "punteggio" che gli riconosce la compagnia di controparte............

Quà inserendo la sua età potrà sapere A GRANDI linee la somma rimborsata in base alla percentuale di invalidità riconosciuta.
http://www.assicurativo.it/dannobiologi ... milano.asp

zut
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 4
Iscritto il: 14/09/2008, 10:45

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da zut » 14/09/2008, 12:50

Kunta Kinte™ ha scritto:Allora:
1° si faccia dare il verbale per il 181 (mancanza carta circolazione) da suo padre e lo porti in visione AL PIU' presto alla P.M, carabinieri polizia ecc....... resterà il verbale di 36,00 euro ma evita che ne arrivi altro da 250,00 se non esibito quanto richiesto.
Infatti, gia' fatto e pure pagato.
Kunta Kinte™ ha scritto:2° Le dichiarazioni vengono prese anche giorni dopo..... se non lo hanno fatto evidentemente reputano che la dinamica è abbastanza chiara...........
E' quello difatti che ha detto mio padre, al momento che gli hanno fatto firmare il verbale avrebbero detto : "vabbe' firmi pure lei, tanto e' molto chiaro come sono andate le cose...."
Kunta Kinte™ ha scritto:3° per quanto riguarda il rimborso dei danni dell'auto, avrà pochi spicci
Immagino la quotazione di Quattroruote, giusto ?
Kunta Kinte™ ha scritto:Per i danni fisici dipende dal "punteggio" che gli riconosce la compagnia di controparte............
Quà inserendo la sua età potrà sapere A GRANDI linee la somma rimborsata in base alla percentuale di invalidità riconosciuta.
http://www.assicurativo.it/dannobiologi ... milano.asp
Grazie ancora, speriamo bene :gratgrat

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da dami65 » 15/09/2008, 21:59

Assicurazione ed avvocato.
Qualche giorno fa mentre ero nel letto di casa dei miei dgenitori dovo sono domiciliato momentaneamente a far decorrere la mia prognosi, mi viene a trovare la mia assicurazione con un avvocato specializzato in infortunistica. Gli racconto l'accaduto, si prendono una copia della cartella clinica e l'avvocato mi dice che a breve (fra 2 giorni da oggi, e quindi 12 dalla data dell'incidente) inizieremo a fare delle analisi supplementari ed integrative a quelle effettuate dall'ospedale, in quanto io ho fatto presente che oltre ai dolori che presento in seguito ai danni subiti e citati nella cartella clinica sono sopraggiunti altri dolori in seguito all'incidente, e che non sono stati rilevati ed analizzati durante il mio ricovero in ospedale, ossia:
dolore alla spalla sinistra che inizialmente presentava una superficiale abrasione, per cui la sua articolazione ora risulta limitata e molto dolorante; continuo dolore alla fascia muscolare dorsale; forte dolore allo stinco sinistro (che presenta anche un ematoma non rilevato) quando sollecitato e dolore al ginocchio destro con relativo ematoma.
Il mio dottore di famiglia dopo una visita sommaria, ha previsto che mi ci vorranno almeno altri 20 giorni di degenza rispetto a quelli assegnatomi dall'ospedale se non ci saranno complicazioni e dando per assunto che i dolori supplementari che ora provo siano risolvibili con una normale riabilitazione, e non richiedano cure particolarmente lunghe e specifiche.
Nn credo che tu debba sapere quale sia l'iter per poter richiedere un risarcimento dei danni patiti a seguito di un sinistro stradale se hai scelto di farti assistere da un legale.
1. Ti consiglio di nominare un legale lontano estraneo alla tua compagnia di ass.
2. chiedere a questo legale come procede la controversia e se ha già richiesto il rapporto delle autorità intervenute.
3. nn sei mica tu o il tuo medico di base a refertare le varie lesioni ma, dei medici specialistici come fisiatri o ortopedici.
4. prima di concordare un danno lesivo, poniti a visita medico legale. Lo stesso ti dirà la % del danno e i giorni di invalidità.
tutto questo dovrebbe saperlo il tuo legale. Altrimenti cambialo.........
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

zut
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 4
Iscritto il: 14/09/2008, 10:45

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da zut » 16/09/2008, 11:25

dami65 ha scritto: Nn credo che tu debba sapere quale sia l'iter per poter richiedere un risarcimento dei danni patiti a seguito di un sinistro stradale se hai scelto di farti assistere da un legale.
Bhe' credo che sia un mio diritto venire a conoscenza dell'iter burocratico-legale, pur affidandomi ad un avvocato...
Non perche' debba effettuarlo io, ma giusto per farmi un idea. :)
O sono passaggi secretati 8)
dami65 ha scritto:1. Ti consiglio di nominare un legale lontano estraneo alla tua compagnia di ass.
2. chiedere a questo legale come procede la controversia e se ha già richiesto il rapporto delle autorità intervenute.
Sinceramente mi sono un po' sorpreso difatti che il mio assicuratore e questo avvocato si presentassero insieme.... sono venuti a casa insieme a mio padre, ma non mi e' sembrato una gran idea....
dami65 ha scritto:4. prima di concordare un danno lesivo, poniti a visita medico legale. Lo stesso ti dirà la % del danno e i giorni di invalidità. tutto questo dovrebbe saperlo il tuo legale. Altrimenti cambialo.........
Si, si certo, queste cose qui mi sono gia' state spiegate....

Grazie per i consigli

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: sinistro automobilistico:come procedere?

Messaggio da dami65 » 21/09/2008, 17:37

Bhe' credo che sia un mio diritto venire a conoscenza dell'iter burocratico-legale, pur affidandomi ad un avvocato...
Non perche' debba effettuarlo io, ma giusto per farmi un idea. :)
O sono passaggi secretati 8)
Bhè! E' giusto che tu ti faccia un idea, ed è anche un tuo diritto sapere...
........................
se hai scelto di farti assistere da un legale
pagando, potevi e dovevi chiedere a lui.........................
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti