[Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

[Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 28/08/2011, 9:37

Leggendo il forum ho trovato due pareri discordi sulla contestazione dell'articolo 141 del codice della strada mediante l'utilizzo di autovelox installate all'interno di dissuasori "speed check":

Nella discussione [Multa da Speed Check] Regolare con il nuovo codice? l'esperto "ANVU" spiega:

"E' proprio come Le è stato riferito. Infatti la lettera g) bis del comma 1 bis dell'art. 201, come introdotta dalla Legge 120/2001 lo scorso luglio, specifica che non sia necessaria la contestazione immediata anche nel caso di : "accertamento delle violazioni di cui agli articoli 141, 143, commi 11 e 12, 146, 170, 171, 213e 214, per mezzo di appositi dispositivi o apparecchiature di rilevamento".
Per questo motivo, la violazione dell'art. 141 a Lei accertata non deve essere contestata immediatamente e non necessita di autorizzazione prefettizia, prevista solo per alcune tipologie di accertamento dell'art. 142."
invece nella vostra guida Gli speed check sono legali? Cosa dice il codice della strada?
è riportato:
"IPOTESI INFONDATE - Alcuni ipotizzano che gli Speed Check possano essere utilizzati in automatico anche su strade urbane ordinarie, contestando ai trasgressori non l'eccesso di velocità ma la semplice velocità pericolosa, punita più lievemente ed entrata, con la riforma del Codice della strada, fra le infrazioni accertabili con apparecchi automatici. Ma la riforma prevede che tali apparecchi debbano avere un'omologazione specifica, il che significa che il ministero dovrebbe accertare se un rilevatore è in grado di distinguere in ogni momento se in un certo contesto una certa velocità è pericolosa o no. Un'ipotesi al momento fantascientifica."
Gradirei leggere il commento di ANVU a riguardo ed eventuale replica di Sicurauto.it.

Concludo con una considerazione personale:
Mi sembra evidente la volontà del legislatore di vietare il rilevamento di infrazioni con apparecchiature elettroniche nascoste e funzionanti senza operatore.
Visto che gli "speed check" di per sè non sono equivalenti a postazioni autovelox fisse, non disponendo di autorizzazione del prefetto e non essendo utilizzati come postazione permanete, si potrebbe pensare che, di fatto, in questo modo gli apparecchi autovelox installati all'interno degli speed check siano nascosti, allo stesso modo di quelli installati dalle pattuglie che li posizionano dietro cespugli o altri ostacoli.
In pratica, gli automobilisti vengono informati dai cartelli che in quella zona possono avvenire controlli della velocità con dispositivi elettronici, ma non sanno quando il controllo viene effettuato.
Non è la stessa cosa che mettere il cartello e nascondere l'autovelox?

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 974
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Ccheck art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 28/08/2011, 17:28

In caso si utilizzino i contenitori dello speed chek per inserirvi all"interno dei velox 104c2-105,(in centro abitato le rilevazioni in pianta fissa non sono ammesse)nei pressi dello stesso vi deve essere la pattuglia con vettura con colori d"istituto,inoltre essendo "servizio occasionale"e non "sistematico"deve essere messa a dimora opportuna cartellonistica di presegnalazione o pannellatura con messaggio variabile a congrua distanza dal contenitore,i cartelli in pianta stabile non sarebbero coerenti al servizio effettuato,(fonte-circolare ministero dei trasporti),resta l"incognita del "mancato fermo immediato"in centro urbano qualora ne risultassero le possibilità,personalmente la ritengo una discriminante a discapito del diritto all"autodifesa. :( :(

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Ccheck art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 31/08/2011, 8:24

Il discorso della cartellonistica vale anche se nei cartelli in pianta stabile viene indicata la dicitura: "controllo elettronico della velocità"?
Per cortesia potresti indicarmi dove posso trovare il testo della circolare, del ministero dei trasporti che hai citato?
Grazie.

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 974
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Ccheck art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 31/08/2011, 21:12

Risoluzione 7/8/2008 prot.972663.Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti-dipartimento dei trasporti terrestri e il trasporto intermodale-direzione generale per la sicurezza stradale-divisione II.Digitando gli estremi sul web dovrebbe essere reperibile e scaricabile gratuitamente. :ciao

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da ANVU » 01/09/2011, 16:25

Secondo la circolare 12 agosto 2010, n. 300/A/11310/10/101/3/3/9 del Ministero dell'Interno che reca chiarimenti sulle nuove norme introdotte al Codice della strada (Legge 120/2010) fuori di centri abitati solo gli autovelox fissi dovranno essere posizionati ad almeno un chilometro di distanza dal segnale che impone il limite di velocità; ma se gli accertamenti delle violazioni sono effettuati dalla polizia stradale l'obbligo della distanza minima degli autovelox dalla segnaletica non esiste. Inoltre, tale obbligo non si applica quando il limite da rispettare è quello previsto dalla legge per la tipologia delle strade, ma solo quando il limite di velocità derivi dalla presenza di un apposito cartello stradale, quindi con un limite inferiore.
Sulle strade urbane di quartiere e locali (tipo E ed F) non e' invece consentito l'uso di apparecchi automatici. Su di esse e' possibile solo attivita' di controllo con intervento diretto della polizia (anche attraverso apparecchi a rilevazione manuale
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 02/09/2011, 14:49

ANVU ha scritto: Sulle strade urbane di quartiere e locali (tipo E ed F) non e' invece consentito l'uso di apparecchi automatici. Su di esse e' possibile solo attivita' di controllo con intervento diretto della polizia (anche attraverso apparecchi a rilevazione manuale
Questo conferma cha anche per il rilevamento di infrazioni all'art 141 c.d.s. su strade urbane, mediante autovelox, occorre la presenza degli agenti?

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1510
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da mariopagnanelli » 02/09/2011, 15:05

A me queste discussioni mettono una tristezza ......

Ma perchè dobbiamo disquisire sulla omologazione dei dispositivi di controllo?

Il problema sono i limiti trabocchetto. Discutiamo di quelli, e denunciamo per estorsione chi li mette.

L' affidabilità della segnaletica e la sua pertinenza è una questione troppo importante perchè possa essere manipolata e deformata a piacimento dai nostri amministratori corrotti per fare cassa.

Mettiamo dei limiti come si deve, e poi ben vengano tutte le forme di controllo !

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 02/09/2011, 15:50

Il vero problema è che le leggi vengono fatte da persone incompetenti, creando norme poco chiare, lasciando così lo spazio all' interpretazione, creando i presupposti che ne favoriscono l'applicazione per tutto, tranne che per la prevenzione e la sicurezza dei cittadini.

La discussione sugli speed check e l'art 141 del c.d.s. è un esempio lampante.
Si tratta dell'ennesimo cavillo che consente all'azienda fornitrice di fare ottimi affari, e ai comuni di fare cassa.
Ve l'immaginate il rappresentante che dice al sindaco:
" Con il nostro prodotto potete piazzare l'autovelox a sorpresa, senza vigili, poi nel verbale basta che contestate l'infrazione all'articolo 141...."

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 974
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 02/09/2011, 18:23

Gent.Mario Pagnanelli,come lei certamente sà, concordo con il suo pensiero,nessun problema e recriminazioni sui controlli di velocità con limiti orari scelti con criterio in base all"andamento plano altimetrico della strada e tenendo conto dei dati Istat riguardanti l"incidentalità del tratto sottoposto,la cosa che più fa imbestialire il cittadino è vedere come certe "forze dell"ordine"facciano "repressione pecugnaria" e non "prevenzione"come si raccomanda il CDS,chi ne sà un poco su come si devono fare i controlli e conosce qualche norma applicativa,vedendo che queste mancano è "estremamente fastidioso e irritante"nonchè "offensivo all"intelligenza altrui",non che sia colpa dei P.U.che fanno quel che gli viene ordinato,ma sono i sovrapposti che ci "marciano dentro"contando sul fatto che su 10 sanzioni comminate,solo un paio possono andare in giudicato,le altre entrano "in cassa",in barba al buon senso e al rispetto reciproco. :ciao :ciao

mariopagnanelli
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1510
Iscritto il: 29/08/2009, 14:30
Nome: Mario
Località: Copparo (FE)
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da mariopagnanelli » 03/09/2011, 0:21

... ma ben venga anche la repressione pecuniaria.... se a pagare è chi si comporta veramente male !

Che facciano esattamente la stessa quantità di multe che fanno adesso. Ma a chi se la merita
(e non al solito povero malcapitato che cade in una trappola preparata ad arte).
Così si spera che non lo faccia più. E diventa così una forma di prevenzione "secondaria"...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti