[Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da ANVU » 03/09/2011, 17:22

Si conferma quanto detto. Sulle strade urbane di tipo E ed F è obbligatoria la presenza degli agenti accertatori, anche se poi la contestazione immediata non è necessaria. In sostanza nel verbale viene scritto per quale motivo non è stata effettuata (auto lanciata a velocità eccessiva, mancanza di apposite banchine stradali, ecc.). L'importante è che gli agenti siano presenti a fianco della strumentazione. Se voi capite il motivo..
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 972
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 04/09/2011, 8:54

Mio avviso cè un uso sproporzionato dell"art.201 cds comma1 lettera e,solo per il semplice fatto che si stà usando un dispositivo "approvato"-non "omologato"(e pure quì ci sarebbe da opinare)per la contestazione differita,porta nell"approfittare delle deroge previste dall"art. retrocitato,non entro nei dettagli di come lavorano i suoi colleghi gent.ANVU,mi sembra lesivo accusare persone che non si possano difendere o che eseguono ordini superiori,ma credo che non i tutti i posti in centro urbano non vi siano le condizioni per poter mettere in pratica l"art.200 comma 1 cds (art.14 legge 689 1981),ho visto cose che purtroppo lasciano molto ha desiderare su come venga interpretata la sicurezza stradale da taluni..... :( ,lo scatto e lo sviluppo della foto prevista non è essenzale per il procedimento amministrativo sanzionatorio nell"immediata",in quanto la si può aggiungere benissimo successivamente quale ulteriore prova e garanzia al trasgressore,anche la suprema corte di cassazione nelle sentenze del 18/6/99 n.6123 e cass 7/4/2005 n.7332 si orienta sulla "immediata"ovviamente quando è possibile,a tutt"oggi vedo che la "differita"è regola "fissa"in caso di rilevazioni in ambito urbano,tranne se il dispositivo è il telelaser lti 3030-ultralyte con o senza digicam,questa disparità di trattamento sinceramente mi lascia molto perplesso sull"effettiva esistenza dell"art 24.C.I e della sua corretta applicazione. :-[ :-[

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 04/09/2011, 19:33

Ricapitoliamo: in un una strada urbana viene posizionato un autovelox all'interno degli speed check, ma i vigili non sono presenti.In seguito arriva il verbale a casa, nel quale si giustifica la mancata contestazione immediata.
Come fa l'automobilista, a dimostrare in sede di ricorso, che i vigili non c'erano o non erano visibili?
E' possibile contestare l'impossibilità della contestazione immediata?

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 972
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 05/09/2011, 21:39

Se non presenziato dalle forze dell"ordine nelle"vicinanze"con vettura d"istituto, assume la connotazione di postazione"fissa"assolutamente non regolare in ambito urbano.La stessa deve essere presegnalata da cartellonistica temporanea a congrua distanza dal contenitore se trattasi di servizi pianificati,(vedi circolare precedente del ministero dei trasporti-infrastrutture),l"eventuale deroga sulla "differita"deve essere autorizzata dal Prefetto del luogo,tenuto conto dei pareri espressi dalle stesse forze di Polizia in riferimento all"andamento del tratto stradale sottoposto a controllo,in mancanza l"infrazione deve essere verbalizzata all"istante.Riguardo diciture scritte sull"eventuale verbale non rispondenti a verità,per il firmatario si profilano guai con la giustizia,con "gradevoli soggiorni"presso gli uffici della P.D.R. :( :(

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da ANVU » 06/09/2011, 18:51

Infatti, come avevamo già detto, in una strada di tipo E ed F, vale a dire nel Centro Abitato, le postazioni fisse non sono consentite se non sono presidiate da operatori della Polizia (locale o stradale). Quello che non è obbligatoria è invece la contestazione immediata; quindi, basta mettersi a lato dell'apparecchio autovelox e mandare a casa i verbali, motivando la mancata contestazione con il fatto che la strada non consente l'arresto in sicurezza del veicolo.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

maxxis
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 972
Iscritto il: 03/11/2010, 23:22
Nome: roberto
Località: Emilia Romagna

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da maxxis » 06/09/2011, 21:58

Tenuto conto delle altalenanti sentenze degli "Ermellini"sulla effettiva regolarità della contestazione differita in ambito urbano, da semplice cittadino interessato a un certo tipo di regole,voglio segnalarle gent.collega ANVU,la netta presa di posizione del tribunale di Viterbo sull"art.200 comma 1 cds,con sentenza n.467.A lei ogni onere e commento.Cordialità. :roll: :roll:

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 07/09/2011, 16:55

ANVU ha scritto:Infatti, come avevamo già detto, in una strada di tipo E ed F, vale a dire nel Centro Abitato, le postazioni fisse non sono consentite se non sono presidiate da operatori della Polizia (locale o stradale). Quello che non è obbligatoria è invece la contestazione immediata; quindi, basta mettersi a lato dell'apparecchio autovelox e mandare a casa i verbali, motivando la mancata contestazione con il fatto che la strada non consente l'arresto in sicurezza del veicolo.
Se a fianco dell'apparecchio non c'è nessuno e lo stesso è nascosto dentro uno speed check, ovviamente l'automobilista non si accorge di nulla e poi gli arriva il verbale a casa...
Oppure vede l'autovelox solo quando si trova a pochi metri dallo stesso, a questo punto quali prove può raccogliere?

E se, contrariamente a quanto indicato nel verbale, la strada consentisse l'arresto in sicurezza del veicolo?

Nel caso il guidatore viaggi ad una velocità pericolosa ( art. 141) e superiore al limite di velocità (art 142) è regolare la contestazione della sola infrazione all'art 141?

Nel caso di contestazione di infrazione all'art 141 nel verbale non viene indicata la velocità rillevata, l'automobilista ha diritto a richiedere tale informazione in seguito?

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da ANVU » 08/09/2011, 16:43

La contestazione dell'art. 141 non è legato ad alcun elemento "materiale"; nel senso che può essere pericolosa anche la guida a 40 kmh orari, se il luogo è particolarmente affollato (uscita messa... scuole, ecc..). Quindi posso sanzionare con il 141se il veicolo viaggia oltre i limiti (anzi, in quel caso dovrei, se non posso utilizzare lo strumento del 142).
Nel caso del 141non esiste alcun riscontro "fisico" a meno che non sia utilizzato l'autovelox. Ma che senso ha sanzionare con il 141se posso legittimamente utilizzare il 142?
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Leone11
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 35
Iscritto il: 28/08/2011, 9:00
Nome: leone

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da Leone11 » 08/09/2011, 23:39

ANVU ha scritto: Ma che senso ha sanzionare con il 141se posso legittimamente utilizzare il 142?
Può servire per evitare l'obbligo di contestazione immediata, come lei stesso ha spiegato in questo post:
viewtopic.php?f=3&t=12800

Purtroppo lei non ha risposto alle mie domande, ma:
supponendo che sia possible per l'automobilista esigere i dati rilevati dall'autovelox nel caso di contestazione di infrazione all'art.141, e supponendo che risulti che la velocità misurata fosse superiore al limite di velocità, è evidente che l'infrazione da contestare è relativa all'art 142.
Non credo che l'intenzione del legislatore sia quella di consentire l'applicazione delle norme in modo arbitrario, per questo l'accertatore dovrebbe applicare la legge tenendo conto dei dati oggettivi e nella modalità prevista.
In caso contrario dovrà rispondere del suo operato.

Avatar utente
ANVU
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1530
Iscritto il: 29/03/2010, 15:12
Contatta:

Re: [Speed Check art 141 c.d.s.] richiesta informazioni

Messaggio da ANVU » 09/09/2011, 15:59

Non è proprio così. Infatti con la riforma della Legge 120/2010, è stato introdotto il comma 1-quater che fa riferimento proprio alle violazioni di cui all'art. 141, accertate con apparecchiature elettroniche:

1-quater. In occasione della rilevazione delle violazioni di cui al comma 1-bis, lettera g-bis), non è necessaria la presenza degli organi di polizia stradale qualora l'accertamento avvenga mediante dispositivi o apparecchiature che sono stati omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico. Tali strumenti devono essere gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale di cui all'articolo 12, comma 1, e fuori dei centri abitati possono essere installati ed utilizzati solo sui tratti di strada individuati dai prefetti, secondo le direttive fornite dal Ministero dell'interno, sentito il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. I tratti di strada di cui al periodo precedente sono individuati tenendo conto del tasso di incidentalità e delle condizioni strutturali, plano-altimetriche e di traffico. "

Questo, nel combinato disposto unitamente alla lettera g-bis del comma 1 bis:"
g-bis) accertamento delle violazioni di cui agli articoli 141, 143, commi 11 e 12, 146, 170, 171, 213e 214, per mezzo di appositi dispositivi o apparecchiature di rilevamento.
"
prevede che, le violazioni all'art. 141possano essere accertate senza obbligo di contestazione immediata, con strumenti o dispositivi omologati, e senza la presenza degli organi di polizia stradale; fuori dai centri abitati solo sulle strade individuate dalle Prefetture ed indicate in appositi elenchi. Pertanto le violazioni dell'art. 141possono essere non contestate direttamente anche se gli accertatori sono sul posto, purchè accertate con dispositivi o apparecchiature di rilevamento, come pure le violazioni all'art. 142.
La Polizia Locale al servizio dei cittadini :)

Questa assistenza viene fornita gratuitamente dall'ANVU - Associazione Polizia Locale d'Italia
Per maggiori informazioni su di noi vieni sul sito http://www.anvu.it

Da una collaborazione tra SicurAUTO.it e ANVU

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 6 ospiti