Tachimetro difettoso???

Scrivete qui se avete un dubbio, una domanda, un problema non riguardante le altre categorie presenti sul forum.

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 15/01/2004, 22:11

Bhè, io per esperienza personale e per manie varie, posso dirti che sono abbastanza precisi, diciamo che al massimo "sgarrano" di mezzo metro...

Tratto A1 Roma-Napoli .

Quindi non credo il problema sia quello, quanto piuttosto la differenza di gommatura.

Ricordo che cambiando l'altezza dei cerchi di un pollice, mantenendo inalterata la serie del pneumatico, cambia la velocità del 7% circa a pari numero di giri delle ruote.

Quindi a 130 potrebbe segnarti circa 139,7.
Aggiungici un 5% circa di tolleranza del tachimetro e stai ampiamente a 145-147

Mettici magari un errore (possibilissimo del resto) di misura dei cartelli e vedi che ci sei alla fine... no? :D
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Precisazione

Messaggio da inge_77 » 18/01/2004, 17:05

Attenzione Sciaci,

l'odometro altro non è che uno strumento che misura le distanze... quindi altro non è che il contachilometri.

La ruota fonica è un sensore, non uno strumento.

Per verificare fai pure una breve ricerca su internet.

Il "problema" della circonferenza di rotolamento me l'ero già posto, infatti mi chiedevo come potesse essere giusto il contachilometri delle auto che possono montare diverse misure di pneumatici... Ad esempio sulla mia sono montati dei 165/65 R14, ma in sostituzione potrei montare dei 185/60 R14, i primi hanno una circonferenza pari a 179 cm circa invece con i secondi pari a 181,5 cm circa... Certo sono solo 2,5 cm ma alla lunga la differenza la fanno... Infatti prendendo in riferimento sempre i cartelli autostradali posti ad 1 km l'uno dall'altro mi sono accorto che o i cartelli non sono esattamente ad 1 km l'uno dall'altro o il mio contachilometri gira troppo in fretta
Attenzione Raptor6,

Se la vettura fosse settata per i pneumatici 185 avresti un errore del (181,5-179)/179*100=1,40%.

L'errore da te rilevato è pari a (150-130)/150*100=15%

Se davvero c'è tutto questo errore non deriva dai pneumatici.
Inoltre il diametro di rotolamento indicato è solo indicativo può variare di alcuni punti percentuali (Ma non del 5% o più) a secondo delle condizioni di utilizzo e del produttore.

Prima di andare in officina fai la prova andando con un amico in autostrada, te davanti con la tua macchina e lui dietro... è molto più semplice del cronometro.

Ovviamente nel fare questa manovra mantenete sempre la distanza di sicurezza.

inge_77
Rank: Patentato attento
Rank: Patentato attento
Messaggi: 134
Iscritto il: 05/07/2003, 18:20
Località: Pescia

Serie del pneumatico

Messaggio da inge_77 » 18/01/2004, 17:14

Massy ha scritto: Ricordo che cambiando l'altezza dei cerchi di un pollice, mantenendo inalterata la serie del pneumatico, cambia la velocità del 7% circa a pari numero di giri delle ruote.
Attenzione massy, non è possibile aumentare il diametro di calettamento del cerchio senza cambiare la serie del pneumatico (Con serie penso tu intenda la coppia di valori larghezza-spalla proprio in funzione della notevole variazione del diametro di rotolamento) perchè tale soluzione non è omologabile.

Fai riferimento al mio post nel topic del link sottostante:


viewtopic.php?t=144&highlight=

Avatar utente
sciaci
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 1765
Iscritto il: 26/09/2003, 19:18
Località: La Città del Sole

Messaggio da sciaci » 18/01/2004, 20:17

Aspito Inge ci hai bacchettato tutti! :P :P :P
Immagine

tizio
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 70
Iscritto il: 24/09/2003, 14:24
Località: PD

Messaggio da tizio » 19/01/2004, 11:21

:ciao anni fa con amici abbiamo fatto un tratto di strada insieme, c'erano 3 auto quali
fiat uno, ford escort, fiat ritmo...all'arrivo i contachilometri segnavano rispettivamente:
escort 191 km
ritmo 204 km
uno 216 km
...sicuramente ora vanno meglio ( :roll: forse) ma allora non ho fatto a meno di pensare :roll: che forti noi italiani...ecco perchè abbiamo le macchine che vanno + forte :D e consumano meno di tutti :lol: :lol: :lol: :lol:

mi sembra di ricordare che c'è una norma che obbliga i costruttori a montare contachilometri che segnano min. 3% di + dell'effettiva velocità (per ovvie questioni di sicurezza), ma non c'è nulla sull'errore max. che possono fare :D quindi un 5-10% in + è normalissimo :bong

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 19/01/2004, 21:20

Attenzione massy, non è possibile aumentare il diametro di calettamento del cerchio senza cambiare la serie del pneumatico
Ehm... non capisco dove hai letto che lo sia...

Il mio discorso resta invariato. Se cambi diametro del cerchio senza cambiare serie i risultati son quelli che leggi.

Questo non vuol dire che si possa fare, anzi dimostra come sia irregolare farlo sia per l'omologazione sia perchè comporterebbe problemi nell'utilizzo del veicolo.

Detto questo senza nessun intento polemico sia chiaro... :roll:
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

quanto è stata precisa la misura ?

Messaggio da alex_ander1979 » 20/01/2004, 0:39

Ciao Raptor,
da quanto ho capito, tu, mentre viaggiavi in macchina, hai azionato un cronometro in corrispondenza di una delle delle indicazioni Kilometriche sulla autostrada e, viaggiando a 130 Km/h, hai misurato il tempo impiegato per arrivare fino al prossimo cartello, che è distante 1 Km.
Dopodichè, visto che la velocità media è definita come v = s/t, hai calcolato la tua velocità media, che risulta essere di circa 150 Km/h (o 145 ...) cosa che è in evidente contraddizione con la tua convinzione di essere andato a 130 Km/h, secondo quanto indica il tuo tachimetro.
Ovviamente, se tutto fosse andato "liscio" avresti dovuto ritrovare un valore di 130 Km/h ...
Giustamente hai sospettato dell'esattezza dei cartelli sull'autostrada, ma voglio credere che essi siano sufficientemente precisi (almeno qualche merito lo vogliamo lasciare alla Società Autostrade, che incassa tutti i nostri pedaggi salatissimi !).
Ma si potrebbe dubitare anche di una altra ipotesi: la precisione del tuo cronometro e, soprattutto, l'esattezza degli istanti di START e di STOP del cronometro stesso (se cioè il cronometro è stato premuto esattamente in corrispondenza dei cartelli !).
Facciamo alcuni calcoli.
Ricordiamo che v = s/t e che una 1 h = 60 min = 60*60 s = 3600 s.
Invertendo la relazione precedente, sappiamo che 1 s = 1/3600 h
Se tu fossi veramente andato a 130 Km/h ed avessi correttamente misurato i tempi, allora avresti letto sul tuo cronometro:
t = s/v, t = 1/130 = 7,69 * 10^(-3) h = 27,69 secondi: questo rappresenta il tempo che tu devi effettivamente impiegare per percorrere 1 Km a 130 Km/h.
Ma mettiamo che tu con il tuo cronometro ti sia sbagliato di circa un secondo, procedendo però ancora (per ipotesi) a 130 Km/h ......
In tali condizioni, effettuando il tuo calcolo avresti ottenuto:
spazio = 1 Km (e di questo non si dubita), tempo misurato = 26,6 s.
velocità calcolata = spazio/tempo = 1/(26,6/3600) km/h = 135,33 Km/h.
Uno scarto di un secondo produce dunque un errore sulla misura di 5,33 Km/h, che è circa il 4% ... un errore di misura notevole, per ogni secondo !! A questo errore va naturalmente aggiunta la tolleranza propria del tachimetro che immagino essere sui 5 o forse 10 Km/h.
Ammettiamo inoltre che tu non sia andato in modo costante a 130 Km/h, ma abbia variato la tua velocità di 5 Km/h (arrotondiamo verso l'alto per fare il caso peggiore).
Tanto per fare una ipotesi, ammettiamo che tu sia andato a 130 per metà del tratto e poi a 135 per la seconda metà.
La velocità media effettiva da te tenuta sarebbe ovviamente di 132,5 km/h: a tale velocità dovrebbe tendere il risultato delle tue misure, se eseguite correttamente. A tale misura si aggiungerebbero poi gli altri errori.
Nel caso assolutamente peggiore dunque a causa di soli errori della tua misura puoi arrivare a 137 Km/h - 140 Km/h (o forse anche 143 ...) (sommando tutti i possibili contributi) invece dei 130 Km/h attesi. A questo aggiungi anche la tolleranza del tuo tachimetro ed eventuali errori sistematici dati dal tipo di gomme (che faranno la loro parte) e/o il fatto che il tachimetro è (volutamento o no) tarato male.
A questo punto puoi (sempre che non lo abbia già fatto) ripetere le misure assicurandoti di trovarti in un tratto di strada "buono" (magari rettilineo, senza traffico, in pianura), andando ad una velocità costante di 130 Km/h nominali sul tuo tachimetro, e cercando di stoppare in modo giusto il cronometro.
Fai molte volte la stessa misura (almeno una decina), evitando errori sistematici nello stoppare il tachimetro (tipo non lo stoppare quando hai già passato il cartello e non quando non lo hai ancora passato ... se ti sbagli cerca di compensare l'errore tendendo a non ripeterlo, se mai a quel punto è meglio l'errore "opposto") .... alla fine fai una tabella delle misure e fai una media di queste.
Se il risultato non è ancora soddisfacente, prova a rifare gli stessi calcoli ma non con un tratto di strada di 1 Km: prova a percorre più Km: ciò riduce la percentuale dell'errore di misura sul tempo .... cercando però di essere assolutamente costante con la velocità.
Se alla fine di tutte queste misure, facendone la media ti viene ancora come risultato una velocità eccessivamente alta, al di fuori di ogni ragionevole tolleranza, e non giustificabile, allora puoi essere certo che è il tuo tachimetro a non funzionare: prova anche a eseguire la misura a velocità diverse, se vuoi, e poi contatta la casa produttrice della tua automobile per chiarimenti o per eventuali riparazioni .........

Raptor6
Rank: Neo patentato
Rank: Neo patentato
Messaggi: 86
Iscritto il: 07/01/2004, 17:20
Località: Torino

Messaggio da Raptor6 » 22/01/2004, 14:31

A questo punto non mi rimane altro che procedere per tentativi.... :-[ :-[
Potrei cominciare con alcuni "esperimenti", tipo: testare il mio tachimetro con quello di un'altra auto di un amico.... Oppure prendere più volte il tempo in autostrada, viaggiando anche a velocità diverse.... E se alla fine continuerà a dare risultati poco soddisfacenti non mi rimmarà altro che farlo vedere a qualche officina ;(
Grazie a tutti per i consigli/pareri.
Un saluto :ciao

Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

Messaggio da SicurAUTO » 23/01/2004, 20:02

In bocca al lupo! :wink:

Facci sapere :ciao
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

vinc
Rank: Foglio rosa
Rank: Foglio rosa
Messaggi: 3
Iscritto il: 05/02/2004, 9:06
Località: pisa

Messaggio da vinc » 05/02/2004, 9:12

Ciao
sono nuovo di questo forum.
Mi permetto un suggerimento per Raptor6: se riesci a mettere le mani su un GPS (i modelli portatili sono ormai molto diffusi, e ti basterebbe farti prestare un modello base) puoi portarlo con te in auto. I GPS calcolano la velocita' in modo molto preciso (paradossalmente, piu' preciso della stessa posizione) e puoi comodamente confrontarlo con il tachimetro della tua auto. Tempo fa ho fatto questa prova con la mia vecchia auto (escort 1991): a 130 km/h (GPS) il tachimetro segnava quasi 140.

Vorrei anche farvi una domanda: secondo voi com'e' possibile che il tachimetro della mia Marea (2001) dopo un po' che viaggio in autostrada si "stara" e comincia a segnare velocita' sempre piu' basse (anche di 30 km/h)? Quando mi fermo si riazzera e tutto torna a posto, almeno per un po'...

Ciao
Vinc

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti