[Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Commenta insieme a noi il Nuovo Codice della Strada. Se hai ricevuto una multa e vorresti fare ricorso guarda qui. Tantissimi casi on line!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi
Avatar utente
SicurAUTO
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 12052
Iscritto il: 03/04/2002, 6:00
Nome: Claudio
Contatta:

[Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Messaggio da SicurAUTO » 20/03/2009, 18:48

Fonte: http://www.repubblica.it/2009/03/motori ... =mothpstr8

Come funziona davvero il Tutor? Quali sono i suoi segreti? Il dispositivo sviluppato e brevettato da Autostrade per l'Italia e gestito dalla Polizia Stradale, che pur rilevando gli eccessi di velocità, si distingue nettamente dai classici sistemi automatici di misurazione della medesima poiché rileva principalmente la velocità media dei veicoli. Ma sono tanti i quesiti ancora irrisolti che gli automobilisti italiani pongono quotidianamente agli addetti ao lavori.

Ecco quindi, in una sessione di domande e risposte, le spiegazioni dell'Asaps, associazione amici polizia stradale, sul Tutor.

Come funziona il sistema?

Il veicolo in transito viene inizialmente fotografato (con data e ora) da apposite fotocamere installate generalmente su un pannello messaggi, e nel suo transito trasporta una carica magnetica attraverso due conduttori annegati sotto l'asfalto. Prima di raggiungere il punto di controllo finale, il veicolo può attraversare ulteriori cavalcavia o pannelli: se esso ha viaggiato ad una velocità media oltre il limite stabilito, delle segnalazioni luminose invitano il conducente a rallentare. All'altezza del punto di controllo, il veicolo viene nuovamente fotografato con data e ora, ma se la sua velocità media è stata inferiore o uguale al limite massimo, le due foto vengono scartate dal sistema. Le rimanenti sono quelle di chi ha viaggiato ad una media superiore al limite. Il calcolo della velocità media stabilisce con certezza che durante la tratta l'automobilista ha viaggiato, almeno per un istante, ad una velocità uguale alla media calcolata.

La sentenza n. 3641 del 15.10.08 del Giudice di Pace di Viterbo ha annullato la multa elevata ad un automobilista dalla Polstrada con l'ausilio del Tutor sull'autostrada A1. Il Giudice ha rilevato, infatti, che il Tutor, quando rileva la velocità media, non rientra nella categoria dei misuratori di velocità, come ad esempio l'autovelox, e pertanto a tale dispositivo deve essere applicata una riduzione della velocità del 15% e non del 5% come è avvenuto nel caso specifico. Tutto ciò premesso vorrei sapere se il sistema Tutor attualmente prevede ancora una riduzione di velocità del 5% o se questa è stata portata al 15%.

La nota sentenza del Giudice di Pace di Viterbo - scrive - in effetti ha dato una sua interpretazione sulle modalità di accertamento e soprattutto sulla applicazione della percentuale di tolleranza sulla velocità accertata. È bene dire subito che la sentenza stessa è stata impugnata e che altri Giudici di Pace si sono espressi in modo diverso. Sarà forse la Cassazione a dire l'ultima parola. Cominciamo col dire che l'articolo 345 comma 1 del Regolamento d'Esecuzione al Codice della Strada dice testualmente: le apparecchiature destinate a controllare l'osservanza dei limiti di velocità devono essere costruite in modo da raggiungere detto scopo fissando la velocità del veicolo in un dato momento in modo chiaro ed accertabile, tutelando la riservatezza dell'utente.

"E il comma 2 - continua - recita: le singole apparecchiature devono essere approvate dal Ministero dei lavori pubblici. In sede di approvazione è disposto che per gli accertamenti della velocità, qualunque sia l'apparecchiatura utilizzata, al valore rilevato sia applicata una riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h. Nella riduzione è compresa anche la tolleranza strumentale. Non possono essere impiegate, per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di velocità, apparecchiature con tolleranza strumentale superiore al 5%.

Quindi la prima riflessione si deve fare sul concetto di velocità del veicolo in un dato momento. Cioè si dovrà comprendere se il dato momento deve considerarsi quello istantaneo o anche quello di un tratto che si percorre in alcuni minuti. Secondo il nostro parere, per quello che può valere, ma anche secondo il parere del Ministero dell'Interno, il concetto relativo a un dato momento deve considerarsi in modo estensivo. Il secondo comma poi è chiarissimo: per gli accertamenti della velocità, qualunque sia l'apparecchiatura utilizzata, al valore rilevato sia applicata una riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h. Addirittura la norma stabilisce in modo inequivocabile che: non possono essere impiegate, per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di velocità, apparecchiature con tolleranza strumentale superiore al 5%. In sostanza non si può utilizzare una apparecchiatura che preveda tolleranze superiori al 5%.

La previsione di tolleranze superiori al 5%, che possono arrivare fino al 15% è contenuta nel 3° comma dello stesso articolo 345 del Regolamento, ma fa esclusivo riferimento alle velocità calcolate attraverso annotazioni cronologiche stampigliate sui biglietti autostradali all'atto dell'emissione e dell'esazione del pedaggio, raffrontandosi tali annotazioni con la distanza tra i caselli di ingresso e di uscita, quale risulta dalle tabelle distanziometriche ufficiali predisposte dagli enti proprietari. In tale caso alla determinazione della velocità è associato l'errore relativo - a favore del trasgressore - pari al 5, 10, 15% a seconda che la velocità dedotta risulti, rispettivamente, inferiore a 70 km/h, ovvero pari a 70 km/h ed inferiore a 130 km/h, ovvero pari o superiore a 130 km/h.

Il sistema Tutor è attivo solo quando è segnalato esplicitamente il suo funzionamento sui pannelli luminosi autostradali o è funzionante sempre a prescindere dal messaggio riportato dai suddetti pannelli?

La segnalazione del tratto sottoposto a controllo col sistema Tutor è permanente ed attivata con apposita cartellonistica o indicazione attraverso i portali. Il sistema però non è sempre in funzione per tutti i tratti, ma viene normalmente alternato. L'effetto dissuasivo comunque rimane (e questo per noi è molto importante) in quanto il conducente non può sapere se in quel tratto il sistema è attivato o meno.

I pannelli luminosi autostradali segnalano quando il Tutor è attivo in modalità "velocità media" o in modalità "velocità istantanea"? Se sì, qual'è il messaggio che viene indicato nei due citati casi?

"La norma non prescrive questo tipo di segnalazione. Ma stabilisce la presegnalazione dell'attivazione di un sistema di controllo della velocità, presegnalazione che viene regolarmente effettuata. Diversamente la cartellonistica fissa dovrebbe essere montata e smontata ogni volta. Per altro il limite di velocità esiste sempre".

Eh sì, ma questo lo si dimentica troppo spesso. Il limite, in Italia, viene rispettato in funzione non tanto della sua effettiva presenza, ma in relazione ai controlli che vengono posti in essere. Quando il Tutor è attivo per calcolare la velocità media, questa viene calcolata solo nel tratto di strada intercorrente tra la "porta di entrata" a quella di "uscita" e così successivamente per gli altri tratti eventualmente controllati, oppure la media può essere calcolata anche sull'intero percorso?

"Viene calcolata da porta a porta".

Quando il Tutor è attivo per calcolare la velocità istantanea (porta di entrata), la porta successiva (uscita) rileva anch'essa la velocità istantanea o è disattivata o è la porta di ingresso per il calcolo della velocità media del tratto di strada successivo?

"L'utilizzo in puntuale è estremamente raro e finalizzato alla protezione di aree di cantiere o utilizzato in situazioni in cui si riscontri un notevole flusso di uscita fra una rilevazione e l'altra. I portali di rilevazione Tutor sono normalmente accoppiati. Quindi, se il sistema è attivato in puntuale, la porta accoppiata non è attiva."

Su alcune autostrade sono presenti, oltre alle postazioni fisse, anche dei "bracci" metallici mobili (movimento a compasso) sui quali sembrano siano installati dispositivi Tutor. Potete confermarlo? Se si, funzionano come le postazioni fisse e, in particolare, con che criteri vengono messi in funzione e come si "interfacciano" con le postazioni fisse che precedono e seguono?

I bracci metallici sono anch'essi portali supporto telecamere Tutor che sono stati installati laddove il Pannello a Messaggio Variabile non è presente perché non utile.

Come è noto in caso di pioggia il limite di velocità in autostrada scende a 110 km/h e mi risulta che il Tutor sia in grado in tale caso anche di autoregolarsi al diminuito limite di velocità. Se è effettivamente così mi chiedo come si possa stabilire con assoluta certezza quando il sistema è tarato con il limite di 110 Km/h: una leggera pioggerellina è già sufficiente a far scendere il limite di velocità o è necessaria una pioggia più intensa e quanto di più? Invece quando ad esempio ha ormai smesso di piovere ma l'asfalto è ancora bagnato vige ancora il limite di 110 Km/h o si ritorna a quello di 130? Qual è insomma il criterio da adottare per stabilire con sicurezza qua è il limite di velocità da mantenere in caso pioggia leggera/pioggia più o meno intensa/asfalto bagnato?

"L'articolo142, al 1° comma, stabilisce che il limite di velocità autostradale si abbassa a 110 km/h in presenza di precipitazioni atmosferiche di qualsiasi natura. Non si fa riferimento alla qualità e quantità. Generalmente l'abbassamento del limite previsto scatta su segnalazione delle condizioni atmosferiche effettuata delle pattuglie della Polizia Stradale che percorrono il tratto."
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto, le News Auto, la Guida Sicura e tanto altro ancora! :)

Non perderti i nostri Test su Prodotti e Accessori Auto - Per i Centauri Sicurezza in Moto

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: [Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Messaggio da dami65 » 20/03/2009, 21:55

Sottinteso... TUTTI dobbiamo rispettare i limiti di velocità, non solo per dare "sicurezza" e "certezza" a chi viaggia come noi sulle strade ma anche a noi stessi e alle persone familiari e non che trasportiamo...

Dopodicchè sottolineo... "I sistemi elettronici non sono infallibili, quindi eccepibili e di conseguenza bisogna valutarli caso per caso", compresi i...TUTOR!

:ciao
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Re: [Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Messaggio da Massy » 24/03/2009, 4:40

e nel suo transito trasporta una carica magnetica attraverso due conduttori annegati sotto l'asfalto.
Che fa? :D
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
Nostromo
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 738
Iscritto il: 18/04/2006, 12:22
Località: milano

Re: [Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Messaggio da Nostromo » 24/03/2009, 10:09

Ben venga il Tutor, e spero che la sentenza di quel giudice sia ribaltata.

Sinceramente non capisco quelli che se non ci fossero questi sistemi andrebbero a 180-200 all'ora.
Andare a quella velocità è pericoloso, stressante (perchè non ti puoi rilassare nemmeno un istante) e scomodo per il rumore prodotto dai frusci e dal motore. Solo con una grossa ammiraglia over 100mila € puoi viaggiare comodo anche a quelle velocità (ma resta sempre pericoloso), ma quanti ne hanno una?
Inoltre qualunque auto a 180 all'ora consuma quasi il doppio che a 130, sopra i 200 i consumi diventano aeronautici; molta gente non si rende conto che guadagnare Km/h costa sempre di più man mano che la velocità aumenta.

Avatar utente
dami65
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 685
Iscritto il: 20/08/2008, 17:30
Località: bologna

Re: [Tutor, botta e risposta] Il sistema senza segreti con norme

Messaggio da dami65 » 24/03/2009, 15:22

Ben venga il Tutor
Concordo... :ok
spero che la sentenza di quel giudice sia ribaltata.
Non mi spiego il perchè :o

“Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.
La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.
Sono assicurati ai non abbienti con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.
La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari”
(Costituzione della Repubblica Italiana 27 dicembre 1947 – art. 24)

Non pensi che significherebbe toglieci un diritto...riconosciuto è, leggittimo!!!
:ciao
Ricordati di adottare, in ogni momento, una guida circostanziata alle condizioni della strada, del tempo e del traffico. Indipendentemente dai valori stabiliti dalla legge, éducati a non metterti alla guida se hai assunto sostanze alcooliche o stupefacenti, anche se in misura minima.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti