visioni futuristiche in materia di circolazione stradale.

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Rispondi

sono utili e realmente applicabili le proposte fatte ?

Si, molto, anche se bisogna procedere per gradi.
2
40%
Si, un po' ma non cambieranno troppe cose.
2
40%
poco, perchè tali norme saranno difficili da rispettare e da far rispettare
0
Nessun voto
per niente. E' tutto troppo complicato e/o inutile.
1
20%
 
Voti totali: 5

Avatar utente
alex_ander1979
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 725
Iscritto il: 16/10/2003, 23:25
Località: Roma

visioni futuristiche in materia di circolazione stradale.

Messaggio da alex_ander1979 » 31/12/2004, 0:03

"Prefazione": Propongo qui di seguito diverse soluzioni innovative per migliorare a mio giudizio la sicurezza (ma non solo la sicurezza) del traffico, discutendone la utilità, e vi invito a dare un giudizio su di esse.
il mio messaggio è molto più lungo di quanto non pensassi -come ultimamente mi accade !- ma è diviso in punti. Chi vuole può pertanto dare un occhiata vaga a tali punti e leggere solo quelli "che gli paiono". I punti 1) 2) e 6) parlano delle caratteristiche ideali delle strade. Il punto 3) con tutti i suoi "sottopunti" parla di come dovrebbe a mio avviso essere cambiato il c.d.s. relativamente alla circolazione autostradale, per renderlo più efficiente. In particolare verso la fine del punto vi sono alcune idee che giudico innovative. Il punto 4) sottolinea la necessità di far rispettare le regole e di elevare le multe secondo quanto detto in 5). Invece 7) ed 8. stabiliscono alcune piccole innovazioni che si possono apportare su tutte le autostrade. 9) parla ancora di limiti di velocità in base al tipo di auto. 10) riprende ed approfondisce alcune cose già dette circa le infrastrutture da creare per monitorare il traffico ed elevare le multe. Leggete quello che vi pare dunque. In particolare consiglio di leggere 3)



1) ci vuole nei prossimi anni e decenni un impegno collettivo per costruire strade migliori e per migliorare pian piano la rete esistente. Occorre comprendere che strade ed autostrade devono poter far fronte ad un traffico in crescita di mezzi pesanti e allo stesso tempo garantire ai cittadini la possibilità di spostarsi in modo rapido ed in sicurezza, con comfort. In termini ingegneristici questo vuol dire aumentare la velocità di progetto e/o migliorare la sezione stradale.
Propongo pertatno che la sezione autostradale MINIMA da adottare in ogni condizione (in montagna o in pianura) sia di due corsie di 3,75 m più due banchine di 70 cm (una in destra ed una in sinistra = a sinistra della corsia di sorpasso) per senso di marcia. Tale sezione va mantenuta inalterata in galleria e sui viadotti. In condizioni "standard" la banchina in destra deve essere sostituita da una corsia di emergenza di 3m di larghezza. La distanza tra le due carreggiate di una autostrada non deve mai scendere sotto i 2,6 m.
Tutto questo è costoso, ma la spesa sarà un sensato investimento che avrà un ritorno economico in termini di maggiore sicurezza e portata della autostrada.

2) La sezione stradale MINIMA di una S.S deve essere di due corsie di 3,75m, una corsia per senso di marcia.

3) E' necessario cambiare le attuali regole del c.d.s. circa il limite di velocità e non solo introducendo le seguenti normative:
- sulle autostrade non deve essere posto alcun limite di velocità fisso.
- in tutti i tratti critici e ad alta densità di traffico devono essere disposti pannelli luminosi in grado di fissare un limite dinamico di velocità.
Tale limite dinamico deve tenere conto della velocità media che i conducenti normalmente tengono quando vi sono all'incirca le stesse condizioni di traffico e visibilità. Dei sensori registreranno automaticamente il numero di veicoli in transito, la loro velocità, la quantità di luce presente, l'ora del giorno ed in base a tali dati elaboreranno un limite di velocità.
Lo scopo è quello di rendere uniforme la velocità dei flussi di traffico densi. In tali condizioni scatterà automaticamente anche il divieto di sorpasso per i mezzi pesanti.
- in condizione di scarso traffico la velocità tenuta da un autoveicolo non può comunque essere superiore a quella che garantisce la "tempestiva manovra di arresto" nel caso si presentino sulla strada degli ostacoli visibili. Per cui se in una curva si vedono 100-150m di strada un veicolo non deve andare mai a più di 120 Km/h. Nei punti più pericolosi devono essere montati dispositivi automatici che provvedono a multare automaticamente i trasgressori. Tale limite (per le curve) può essere segnalato con appositi nuovi segnali che ci dicono: "in questa curva o su questo dosso non più di 140...".
- quando è presegnalata una immissione in autostrada, chi circola sulla corsia di destra deve procedere a non più di 100 Km/h per non creare pericolo per chi si immette. Chi non rispetta tale limite deve essere punito con la massima severità.
- deve essere vietato il rientro dalla corsia di sorpasso a quella di marcia in corrispondenza delle immissioni.
- chi non usa le frecce deve essere multato con la massima severità.
- deve essere vietato ogni tipo di "manovra brusca". Chi passa dalla prima alla terza corsia di marcia o viceversa senza permanere per un certo tempo minimo nella seconda deve essere multato con la massima severità. Vi deve essere un tempo minimo di almeno 5 secondi tra l'azionamento della freccia e lo spostarsi in corsia di sorpasso. Un veicolo che provenga dalla corsia di sorpasso e che veda davanti a se ad una distanza di almeno 75 m un veicolo che aziona la freccia per uscire sulla corsia di sorpasso ha l'obbligo di rallentare e di favorire la uscita di tale veicolo e comunque gli è tassativamente proibito di accelerare. Sulla corsia di sorpasso non si può mai circolare a meno di 90 Km/h, tranne che con la circolazione per file parallele. Chi impegna la corsia di sorpasso deve portarsi pertanto almeno a tale velocità. Chi ha intenzione di sorpassare un veicolo deve uscire sulla corsia di sorpasso ad una distanza non inferiore a 30m e non superiore a 100m dal veicolo che intende sorpassare. Oppure se esce da 100 a 200m prima del veicolo da sorpassare deve tenere accesa la freccia per 10s prima di spostarsi sulla corsia di sorpasso.
Ciò vuol dire che è assolutamente vietato impegnare la corsia di sorpasso se la strada davanti a se è libera e se la corsia di destra è libera. E così pertanto chi procede sulla corsia di sorpasso sa quando aspettarsi uno "scarto" da parte di chi procede più lentamente sulla destra. Tale regola non vale in corrispondenza delle immissioni. In ogni caso bisogna usare l'indicatore di direzione ed accertarsi che ci si possa spostare in sicurezza.

4) Tutte le norme precedenti vanno fatte rispettare scrupolosamente dalla polizia che a tal fine potrà avvalersi di una rete di sensori e telecamere dislocata lungo le principali strade. Tali sensori dovranno dare una visione completa di tutto quello che accade nel tempo in un determinato tratto di strada e un automobilista va multato in relazione ai comportamenti sbagliati che tiene, tenendo conto della situazione complessiva del traffico "al contorno". La teconologia oggi rende possibile tutto questo in modo automatico, e investire nella sicurezza significa risparmiare sui costi derivanti dalle conseguenze degli incidenti !!

5) Se un automobilista è multato più volte per una stessa infrazione (come il mancato uso delle frecce) le pene devono diventare via via più gravi. Mentre se non si è mai stati multati o non si è multati da molto tempo si deve avere uno sconto sulla pena.

6) tutte le corsie di accelerazione delle immissioni devono garantire i seguenti standard: devono essere "impegnabili" ad almeno 50 Km/h, avere lunghezza sufficiente per garnatire all'automobilista di poter valutare con tranquillità se immettersi oppure no e al loro termine l'autostrada deve presentare una corsia di emergenza di larghezza di 3,50m (contro i 3m standard) che deve protrarsi per almeno 150m, in modo da costituire una eventuale "via di fuga" in caso di situazioni di pericolo. La corsia di accelerazione stessa deve essere larga non meno di 3,50m.

7) Lungo tutte le autostrade devono essere posti dei paletti catarifrangenti ogni 50m -in ogni tratto- per permettere ad un automobilista di valutare le distanze di visibilità o la sua distanza approssimativa da un altro veicolo.

8. 8) lungo i guard rail deve essere posta una striscia di materiale catarifrangente continua, in modo da delineare in profondità l'andamento della strada di notte. Questo per l'intera lunghezza di tutte le autostrade.

9) Si può infine fissare volendo un limite di velocità massimo per categoria di veicolo, tipo 200 per una Porsche o per una Mercedes, 150 per una fiat punto, 120 per una Cinquecento..... tale limite è riportato sul libretto di circolazione.

10) La tecnologia per il monitoraggio delle strade e per la multa dei trasgressori deve essere standard, finanziata dallo Stato in modo costante e non può limitarsi agli autovelox, che da soli non servono a niente.
Lungo l'autostrada deve correre una rete informatica, che veicola il flusso di dati di molte telecamere e sensori di varia natura in grado di "telemetrizzare" i veicoli in transito, cosa che oggi è possibile e lo sarà ancora di più nel futuro. Per confondere gli automobilisti questi sistemi devono essere mimetizzati o accompagnati da dei falsi. Per esempio di 50 serie di telecamere e sensori, soltanto 4 o 5 saranno vere e le altre sono fatte in modo da apparire tali, come i cellulari venduti per strada e che poi sono di legno.
E sicuramente sarà possibile trovare un modo per mimetizzare e rendere non visibile tale tecnologia (sensori sotto l'asfalto, microcamere nei guard rail o dietro i segnali stradali ....).

I maggiori costi, ripeto, saranno ripagati in termini di una maggiore sicurezza.

Io penso che il terzo millennio debba andare in tale direzione: nome più sensate per indurre nella gente un maggiore rispetto di regole giudicate forse più "vicine alla realtà", spero almeno ....
cinture allacciate + distanze di sicurezza + agevolarsi a vicenda nel traffico = viaggiare sicuri, tranquilli, anche in velocità ! :D

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 31/12/2004, 17:14

D'accordissimo con tutti tranne un paio:
9 in particolare e 2 per l'improponibilità della cosa anche se sarebbe un bel risultato.

Mi riprometto di leggerlo con più attenzione e discuterne :D


Bel post. Clap clap :)
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti