Ma perche' la gente non sa guidare in autostrada??

Anche tu sei stufo di vedere troppi morti sulle strade? Unisciti a noi e facci conoscere le tue idee. La sicurezza stradale è un problema di tutti!

Moderatore: Staff Sicurauto.it

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 11/07/2006, 21:54

SirEdward ha scritto:Non è un discorso del tipo "io sono migliore di voi", è solo che mi piacerebbe avere delle indicazioni reali sui pericoli di una strada, non dei cartelli, costosi, che dopo un po' diventa spontaneo smettere di guardare. Tutti noi ci siamo immusoniti su stradoni enormi con limiti di velocità da triciclo, stressati solo dal continuo passare di qualunque altro veicolo a velocità maggiori del limite e dalla ricerca continua di ogni possibile autovelox seminascosto in qualche anfratto a bordo strada. Mi piacerebbe che qualcuno mi trattasse da cittadino adulto, non da celenterato.

Ma mi sa che è solo una fantasia.

Ecco, era proprio questo il senso del mio discorso... :-[


Quello che mi scoccia e' che per l'incapacita' di alcuni ci si debba rimettere tutti... e l'incapacita' nasce da una scarsa esperienza, anche per colpa dello Stato; nel senso che e' evidente che la patente viene data senza alcun merito concreto, rispetto a cio' che ci si trovera' davanti sulla strada :roll:


Io appena possibile faro' uno o anche piu' corsi di guida sicura non per andare piu' forte o perche' sono il miglior manico del terzo millennio :D, ma semplicemente per colmare le lacune formative della mia patente.

Altro discorso trito e ritrito, ma e' da qui che nasce qualsiasi questione "accessoria" sui comportamenti stradali errati.
Io che sono un appassionato anche "tecnico" di automobili mi rendo conto di quanto sia davvero pericolosa l'auto, anche nel suo uso piu' tranquillo... il fatto e' che la maggior parte delle persone non si rende conto di maneggiare un macchinario estremamente delicato e pericoloso, e ci vanno in giro prendendo tutto troppo alla leggera. Tutto bene, fino al giorno in cui capita l'imprevisto e succede il patatrac perche' non si sa gestire la situazione.

Proprio io, appassionato di auto, vorrei vedere una maggiore diffusione del treno come trasporto di massa, invece dell'auto... se la gente si mettesse in testa che puo' rinunciare ad un minimo di privacy (il proprio personale veicolo privato) il servizio pubblico sarebbe molto migliore e molto piu' capillare.

Vorrei vedere l'auto meno come elettrodomestico per il trasporto e piu' come strumento tecnico per il divertimento degli appassionati, con una maggiore consapevolezza del mezzo e del suo uso; ma la gente non intende rinunciare a tutto cio', e tutti ci si rimette :-[


Perche' sulle Highway americane e australiane vigono limiti bassissimi, fatti rispettare duramente, in cui una fiumana di veicoli si muove a passo costante e indisturbato?
Semplicemente perche' il guidatore medio conduce il veicolo con l'ausilio delle natiche e non del cerebro... non sanno guidare, e intendo i fondamentali minimi della guida di tutti i giorni.
Cosa succede poi, ad andare a passo costante e immutabile? Succede che l'attenzione alla guida tende a zero, perche' non ci sono mai stimoli nuovi, e alla minima evenienza succede un casino.
Sono un classico i video dove un incidente autostradale continua a catena con decine di veicoli, perche' nessuno si aspetta un blocco al normale scorrere del fiume... BUM! :roll:
Perche' sono messi cosi' male? Perche' li' se non usi l'auto non hai alternative... non ti muovi col trasporto pubblico, quasi non esiste (se non nelle metropoli).
Il treno e' per le merci. L'autobus e' per i poverissimi. Sulle lunghe distanze, giusto l'aereo. Tutti gli altri, in auto.


Allora, anche noi vogliamo finire cosi', o vogliamo guardare ad esempi piu' efficienti di uso dei trasporti, come in Germania?
Dove il treno e' il trasporto preferito, e chi ha l'auto la sa usare meglio e piu' efficacemente (che significa andare piu' veloce per fare prima)...
Non e' una questione di fare gli splendidi ("tu non sai guidare, molla l'auto e vai in treno"), semplicemente "ad ognuno il suo".

Bisogna entrare nell'ottica che l'auto non e' un diritto fondamentale e il mezzo privato non deve essere il preferito.


Partendo da questo, e' evidente che il traffico diminuira', si vedranno meno impiastri per la strada, e le percorrenze medie potranno essere aumentate, in sicurezza... un uso piu' cosciente e ponderato dei trasporti, cosa ben diversa dall'uso ottusamente limitato che abbiamo oggi.
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Avatar utente
Massy
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2222
Iscritto il: 15/12/2002, 4:20
Località: Lazio
Contatta:

Messaggio da Massy » 12/07/2006, 1:48

Sai cosa noto nel tuo discorso?

Una cosa che noto in tutti i giovani: la convinzione *intima* che gli altri siano limitati, che fino ad oggi non ci hanno capito nulla.

Per carità, non è un'offesa, quanto una constatazione.

Tu dici: gli altri non sanno guidare. Chiediti. Lo sai fare te? Per te è giusto andare a 180km/h anche se il limite PER TE è 100, non 130.

Perché esiste un limite 100 km/h per neopatentati? Perché EVIDENTEMENTE nella media non sanno guidare. Non si tratta di prendersela, quanto di guardare in faccia alla realtà. Non è *forse* il tuo caso. Anzi senza forse.

Ma tutti gli altri ragazzi che si mettono per strada non hanno esperienza. Esperienza nel percepire un qualcosa che non va. Esperienza per prevedere cosa fanno gli altri. Esperienza che non si insegna. Tu giustamente dici: io stando a destra di mio padre ho visto cosa fanno gli altri. E' un buon inizio, ma è come dire di saper far l'amore bene perché si è visto un porno. :-|

Prima di iniziare a criticare gli altri, il mondo, le autoscuole, le famiglie, lo Stato, gli americani ed i russi, iniziamo da noi.

Iniziamo a renderci conto che, nonostante ciò che si pensa, si è fallaci.

Che se esiste una legge, ca**o, impariamo a rispettarla. E se non si è d'accordo proponiamo modifiche, istituiamo referendum, facciamo casino ma rispettiamola lo stesso. Per il solo fatto che esiste.

(sia chiaro. è una piacevole discussione da *bar*. Non consco la tua guida e si discute su alcuni fattori che son usciti in questa discussione. Solo per far due chiacchiere ed imparare qualcosa. :) )
Immagine § Informazioni mutui § Carte di Credito § Manie GraficheImmagine § Diari di viaggio

Quando inizierò a capire che sbaglio più di quanto possa immaginare starò meglio.

Avatar utente
sicurdany
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 2345
Iscritto il: 09/02/2004, 22:22
Località: Palermo

Messaggio da sicurdany » 12/07/2006, 16:24

Massy for president... :up: :up:

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 12/07/2006, 20:04

Massy ha scritto:E' un buon inizio, ma è come dire di saper far l'amore bene perché si è visto un porno. :-|
Pero' si imparano in fretta tante nuove cose da applicare senza aspettare :P :P :P :P :P

(che paragoni :roll: 8) :lol: :P)


Seriamente, e' una questione di informazioni a disposizione... in molti casi si tratta di pura supponenza, in altri di maggiore esperienza data dalle risorse a disposizione.
A molti sembra assurdo che ora arrivino 'sti sbarbati arrivino e si mettano a riordinare il mondo :D eppure e' un fatto concreto che questa enormita' di mezzi che abbiamo a disposizione ci permetta di saltare le tappe a pie' pari (cosa che per mia indole ho sempre fatto).


Poi, c'e' modo e modo di saltare le tappe...

esempio: un guidatore smaliziato ci mette anni di esperienza su strada a capire cosa e', come si provoca e come si gestisce un sovrasterzo.
Arriva in un forum, descrive la sua esperienza con dovizia di particolari.
La leggono in due sbarbati: entrambi vogliono provare, entrambi prendono l'auto del papi per vare esperimenti di potenza... differenza: uno si mette in un piazzale e tiene un ritmo progressivo, ascolta l'auto e capisce il trucco, e cosi' ha esperienza se un giorno la sfiga gli taglia la strada.
L'altro si spara un sovrasterzo di potenza sul bagnato su una strada trafficata, ammacca tre auto e finisce in un fosso.

C'e' una certa differenza :lol:

Questa e' la questione del fare i saputelli senza averne -spesso- il diritto.
Spesso mi si accusa di essere presuntuoso, a volte pecco in quella direzione, ma altre volte e' solo un derivato del fatto che in alcuni campi ci tengo ad esporre con sicurezza i miei pensieri, perche' ne so concretamente; e' un mio obiettivo, l'essere il piu' possibile coerente in cio' che dico... per esempio, per il momento mi astengo dal criticare la gente per come guida sulla neve, perche' io non ho idea di come si faccia :)

Purtroppo fra reale competenza e sbruffonaggine il limite e' sottilissimo :-[

Io ho un'alta fiducia nelle mie capacita'; chi ha TROPPA fiducia nelle proprie capacita' dura poco, soprattutto per strada... e' la regola prima del guidatore smaliziato.
Per questo mi permetto di lamentarmi di alcune costrizioni che mi si muovono... comprendo che uno Stato deve tutelare basandosi sui comportamenti della media delle persone, ma mi piacerebbe vedermi riconosciuta e ricompensata una certa maggiore capacita' in alcuni versanti :-[
Piu' che altro NON mi sta bene subire un limite plasmato sulla forma di tanti che non hanno le mie capacita'... capisco che per il 90% dei giuvinazzi guidare bene significa tenere sempre aperto a manetta :x e chi va di piu' "e' meglio" :x :x ma se io non sono cosi', come faccio a dimostrarlo e vedermelo riconosciuto?

(anche qui, qualche idea ce l'avrei, ma rientra nell'utopia del "guidatore consapevole e preparato" e dello Stato funzionante :grr)


Sul fatto delle critiche, anche li' cerco di staccarmi un po' dall'indole classica dei ragazzi, "gne gne questo fa schifo, questo e' imbranato, gne gne questo non va bene, so' er mejo, gne gne..." :D :D :D
O perlomeno di porre critiche costruttive ;)
Io sono abbastanza insofferente verso situazioni, come quelle che ho descritto in questo topic, dove la gente tiene comportamenti poco efficenti perche' non ragiona su quello che fa :roll: pero' da parte mia cerco di capire cause, dinamiche e manifestazioni dei problemi, e cerco anche delle soluzioni reali.

Voglio dire, mi sembra di avere proposto una soluzione a tutti i problemi di cui mi sono lamentato qui, no? :angel


Dai, ora prendo la mia Golf tritubbodiesels 74 valvole e vado a fare due spari al semaforo contro mio cuggino con la Punto abbart... magari spaventiamo pure qualche vecchietta :P :P :P :P :P
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Avatar utente
Federico Autotecnica
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 6289
Iscritto il: 06/12/2005, 22:30
Località: Brescia
Contatta:

Messaggio da Federico Autotecnica » 12/07/2006, 20:09

sicurdany ha scritto:Massy for president... :up: :up:
Massy for president... :up: :up:
Federico alias "FEDELELLA" - Professione: Autoriparatore
AUTOTECNICA BRESCIA l'officina ufficiale di SicurAUTO.it :ok

MTB BRESCIA

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 13/07/2006, 11:29

wilhem275 ha scritto: Dai, ora prendo la mia Golf tritubbodiesels 74 valvole e vado a fare due spari al semaforo contro mio cuggino con la Punto abbart... magari spaventiamo pure qualche vecchietta :P :P :P :P :P
oh, qualche cosa contro le golf? :x

:P :P :P :P

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 13/07/2006, 12:47

Solo quelle a 74 valvole guidate da giovani tamarri urbani :P :P :P :P :P
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

SirEdward
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2005, 9:36
Località: Bologna

Messaggio da SirEdward » 13/07/2006, 13:11

ah, ecco...

mi pareva...

:P :P :P :P :P

Avatar utente
Nostromo
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 738
Iscritto il: 18/04/2006, 12:22
Località: milano

Messaggio da Nostromo » 14/07/2006, 13:13

Quello che conta di più sono le distanze di sicurezza, la gente non capisce che all'aumentare della velocità linearmente aumenta la distanza percorsa nel tempo di reazione e diminuisce l'angolo di visuale utile, mentre lo spazio di arresto del veicolo aumenta al quadrato.
Insomma più vai forte più probabilmente, se non tieni la distanza di sicurezza , un imprevisto ti porterà all'ospedale/tomba.
E' anche vero che 160 all'ora con una Panda non sono lo stesso con una Ferrari, ma nell'impossibilità di personalizzare i limiti secondo me 150 all'ora sarebbe giusto per tutti.
E se c'è da fare tanta strada, il treno è sempre la migliore soluzione, chi si crede un pilota da F1 è il primo a finire tra i cari scomparsi dell'associazione Vittime dlla Strada.

Tra l'altro l'Av fa i trecento all'ora, sfido chiunque a fare di meglio con un'auto!

Avatar utente
wilhem275
Sostenitore Sicurauto
Sostenitore Sicurauto
Messaggi: 867
Iscritto il: 23/10/2003, 16:53
Località: Genova e Padova (Italia, EU)

Messaggio da wilhem275 » 16/07/2006, 17:53

Io! Io! :P :P :P :P


No, per carita'... ;) sono pienamente d'accordo sulle distanze di sicurezza. Quando dico che sono favorevole a velocita' piu' alte del normale, e' chiaro che sottintendo (anche se non si dovrebbe mai) che prima devono essere realizzate TUTTE di una serie di condizioni fondamentali di sicurezza, fra le quali la distanza e' probabilmente la piu' importante.


Una notazione: quando aumenta il traffico (parliamo sempre di autostrada) mi sembra chiaro che, specie negli esodi estivi, fra i "presenti" la percentuale di gente con meno esperienza autostradale e' maggiore rispetto al solito.

Per chiunque guidare nel traffico piu' intenso e' causa proporzionale di maggiore difficolta'/fatica/intolleranza, e se ci aggiungiamo la questione dei "nerd" :D la proporzione peggiora :roll:
Ich liebe Berlin! :D :ok :ok :ok

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti